Miriam Mesturino

Regista e attrice italiana

Miriam Mesturino (Torino, 26 maggio 1970) è un'attrice e regista teatrale italiana.

Miriam Mesturino

Biografia modifica

Miriam Mesturino è nata in una famiglia già presente nell'ambiente teatrale, nipote dell'impresario Giuseppe Erba[1], a cui si deve fra l'altro l'attuale Teatro Regio di Torino, e figlia di Gian Mesturino[2], direttore artistico dei teatri Erba, Alfieri e Gioiello, e di Germana Erba[2] ideatrice e fondatrice del primo Liceo Coreutico e Teatrale italiano[3], a lei intitolato dopo la sua scomparsa.

Mesturino ha studiato danza e recitazione al Teatro Nuovo di Torino[4] da quando aveva 6 anni e a 8 ha debuttato in teatro ne La tela del ragno di Agatha Christie, continuando poi a prendere parte a numerosi allestimenti nel corso dell’infanzia e dell’adolescenza ed iniziando parallelamente a lavorare in radio e nel doppiaggio. Nel 1988 è entrata all'Accademia nazionale d'arte drammatica di Roma, dove ha perfezionato la sua formazione. Nel 1990 ha debuttato al Festival Benevento Città Spettacolo[5] come protagonista di Pamela di Carlo Goldoni e da allora ha ricoperto con continuità ruoli da prima attrice giovane e poi da prima attrice nelle compagnie primarie italiane di prosa. Nel 1991 ha interpretato Eva in Eva contro Eva al fianco di Lauretta Masiero. Nel 1992 è entrata a far parte della Compagnia di Ernesto Calindri, con cui ha lavorato per i successivi sette anni. Dal 2000 al 2005 ha insegnato Recitazione al Liceo Teatrale del Teatro Nuovo[4] di Torino.

Nel 2002 ha debuttato al Festival Teatrale di Borgio Verezzi con La grotta azzurra, monologo in versi di Roberto Mussapi, con cui ha riscosso un grande successo di critica e che ha replicato per i successivi tre anni.

Di Roberto Mussapi nel 2004 ha messo in scena come regista il monologo maschile Villon, interpretato da Andrea Beltramo.

Nel 2007 e 2008 è stata uno dei protagonisti della serie tv Rai Terapia d’urgenza, interpretando il ruolo del paramedico Eva Leoni.

Dal 2009 è stata Mirandolina ne La locandiera, Eugenia ne Gli innamorati e Giannina in Un curioso accidente.

Al festival di Borgio Verezzi è tornata nel 2012 con Tartufo di Molière al fianco di Franco Oppini, nel 2013 con Trappola mortale di Ira Levin con Corrado Tedeschi e Ettore Bassi, nel 2014 con La luna degli attori di Ken Ludwig con Paola Quattrini, nel 2015 con Maigret al Liberty Bar di Georges Simenon con Paola Gassman, nel 2017 e 2018 interpretando nelle Grotte La Divina Commedia di Dante Alighieri.

Attrice modifica

Teatro modifica

La sorpresa (di Pierre Sauvil, regia di G. Caprile, MC Sipario 2020-2022)

Televisione modifica

Regista modifica

Doppiatrice modifica

Cinema modifica

Film Tv / Miniserie modifica

  • Daddy (Anne)
  • For the love of a child
  • My husband’s double life (Linda)
  • Mrs. Harris goes to Paris (Louise)
  • Stranger in the family (Kessler)

Telefilm / Serie TV modifica

  • C.S.I.: NY (Lydia e Heather)
  • Catherine Benguigui in H (Béatrice Goldberg)
  • Sheeri Rappaport in C.S.I.: Scena del crimine (Mandy Webster)
  • Bellamy Young in C.S.I.: Miami (Monica West)
  • 100 Centre Street

Soap opera/ Telenovela modifica

Radio modifica

Cartoni animati modifica

  • Savannah in Jay Jay l'aeroplanino

Note modifica

  1. ^ Giuseppe Erba, su giuseppeerba.com. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  2. ^ a b c d e f g Torino spettacoli, su torinospettacoli.com.
  3. ^ Liceo Germana Erba, su liceogermanaerba.it.
  4. ^ a b Fondazione Teatro Nuovo Torino, su teatronuovo.torino.it. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  5. ^ a b c Benevento Città Spettacolo – XXXIX Edizione, su cittaspettacolo.it. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  6. ^ a b c d e f g h i Festival Teatrale di Borgio Verezzi / Cartellone degli spettacoli, Eventi, Fotografie, Storia., su festivalverezzi.it. URL consultato il 9 ottobre 2018.
  7. ^ Che cosa hai fatto quando eravamo al buio? La divertente commedia in scena al Sociale di Canzo - Ciao Como, in CiaoComo, 16 gennaio 2018. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  8. ^ EDITH PIAF, tutto deve ancora cominciare - Sonia Nifosi, su sonianifosi.it. URL consultato l'8 ottobre 2018.

Collegamenti esterni modifica