Apri il menu principale
Oliver McCall
Oliver McCall.JPG
McCall nel 2013
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Pugilato Boxing pictogram.svg
Categoria Pesi massimi
Carriera
Incontri disputati
Totali 74
Vinti (KO) 58 (37)
Persi (KO) 14
Pareggiati 2
Palmarès
1994-1995Titolo mondiale WBC massimi
2007-2007Titolo mondiale WBC massimi
2010-2011Titolo intercontinentale IBF massimi
 

Oliver McCall (Chicago, 21 aprile 1965) è un pugile statunitense. Soprannominato "The Atomic Bull" ("Toro atomico"), fu campione mondiale WBC dei Pesi massimi sconfiggendo a sorpresa Lennox Lewis per KO nel 1994. Veterano del ring con una carriera trentennale, McCall è inoltre noto per il crollo nervoso che ebbe durante la rivincita con Lewis nel 1997. Suo figlio, Elijah, è anch'egli un pugile professionista nella categoria dei pesi massimi.

BiografiaModifica

Nato a Chicago, Illinois, McCall si trasferì a vivere con la madre a Racine, Wisconsin e frequentò la locale William Horlick High School, prima di trasferirsi alla Washington Park High School. Da ragazzo fu anche un promettente giocatore di basket. Nel 1981, tuttavia, McCall decise di tornare a Chicago per darsi al pugilato.[1]

CarrieraModifica

Vicende giudiziarieModifica

La carriera di McCall è stata funestata da vari problemi di natura legale e da tentativi di disintossicazione.[2] I suoi numerosi sforzi di riprendere l'attività agonistica a tempo pieno, sono stati frustrati da molteplici problemi con la legge.

Nel gennaio 2006 McCall fu arrestato a Nashville, Tennessee, per aver violato uno spazio residenziale pubblico.[3] La polizia informò i mass media che McCall era in possesso di una pipa per fumare crack e di una banconota da cinque dollari arrotolata con tracce di cocaina. Inoltre, venne riportato che il quarantenne McCall aveva sputato a un agente di polizia e successivamente cercato di ucciderlo.[4] Venne multato di 299,000 dollari e incriminato per resistenza all'arresto, aggressione a pubblico ufficiale, e tentativo di fuga. Fu rilasciato l'8 maggio 2006.

Nel fine settimana prima dell'incontro fissato con Zuri Lawrence al Seminole Hard Rock Hotel & Casino di Hollywood, Florida, McCall fu arrestato per possesso di droga a Fort Lauderdale. L'arresto causò la cancellazione del match.

Il 9 dicembre 2010, due giorni dopo l'ultima vittoria, McCall venne nuovamente arrestato a Fort Lauderdale per possesso di cannabis e violazione di un'ordinanza municipale. Come risultato della sua recidività, McCall fu condannato a una pena di sei anni da scontarsi nel penitenziario dello Stato della Florida. L'avvocato Roger P. Foley, riuscì a far concedere a McCall la libertà vigilata, con l'inserimento in un programma di riabilitazione.

Risultati nel pugilatoModifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica