Apri il menu principale

Walter Magnifico

cestista e allenatore di pallacanestro italiano
Walter Magnifico
Walter Magnifico.jpg
Magnifico a San Severo nel 1975
Nazionalità Italia Italia
Altezza 209 cm
Peso 105 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex ala grande, centro)
Ritirato 2004 - giocatore
Carriera
Giovanili
1972-1979San Severo
Squadre di club
1975-1979San Severo97 (1.150)
1979-1980Fortitudo Bologna26 (56)
1980-1996V.L. Pesaro589 (8.096)
1996-1997Virtus Bologna33 (277)
1997-1998Virtus Roma32 (314)
1998-2001V.L. Pesaro80 (446)
2003-2004Firenze Basket19 (168)
2003-2004NSB Rieti1 (2)
Nazionale
1980-1995Italia Italia214 (2.026)
Carriera da allenatore
2004-2006NSB RietiVice
2007-2009San Severo
2009-2010non conosciuta Basket Foligno
2010-2019non conosciuta Real Magnifico Bk Club
Palmarès
Wikiproject Europe (small).svg Europei
Bronzo Germania Ovest 1985
Argento Italia 1991
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Argento Casablanca 1983
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 luglio 2019

Walter Magnifico (Foggia, 18 giugno 1961) è un ex cestista e allenatore di pallacanestro italiano.

Alto 2,09 m, in campo ha ricoperto il ruolo di ala grande e centro.

Indice

CarrieraModifica

ClubModifica

Fu scoperto da Cosimo Morfeo, bidello presso la scuola media "G. Palmieri" di San Severo e gran scopritore di talenti da avviare alla pallacanestro. Morfeo ricorda così il primo Walter: "Nel settembre 1971, arrivò nella nostra scuola un bambino spilungone per frequentare la prima media. Aveva 10 anni - essendo andato a scuola a 5 - ed era alto un metro e 72 centimetri. Scovai Walter in una leva scolastica per oltre 200 ragazzi e fu poi il padre, Angelo, funzionario dell'Ente di Riforma della Puglia a spingerlo a dedicarsi con passione al basket. Ero certo di non sbagliarmi a puntare su quell'esile ragazzo".

 
Magnifico (a sinistra) alla Scavolini Pesaro, in contrasto su McAdoo dell'Olimpia Milano, nei play-off del campionato 1986-1987.

Dopo diverse stagioni giocate dalle categorie giovanili alla B nella Cestistica San Severo (1971-1979), passò nel 1979 alla Fortitudo Bologna e nel 1980 alla Scavolini Pesaro, di cui è stato capitano e giocatore-simbolo (e successivamente anche dirigente). Con la squadra marchigiana ha conquistato due scudetti (1988 e 1990), due Coppe Italia (1985 e 1992) ed una Coppa delle Coppe (1983).

Nel 1996 ha vestito i colori della Virtus Bologna, con la quale ha vinto una terza Coppa Italia, e nel 1997 quelli della Virtus Roma, tornando nel 1998 alla squadra pesarese.

In massima serie per 22 campionati, ha vestito per 19 stagioni la maglia della Scavolini Pesaro e per una stagione rispettivamente quelle della Fortitudo Bologna, della Virtus Roma e della Virtus Bologna.

NazionaleModifica

Magnifico è stato giocatore della nazionale italiana, collezionando 214 presenze con 2.026 punti realizzati, e conquistando un argento ed un bronzo ai Campionati europei, rispettivamente a Roma 1991 e a Stoccarda 1985, nonché l'argento ai Giochi del Mediterraneo di Casablanca 1983.

Con la maglia azzurra ha anche disputato le Olimpiadi di Los Angeles 1984 (5º posto), il torneo di qualificazione per i Giochi Olimpici di Seul 1988 a Rotterdam, il Campionato mondiale di Spagna 1986 (6°), i Giochi del Mediterraneo di Casablanca 1983 (2°) e 5 edizioni dei Campionati europei, Stoccarda 1985 (3°), Atene 1987 (5°), Zagabria 1989 (4°), Roma 1991 (2°), Atene 1995 (5°).

Dopo il ritiroModifica

Walter Magnifico ha ricoperto il ruolo di Direttore Sportivo e Responsabile del Settore Giovanile della Scavolini Pesaro per le stagioni 2001/'02 e 2002/'03, successivamente si è dedicato alla carriera di allenatore.

Parallelamente a ciò, dal 2009 al 2016 ha ricoperto il ruolo di Capo Delegazione per la Nazionale Under 20 che ogni estate partecipa ai Campionati Europei di categoria e con la quale, sotto la guida del grande coach Pino Sacripanti ha conquistato nel luglio 2013 il titolo di Campione d'Europa agli Europei svoltisi a Tallin in Estonia, migliorando il brillante secondo posto ottenuto agli Europei di Bilbao in Spagna nel 2011, della quale squadra facevano parte i vari Alessandro Gentile, Niccolò Melli, Achille Polonara e tanti altri ragazzi che oggi sono protagonisti in Campionato e in maglia azzurra.

Occasionalmente è stato anche Capo Delegazione delle Nazionali Under 16 e Under 18 in vari Tornei Internazionali disputati in Europa.

La sua grande passione per l'insegnamento del gioco ai ragazzi lo spinge nel novembre del 2010 a dar vita alla "sua" Società, la "Real Magnifico Basket Club A.s.d." che svolge attività sportiva di Basket e Minibasket per i bambini e le bambine dai 5 ai 19 anni.

In breve tempo la Società ha visto una costante crescita nel numero degli iscritti tanto da permettere ogni anno la partecipazione a diversi Campionati di categoria giovanile Under e ai vari Campionati provinciali minibasket organizzati dalla F.I.P. Comitato Marche.

La Società è attiva con i suoi corsi nelle Città di Pesaro, Fano e Montelabbate (www.realmagnifico.com).

Per il quadriennio 2016-2020 Magnifico riveste il ruolo, insieme ad altri 6 colleghi, di consigliere regionale del Comitato Fip Marche, il cui Presidente è Davide Paolini.

RecordModifica

È stato uno dei primi giocatori italiani ad entrare nel mirino di una squadra professionistica NBA. Nel 1986 dopo i Campionati mondiali disputati in Spagna riceve l'invito dagli Atlanta Hawks di coach Mike Fratello, a disputare la Summer League di Windsor-Detroit.

Ha vestito per 6 volte la maglia della Selezione Europea in incontri celebrativi.

La sua carriera brilla di record assoluti a dir poco invidiabili: nelle classifiche "tutti tempi" risulta quarto per record di presenze (760 partite), settimo come cannoniere (9.189 punti realizzati), secondo nei rimbalzi conquistati (4.246) e nei tiri da due, quarto nei tiri liberi.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

ClubModifica

V.L. Pesaro: 1982-83
V.L. Pesaro: 1987-88, 1989-90
V.L. Pesaro: 1985, 1992
Virtus Bologna: 1997

BibliografiaModifica

Semplicemente Magnifico, vita tra i canestri di un gigante del basket italiano, Marco Tarozzi (2008), Minerva

Collegamenti esterniModifica