Apri il menu principale

Luciano Pirazzini

allenatore di calcio e calciatore italiano
Luciano Pirazzini
Nazionalità Italia Italia
Altezza 182 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Carriera
Squadre di club1
1949-1953 Notinese ? (?)
1953-1954 Acireale ? (?)
1954-1955 Piacenza 4 (0)
1955-1956 Bolzano ? (?)
1956-1959 Siena 94 (1)[1]
1959-1960 Ancona 16 (0)
1960-1964 Pietrasanta 80+ (?)
1964-1966 Merano ? (?)
Carriera da allenatore
1965-1966 Merano
1966-1973 Bari Vice
1973-1976 Bari
1976-1977 Brindisi
1977-1978 Crotone
1978-1979 Riccione
1979-1982 Martina
1983-1984 Osimana
1984-1986 Fidelis Andria
1986-1987 Orceana
1987-1988 Suzzara
1988-1989 Potenza
1989-1990 Bisceglie
???? Virtus Pavullese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Luciano Pirazzini (Pavullo nel Frignano, 12 gennaio 1932Pavullo nel Frignano, 4 luglio 1998) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo difensore.

Indice

Caratteristiche tecnicheModifica

GiocatoreModifica

Ha giocato come difensore, nel ruolo di terzino prima e libero dopo.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Debutta in IV Serie con la Notinese, dove resta per quattro stagioni[2], e successivamente gioca nella stessa categoria con l'Acireale; nella stagione 1954-1955 disputa 4 gare in Serie C con la maglia del Piacenza[3]. Passa quindi al Bolzano, in IV Serie: la formazione altoatesina manca la promozione in Serie C dopo aver perso lo spareggio con la Reggiana. In seguito gioca per tre anni con il Siena, di cui diventa anche capitano, sfiorando la Serie B nel 1958-1959 quando perde lo spareggio contro l'Ozo Mantova[4].

Dopo aver militato anche nell'Ancona, termina la carriera in Serie D con Pietrasanta[5][6][7] e Merano, dove nel campionato di Serie D 1965-1966 è giocatore e allenatore[8].

AllenatoreModifica

Dopo aver iniziato nel 1966 come allenatore in seconda del Bari, nella stagione 1973-1974 debutta su una panchina di Serie B sostituendo a partire dalla quattordicesima giornata l'esonerato Carlo Regalia alla guida dei biancorossi, che non riusciranno ad evitare la retrocessione in Serie C. Pirazzini siede sulla panchina dei pugliesi anche nel successivo campionato di Serie C 1974-1975, mentre nel 1975-1976 viene sostituito da Gianni Seghedoni dopo la nona giornata.

Negli anni seguenti allena in Serie C a Brindisi[9] dove viene esonerato dopo poche giornate, a Crotone dove viene sostituito da Luigi Maifredi[10], ed in Serie C2 a Riccione[11] dove viene sostituito da Giancarlo Ansaloni[12].

Nel campionato di Serie D 1979-1980 raggiunge una promozione in Serie C2 alla guida del Martina, che allena anche nei due anni seguenti[13]. Allena ancora in Serie C2 l'Osimana dove subentra a campionato in corso[14], poi per due anni la Fidelis Andria[15][16], l'Orceana, il Suzzara dove subentra al posto di Ugo Tomeazzi alla fine del girone di andata non riuscendo tuttavia ad evitare la retrocessione scongiurata poi da un ripescaggio[17], il Potenza dove a metà stagione sostituisce Luigi Milan[18] ed infine subentra alla guida del Bisceglie nel campionato di Serie C2 1989-1990 che vede la retrocessione dei pugliesi nel campionato Interregionale, seguita dal successivo ripescaggio[19].

Chiude la carriera di allenatore tra i dilettanti modenesi, con la Pavullese.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Bolzano: 1955-1956

NoteModifica

  1. ^ 95 (1) se si comprende lo spareggio con l'OZO Mantova.
  2. ^ Li vedremo all'opera quest'anno, Libertà, 11 agosto 1954, pag.5
  3. ^ La rosa 1954-55 Storiapiacenza1919.it
  4. ^ C.Fontanelli, N.Natili, 100 anni con la Robur, GEO Edizioni, pp.265-267
  5. ^ M. D'Agostino, Storia della Serie D - Stagione 1961-1962, pag.222 [collegamento interrotto]
  6. ^ Quarantadue calciatori piacentini hanno giocato in divisione nazionale, Libertà, 3 luglio 1963, pag.5
  7. ^ Trentasette piacentini ed ex biancorossi hanno giocato nei campionati nazionali, Libertà, 3 luglio 1964, pag.5
  8. ^ Mario Broccardo al Combi un romantico amarcord, Alto Adige, 1º giugno 2008, pag.39
  9. ^ Il Brindisi dopo la morte del commendatore, ancora serie B!.... Archiviato il 24 giugno 2013 in Internet Archive. Cittadibrindisicalcio.it
  10. ^ Allenatori del Crotone Almanaccocalciocalabria.it [collegamento interrotto]
  11. ^ Almanacco illustrato del Calcio, 1979, p. 317 Adamoli.org
  12. ^ Almanacco illustrato del Calcio, 1980, p. 294, Edizioni Panini
  13. ^ Martina 1980-81 Archiviato il 26 gennaio 2016 in Internet Archive. 11leoni.com
  14. ^ Almanacco illustrato del Calcio, 1985, p. 305, Edizioni Panini
  15. ^ Campionato 1984-85 Fidelissimo.it
  16. ^ Campionato 1985-86 Fidelissimo.it
  17. ^ Con Corso un'incredibile rimonta, La Gazzetta di Mantova, 11 ottobre 2003, pag.41
  18. ^ Potenza 1988-89 Archiviato il 26 gennaio 2016 in Internet Archive. 11leoni.com
  19. ^ Almanacco illustrato del Calcio, 1991, p. 321, Edizioni Panini

Collegamenti esterniModifica