Apri il menu principale
Melaine Walker
Melaine Walker Berlin 2009 cropped.jpg
Melaine Walker ai Mondiali di Berlino 2009
Nazionalità Giamaica Giamaica
Altezza 165 cm
Peso 53 kg
Atletica leggera Athletics pictogram.svg
Specialità 400 metri ostacoli
Record
60 m 7"40 (indoor - 2005)
100 m 11"63 (1999)
200 m 23"46 (2012)
200 m 23"97 (indoor - 2005)
400 m 51"61 (2008)
400 m 54"01 (indoor - 2004)
60 hs 8"05 (indoor - 2006)
100 hs 12"75 (2006)
400 hs 52"42 Record nazionale (2009)
Società MVP Track & Field Club
Carriera
Nazionale
1998- Giamaica Giamaica
Palmarès
Giochi olimpici 1 0 0
Mondiali 1 1 0
Campionati CAC 0 1 1
Mondiali juniores 0 2 2
Mondiali allievi 1 1 0
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 29 luglio 2019

Melaine Antoinette Walker (Kingston, 1º gennaio 1983) è un'ostacolista giamaicana, campionessa olimpica e mondiale dei 400 metri ostacoli.

Con il tempo di 52"42, stabilito ai Mondiali 2009 a Berlino, detiene il terzo tempo di sempre sui 400 metri ostacoli.[1]

BiografiaModifica

Dopo una buona carriera giovanile, culminata con l'argento sui 200 m ai Mondiali allievi di Bydgoszcz nel 1999 e con il bronzo sui 400 m ostacoli a Santiago nel 2000, Melaine Walker partecipa alla sua prima grande manifestazione sui 400 metri ostacoli ai Mondiali di Edmonton 2001, dove però non va oltre le batterie.

Nel 2002 ai Mondiali juniores di Kingston, nella sua Giamaica, sempre sui 400 m ostacoli conquista ancora una volta il podio, facendo sua la medaglia d'argento col tempo di 56"03. Per partecipare ad un'altra competizione di rilievo Melaine deve però aspettare il 2007 quando ai campionati mondiali di Ōsaka raggiunge la semifinale della sua specialità, sfiorando l'accesso alla finale. Si rifà parzialmente alle IAAF World Athletics Final di Stoccarda con un buon terzo posto.

Ai Giochi olimpici di Pechino del 2008 arriva il momento più importante della sua carriera: con il tempo di 52"64 (nuovo record personale e nuovo record olimpico) Melaine Walker si laurea campionessa olimpica dei 400 m ostacoli.[2] Conclude l'anno con la vittoria ottenuta anche alle World Athletics Final corse a Stoccarda con il tempo di 54"06.

Il 13 febbraio 2009 è stata eletta Jamaican Sportswoman of the Year a pari merito con Veronica Campbell-Brown. Ai Mondiali di Berlino vince l'oro dei 400 m ostacoli stabilendo anche il suo nuovo record personale con 52"42.[1]

Record nazionaliModifica

SenioresModifica

  • 400 metri ostacoli: 52"42 (  Berlino, 20 agosto 2009)

ProgressioneModifica

400 metri ostacoliModifica

Stagione Tempo Luogo Data Rank. Mond.
2011 52"73   Taegu 1-9-2011
2010 55"33   Shanghai 23-5-2010 20ª
2009 52"42   Berlino 20-8-2009
2008 52"64   Pechino 20-8-2008
2007 54"14   Eugene 10-6-2007 10ª
2006 54"87   Austin 8-4-2006 19ª
2005 55"09   Manhattan 15-5-2005 18ª
2004 56"62   Knoxville 9-4-2004 67ª
2003 57"24   Filadelfia 24-4-2003 79ª
2002 55"84   Kingston 21-6-2002 26ª
2001 55"62   Bridgetown 19-5-2001 23ª
2000 56"96   Santiago 21-10-2000 75ª
1999 58"99

PalmarèsModifica

Anno Manifestazione Sede Evento Risultato Prestazione Note
1998 Mondiali juniores   Annecy 200 m piani 23"72
4×100 m   Bronzo 44"61
1999 Mondiali allievi   Bydgoszcz 200 m piani   Argento 23"72
100 m hs 13"80
4×100 m   Oro 44"30
2000 Mondiali juniores   Santiago 400 m hs   Bronzo 56"96  
4×400 m   Argento 3'33"99  
2001 Mondiali   Edmonton 400 m hs Batteria 57"10
2002 Mondiali juniores   Kingston 100 m hs 13"66
400 m hs   Argento 56"03
2006 Campionati CAC   Cartagena 400 m hs   Bronzo 55"97
4×400 m   Argento 3'32"86
2007 Mondiali   Osaka 400 m hs Semifinale 54"54
2008 Giochi olimpici   Pechino 400 m hs   Oro 52"64  
2009 Mondiali   Berlino 400 m hs   Oro 52"42  
2011 Mondiali   Taegu 400 m hs   Argento 52"73  
2012 Giochi olimpici   Londra 400 m hs Semifinale 55"74

Altre competizioni internazionaliModifica

2007
2008
2009

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Richard Lewis, For Walker, World record assault next item on the agenda?, 20 agosto 2009. URL consultato il 10 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2009).
  2. ^ (EN) Melaine Walker biography and olympic results, su sports-reference.com. URL consultato il 10 marzo 2010.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica