Apri il menu principale
Polisportiva Gialeto
Polisportiva Gialeto spilla.jpg
Colori sociali600px Rosso e Verde.svg Rosso-verde
Dati societari
CittàSerramanna
SedeCorso Unione Sovietica 25, Serramanna
PaeseItalia Italia
FederazioneCONI
Fondazione1909
Scioglimento2012
Discipline

La Polisportiva Gialeto è una società polisportiva fondata nel 1909 con sede nel comune di Serramanna, nella provincia del Sud Sardegna.

Con i suoi oltre cento anni di storia, la Gialeto è una delle società storiche dell'intero panorama sportivo della regione Sardegna e risulta ancora attiva sotto le insegne di Associazione Sportiva Dilettantistica Gialeto 1909, quest'ultima attiva nel solo settore calcistico dopo essere stata rifondata nel 2012.

I colori societari sono da sempre il rosso e il verde.

Indice

StoriaModifica

 
Francesco Murgia, noto Chicchino, fondatore della Polisportiva Gialeto.

La Polisportiva Gialeto fu fondata il 13 giugno 1909 a Serramanna a da Francesco Murgia, cagliaritano, commerciante in stoffe. Il signor Chicchino, come lo chiamavano tutti, si avvalse della collaborazione di alcuni notabili serramannesi, ovvero, i Nioi, i Medda e i Mossa. Sull’origine del nome Gialeto si è discusso a lungo. Le famose carte di Arborea, riporterebbero che Amsicora, Re di Sardegna, ebbe un figlio di nome Gialeto; da qui dunque l’idea di Chicchino Murgia, di omaggiare, in segno di riconoscenza, l’Amsicora, polisportiva cagliaritana a tutti nota, oggi soprattutto in campo hockeystico. Tuttavia parecchi storici e studiosi dilettanti, successivamente, sostennero che le “famose” carte non sarebbero mai esistite. Dunque non è certo che Amsicora, re guerriero, che combatté contro la dominazione romana, sia realmente esistito e conseguentemente, suo figlio Gialeto.[1]

Fu proprio la Società Ginnastica Amsicora a tenere a battesimo la fondazione della Società Ginnastica Gialeto con un'esibizione che entusiasmò i serramannesi.

A soli due mesi dalla sua fondazione poté avvalersi del titolo sardo di sollevamento pesi per merito di Salvatore Marongiu, che lo vinse anche nel 1913 e nel 1920.

Col venir meno dell'apporto economico di Chicchino Murgia e con la generale crisi economica dovuta alle due guerre, la Società Ginnastica Gialeto si avviò verso un inesorabile declino che portò a vendere perfino le coppe e i trofei conquistati in vent'anni di attività agonistica.

Solo nel periodo post bellico e precisamente nel 1957, grazie all'impegno di Salvatore Mulas e Antonino Putzolu, la Gialeto tornò prepotentemente agli onori dello sport regionale grazie alla sezione ciclistica. Nel 1960 si ripartì anche con il pugilato e con la sezione calcistica.

Nel 2012, dopo lo scioglimento a seguito del fallimento, è nata la nuova società denominata Associazione Sportiva Dilettantistica Gialeto 1909, attiva tuttora nel settore calcistico.[2]

Sport societariModifica

Durante la sua lunga storia, la Polisportiva Gialeto si è cimentata nelle varie discipline olimpiche qui sotto elencate:

  • atletica
  • calcio (8 stagioni nel Campionato Interregionale)
  • ciclismo
  • ginnastica
  • pallavolo (6 stagioni nel campionato femminile di Serie B1)
  • pugilato
  • tiro a volo (numerosi titoli di Campione Sardo con Enzo Vinci)

CalcioModifica

A.S.D. Gialeto 1909
Calcio  
Rossoverdi
Segni distintivi
Uniformi di gara
Casa
Trasferta
Colori sociali   Rosso, verde
Dati societari
Città Serramanna
Nazione   Italia
Confederazione UEFA
Federazione   FIGC
Campionato Seconda Categoria
Fondazione 1909
Rifondazione2012
Presidente   Angela Calcagno
Allenatore   Diego Mariano Ruggiero
Stadio Campo Comunale "Fausto Coppi"
(circa 1.000 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce
 
Una formazione della Polisportiva Gialeto nella stagione 1983-84: in piedi da sinistra Carta (all.), Giua, Masala, Boi, Medda, Orrù e Antonazzo; accosciati Spanu, Piras, Picchetti, Curreli e Isola.

La sezione calcistica della Polisportiva Gialeto è stata, per ordine cronologico, la prima società calcistica del comune di Serramanna e, sino alla sua rifondazione, anche la più importante.

Dopo la Seconda guerra mondiale l’Amministrazione Comunale, intorno al 1955, acquistò il terreno nel quale oggi sorge il Campo Comunale intitolato a Fausto Coppi per costruirvi l'impianto. Nel 1960 partì l'attività calcistica.

Risale alla stagione 1961-62 il primo successo della società: vincendo il proprio girone di Seconda Categoria ottenne la promozione in Prima Categoria, al tempo il massimo livello calcistico regionale.

La società continuò a militare nel campionato di Prima Categoria, che nel frattempo era divenuto un campionato minore, sino alla stagione 1980-81.

Ma fu nella stagione 1982-83 che i Rossoverdi ottennero la storica promozione nel Campionato Interregionale. Nella competizione nazionale disputò ben otto stagioni consecutive prima di retrocedere nel neo costituito campionato di Eccellenza a seguito della stagione 1990-91. Questo è stato in assoluto il periodo di maggior splendore per la società.

Nei successivi anni 1990 e 2000 la società continuò a militare tra i campionati regionali di Eccellenza e di Promozione. In seguito, travolta dai debiti, verrà dichiarata fallita al termine della stagione 2011-12[3], non prima di aver agguantato una combattuta salvezza nel campionato di Prima Categoria aggiudicandosi i play-out.

Sempre nel 2012 la società verrà rifondata con la nuova denominazione di Associazione Sportiva Dilettantistica Gialeto 1909, questa attiva in un primo momento nel solo Settore Giovanile e Scolastico.[2]

Nel maggio 2014 è stata annunciata la rinascita della prima squadra.[4] Questa, ripartita dal campionato di Terza Categoria, riuscì immediatamente a guadagnarsi la promozione in Seconda Categoria, campionato nel quale milita attualmente.

Tra i migliori risultati raggiunti dalla società nei suoi oltre 100 anni di storia, non si possono non citare le 8 stagioni consecutive disputate nel Campionato Interregionale (dal 1983 al 1991) e le ben 18 stagioni disputate nel massimo livello calcistico regionale sotto le differenti denominazioni di Prima Categoria, Promozione ed Eccellenza tra il 1962 e il 2006.

La società condivide l'impianto sportivo "Fausto Coppi" di Serramanna con l'Associazione Sportiva Dilettantistica Serramanna, compagine concittadina fondata successivamente alla Gialeto.

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Gialeto 1909
  • 1960 - La Polisportiva Gialeto, fondata nel 1909, costituisce la propria sezione calcistica.
  • 1960-61 - Dati mancanti.
  • 1961-62 - 1ª nel girone C della Seconda Categoria Sarda.   Promossa in Prima Categoria.
  • 1962-63 - 10ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1963-64 - 11ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1964-65 - 6ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1965-66 - 8ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1966-67 - 11ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1967-68 - 13ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1968-69 - 6ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1969-70 - 2ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.

  • 1970-71 - 7ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1971-72 - 12ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1972-73 - 6ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1973-74 - 11ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1974-75 - 10ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda.
  • 1975-76 - 13ª nel girone "Sud" della Prima Categoria Sarda. Retrocessa e successivamente ripescata per riforma del campionato.
  • 1976-77 - 6ª nel girone B della Prima Categoria Sarda.
  • 1977-78 - 2ª nel girone B della Prima Categoria Sarda.
  • 1978-79 - 9ª nel girone B della Prima Categoria Sarda.
  • 1979-80 - 9ª nel girone B della Prima Categoria Sarda.

  • 1980-81 - 11ª nel girone B della Prima Categoria Sarda.   Ammessa in Promozione per giudizio della Lega Nazionale Dilettanti.
  • 1981-82 - 7ª nel girone A della Promozione Sarda.
  • 1982-83 - 1ª nel girone A della Promozione Sarda.   Promossa nel Campionato Interregionale.
  • 1983-84 - 10ª nel girone N del Campionato Interregionale.
  • 1984-85 - 13ª nel girone N del Campionato Interregionale.
  • 1985-86 - 7ª nel girone N del Campionato Interregionale.
  • 1986-87 - 9ª nel girone N del Campionato Interregionale.
  • 1987-88 - 11ª nel girone N del Campionato Interregionale.
  • 1988-89 - 11ª nel girone I del Campionato Interregionale.
  • 1989-90 - 14ª nel girone H del Campionato Interregionale.

  • 1990-91 - 14ª nel girone H del Campionato Interregionale.   Retrocessa in Eccellenza.
  • 1991-92 - 4ª nell'Eccellenza Sarda.
  • 1992-93 - 11ª nell'Eccellenza Sardegna.[5]
  • 1993-94 - 8ª nell'Eccellenza Sardegna.
  • 1994-95 - 13ª nell'Eccellenza Sardegna. Salva dopo aver vinto lo spareggio contro l'Ariete Solanas.
  • 1995-96 - 9ª nell'Eccellenza Sardegna.
  • 1996-97 - 11ª nell'Eccellenza Sardegna.
  • 1997-98 - 15ª nell'Eccellenza Sardegna.   Retrocessa in Promozione.
  • 1998-99 - 6ª nel girone A della Promozione Sardegna.
  • 1999-00 - 2ª nel girone A della Promozione Sardegna.

  • 2000-01 - 2ª nel girone A della Promozione Sardegna.   Ripescata in Eccellenza Sardegna.
  • 2001-02 - 15ª nell'Eccellenza Sardegna.   Retrocessa in Promozione.
  • 2002-03 - 3ª nel girone A della Promozione Sardegna.
  • 2003-04 - 1ª nel girone A della Promozione Sardegna.   Promossa in Eccellenza Sardegna.
  • 2004-05 - 8ª nell'Eccellenza Sardegna.
  • 2005-06 - 16ª nell'Eccellenza Sardegna.   Retrocessa in Promozione.
  • 2006-07 - 10ª nel girone A della Promozione Sardegna.
  • 2007-08 - 11ª nel girone A della Promozione Sardegna.
  • 2008-09 - 15ª nel girone B della Promozione Sardegna. Salva dopo aver vinto i play-out contro l'Orione 96.
  • 2009 - Cambia denominazione in Associazione Sportiva Dilettantistica Gialeto.
  • 2009-10 - 14ª nel girone A della Promozione Sardegna.   Retrocessa in Prima Categoria.

  • 2010-11 - 11ª nel girone B della Prima Categoria Sardegna.
  • 2011-12 - 12ª nel girone B della Prima Categoria Sardegna. Salva dopo aver vinto i play-out contro la Johannes. Il sodalizio viene dichiarato fallito al termine del campionato.
  • 2012 - Rifondazione della società come Associazione Sportiva Dilettantistica Gialeto 1909.
  • 2012-14 - Attività con il solo settore giovanile.
  • 2014-15 - 3ª nel girone H della Terza Categoria di Cagliari.   Ammessa in Seconda Categoria a seguito della soppressione della Terza Categoria in Sardegna.
  • 2015-16 - 9ª nel girone B della Seconda Categoria Sardegna.
  • 2016-17 - 6ª nel girone D della Seconda Categoria Sardegna.
  • 2017-18 - 12ª nel girone C della Seconda Categoria Sardegna.
  • 2018-19 - 2ª nel girone B della Seconda Categoria Sardegna.

CiclismoModifica

 
La sezione ciclistica della Polisportiva Gialeto negli anni 1960: da sinistra V. Anoffo, V. Murgia, A. Manca, G. Atzara, C. Palmas, B. Atzori, A. Putzolu, F. Medda, L. Medda, A. Palmas, R. Putzolu e A. Anoffo.

Nel 1960 Pietro Girina (nativo di Uta) conquistò il titolo di Campione Sardo su strada (cat. allievi) e successivamente anche quello su pista.

Nel 1963 Cosimo Lai (nativo di Sinnai) vinse il titolo di Campione Sardo su strada e su pista (cat. dilettanti).

Negli anni 1970 e 1980 fu sempre la squadra ciclistica a regalare numerose soddisfazioni grazie agli atleti serramannesi doc Dario Putzolu e Valentino Bandinu, a Ivano Pibiri di Samatzai e a Diego Palmas, Aldo Medda e Sandro Garau di Santa Giusta.

GinnasticaModifica

 
Medaglia di bronzo del X Concorso Ginnastico Nazionale F.G.N.I. - Venezia 1920.
 
La Polisportiva Gialeto al X Concorso Ginnastico Nazionale F.G.N.I. - Venezia 1920.

Nel 1910 (dall'11 al 13 settembre) partecipò al Campionato Sardo di Ginnastica svoltosi a Oristano;

Trofei di squadra:

  • Medaglia d'argento grande - Corsa in squadra (2ª classificata)
  • Medaglia d'argento media - Gioco della palla vibrata (3ª classificata)
  • Medaglia d'argento grande - Gioco del tamburello (2ª classificata)
  • Medaglia artistica d'argento grande - Tiro alla fune (1ª classificata)

Individuali:

  • Salvatore Marongiu - Medaglia d'argento grande - Getto palla di ferro (3º classificato)
  • Salvatore Lilliu - Medaglia d'argento grande - Corsa 1000 metri (3º classificato)
  • Salvatore Marongiu - Medaglia vermeille grande - sollevamento pesi(2º classificato)
  • Salvatore Marongiu - Medaglia vermeille grande - Lotta greco-romana(2º classificato)

Nel 1914 vinse il Concorso Federale Ginnastico Straordinario in occasione dell'Esposizione Internazionale di Genova.

Trofei di squadra:

  • Corona d'alloro e Medaglia d'oro.

Il 5 e 6 settembre 1914 Serramanna ebbe l'onore di ospitare i Campionati Sardi di Ginnastica, organizzati dalla Polisportiva Gialeto.

Nel 1920 partecipò al X Concorso Ginnastico Nazionale F.G.N.I. a Venezia che si tenne tra il 26 e il 30 maggio. Il 4 e 5 settembre Serramanna ospitò nuovamente i Campionati Sardi di Ginnastica.

Trofei di squadra:

  • Gara Nazionale adulti - Medaglia di bronzo (con punti 130)
  • Gare facoltative - Medaglia d'argento media (con punti 67 e 1/2)
  • Concorso premilitare - la Gialeto si è classificata tra le squadre "ottime"

Nel 1922 Giglio Mossa vinse a Venezia il Titolo Italiano di salita alla fune.

PugilatoModifica

 
Pietro Carta, pugile della Polisportiva Gialeto, vincitore del Titolo Sardo dei pesi mosca novizi nel 1963.

Pietro Carta nel 1963 vinse il Titolo Sardo dei pesi mosca novizi.

PallavoloModifica

La Gialeto Pallavolo Serramanna nacque intorno agli anni 1970, e pian piano divenne protagonista del panorama regionale fino ad arrivare negli anni 1990 a disputare per ben sei stagioni consecutive il Campionato italiano di pallavolo femminile di Serie B1:

 
Una formazione Gialeto Pallavolo Serramanna nel 1994.
  • 1991-92 - 11ª nel girone F di Serie C1.
  • 1992-93 - 4ª nel girone G di Serie C1.
  • 1993-94 - 1ª nel girone G di Serie C1.   Promossa in Serie B2.
  • 1994-95 - 4ª nel girone D di Serie B2.   Promossa in Serie B1.
  • 1995-96 - 5ª nel girone C di Serie B1.
  • 1996-97 - 10ª nel girone A di Serie B1.
  • 1997-98 - 8ª nel girone C di Serie B1.
  • 1998-99 - 6ª nel girone D di Serie B1.
  • 1999-00 - 6ª nel girone C di Serie B1.
  • 2000-01 - 5ª nel girone D di Serie B1. Il sodalizio viene sciolto al termine del campionato.

Nel 2002 è stata rifondata col nome di Nuova Volley Serramanna

  • 2002-03 - 1ª nel girone ? di Serie D del campionato maschile.   Promossa in Serie C.
  • 2003-04 - 3ª nel girone ? di Serie C del campionato maschile. Finalista dei play-off regionali.
    • 2ª nel girone ? di Serie D del campionato femminile.
  • 2004-05 - 3ª nel girone ? di Serie C del campionato maschile.   Promossa in Serie B2 dopo aver vinto i play-off.
    • 1ª nel girone ? di Serie D del campionato femminile.   Promossa in Serie C dopo aver vinto i play-off.
  • 2005-06 - 11ª nel girone F di Serie B2 del campionato maschile.   Retrocessa in Serie C.
  • 2006-08 - Dati mancanti.
  • 2008-09 - 13ª nel girone A di Serie D del campionato maschile.   Retrocessa in 1ª Divisione.
    • 7ª nel girone F di Serie C del campionato femminile.
  • 2009-10 - ? nel girone ? di Serie C del campionato femminile.
  • 2010-11 - 1ª nel girone ? di Serie C del campionato femminile.   Promossa in Serie B2.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Importanti risultati nel Medio Campidano (PDF), su regione.sardegna.it, 31 maggio 2009. URL consultato il 26 aprile 2019.
  2. ^ a b E’ nata la nuova società Gialeto 1909, su aserramanna.it, 24 luglio 2012. URL consultato il 26 aprile 2019.
  3. ^ Requiem per la Gialeto, su aserramanna.it, 14 luglio 2012. URL consultato il 26 aprile 2019.
  4. ^ La Gialeto riabbraccia la prima squadra: Ignazio Piras nominato responsabile di settore, su aserramanna.it, 17 maggio 2014. URL consultato il 26 aprile 2019.
  5. ^ Il Comitato Regionale Sardo ha cambiato denominazione in Comitato Regionale Sardegna all'inizio della stagione 1992-93.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica