Apri il menu principale

Roberto Giacobbo

documentarista, giornalista, conduttore e autore televisivo
Roberto Giacobbo all'edizione 2014 della Lucca Comics & Games.

Roberto Giacobbo (Roma, 12 ottobre 1961) è un giornalista, conduttore televisivo, autore televisivo, documentarista e scrittore italiano.

È stato anche professore, fino al 2010, di Teoria e tecnica dei nuovi media nel corso di laurea specialistica in Progettazione e gestione degli eventi e dei percorsi culturali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Ferrara[1].

Per l'attività svolta in qualità di conduttore televisivo e di docente all'ateneo estense, Giacobbo - "personalità poliedrica e dai mille interessi che spaziano dal giornalismo alla scrittura, dall'archeologia alla storia, da sempre vicino all'Università di Ferrara [che] si è distinto negli anni per le sue capacità di divulgatore che lo hanno condotto ai vertici Rai e lo hanno reso uno dei personaggi più apprezzati e amati del panorama televisivo italiano" - il 3 aprile 2018, alla presenza del rettore Giorgio Zauli, è stato insignito con la medaglia di ateneo e l'attestato di benemerenza[2].

BiografiaModifica

Nato a Roma il 12 ottobre 1961 ma di origini venete, Roberto Giacobbo trascorre gli anni dell'infanzia e dell'adolescenza (dal 1961 al 1975) a Bassano del Grappa, città natale del padre[3]. Frequenta il liceo scientifico con la media del 7, giocando nella squadra di basket della scuola, e al contempo partecipa ai primi programmi radio, fino al concorso in Radio Monte Carlo dopo il diploma. Durante gli studi, acquista una moto vincendo 14 milioni di lire in buoni spesa al quiz Bis di Mike Bongiorno[4].

Laureato in economia e commercio[5], esercita la sua attività di giornalista come scrittore, autore radiofonico e televisivo, e conduttore di trasmissioni televisive. Inizia la sua carriera come autore radiofonico nel 1984, per Radio Dimensione Suono (RDS).

Ha partecipato come concorrente al gioco a premi Bis condotto da Mike Bongiorno vincendo parecchie puntate (con il ricavato comprò una motocicletta, vedi sopra).

Il debutto in televisione avviene all'inizio degli anni '90, come autore dei programmi: Ciao Italia e Ciao Italia Estate per Rai 1. Nella stagione 1992-1993 firma Big! (programma quotidiano di informazione per ragazzi trasmesso da Rai 1, vincitore di un Telegatto di Sorrisi e Canzoni Tv). Nel 1994 è autore di Mezzogiorno in famiglia e Pomeriggio in famiglia (Rai 2), il programma di Michele Guardì e di La festa della mamma (in prima serata su Rai 1). Con il programma La cronaca in diretta di Rai 2 vince l'Oscar TV del Radiocorriere TV nel 1994. Nel 1995 per Rete 4 è autore del programma quotidiano di cronaca Giorno per Giorno; del settimanale in prima serata Amici animali; dello speciale di Rai 1 Il grande Romanzo della Bibbia e di Con voi sulla spiaggia, condotto da Paolo Bonolis su Rai Radio 2.

Nel 1997 inizia ad occuparsi per la televisione di argomenti relativi al mistero, un genere che lo renderà negli anni successivi conosciuto al grande pubblico. In quell'anno, sempre come autore, scrive la nuova serie di Misteri per Rai 2, condotta da Lorenza Foschini. Nello stesso anno realizza Numero Zero (Rai 3), lo speciale Dario Fo - un giullare alla corte del Nobel per Rai 3, Speciale di Natale (Rai 3) in onda in prima serata il 24 dicembre, e tre speciali del varietà Pomeriggio di Festa per Canale 5. Sempre nel 1997, scrive e interpreta lo spettacolo comico per il teatro Questa casa non è un albergo, in scena al Teatro Parioli di Roma, registrando il tutto esaurito, e trasmesso da Radio Dimensione Suono. Nella stagione 1998-1999 è autore e caporedattore del programma L'emozione della vita di Rete 4, in collaborazione con la BBC.

 
Roberto Giacobbo a San Benedetto del Tronto nel 2010

Nella stagione 1999-2000 è autore del programma La macchina del tempo, in prima serata su Rete 4, condotto da Alessandro Cecchi Paone e vincitore nel 2000 del Telegatto di Tv Sorrisi e Canzoni e del Premio Oscar TV della Rai.

Nel 2000 appare in TV come conduttore, oltre che come autore insieme a Irene Bellini, di una trasmissione di 49 puntate dedicata al mistero, Stargate - Linea di confine per Telemontecarlo (TMC); il programma diventa il primo magazine televisivo italiano sui misteri dell'archeologia e della storia: raggiunge il 9 giugno 2002 le 100 puntate con ascolti in costante crescita fino ad essere il più visto dell'emittente.

Nel 2001-2002 realizza il programma quotidiano Cominciamo bene di Rai 3, ed è il regista di Sportello Italia su Rai International. Prosegue inoltre l'esperienza di conduttore del programma Stargate - Linea di confine, la trasmissione di cui è stato autore insieme a Irene Bellini, su LA7 (ex TMC), vincendo per due anni consecutivi il Premio Internazionale della TV città di Trieste nella categoria Ricerca e cultura.

Dal 20 maggio 2003, Roberto Giacobbo ritorna in Rai come dirigente, autore e conduttore del programma Voyager - Ai confini della conoscenza (Rai 2), e di Ragazzi, c'è Voyager!, anch'esso in onda su Rai 2, che raccoglie da subito consensi di share e ascolti. In trasmissione, affiancato da Stefania La Fauci, si occupa di fatti misteriosi, storici e archeologici sul modello di Stargate - Linea di confine, ma con contenuti autoprodotti.

Nel 2005 esce per i tipi della Rai-ERI il libro scritto da Roberto Giacobbo Il segreto di Leonardo. Sulle tracce di Maria, pubblicato da Rizzoli, in cui l’autore va alla ricerca delle risposte a tanti enigmi legati alla figura del maestro di Vinci, e si sofferma su un nuovo "codice" nascosto in celeberrimi quadri come la Gioconda e l'autoritratto di Leonardo da Vinci.

Dal 2006 escono Gli Atlanti di Voyager, collana edita dalla Giunti Editore scritta e curata da Roberto Giacobbo stesso. Con la Giunti Editore ha inoltre pubblicato il libro Il ragionevole dubbio, una raccolta di interviste a scienziati sul tema della vita oltre la vita.

Nel 2009 pubblica 2012. La fine del mondo? con Mondadori, divenuto bestseller con oltre 160.000 copie vendute. All'interno del testo sono riportate interviste a esperti sull'argomento, alcuni dei quali, tendenzialmente catastrofisti, riportano tesi inerenti alla presunta fine del mondo.

Il 24 settembre 2009 è stato nominato vicedirettore di Rai 2 con responsabilità per i programmi di divulgazione e per ragazzi[6]. Il 13 febbraio 2013 è tra i cosiddetti "proclamatori" del Festival di Sanremo, condotto da Fabio Fazio, per proclamare Elio e le Storie Tese. Sua è l'idea del format de Il Verificatore programma di inchiesta di Rai 2.

L'ultimo libro pubblicato nel 2017, L'uomo che fermò l'apocalisse scritto con Valeria Botta, parla di un militare sovietico, Stanislav Evgrafovič Petrov, tenente colonnello dell'Armata Rossa durante la guerra fredda, noto soprattutto per aver identificato il 26 settembre 1983 un falso allarme missilistico e, contravvenendo al codice che gli avrebbe ingiunto di informarne i superiori e rispondere al presunto attacco, per aver sventato così lo scoppio di un conflitto nucleare che avrebbe probabilmente assunto dimensioni mondiali[7][8].

Il 21 maggio 2018 viene ufficializzato il suo passaggio a Mediaset[9]. Dal 20 dicembre 2018 conduce il nuovo programma Freedom - Oltre il confine (in onda su Rete 4) ed è anche curatore dei contenuti del canale Focus.

Il 3 luglio 2019, durante la presentazione dei palinsesti Mediaset 2019-2020, viene annunciato che Giacobbo passerà da Rete 4 a Italia 1, insieme al suo programma Freedom - Oltre il confine[10].

OpereModifica

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

CuriositàModifica

  • È apparso interpretando se stesso nel video musicale La fine di Gaia dell'artista Caparezza.
  • È apparso nel video musicale Tieni il tempo degli 883.
  • Nel 2012 ha interpretato se stesso nella web series Lost in Google con la Rubrica Le Grandi Scoperture.
  • Il 31 ottobre del 2016 ha preso parte all'edizione italiana di Pechino Express come "passeggero misterioso" dell'ottava puntata.

NoteModifica

  1. ^ Roberto Giacobbo - docente incaricato d'insegnamento, su docente.unife.it. URL consultato il 31 luglio 2019.
  2. ^ Presentazione attività sea a Palazzo Cezza di Rovigo. URL consultato il 31 luglio 2019.
  3. ^ https://www.panorama.it/televisione/segreti-di-mister-voyager/ "Fu mandato in campo di concentramento dove morì: aveva 43 anni, due figli, fra i quali mio padre di otto. Sono molto legato a quel ricordo e a Bassano del Grappa, il paese natio della famiglia."
  4. ^ Intervista con Lord Lucas su gossipblog.it il 16 giugno 2016.
  5. ^ Curriculum - Roberto Giacobbo, su docente.unife.it. URL consultato il 31 luglio 2019.
  6. ^ Ufficio stampa, Rai - Struttura, Rai. URL consultato il 21 luglio 2013 (archiviato dall'url originale il 18 gennaio 2013).
  7. ^ Stanislav Petrov Archiviato il 29 maggio 2016 in Internet Archive.
  8. ^ Stanislav Petrov, il russo che salvò il mondo » Doxaliber - lo strillone del web
  9. ^ A Roberto Giacobbo un nuovo programma di prima serata su Retequattro, Mediaset, 21 maggio 2018.
  10. ^ Palinsesti Mediaset 2019/2020: i programmi di Italia 1, su sorrisi.com. URL consultato il 4 luglio 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN84769135 · ISNI (EN0000 0001 1476 2792 · SBN IT\ICCU\LO1V\164228 · LCCN (ENn99011220 · BNF (FRcb158399893 (data) · WorldCat Identities (ENn99-011220