Nome in codice: Nina

film del 1993 diretto da John Badham
Nome in codice: Nina
Nome in codice Nina.png
Bridget Fonda in una scena del film
Titolo originalePoint of No Return
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1993
Durata109 minuti
Genereazione, thriller
RegiaJohn Badham
SoggettoLuc Besson
SceneggiaturaRobert Getchell, Alexandra Seros
ProduttoreArt Linson, D. J. Caruso
Casa di produzioneWarner Bros.
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaMichael W. Watkins
MontaggioFrank Morriss
Effetti specialiPeter Albiez, Larz Anderson
MusicheHans Zimmer
ScenografiaPhilip Harrison
CostumiMarlene Stewart
TruccoKimberly Felix
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Nome in codice: Nina (Point of No Return) è un film del 1993 diretto da John Badham, con Bridget Fonda. È il remake della pellicola francese del 1990 Nikita, di Luc Besson.

TramaModifica

La giovane Maggie Hayward è condannata a morte per l'omicidio di un agente. Dopo una finta esecuzione viene invece addestrata, grazie alla sua particolare aggressività, per diventare una killer professionista. Così da un lato viene introdotta alle tecniche di difesa e di offesa e, al contempo, le vengono insegnate le buone maniere. Il suo primo incarico è quello di eliminare un individuo minaccioso insieme alla sua scorta. Ma c'è una trappola che l'attende.

Colonna sonoraModifica

La protagonista del film nutre un'ammirazione particolare per la cantante/pianista Nina Simone. Durante il film si possono ascoltare diversi pezzi dell'artista:

  • Here Comes the Sun
  • I Want a Little Sugar in My Bowl
  • Feeling Good
  • Wild is the Wind
  • Black Is the Color of My True Love's Hair

Insieme con la precedente messa in onda di My Baby Just Cares for Me nel 1982, questo film aiutò il ritorno sulla scena internazionale della Simone.

Nella colonna sonora è incluso anche il brano Cuando calienta el sol, lanciato negli anni sessanta dai Los Hermanos Rigual.

AccoglienzaModifica

Il film guadagnò circa $ 30.038.362 e ricevette sia critiche negative che critiche positive.

CuriositàModifica

  • Il film si doveva originariamente intitolare The Specialist, ma questo titolo venne dato ad un'altra pellicola dell'anno successivo (Lo specialista). In seguito venne rinominato Girl No. 5 (nome brevemente menzionato durante la sequenza della scelta delle armi) e solo alla fine Point of No Return.
  • Per la parte del fidanzato di Nina, venne considerato John Cusack, ma il produttore Art Linson preferì Dermot Mulroney.
  • Il look di Victor "il ripulitore" sembra essere basato su un personaggio che compare sullo sfondo della scena dell'esecuzione del film originale. Quentin Tarantino riprese il personaggio del ripulitore per Pulp Fiction: nella pellicola, Harvey Keitel infatti interpretò il "risolvi-problemi" Winston Wolf.
  • Il film fu il primo prodotto da una major di Hollywood a essere ripreso con una Kodak 96, che permise la presenza di riprese con meno luce del normale.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema