Apri il menu principale

Stadio comunale di Cornaredo

impianto polisportivo svizzero situato a Lugano
(Reindirizzamento da Stadio di Cornaredo)
Stadio comunale di Cornaredo
YB-Lugano 049.jpg
Tribuna Monte Brè
Informazioni
StatoSvizzera Svizzera
Ubicazionevia Trevano 100, Lugano
Inizio lavori1951
Inaugurazione1951
Strutturapianta ellittica
CoperturaSolo tribune
Pista d'atleticapresente
Ristrutturazione1993
Mat. del terrenoerba naturale
Dim. del terreno105m x 68m
ProprietarioLugano-coat of arms.svg Città di Lugano
GestoreFootball Club Lugano
Uso e beneficiari
CalcioLugano
600px horizontal White Blue HEX-0030FA.svg Rapid Lugano
Football americanoLugano Rebels
Capienza
Posti a sedere6500
Settore ospiti800
Mappa di localizzazione

Coordinate: 46°01′25″N 8°57′42″E / 46.023611°N 8.961667°E46.023611; 8.961667

Lo stadio comunale di Cornaredo è un impianto polisportivo della città svizzera di Lugano, in Canton Ticino.

Costruito entro il 1951, fin dall'inaugurazione ospita le partite casalinghe delle due principali squadre calcistiche cittadine, il Lugano e il Rapid Lugano; dal 2016 ospita anche la squadra di football americano dei Lugano Rebels, che usufruisce di uno dei campi accessori.

In termini di capienza è la maggiore arena scoperta della Svizzera italiana.

Indice

Cenni storiciModifica

Al principio degli anni cinquanta del '900 la dismissione dell'arena polisportiva Campo Marzio, sita nel quartiere di Castagnola-Cassarate (fino ad allora adottata come terreno di casa del Lugano), rese necessaria l'edificazione di un nuovo stadio a servizio delle società sportive luganesi.

L'impianto venne costruito nel quartiere di Molino Nuovo e completato entro il 1951: la partita inaugurale fu un'amichevole tra il Lugano e il Chiasso, vinta dai bianconeri per 7-0.

Il 25 novembre dello stesso anno anche la nazionale Svizzera vi disputò per la prima volta una partita, affrontando in amichevole l'Italia: davanti a 32 500 spettatori, la sfida si risolse sull'1-1.

La struttura era inizialmente composta da un'unica tribuna stabile: tutt'intorno al campo si sviluppava un terrapieno erboso, anch'esso adibito all'accesso degli spettatori. Non essendoci un limite preciso alla capienza dell'impianto l'afflusso di pubblico poteva essere cospicuo: a titolo d'esempio, durante il Mondiali di calcio Svizzera 1954, 35 000 persone si assieparono attorno al prato per assistere all'incontro ufficiale Italia-Belgio.

Lo stadio venne poi dotato di "curve" in calcestruzzo alle spalle delle porte e infine, negli anni 1980, la costruzione della tribuna Monte Brè, opposta alla principale, stabilizzò la capienza massima a circa 16 000 spettatori.

Sul finire degli anni novanta, considerati i buoni risultati sportivi ottenuti dal Lugano (che era riuscito più volte a qualificarsi alle coppe europee) e alla luce del fatto che in quel tempo varie città elvetiche si stavano dotando di stadi più moderni in vista del Campionato europeo di calcio 2008, le autorità cittadine luganesi e la dirigenza societaria iniziarono a discutere la possibilità di ampliare, rimodernare o addirittura ricostruire completamente lo stadio, che ormai palesava crescenti limiti e obsolescenze strutturali. Nel 2003 il fallimento del Lugano, obbligato a ripartire dalle leghe regionali, fece tuttavia risolvere le intenzioni in un nulla di fatto.

Della costruzione di uno stadio nuovo si riparlò nel 2007, allorché l'Associazione Svizzera di Football rese noto che qualora il Lugano fosse tornato in prima serie, Cornaredo non avrebbe ottenuto l'omologazione per ospitare incontri di Super League, in quanto non ottemperante alle normative strutturali vigenti (peraltro contestate dai club minori) sullo standard degli stadi elvetici. Il municipio di Lugano corse ai ripari nel 2008 con alcuni interventi urgenti di adeguamento strutturale.

Questi ultimi migliorarono la situazione, tanto che nella stagione 2008-2009 il Bellinzona (impossibilitato ad utilizzare il proprio piccolo e vetusto stadio casalingo) optò per disputare a Cornaredo le prime due partite casalinghe di Coppa UEFA 2008-2009. L'agibilità venne concessa previa apertura al pubblico delle sole tribune coperte, mentre le gradinate e le curve vennero chiuse. Superati i preliminari, i granata scelsero tuttavia di proseguire il torneo affittando il più moderno e capiente St. Jakob-Park di Basilea.

Nel 2015, a seguito della promozione del Lugano in Super League, lo stadio venne ancora rimaneggiato onde conformarlo nuovamente alle normative di sicurezza e garantirgli l'agibilità per le partite della prima lega svizzera[1]. Nello specifico la capienza della tribuna centrale (ove le panche in legno sono state sostituite da seggiolini di plastica[2]) è stata ridotta a circa 900 posti (previa chiusura delle ali laterali prive di copertura e implementazione di nuove postazioni per giornalisti e radiotelecronisti). La capienza del settore ospiti e della curva dei tifosi interni è stata rispettivamente bloccata a circa 800 e 1600 spettatori. Non è invece variata la capienza della tribuna Monte Brè, pari a 2700 posti. L'impianto così riattato può pertanto ospitare un massimo di 6500 spettatori[3].

La carenza e l'obsolescenza infrastrutturale di Cornaredo tornarono d'attualità nel 2017, allorché (complice l'assenza di seggiolini in curva e gradinata) il Lugano non poté giocarvi le proprie gare interne di Europa League. Avendo infatti giudicato troppo oneroso l'intervento di adeguamento richiesto dalla UEFA, il club bianconero preferì affittare la Swissporarena di Lucerna[4].

StrutturaModifica

Lo stadio è inserito all'interno del centro polisportivo di Cornaredo, comprendente anche una palestra, uno skatepark, due campi da calcio in sintetico e tre in erba e un campo in sintetico per l'hockey su prato[5].

L'impianto presenta una struttura a pianta ellittica: il campo da calcio (in erba naturale, che misura 105x68 m) è separato dagli spalti dalla pista di atletica leggera. Il pubblico prende posto in quattro settori indipendenti[3]:

  • Tribuna centrale (900 posti): costruita nel 1951 ad ovest del terreno di gioco, è parzialmente coperta ed era originariamente l'unico spalto stabile dell'impianto. Ospita al suo interno i locali tecnici dello stadio (spogliatoi, sala stampa).
  • Tribuna Monte Brè (2700 posti): costruita negli anni ottanta ad est del campo, è integralmente coperta ed è il settore più capiente di tutto l'impianto.
  • Curva Nord (1600 posti): settore scoperto, ospita i gruppi della tifoseria organizzata luganese.
  • Curva Sud (800 posti): settore scoperto, è dedicata alle tifoserie ospiti

L'illuminazione del terreno di gioco è garantita da quattro torri faro angolari.

Progetto di ricostruzioneModifica

Il 12 marzo 2013 la città di Lugano lanciò un concorso di progetti per il rinnovamento del polo sportivo di Cornaredo: la giuria scelse infine il progetto denominato "Sigillo", presentato dagli architetti Giraudi, Radczuweit, Cruz e Ortiz, che prevede la costruzione di un nuovo moderno stadio da 10 000 posti, completamente coperto e dotato di un ampio autosilo, a latere del vecchio impianto (che verrebbe preservato, ma privato degli spalti); attorno ad esso sorgerebbero anche un nuovo palazzetto dello sport e immobili ad uso residenziale ed amministrativo. Nel marzo 2015 il municipio di Lugano ha avviato le pratiche per l'inizio dei lavori[6]; due anni dopo la lega calcio elvetica di prima categoria ha indicato il 2021 come data limite per iniziare la costruzione[7].

Gare disputate durante il campionato mondiale di calcio 1954Modifica

Lugano
20 giugno 1954
Italia  4 – 1  BelgioCornaredo (35.000 spett.)

Partite della Nazionale svizzera ospitate a CornaredoModifica

Lugano
25 novembre 1951
Svizzera  1 – 1  ItaliaCornaredo (32.500 spett.)

Lugano
8 novembre 1967
Svizzera  5 – 0  CiproCornaredo (5.000 spett.)

Lugano
24 marzo 1982
Svizzera  2 – 1  PortogalloCornaredo (13.800 spett.)

Lugano
24 aprile 1996
Svizzera  2 – 0  GallesCornaredo (8.500 spett.)

Lugano
29 marzo 2000
Svizzera  2 – 2  NorvegiaCornaredo (8.500 spett.)

Lugano
24 maggio 2008
Svizzera  2 – 0  SlovacchiaCornaredo (10.100 spett.)

Lugano
3 giugno 2016
Svizzera  2 – 1  MoldaviaCornaredo (5.700 spett.)
Arbitro:   Hernandez

NoteModifica

  1. ^ Approvato il preventivo. Mezzo milione per Cornaredo - tio.ch, 1° giu 2015
  2. ^ Cornaredo: bianconero per gradire Archiviato il 23 luglio 2015 in Internet Archive. - Corriere del Ticino, 16 lug 2015
  3. ^ a b Ridotta la capienza di Cornaredo - fclugano.com, 1° lug 2015
  4. ^ In Europa a Cornaredo? - ticinonews.ch, 3 mar 2017
  5. ^ Centro sportivo Cornaredo - lugano.ch
  6. ^ Progetto nuovo Cornaredo - fclugano.com
  7. ^ Cornaredo: "Lavori entro 2021" - rsi.ch, 29 ago 2017

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN313419395 · WorldCat Identities (EN313419395