Misano Adriatico

comune italiano
Misano Adriatico
comune
Misano Adriatico – Stemma Misano Adriatico – Bandiera
Misano Adriatico – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Emilia-Romagna-Stemma.svg Emilia-Romagna
ProvinciaProvincia di Rimini-Stemma.svg Rimini
Amministrazione
SindacoFabrizio Piccioni (indipendente di sinistra) dal 27-5-2019
Data di istituzione1837
Territorio
Coordinate43°58′N 12°42′E / 43.966667°N 12.7°E43.966667; 12.7 (Misano Adriatico)
Altitudine49 m s.l.m.
Superficie22,35 km²
Abitanti13 676[2] (31-8-2021)
Densità611,9 ab./km²
FrazioniBelvedere, Misano Brasile, Casette, Cella, Cella Simbeni, Misano Monte, Portoverde, Santa Monica, Scacciano, Villaggio Argentina[1]
Comuni confinantiCattolica, Coriano, Riccione, San Clemente, San Giovanni in Marignano
Altre informazioni
Cod. postale47843
Prefisso0541
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT099005
Cod. catastaleF244
TargaRN
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)[3]
Cl. climaticazona E, 2 137 GG[4]
Nome abitantimisanesi
Patronosan Biagio
Giorno festivo3 febbraio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Misano Adriatico
Misano Adriatico
Misano Adriatico – Mappa
Posizione del comune di Misano Adriatico all'interno della provincia di Rimini
Sito istituzionale

Misano Adriatico (Misên in romagnolo) è un comune italiano di 13 676 abitanti[2] della provincia di Rimini in Emilia-Romagna.

Geografia fisicaModifica

TerritorioModifica

Misano Adriatico si sviluppa su una superficie di 22,4 km² tra la linea di costa Adriatica a nord-est, il corso del fiume Conca a sud-est che lo separa da Cattolica e San Giovanni in Marignano, il territorio di San Clemente e Coriano a sud-ovest ed il territorio di Riccione a nord-ovest. Da quest'ultimo comune è separato da corsi d'acqua quali il fosso Raibano, la Fossa ed il rio Alberello (i cui affluenti sono il rio Gorguccia ed il rio del Fossetto) che nasce nella frazione di Scacciano. Il territorio comprende nell'entroterra ampi spazi verdi ed un'oasi naturalistica sul fiume Conca. Le altitudini sul livello del mare variano da un minimo di 1 m ad un massimo di 167 m nei pressi di monte Annibolina per un'altitudine media di 49 m. Il centro abitato antico, Misano Monte, a 97 m s.l.m., comprende la chiesa dedicata al patrono San Biagio; si colloca su una collina intagliata a nord dal rio Pancione ed a sud dal rio del Pozzetto, rii che confluiscono sulla sinistra del più importante rio dell'Agina che sfocia nel mare Adriatico.

ClimaModifica

StoriaModifica

Reperti archeologici ritrovati nel territorio, dimostrano la presenza romana del territorio. Infatti sembrerebbe che lo stesso nome Misano deriverebbe da una delle numerose gens, nello specifico la Gens Mesia, che si sarebbe trasferita nel contado riminese nel III secolo a.C., ricevendo dallo Stato romano alcuni territori nella zona, come premio di guerra[senza fonte][5]. Nei secoli successivi al dominio romano, si insediarono vari nuclei abitativi nelle zone dell'Agina, Santa Monica e Belvedere.

La prima notizia scritta su un insediamento nel territorio riguarda la costruzione nel 997 della Pieve di Sant'Erasmo, una delle più antiche della zona e tuttora esistente. La giurisdizione della pieve confinava con quelle di San Giorgio in Conca, Saludecio, San Savino, San Lorenzo in Strada e si estendeva soprattutto sulla zona compresa fra le ultime colline alla sinistra del Conca e la foce del fiume.[6] Dal 1295 e 1528 Misano fu sotto il dominio dei Malatesta che vi edificarono un castello di cui restano oggi solo l'arco d'accesso e parte della torre (che venne poi riprodotta nello stemma). Successivamente, a seguito della decadenza della dinastia malatestiana, Misano entrò a far parte dello Stato Pontificio fino all'unità d'Italia. Nel 1511 Misano viene riconosciuto come Comune autonomo; nel 2011 si sono celebrati i 500 anni d'indipendenza dal comune di San Clemente.[7]

Successivamente il borgo perdette più volte l'indipendenza amministrativa per motivi finanziari, annessa ai vari comuni limitrofi, fino a quando non la riconquistò nel 1827 distaccandosi dal comune di San Giovanni in Marignano. Rischiò di perderla nuovamente nel 1935 a vantaggio di Cattolica, che richiedeva l'annessione del territorio misanese (soprattutto dell'arenile) per il proprio sviluppo turistico. La richiesta fu respinta anche per intervento di Benito Mussolini, e fu emanato nel 1938 un provvedimento col quale venne modificato il nome da Misano in Villa Vittoria (la cui origine risaliva al 1862) per assumere, poi, l'attuale di Misano Adriatico.

Dopo il secondo conflitto mondiale venne avviata la ricostruzione, con lo sviluppo turistico che portò nel 1949 al trasferimento della sede comunale da Misano Monte all'odierna zona rivierasca.

Nella toponomastica una particolarità è la denominazione di diversi sobborghi con nomi di stati latinoamericani. Questo ha fatto seguito al ritorno in patria di cittadini misanesi che erano emigrati in cerca di fortuna nell'Ottocento. Essi costituirono piccole comunità sul territorio, caratterizzando quartieri che oggi sono centri residenziali importanti come Misano Brasile (lungo la costa al confine con Riccione), Villaggio Argentina (nell'entroterra al confine con Riccione). Altri due piccoli centri sono il Canadà (lungo il Fiume Conca, tra le frazioni di Le Casacce e Belvedere), l'Uruguay ed il Paraguay (nelle vicinanze della frazione di Portoverde).

Da allora Misano vide una notevole crescita di popolazione. Oggi è annoverata fra le località balneari di rilievo della riviera romagnola. Le più importanti strutture, costruite nel dopoguerra, sono: il porto turistico di Portoverde (1963), il circuito motociclistico Misano World Circuit (ex-Circuito Internazionale Santamonica, costruito nel 1972), lo stadio comunale Santamonica (1993) e i rinnovati arredi urbani della centrale via Repubblica (2000) e del lungomare (2004) realizzati con la consulenza dell'architetto Paolo Portoghesi. L'elemento dominante di questo arredo urbano è il mare, ripreso in varie figurazioni anche con mosaici e fontane. Nel 2011 sono stati inaugurati un nuovo tratto dell'arredo urbano del lungomare nella zona nord fino al confine con il comune di Riccione ed un'area riqualificata comprendente un parco, una piazza ed un parcheggio ridenominata Parco del Sole nella frazione di Misano Brasile.

StemmaModifica

La torre e la stretta di mano simboleggiano la concordia scesa tra le varie frazioni che hanno deciso di unirsi sotto un'unica torre, appunto quella del comune.

 
Tratto sud del lungomare
 
Portoverde.
 
Vecchio municipio a Misano Monte.
 
Residenza municipale in via Repubblica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[8]

Etnie e minoranze straniereModifica

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 1.165 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

CulturaModifica

BibliotecheModifica

La Biblioteca Comunale svolge un particolare ruolo nella promozione della cultura. Da diversi anni organizza regolarmente cicli di conferenze filosofiche ospitando grandi figure della cultura italiana. Ogni incontro vede la presenza di un pubblico di centinaia di persone, provenienti da tutta la Romagna e dalle Marche.

EventiModifica

  • Voci nell'arena, spettacoli teatrali, la prima settimana di luglio
  • Festival internazionale di interpretazione pianistica, la prima settimana di agosto.

Infrastrutture e trasportiModifica

Piste ciclabiliModifica

Sul lungomare, oltre ai tratti esistenti, si stanno realizzando ulteriori tratti di pista ciclabile per dare continuità al progetto della Ciclovia Adriatica (il ramo n. 6 della rete nazionale BicItalia), che una volta completata metterà in collegamento tutte le località della costa adriatica italiana, per una lunghezza superiore ai 1000 km, favorendo la mobilità sostenibile locale e il cicloturismo durante tutte le stagioni dell'anno.

AmministrazioneModifica

Lista dei sindaci dal Dopoguerra:

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1946 1960 Nicola Sebastiani Partito Comunista Italiano Sindaco Rieletto nel 1951 e nel 1956.
1960 1964 Tomaso Mulazzani Partito Socialista Italiano Sindaco
1964 1970 Nicola Sebastiani Partito Comunista Italiano Sindaco
1970 12 luglio 1982 Antonio Semprini Partito Comunista Italiano Sindaco Rieletto nel 1975 e nel 1980.
12 luglio 1982 28 settembre 1992 Sergio Morotti Partito Comunista Italiano Sindaco Rieletto il 13/8/1985 e il 10/7/1990.
28 settembre 1992 13 giugno 2004 Sandro Tiraferri Partito Democratico della Sinistra e poi Democratici di Sinistra Sindaco Rieletto il 24/4/1995 e il 13/6/1999.
13 giugno 2004 7 giugno 2009 Antonio Magnani Democratici di Sinistra Sindaco
7 giugno 2009 26 maggio 2019 Stefano Giannini Partito Democratico Sindaco Rieletto il 25/5/2014.
27 maggio 2019 in carica Fabrizio Piccioni Indipendente di Sinistra Sindaco

Bandiera bluModifica

Misano Adriatico è Bandiera blu FEE per le spiagge dal 1987. Dal 2000 è anche Bandiera Blu per gli approdi turistici di Portoverde.[9]

SportModifica

MotociclismoModifica

Nella frazione di Santa Monica si trova l'autodromo Misano World Circuit Marco Simoncelli (fino al 2006 denominato Circuito Internazionale Santamonica). Dopo la scomparsa del pilota corianese Marco Simoncelli, avvenuta il 23 ottobre 2011 durante il Gran Premio motociclistico della Malesia, tifosi ed appassionati hanno portato avanti l'idea di intitolare il circuito di Misano alla memoria del pilota.[10] Il 2 novembre 2011 l'amministrazione del Misano World Circuit ha accolto la proposta.[11]

I maggiori eventi che si disputano su questo circuito sono il Gran Premio motociclistico di San Marino e della Riviera di Rimini del Motomondiale ed il Gran premio di San Marino del Campionato Mondiale di Superbike.

CiclismoModifica

Sul territorio di Misano Adriatico si svolge la seconda semitappa (una cronosquadre) della Settimana Internazionale di Coppi e Bartali. Nel 2005 e 2006 si è corso anche il Gran Premio Città di Misano-Silver Cross e le due edizioni sono state rispettivamente vinte da Ruben Bongiorno e Daniele Bennati. Il 19 maggio 2011 c'è stato il passaggio della dodicesima tappa Giro d'Italia con l'attraversamento del comune da parte della carovana rosa dalla Strada statale 16 Adriatica alla litoranea.

CalcioModifica

L'unica squadra di calcio di Misano è la Società Sportiva Misano (denominazione assunta da luglio 2021,[12] in precedenza già F.C.D. Vis Misano) nata dalla fusione avvenuta nel giugno 2015 tra le associazioni sportive F.C.D. Misano ed A.S.D. Vis Argentina.[13][14]

Le partite interne vengono disputate allo Stadio Comunale Santamonica, vicino all'autodromo Misano World Circuit Marco Simoncelli, che ha una capacità di circa 8000 posti.

Fino alla fusione delle due società, la prima squadra di calcio misanese è stata l'associazione sportiva F.C.D. Misano (denominata F.C.D. Real Misano dalla stagione 2008/2009[15] alla stagione 2010/2011[16] e precedentemente A.S.D. Real Misano), società fondata nel 1976. I colori sociali erano il bianco-celeste. Il successo più importante ottenuto della società risale al 18 giugno 2011 quando la squadra Juniores si è laureata Campione d'Italia Juniores Dilettanti per la stagione 2010/2011 battendo in finale la squadra calabrese del Soverato Virtus per 2-0 allo stadio dell'Astrea Casal del Marmo di Roma.[17]

La seconda squadra era l'A.S.D. Vis Argentina della frazione del Villaggio Argentina ed i suoi colori sociali erano il bianco e l'azzurro. Ha disputato le proprie partite interne al Campo da calcio Villaggio Argentina ubicato proprio nella stessa frazione. La massima categoria raggiunta dalla società è stata la Prima Categoria nella quale ha partecipato dalla stagione 2008/2009 alla 2011/2012: in queste stagioni ha disputato le partite interne nel più capiente Stadio Comunale Santamonica condividendolo con il F.C.D. Misano.

A cavallo tra gli anni sessanta e settanta, fu attiva una squadra denominata Unione Sportiva Misano, che prese parte ad alcuni campionati di V livello calcistico, ovvero i massimi campionati a livello regionale dell'epoca: dalla stagione 1967/1968 alla stagione 1969/1970 alla Prima Categoria e dalla stagione 1970/1971 alla stagione 1973/1974 alla Promozione.

PallamanoModifica

A Misano si celebra il Festival della Pallamano, dove squadre italiane giocano oltre che nel campetto normale anche a beach handball e street handball.

NoteModifica

  1. ^ Comune di Misano Adriatico - Il territorio
  2. ^ a b Bilancio demografico anno 2021 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  3. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  4. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  5. ^ Storia dello stemma e del comune, su Araldicacivica. URL consultato il 20 settembre 2020 (archiviato il 20 settembre 2020).
  6. ^ La pieve di San Giorgio a Morciano, su lapiazzarimini.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  7. ^ Misano 500 al via i festeggiamenti invernali, su misano.org, Comune di Misano Adriatico. URL consultato il 24 maggio 2011.
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ FEE Italia
  10. ^ Misano intitolato a Simoncelli, il padre: "Sarebbe bellissimo regalo", in sport.virgilio.it, 30 ottobre 2011. URL consultato il 3 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 1º novembre 2011).
  11. ^ Subito al lavoro per legare il nome di Marco Simoncelli a Misano World Circuit, in misanocircuit.com, 3 novembre 2011. URL consultato il 3 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2012).
  12. ^ Luca Signorini e Stefano Giannini al timone del nuovo progetto S.S. Misano, su vismisano.it, www.vismisano.it. URL consultato il 7 luglio 2021.
  13. ^ Comunicato Ufficiale n. 1 (primo) del 03.07.2015 - stagione sportiva 2015-2016 (pag. 29) (PDF), su figcrimini.it, FIGC - L.N.D. - Delegazione Provinciale di Rimini. URL consultato il 3 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 15 agosto 2016).
  14. ^ La fusione tra Misano FC e Vis Argentina fa nascere la Vis Misano, su newsrimini.it. URL consultato il 20 giugno 2015.
  15. ^ Comunicato Ufficiale n. 1 (primo) del 03/07/2008 - stagione sportiva 2008/2009 (pag. 8) (PDF), su figcrimini.it, FIGC - L.N.D. - Delegazione Provinciale di Rimini. URL consultato il 3 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 15 agosto 2016).
  16. ^ Comunicato Ufficiale n. 1 (primo) del 08/07/2011 - stagione sportiva 2011/2012 (pag. 26) (PDF), su figcrimini.it, FIGC - L.N.D. - Delegazione Provinciale di Rimini. URL consultato l'8 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 15 agosto 2016).
  17. ^ Real-Soverato 2-0: A Misano il titolo Juniores, su calciomercato.com, Calcioinfinito Srl. URL consultato il 18 giugno 2011.

BibliografiaModifica

  • Storia di Misano Adriatico dal 1500 ai giorni nostri, Autori vari, Rimini, Bruno Ghigi editore, 1989
  • Racconti e testimonianze del Novecento vissuto da noi, ovvero Misano com'era una volta di Michela Taddei Saltini, Rimini, Raffaelli editore, 2004 / Una ricerca storico/antropologica che ha aperto una finestra sul fine Novecento di Misano Adriatico
  • Misano Adriatico 1900/1970 - Per non dimenticare com'eravamo, Flavio Marchetti e Claudio Baschetti, Silver Books edizioni, 2008
  • Portoverde 50: 1963-2013, Giancarlo Mantellato, Litografia LA.SER di Coriano (RN), 2013

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN139985635