Apri il menu principale

Occhio al testimone

film del 1993 diretto da John Badham
Occhio al testimone
Titolo originaleAnother Stakeout
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1993
Durata105 min
Generepoliziesco, commedia, azione
RegiaJohn Badham
SoggettoJim Kouf
SceneggiaturaJim Kouf
ProduttoreLynn Bigelow, Jim Kouf, Cathleen Summers
Casa di produzioneTouchstone Pictures
MontaggioFrank Morriss
MusicheArthur B. Rubinstein
CostumiStephanie Nolin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Occhio al testimone (Another Stakeout) è un film del 1993 diretto da John Badham, sequel di Sorveglianza... speciale (Stakeout).

TramaModifica

Luella Delano, una testimone in un processo contro la mafia, è protetta in un luogo segreto, quando un killer uccide molti degli uomini che la sorvegliavano e suo marito. Dopo questo episodio lei scompare: i detective Chris Lecce e Bill Reimers sono chiamati a sorvegliare una casa sul lago dove si ritiene possa nascondersi. A differenza della loro precedente esperienza, questa volta sono accompagnati da Gina Garrett dell'ufficio del procuratore distrettuale che viene con il suo domestico rottweiler Archie. I tre si fingono una famiglia costituita da padre (Lecce), madre (Garret) e figlio (Reimers, costretto perciò a tagliarsi i baffi).

Intanto, Chris capisce che la sua fidanzata Maria lo sta lasciando, a causa del suo lavoro di poliziotto: Maria sta con Chris per sette anni e vorrebbe sposarsi, ma Chris non ne ha intenzione, provenendo da un precedente divorzio. Tuttavia, lui, Bill, e Gina deve continuare con la loro indagine e sorvegliare la casa di Brian e Pam O'Hara per assicurarsi che siano sicuri. Bill si insinua su una notte durante una cena a casa loro per mettere diverse cimici. Le cose prendono una brutta piega quando Bill sviene, colpito dalla stesse Delano che lo scambia per un killer che vuole uccidere lei e gli O'Hara. La Delano decide addirittura di uccidere Bill portandolo al molo, ma Gina e Chris riescono a salvarlo e conducono la testimone dal procuratore.

La Luano chiede al procuratore di poter salutare e rassicurare gli O'Hara: pertanto, scortata dal procuratore stesso, da Gina e dall'FBI, torna alla casa al lago. Ma qui trova ad aspettarla Tony Castellano, il killer della mafia, che con un fucile di precisione colpisce l'intera scorta e lo stesso procuratore, che si rivela corrotto. La Delano riesce a scappare, ma Tony prende in ostaggio Gina, nonostante Chris e Bill siano intervenuti in soccorso. A risolvere la situazione è il cane Archie, che scaraventa Tony Castellano in piscina con Gina: a questo punto i due poliziotti possono colpirlo. Il film si conclude con Chris che torna nel suo appartamento per dire addio a Maria, ma quest'ultima decide di sposarlo.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema