Apri il menu principale

Unione Sportiva Dilettantistica Castelsardo

U.S.D. Castelsardo
Calcio Football pictogram.svg
Castellanesi, Rossoblu
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Rosso e Blu.svg Rosso, blu
Simboli Castello
Inno Forza Castelsardo
Dati societari
Città Castelsardo
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Promozione Sardegna
Fondazione 1958
Presidente Andrea Prato
Allenatore Sandro Sanna
Stadio Stadio Comunale
(4150 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'Unione Sportiva Dilettantistica Castelsardo S.r.l, meglio noto come come Castelsardo Calcio o Castelsardo, è stata una società calcistica italiana con sede a Castelsardo in provincia di Sassari. Milita in Promozione Sardegna.

StoriaModifica

Nel 1958 nacque a Castelsardo la U.S. La Rocca che, partecipando ai campionati CSI fino al 1962, rappresentò la cittadina in ambito calcistico. Per la stagione 1962-1963 l'Unione Sportiva La Rocca prenderà parte alla prima stagione FIGC, nel campionato di Seconda Categoria, in girone E. Due anni dopo, a partire dalla stagione 1964-1965, una nuova squadra castellanese prenderà parte al campionato di Terza Categoria: si è costituita anche una seconda società, il Gruppo Sportivo Castelsardo (nota con il nome di La Punta), che dalla stagione successiva ha partecipato al Campionato FIGC di Terza Categoria. Nell'estate del 1967 le due società si uniranno, a costituire l'Unione Sportiva Dilettantistica Castelsardo. Passeranno tre anni per vedere il primo trionfo e la prima promozione in Prima Categoria, nella quale permarrà due soli anni e tornerà nella stagione 1976-1977. Quattro anni dopo il primo trionfo in Prima Categoria porterà il Castelsardo a militare in Promozione, l'allora massimo livello regionale, fino ad essere ammessa al nuovo campionato di Eccellenza dopo il campionato di Promozione Sardegna 1990-1991: il Castelsardo sarà la prima squadra sarda a vincere il nuovo campionato di Eccellenza, nella stagione 1991-1992. A partire dalla stagione 1992-1993, l'U.S. Castelsardo permarrà per 7 stagioni consecutive in Serie D, retrocedendo nel 1999 e tornandovi nel 2008 come semifinalista della Coppa Italia Dilettanti, dopo aver vinto la Coppa Italia Dilettanti Sardegna.[1] Vi rimarrà fino al 2010, anno nel quale tornerà in Eccellenza, dalla quale retrocederà in Promozione nella stagione 2015-2016, dopo stagioni altalenanti tra le due massime serie regionali. Nella stagione di Promozione Sardegna 2016-2017, il Castelsardo si salverà ai play-out.

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'Unione Sportiva Castelsardo
  • 1955 - Fondazione dell'Unione Sportiva La Rocca.
  • 1955-1962 - Prende parte ai campionati organizzati dal CSI
  • 1962-1967 - Campionato di Seconda Categoria, girone E
  • 1964 - Fondazione del Gruppo Sportivo Castelsardo.
  • 1967 - L'Unione Sportiva La Rocca ed il Gruppo Sportivo Castelsardo si uniscono. Nasce l'Unione Sportiva Castelsardo.

  • 1967-1968 - 10° nel girone E di Seconda Categoria. Assume la denominazione di U.S. Castelsardo.
  • 1968-1969 - 8° nel Girone D di Seconda Categoria
  • 1969-70 - 2° nel Girone D di Seconda Categoria. Perde i play-off contro la Fortitudo.
  • 1970-71 - 1° nel Girone D di Seconda Categoria.   Promosso in Prima Categoria.
  • 1971-72 15° nel Girone Nord di Prima Categoria.   Retrocesso in Seconda Categoria, poi ripescato.
  • 1972-73 - 16° nel Girone Nord di Prima Categoria.   Retrocesso in Seconda Categoria.
  • 1973-74 - 2° nel Girone D di Seconda Categoria
  • 1974-75 - 2° nel Girone D di Seconda Categoria
  • 1975-76 - 1° nel Girone D di Seconda Categoria.   Promosso in Prima Categoria.
  • 1976-77 - 7° nel Girone C di Prima Categoria

  • 1977-78 - 3° nel Girone C di Prima Categoria
  • 1978-79 - 12° nel Girone D di Prima Categoria
  • 1979-80 - 1° nel Girone D di Prima Categoria.   Promosso in Promozione Sardegna.
  • 1980-81 - 3° in Promozione Sardegna
  • 1981-82 - 13° in Promozione Sardegna
  • 1982-83 - 5° in Promozione Sardegna
  • 1983-84 - 10° in Promozione Sardegna
  • 1984-85 - 10° in Promozione Sardegna
  • 1985-86 - 13° in Promozione Sardegna
  • 1986-87 - 16° in Promozione Sardegna.   Retrocesso in Prima Categoria.

  • 1987-88 1° nel Girone E di Prima Categoria Sardegna.   Promosso in Promozione Sardegna.
  • 1988-89 - 5° in Promozione Sardegna
  • 1989-90 - 4° in Promozione Sardegna
  • 1990-91 - 4° in Promozione Sardegna. Ammesso al nuovo campionato di Eccellenza.
  • 1991-92 - 1° in Eccellenza Sardegna.   Promozione diretta in Serie D.
  • 1992-93 - 16° nel girone F di Serie D. Retrocesso in Eccellenza Sardegna, poi ripescato.
  • 1993-94 - 4° nel girone B di Serie D.

1994-95 - 11° nel girone B di Serie D.

  • 1995-96 - 12° nel girone B di Serie D.
  • 1996-97 - 14° nel girone B di Serie D.

  • 1997-98 - 9° nel girone B di Serie D.
  • 1998-99 - 17° nel girone F di Serie D.   Retrocesso in Eccellenza Sardegna.
  • 1999-00 - 13° in Eccellenza Sardegna
  • 2000-01 - 14° in Eccellenza Sardegna.   Retrocesso in Promozione Sardegna dopo lo spareggio con il Thiesi.
  • 2001-02 - 1° in Promozione Sardegna Girone B.   Promosso in Eccellenza Sardegna.
  • 2002-03 - 7° in Eccellenza Sardegna
  • 2003-04 9° in Eccellenza Sardegna
  • 2004-05 - 2° in Eccellenza Sardegna
  • 2005-06 - 9° in Eccellenza Sardegna
  • 2006-07 - 3° in Eccellenza Sardegna. Vince la Coppa Italia Dilettanti Sardegna.   Promosso in Serie D come semifinalista di Coppa Italia Dilettanti.[1]

  • 2007-08 - 2° nel girone G di Serie D. Eliminato in finale play-off.
  • 2008-09 - 13° nel girone G di Serie D. Salvo dopo i play-out.
  • 2009-10 - 16° nel girone G di Serie D.   Retrocesso in Eccellenza Sardegna dopo i play-out.
  • 2010-11 - 12° in Eccellenza Sardegna
  • 2011-12 - 10° in Eccellenza Sardegna
  • 2012-13 - 15° in Eccellenza Sardegna.   Retrocesso in Promozione.
  • 2013-14 - 1° nel girone B di Promozione Sardegna.   Promosso in Eccellenza Sardegna.
  • 2014-15 - 10° in Eccellenza Sardegna
  • 2015-16 - 15° in Eccellenza Sardegna.   Retrocesso in Promozione dopo i play-out.
  • 2016-17 - 14° nel girone B di Promozione Sardegna. Salvo ai play-out

Colori e simboliModifica

ColoriModifica

I colori della maglia dell'Unione Sportiva Dilettantistica Castelsardo sono il rosso ed il blu.[2]

Simboli ufficialiModifica

StemmaModifica

Lo stemma dell'U.S. Castelsardo è uno scudo semplice, di cornice blu e fondo rosso, sopra il quale campeggia la scritta bianca su fondo blu U.S.D. Castelsardo ed all'interno del quale si trova il simbolo della cittadina: il castello aragonese.[2]

StruttureModifica

StadioModifica

Il club gioca le gare casalinghe allo stadio Comunale Tullio Saleri, che ha una capacità di 4.150 posti a sedere.

PalmarèsModifica

Competizioni regionaliModifica

1970-1971 (girone D), 1975-1976 (girone D)

1979-1980 (girone D), 1987-1988 (girone E)

1991-1992
2001-2002 (girone B), 2013-2014 (girone B)
2006-2007

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 2007-2008 (girone G)
Secondo posto: 2004-2005
Terzo posto: 2006-2007
Semifinalista: 2006-2007
Finalista: 2002-2003, 2014-2015

TifoseriaModifica

L'attuale tifoseria del Castelsardo è capeggiata dal gruppo Nuova Armata XII Castelsardo, che prende le orme della vecchia Armata Rossoblu.

Gemellaggi e rivalitàModifica

L'Armata Rossoblu sosteneva un gemellaggio con i Brigadores di Nulvi, rinnovato in un'amicizia conseguita ultimamente dalla Nuova Armata.

NoteModifica

  1. ^ a b Alla vincitrice della Coppa Italia Dilettanti spetta la promozione in Serie D. Dato che il Castelsardo era l'unica fra le 4 semifinaliste a non aver vinto il proprio campionato, gli è spettato tale posto-promozione.
  2. ^ a b Scheda Tecnica Unione Sportiva Dilettantistica Castelsardo, in Diario Sportivo. URL consultato il 21 maggio 2017.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica