Apri il menu principale

Roiano

frazione del comune italiano di Trieste
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la frazione di Campli in provincia di Teramo, vedi Roiano (Campli).
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la frazione di Moltrasio in provincia di Como, vedi Roiano (Moltrasio).
Roiano
StatoItalia Italia
RegioneFriuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia
ProvinciaTrieste Trieste
CittàTrieste-Stemma.svg Trieste
Circoscrizione3
Codice postale34135
Abitanti4 216 ab.
PatronoSanti Ermacora e Fortunato
Giorno festivo12 luglio

Coordinate: 45°38′10″N 13°48′15″E / 45.636111°N 13.804167°E45.636111; 13.804167

Il quartiere[1] di Roiano ghetto (Rojàn in sloveno), situato nella città di Trieste, è una vallata digradante tra prati, vigne, campagne, boschetti e il centro abitato, delimitata dal ciglione carsico di Opicina, dal colle di Gretta e Terstenico (dallo sloveno Trstenik) da un lato e dalla collina di Scorcola verso la città, che, grazie a delle fonti materiali come la cappella dedicata a San Pietro, esisteva già nell'anno mille.

Nel censimento del 1804, si contavano solo 47 case e 100 abitanti mentre in quello del 1810, più di 100 case e più di 200 abitanti. Il territorio di Roiano era diviso in varie contrade: Pischianzi o Sottomonte, Scala Santa, Case Sparse, Molini, Moreri, Verniellis, Cordaroli e San Pietro.

La valle di Roiano (dove oggi sorge il centro abitato), chiamata Val Martinaga, era percorsa da quattro fiumi: Rio Montorsino, Rio Scalze, Rio dei Molini e Rio Carbonara, che oggi danno il nome alla Piazza tra i Rivi (denominazione del 1903), dove attualmente sorge l'ottocentesca parrocchiale dei Santi Ermacora e Fortunato.

Nel 1867, venne costruita la scuola elementare Emo Tarabocchia, una delle prime scuole civili popolari (perché prima le scuole appartenevano alla chiesa). La scuola era divisa in due sezioni: quella di lingua slovena e quella di lingua italiana.

Lo Stabilimento della Stock s.p.a., fondato nel 1884, fu uno dei più importanti stabilimenti di imbottigliamento e di produzione di brandy, grappe e liquori di Trieste. Ora lo stabilimento è stato spostato da via Lionello Stock, a Roiano, alla zona industriale della città e dopo la ristrutturazione l'ex stabilimento è composto da un centro commerciale e da alcune abitazioni residenziali.

Nel 1889, venne costruito il ricreatorio Guido Brunner, nella villa donata al comune dalla signora Sara Davis. Nel 1934 venne costruito un carcere per gli anti-fascisti, oggi diventato la scuola media Guido Brunner (ex scuola dell'avviamento al lavoro). Oltre alle attività sportive offerte dal ricreatorio Brunner e dall'Oratorio del Centro Giovanile, l'U.S.Roianese è la squadra di calcio del quartiere, che si allena nel campo di Viale Miramare.

Viene spesso citato quando si parla della nota astrofisica e divulgatrice scientifica italiana Margherita Hack, che abitava in una casetta in Via del Pratello con suo marito e i suoi gatti fino alla sua morte avvenuta il 29 giugno 2013.

Infrastrutture e trasportiModifica

Collegata a Trieste dagli autoservizi Trieste Trasporti, durante buona parte del Novecento Roiano ospitava altresì un importante capolinea della rete tranviaria di Trieste.

NoteModifica

  Portale Trieste: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Trieste