Apri il menu principale

Questo e quello

film del 1983 diretto da Sergio Corbucci
Questo e quello
Questo e quello (1983) - Janet Agren e Renato Pozzetto.JPG
Lucy (Janet Agren) e Giulio (Renato Pozzetto) nell'episodio Questo... amore impossibile
Titolo originaleQuesto e quello
Paese di produzioneItalia
Anno1983
Durata119 min
Generecommedia
RegiaSergio Corbucci
SoggettoNino Manfredi, Renato Pozzetto, Bernardino Zapponi
SceneggiaturaNino Manfredi, Renato Pozzetto, Bernardino Zapponi
ProduttoreAchille Manzotti per FASO Film
Distribuzione in italianoCIDIF
FotografiaSandro D'Eva
MontaggioAmedeo Salfa
MusicheGaio Chiocchio, Luciano Rossi
Interpreti e personaggi
;Questo... amore impossibile
Quello... col basco rosso
Doppiatori italiani
  • Vittoria Febbi: Lucy
  • Emanuela Rossi: Daniela
  • Giorgio Lopez: Il carabiniere
  • Anna Miserocchi: La nonna di Daniela
  • Renato Mori: Il barista
  • Questo e quello è un film del 1983 diretto da Sergio Corbucci con Renato Pozzetto e Nino Manfredi.

    Indice

    TramaModifica

    La pellicola è suddivisa in due episodi.

    • Questo... amore impossibile

    Giulio è un disegnatore di fumetti che ha fatto dell'eccesso la propria regola di vita. Abile architetto di trame orrorifiche e splatter, vive circondato da una bizzarra corte dei miracoli di freak: musicisti punk e sperimentali, artisti di ogni genere, santoni e praticanti di ogni disciplina alternativa, che mantiene coi suoi lauti guadagni.

    Caduto in una crisi creativa, trova il riscatto dal fortuito incontro con una ragazza, per incontrare i favori della quale cambia totalmente aspetto e abitudini, fino a trasformarsi in un impeccabile gentiluomo dal look retrò.

    Conquistata la sua nuova fiamma, viene spinto dalla ragazza a celebrare il loro amore con una nuova opera, al termine della quale lei gli si concederà. A Giulio tocca però una grande delusione, quando scopre che la ragazza è solo una "professionista" ingaggiata dal suo editore per ravvivare il suo estro.

    • Quello... col basco rosso

    Sandro è uno scrittore sessantenne e celibe alla ricerca dell'ispirazione e sta per concludere un romanzo ambientato alle terme di Montecatini. Proprio alle terme incontra per caso una amica che non vedeva da 15 anni, e che lo invita successivamente a cena.

    Alla cena, Sandro ritrova la figlia di lei una ragazza ventenne molto introversa e in perenne lite con la famiglia. L'incontro con Sandro eccita i sensi della giovane adolescente, mentre per lo scrittore sarà come un ritorno alla giovinezza.

    DistribuzioneModifica

    Il film è stato distribuito nei cinema italiani il 23 dicembre 1983.[1][2]

    Altre informazioniModifica

    Sia Pozzetto sia Manfredi recitano in entrambi gli episodi. Nel primo, con Pozzetto protagonista, Manfredi esegue un cameo interpretando il dottore; in quello con Manfredi protagonista, Pozzetto interpreta il fidanzato della ragazza.

    La canzone con cui Gregory invita Daniela a concedersi, Non restare a dormir sola, è in realtà un brano cantato da Dario Fo nel 1965, con la collaborazione di Fiorenzo Carpi, all'interno della commedia La colpa è sempre del diavolo; il pezzo sarebbe poi stato inserito nel secondo volume dell'LP Le canzoni di Dario Fo (1977).

    Al termine dello stesso sketch interpretato da Manfredi, quest'ultimo riprende una canzone dei titoli di coda, Che bello sta' con te, cantata dallo stesso Manfredi e incisa nello stesso anno (1983).

    La battuta di Paolo Panelli al convegno dei medici nel secondo episodi, «Non è ver che sia la morte il peggior di tutti i mali, le acque oligominerali sono un male assai peggior!», è stata ripresa da Nino Manfredi nel film Grandi magazzini del 1986.

    NoteModifica

    1. ^ Cinema - Prime Visioni a Roma, in L'Unità, nº 302, 1983, p. 23.
    2. ^ Cinema: domani a Torino "Questo e quello", in La Stampa, nº 302, 1983, p. 20.

    BibliografiaModifica

    • Dizionario dei film a cura di Pino Farinotti SugarCo Milano 1998
    • Gli attori Gremese editore Roma 2002

    Collegamenti esterniModifica