Apri il menu principale

Maria Bona di Savoia-Genova

principessa italiana
Maria Bona di Savoia-Genova
Maria Bona di Savoia-Genova.jpg
Principessa di Savoia (1896-1921)
Principessa di Baviera (1921-1971)
Nome completo Maria Bona Margherita Albertina di Savoia-Genova
Trattamento Altezza reale
Nascita Agliè, 1º agosto 1896
Morte Roma, 2 febbraio 1971
Luogo di sepoltura Abbazia di Andechs
Dinastia Savoia-Genova
Padre Tommaso di Savoia-Genova
Madre Isabella di Baviera
Consorte Corrado di Baviera
Figli Amalia di Baviera
Eugenio di Baviera
Religione Cattolicesimo

Maria Bona Margherita Albertina di Savoia-Genova, poi Maria Bona di Baviera (Agliè, 1º agosto 1896Roma, 2 febbraio 1971), è stata una principessa e scultrice italiana, appartenente al ramo Savoia-Genova.

Indice

BiografiaModifica

La famiglia e i primi anniModifica

Maria Bona di Savoia-Genova nacque nel castello ducale di Agliè nel 1896, terza figlia di Tommaso di Savoia-Genova e di Isabella di Baviera.

Suo padre era nipote di Carlo Alberto di Savoia e di Giovanni di Sassonia. Sua madre era nipote di Ludovico I di Baviera e pronipote di Carlo IV di Spagna e di Francesco I delle Due Sicilie.[1]

La coppia ebbe altri cinque figli: Ferdinando (1884-1963), Filiberto (1895-1990), Adalberto (1898-1982), Maria Adelaide (1904-1979) ed Eugenio (1906-1996).[2]

Il matrimonioModifica

Presso il castello di Agliè, l'8 gennaio 1921, Maria Bona sposò Corrado di Baviera, un suo lontano cugino per parte materna, figlio di Leopoldo di Baviera e di sua moglie Gisella d'Asburgo-Lorena.[3]

La cerimonia religiosa venne celebrata dal cardinale Agostino Richelmy, arcivescovo di Torino, e vide la partecipazione, fra gli altri, del re Vittorio Emanuele III, del principe ereditario Umberto e dei principi delle case Savoia-Genova e Savoia-Aosta.[4]

Il matrimonio è noto per essere stato il primo fra due casate storicamente nemiche dalla fine della prima guerra mondiale e per aver riunito membri delle case Savoia, Wittelsbach e Asburgo.[4]

Dalla loro unione nacquero:[1]

  • Amalia di Baviera (1921-1985), sposata con Umberto Poletti.
  • Eugenio di Baviera (1925-1997), sposato con la contessa Helena von Khevenhüller-Metsch.

Gli ultimi anni e la morteModifica

Alla fine della seconda guerra mondiale il principe Corrado fu arrestato da militari francesi, portato a Lindau e internato all'hotel Bayerischer Hof insieme a Guglielmo di Prussia, principe ereditario dell'Impero tedesco, e al diplomatico nazista Hans Georg von Mackensen.

La principessa Maria Bona, che durante la guerra aveva prestato servizio come infermiera, rimase in Savoia, dato che le era stato proibito entrare in Germania. La famiglia si riunì solo dopo il 1947. Maria Bona, che durante la sua vita fu anche scultrice[5], morì il 2 febbraio 1971 a Roma.

La sua tomba, insieme a quella del marito Corrado, si trova nel cimitero della chiesa di Andechs, in Germania.[2]

OnorificenzeModifica

Albero genealogicoModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Bona Margherita di Savoia-Genova, Principessa di Savoia, su thepeerage.com. URL consultato il 2 aprile 2015.
  2. ^ a b Albero genealogico di Casa Savoia, su sardimpex.com. URL consultato il 16 agosto 2014.
  3. ^ Konrad Luitpold Franz Joseph Maria Prinz von Bayern, su thepeerage.com. URL consultato il 2 aprile 2015.
  4. ^ a b Italian Princess to wed Bavarian, su query.nytimes.com. URL consultato il 2 aprile 2015.
  5. ^ Alfonso Panzetta, Le Ceramiche Lenci. Catalogo dell'archivio storico della manifattura 1928-1964, Torino, Allemandi, 1992.
  6. ^ a b c Breve biografia di Maria Bona di Savoia-Genova, su ilcastellodiaglie.it. URL consultato il 2 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  Portale Casa Savoia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Casa Savoia