Apri il menu principale
Papaveri e papere
PaeseItalia
Anno1995
Generevarietà, musicale
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttorePippo Baudo e Giancarlo Magalli, con la partecipazione di Alba Parietti, Anna Falchi, Claudia Koll, Milly Carlucci e Francesca Dellera
RegiaMichele Guardì
Rete televisivaRai 1

Papaveri e papere è stato un programma televisivo italiano di intrattenimento, trasmesso da Rai 1 il sabato sera per cinque serate in diretta dall'Auditorium del Foro Italico in Roma, dal 4 marzo 1995 all'8 aprile dello stesso anno, ideato da Michele Guardì che ne ha curato anche la regia, Giovanna Flora, Alberto Testa e Rory Zamponi. La grande orchestra nazionale della Rai era diretta dal maestro Bruno Canfora.

Il titolo del programma rendeva omaggio alla celebre canzone omonima di Nilla Pizzi, adoperata anche come sigla. Avrebbe dovuto cantarla la stessa Pizzi, ma a causa di una caduta, furono Baudo e Magalli ad interpretarla[1].

Il programma, condotto da Pippo Baudo e Giancarlo Magalli, con la partecipazione di Alba Parietti, Anna Falchi, Claudia Koll, Milly Carlucci e Francesca Dellera, ripercorreva i quarantacinque anni del Festival di Sanremo attraverso curiosi aneddoti e grandi successi musicali sanremesi, interpretati da diversi cantanti. Si ricorda anche la simpatica presenza di Gianni Ippoliti cui spettava il compito di scovare e mostrare le varie "papere", ossia le diverse gaffes, avvenute al Festival di Sanremo negli anni passati.

Il programma ha rappresentato uno dei primi varietà canori di stampo nostalgico, che saranno di moda negli anni seguenti con programmi come I migliori anni con la conduzione di Carlo Conti, e l'ultima apparizione pubblica di Mia Martini, pochi mesi prima della sua morte.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  • techerai, su teche.rai.it. URL consultato il 10 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2009).
  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione