WestJet
Logo
WestJet, C-GURP, Boeing 787-9 Dreamliner (49585738596).jpg
StatoCanada Canada
Forma societariaSocietà a responsabilità limitata
ISINCA9604102074
Fondazione1996 a Calgary
Sede principaleCalgary
GruppoOnex Corporation
Controllate
Persone chiaveEd Sims (CEO)
SettoreTrasporto
Prodotticompagnia aerea
FatturatoCAN$4.733 miliardi (2018)
Utile nettoCAN$91 millioni (2018)
Dipendenti4500 (2020)
Slogan«Love where you're going.»
Sito webwww.westjet.com
Compagnia aerea standard
Codice IATAWS
Codice ICAOWJA
Indicativo di chiamataWESTJET
COA8993
Primo volo19 febbraio 1996
Hub
Frequent flyerWestJet Rewards
Flotta127 (nel 2020)
Destinazioni100+ (nel 2020)
Voci di compagnie aeree presenti su Wikipedia

WestJet è una compagnia aerea canadese con sede a Calgary. I suoi hub principali sono l'Aeroporto Internazionale di Calgary e l'Aeroporto Internazionale di Toronto-Pearson.

StoriaModifica

Primi voli: 1996-1999Modifica

WestJet è stata fondata da Clive Beddoe, David Neeleman, Mark Hill, Tim Morgan e Donald Bell con l'obiettivo di realizzare una compagnia aerea a basso costo mentre le sue rotte iniziali erano operate nel Canada occidentale, le quali hanno dato il nome all'aerolinea. Le operazioni di volo sono iniziate il 29 febbraio 1996 con una flotta di tre Boeing 737-200 verso Calgary, Edmonton, Kelowna, Vancouver, Winnipeg, Regina, Saskatoon e Victoria. Tuttavia a settembre dello stesso anno, la flotta di WestJet è stata messa a terra a causa di un disaccordo con Transport Canada sui requisiti del programma di manutenzione degli aeromobili per due settimane[1]. All'inizio del 1999, Clive Beddoe si è dimesso da CEO della compagnia aerea ed è stato sostituito dall'ex dirigente di Air Ontario Steve Smith. Inoltre, sempre nello stesso anno, sono state inaugurate nuove rotte verso Thunder Bay, Grande Prairie e Prince George; oltre a ciò, l'aerolinea ha fatto un'offerta pubblica iniziale di 2,5 milioni di azioni, aprendo a $10 per azione alla Borsa di Toronto[2]. Nel 2000 Steve Smith, è stato esonerato dal carico di CEO della compagnia aerea in quanto era in disaccordo con gli azionisti e di conseguenza è approdato alla rivale low-cost di Air Canada, Zip. Dopo la partenza di Smith, Clive Beddoe divenne nuovamente amministratore delegato della società, carica che mantenne fino a luglio 2007[3].

Espansione domestica: 2000-2003Modifica

A seguito dell'acquisto di Canadian Airlines da parte di Air Canada nel 2000, WestJet si è espansa nel Canada orientale, iniziando il servizio nelle città di Hamilton, Ottawa e Moncton dall'Aeroporto internazionale di John C. Munro di Hamilton. Nel 2001 il vettore aereo ha aggiunto alle sue destinazioni le città di Fort McMurray, Comox, Sault Sainte Marie, Greater Sudbury, Thompson e Brandon[4] mentre dal 2002 e il 2003 sono iniziate le rotte verso London, Toronto, Windsor, Montréal, Halifax, St. John's e Gander. Nel 2003 la compagnia aerea ha stipulato un accordo con Air Transat in base al quale i velivoli di WestJet sarebbero stati utilizzati dai due principali tour operator di Transat ovvero World of Vacations e Transat Holidays verso le destinazioni in Messico e nei Caraibi. Questo accordo tra WestJet e Air Transat è stato risolto amichevolmente nel febbraio 2009[5].

Espansione internazionale: 2004-2006Modifica

 
Un Boeing 737-600 di WestJet.

Nel gennaio 2004 la compagnia aerea ha spostato le operazioni di volo dall'Aeroporto internazionale "John C. Munro" di Hamilton all'Aeroporto Internazionale di Toronto-Pearson[6], inoltre, sono state aggiunte le destinazioni verso San Francisco, Los Angeles, Phoenix, Tampa, Fort Lauderdale, Orlando e New York[7]. Nello stesso anno Air Canada, ha accusato WestJet di spionaggio industriale e ha intentato una causa civile contro il vettore aereo nella corte superiore dell'Ontario. Air Canada ha accusato WestJet di accedere alle informazioni riservate di Air Canada tramite un sito Web privato al fine di ottenere un vantaggio commerciale[8]. Il 29 maggio 2006, WestJet ha ammesso le accuse mosse da Air Canada e ha accettato di pagare 5,5 milioni di dollari in spese legali e di indagine ad Air Canada e di donare 10 milioni di dollari a enti di beneficenza di vari bambini in nome di Air Canada e WestJet[9]. Nel settembre 2006 Sean Durfy ha assunto la carica di presidente di WestJet dal fondatore Clive Beddoe[10].

Continua crescita: 2007-2009Modifica

Nel 2007 l'aerolinea ha iniziato ad operare veso Saint Lucia, Giamaica, Repubblica Dominicana, Messico e Kona mentre nello stesso anno WestJet ha annunciato che avrebbe costruito una nuova sede accanto al suo hangar, presso l'aeroporto internazionale di Calgary seguendo la normativa del Leadership in Energy and Environmental Design (LEED)[11]. Nel 2008 sono state aggiunte le destinazioni verso Quebec City, Yellowknife e Sydney mentre alla fine di aprile 2009, la compagnia aerea ha temporaneamente sospeso il servizio verso alcune delle sue destinazioni in Messico a causa dello scoppio dell'influenza A (H1N1) nel paese. La sospensione del servizio per Cabo San Lucas, Mazatlán e Puerto Vallarta è durata dall'inizio di maggio fino a metà giugno, con il servizio stagionale per Cancún che è stato ripristinato nell'autunno successivo[12]. Inoltre, sempre nello stesso anno, sono state avviate nuove destinazioni verso Atlantic City, Lihue, Miami, Providenciales, St. Maarten, Freeport, Varadero, Holguín, Cayo Coco, Ixtapa e Cozumel[13].

Espansione intercontinentale: 2010-2016Modifica

 
Un Boeing 767-300ER di WestJet.

Nel marzo 2010, Sean Durfy si è dimesso dalla carica di CEO di WestJet, a causa di motivi personali[10]. È stato sostituito da Gregg Saretsky, ex dirigente di Canadian Airlines e Alaska Airlines e precedentemente vicepresidente di WestJet Vacations. Il 15 novembre 2013 il vettore aereo ha annunciato la sua prima destinazione in Europa, da St. John's verso Dublino che sarebbe stata operata da giugno fino a ottobre 2014[14]. Il 7 luglio 2014 WestJet ha annunciato che avrebbe preso quattro aeromobili wide-body e che avrebbero iniziato a volare entro l'autunno del 2015[15]. Inizialmente questi aerei sarebbero serviti sulle rotte stagionali da Alberta verso le Hawaii in accordo con Thomas Cook Airlines che tuttavia terminò nella primavera del 2015. Il 27 agosto dello stesso anno, l'aerolinea ha preso in consegna il primo Boeing 767-300ER[16] mentre nel 2016 sono stati avviati i servizi verso Glasgow e Londra-Gatwick[17].

Transizione verso una compagnia aerea full-service: 2017-2019Modifica

Nel 2018 la compagnia aerea, ha annunciato che nel gennaio 2019 sarebbe stato consegnato il primo Boeing 787-9 Dreamliner[18] oltre a ciò, venne dichiarato che sarebbero stati aggiornati i sedili di Premium Economy sui suoi Boeing 737. Il 31 maggio dello stesso anno, è stato inaugurato il volo da Calgary verso Parigi[19] ed è stato annunciato che sarebbe stata aggiornata la livrea e il marchio con l'arrivo dei Boeing 787[20]. Il 13 maggio 2019, WestJet ha annunciato di aver raggiunto un accordo per essere acquistata da Onex Corporation per $5 miliardi di dollari canadesi[21].

Pandemia di COVID-19: 2020-presenteModifica

Nel 2020 WestJet, a causa della pandemia di COVID-19, ha dovuto affrontare un calo senza precedenti della domanda di voli. Il 17 marzo dello stesso anno, l'aerolinea ha chiuso tutti i voli internazionali[22] e il 24 marzo ha licenziato 6.900 dipendenti, circa la metà di tutto il personale[23]. Tuttavia, grazie ai sussidi federali sui salari, WestJet ha reintegrato temporaneamente 6.400 dipendenti[24] fino al 17 aprile, quando ha annunciato che avrebbe licenziato 1.700 piloti[25]. Il 22 aprile 2020 la compagnia aerea ha licenziato 3.000 dipendenti ed il 24 giugno, ulteriori 3.300 dipendenti sono usciti dalla società[26]. Nell'ambito di un piano di ristrutturazione, l'azienda ha confermato la volontà di mantenere 4.500 dipendenti, rispetto agli oltre 14.000 prima dell'inizio della pandemia[27].

Struttura aziendaleModifica

 
Sede di WestJet.

ProprietàModifica

WestJet è gestita da WestJet Airlines Ltd., una società privata, costituita e domiciliata in Canada. Le sue azioni sono state quotate in borsa a Toronto (TSX) con il simbolo WJA[28]. A seguito dell'offerta al 100% di Onex Corporation nell'aprile 2019, è emerso che nel giugno 2019 Silchester International Investors era il maggiore azionista di WestJet con il 16,5% del capitale, mentre Letko Brosseau e Associates possedevano il 10% della società[21]. I conti della società madre comprendono varie controllate di proprietà diretta, anch'esse costituite in Canada, tra cui WestJet Vacations Inc., WestJet Encore Ltd. e Swoop.

Società controllateModifica

  • WestJet Encore] è la compagnia aerea regionale affiliata a WestJet, che ha iniziato le operazioni il 24 giugno 2013, con una flotta di aerei Bombardier Q400 per servire le comunità più piccole del Canada. Il 12 giugno dello stesso anno la compagna aerea ha ottenuto il certificato di operatore aereo distinto da Transport Canada.
  • Swoop è una compagnia aerea low-cost affiliata di WestJet annunciata il 27 settembre 2017 e ha iniziato le operazioni il 20 giugno 2018[31].

Risultati finanziariModifica

2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018
Fatturato (C$m) 3,427 3,662 3,977 4,029 4,123 4,507 4,733
Profitto netto prima delle tasse (C$m) 242 269 317 368 295 279 91
Numero di dipendenti 7,742 8,000 8,698 9,211 9,988 11,089 11,624
Numero di passeggeri(m) 17.4 18.5 19.7 20.3 22.0 24.1 25.5
Load factor passeggeri (%) 82.8 81.7 81.4 80.0 81.8 83.6 83.8
Numero di aerei (a fine anno) 100 113 122 140 153 168 177
Note [28] [28] [28] [28] [28] [32] [33]

Accordi commercialiModifica

A novembre 2020 WestJet ha accordi di codeshare con le seguenti compagnie:[34]

A novembre 2020 WestJet ha accordi di interline con le seguenti compagnie:[34]

FlottaModifica

 
Un Boeing 737-700 di WestJet.
 
Un Boeing 737 MAX-8 di WestJet.
 
Un Boeing 787-9 di WestJet.

Ad aprile 2021 la flotta WestJet risulta composta dai seguenti aerei:[35]

Aerei In flotta Ordini Passeggeri Note
J Y+ Y Totale
Boeing 737-600 13 12 101 113 Il più grande operatore rimasto di Boeing 737-600.[36]
Boeing 737-700 52 12 122 134
Boeing 737-800 39 12 162 174
Boeing 737 MAX 7 22 12 134 146 Consegne dal 2021.[37]
Boeing 737 MAX 8 14 8 12 162 174 Consegne dal 2017.
Boeing 737 MAX 10 12 TBA Consegne dal 2022.[37]
Boeing 787-9 6 4 16 28 276 320 Consegne dal 2019.[38] Ordini con 10 opzioni.[39]
Totale 123 47

Flotta storicaModifica

 
Un Boeing 737-200 di WestJet.

Nel corso degli anni WestJet ha operato con i seguenti modelli di aeromobili:[40]

Flotta storica WestJet
Aereo Totale Introduzione Ritiro Note
Boeing 737-200 25 1995 2006
Boeing 757-200 8 2011 2015
Boeing 767-300ER 4 2015 2020

MarchioModifica

Modifica

Nel corso degli anni WestJet ha utilizzato i seguenti loghi:

Evoluzione del logo di WestJet

Livree specialiModifica

Servizi di bordoModifica

Servizi in voloModifica

Intrattenimento in voloModifica

 
Intrattenimento di bordo sui Boeing 737-600.

I Boeing 737-600 più datati di WestJet, dispongono di un display da 5 pollici che è possibile utilizzare solo sul territorio canadese. Esso dispone di alcuni canali che includono varie notizie, sport e canali per bambini come Global TV, CBC e TSN. Tuttavia questo sistema di intrattenimento, è stato sostituito da un'applicazione con diversi film gratuiti e accesso ad internet a pagamento sui Boeing 737-600, -700, -800, -8 MAX e Boeing 767-300ER. Sui Boeing 787-9 sono disponibili i display LCD con l'accesso a centinaia di programmi televisivi e film, musica, riviste e giochi[41].

Cibo e bevande in voloModifica

La compagnia aerea offre sui voli di meno quattro ore, bevande e snack mentre le bevande alcoliche sono disponibili per l'acquisto. Invece, per quanto riguarda i voli di quattro ore e più, vengono offerti bevande e snack in omaggio con la possibilità di acquistare un servizio di pasto a bordo. Per quanto riguarda i Boeing 787-9 vengono offerti snack, un primo pasto e bevande alcoliche[42].

CabineModifica

EconomyModifica

La classe economica varia a seconda del tipo di aeromobile:[43]

  • Sul Boeing 787-9, i sedili in economia hanno un passo di 31" e sono offerti in una configurazione 3-3-3. I pasti caldi e le bevande alcoliche sono inclusi quando si vola a livello internazionale.
  • Sul Boeing 767-300ER, i sedili in economica hanno un passo di 31" e sono offerti in una configurazione 2-3-2. Bevande analcoliche e snack gratuiti sono inclusi.
  • Sui Boeing 737, i sedili in economica hanno un passo di 31"-34" e sono offerti in una configurazione 3-3. Bevande analcoliche e snack gratuiti sono inclusi.

Premium EconomyModifica

La classe economica premium varia a seconda del tipo di aeromobile:[44]

  • Sul Boeing 787-9, i sedili in economica premium hanno un passo maggiore e sono offerti in una configurazione 2-3-2. I pasti caldi e le bevande alcoliche sono inclusi quando si vola a livello internazionale, inoltre è disponibile un'area sociale self-service. Sui voli internazionali viene fornito un kit di servizi.
  • Sul Boeing 767-300ER, i sedili in economica premium hanno un passo maggiore e sono offerti in una configurazione 2-2-2. I pasti caldi e le bevande alcoliche sono inclusi quando si vola a livello internazionale. Sui voli internazionali viene fornito un kit di servizi.
  • Sul Boeing 737-8 MAX, i sedili in economica premium hanno un passo maggiore e sono offerti in una configurazione 2-2. I pasti caldi e le bevande alcoliche sono inclusi quando si vola a livello internazionale
  • Sui Boeing 737-600, -700 e -800, i sedili in economica premium sono offerti in una configurazione 2-2. o 3-3 con il posto centrale bloccato. I pasti caldi e le bevande alcoliche sono inclusi quando si vola a livello internazionale

BusinessModifica

La classe business varia a seconda del tipo di aeromobile:[45]

  • Sul Boeing 787-9, i sedili in business sono offerti in una configurazione 1-2-1. I pasti caldi e le bevande alcoliche sono inclusi su richiesta. Sui voli internazionali viene fornito un kit di servizi.

Programma fedeltàModifica

Il programma WestJet Rewards ha quattro categorie di abbonamento:[46]

  • Teal
  • Silver
  • Gold
  • Platinum

LoungesModifica

WestJet non gestisce delle proprie sale lounge, ma ha stipulato accordi con fornitori di servizi terzi per fornire l'accesso pay-per-use ai clienti e l'accesso gratuito ai soci Gold e Platinum:[47]

IncidentiModifica

NoteModifica

  1. ^ WestJet Returns - Sept 1996, su youtube.com.
  2. ^ Westjet IPO makes a strong debut, su cbc.ca.
  3. ^ (EN) 'Mr. WestJet' stepping down as CEO - again, su thestar.com, 25 luglio 2007. URL consultato il 28 marzo 2020.
  4. ^ (EN) Ben Leeson Published on: November 1, 2016 | Last Updated: November 1, 2016 2:31 Pm Edt, WestJet to return to Sudbury, su Sudbury Star, 1º novembre 2016. URL consultato il 28 marzo 2020.
  5. ^ WestJet | News Releases, su archive.is, 15 gennaio 2013. URL consultato il 28 marzo 2020.
  6. ^ WestJet shifts operations to Toronto from Hamilton, su cbc.ca.
  7. ^ WestJet to begin flying to U.S cities in October, su web.archive.org, 22 marzo 2009. URL consultato il 28 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 22 marzo 2009).
  8. ^ reportonbusiness.com: Air Canada suing WestJet, su web.archive.org, 29 aprile 2009. URL consultato il 28 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2009).
  9. ^ (EN) Air Canada website hack costs WestJet $15 million, su SooToday.com. URL consultato il 28 marzo 2020.
  10. ^ a b Shakeup at WestJet as CEO Sean Durfy quits. URL consultato il 28 marzo 2020.
  11. ^ Heret Informatik Service - http://www.heret.de - http://www.flightmemory.com, WestJet (Canada) | FlightMemory - Encyclopedia, su www.flightmemory.com. URL consultato il 28 marzo 2020.
  12. ^ WESTJET | WestJet updates advisory for guests travelling to and from Mexico, su web.archive.org, 8 giugno 2010. URL consultato il 28 marzo 2020 (archiviato dall'url originale l'8 giugno 2010).
  13. ^ (EN) WestJet announces service to Bermuda, su www.newswire.ca. URL consultato il 28 marzo 2020.
  14. ^ (EN) Céad míle fáilte! WestJet welcomes Dublin to our network - Nov 15, 2013, su westjet.mediaroom.com. URL consultato il 28 marzo 2020.
  15. ^ (EN) WestJet to fly wide-body planes in 2015, su thestar.com, 7 luglio 2014. URL consultato il 28 marzo 2020.
  16. ^ Calgary-based airline WestJet welcomes Boeing 767-300 into fleet | Alberta | New, su web.archive.org, 10 marzo 2016. URL consultato il 28 marzo 2020 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2016).
  17. ^ (EN) WestJet Is London-Bound, su HuffPost Canada, 16 giugno 2015. URL consultato il 28 marzo 2020.
  18. ^ (EN) WestJet unveils its Dreamliner 'Spirit of Canada' to the world - May 8, 2018, su westjet.mediaroom.com. URL consultato il 29 marzo 2020.
  19. ^ (EN) WestJet launches first flight to the City of Light - Jun 1, 2018, su westjet.mediaroom.com. URL consultato il 29 marzo 2020.
  20. ^ (EN) Welcome to the new WestJet, su WestJet Blog, 12 ottobre 2018. URL consultato il 28 marzo 2020.
  21. ^ a b Onex slashed proposed offer for WestJet because of grounding of Boeing 737 Max planes. URL consultato il 29 marzo 2020.
  22. ^ (EN) WestJet to suspend all international and U.S. flights for 30 days starting Sunday, su Financial Post. URL consultato il 27 agosto 2020.
  23. ^ (EN) WestJetters step up to minimize layoffs during COVID-19 crisis, su WestJet Blog, 24 marzo 2020. URL consultato il 27 agosto 2020.
  24. ^ (EN) WestJet plans to use federal wage subsidy to rehire 6,400 employees, su Calgary Herald. URL consultato il 27 agosto 2020.
  25. ^ (EN) 'Last resort': WestJet laying off 1,700 pilots, su Calgary Herald. URL consultato il 27 agosto 2020.
  26. ^ WestJet to lay off 3,000 more employees as demand for service craters, su cbc.ca.
  27. ^ (EN) WestJet to lay off more than 3,300 workers under restructuring plan, su thestar.com, 24 giugno 2020. URL consultato il 27 agosto 2020.
  28. ^ a b c d e f 2016 Annual Report (PDF), su westjet.com.
  29. ^ (EN) WestJet, WestJet Link launch delayed, su www.newswire.ca. URL consultato il 29 marzo 2020.
  30. ^ (EN) WestJet introduces WestJet Link - Nov 24, 2017, su westjet.mediaroom.com. URL consultato il 29 marzo 2020.
  31. ^ (EN) Low-cost airline Swoop's maiden flight lands in Abbotsford, su British Columbia, 19 giugno 2018. URL consultato il 29 marzo 2020.
  32. ^ Management's Discussion and Analysis of Financial Condition and Operating Results for the years ended December 31, 2017 and 2016 (PDF), su www.westjet.com. URL consultato il 22 marzo 2018.
  33. ^ 2018 Annual Report (PDF), su westjet.com.
  34. ^ a b (EN) Our airline partners, su www.westjet.com.
  35. ^ WestJet Fleet Details and History, su www.planespotters.net.
  36. ^ Boeing 737-600 Operators, su www.planespotters.net.
  37. ^ a b WestJet's 2018 Second Quarter Report (PDF), su westjet.com.
  38. ^ WestJet to purchase Boeing 787-9 Dreamliners, su newswire.ca, newswire.ca, 2 maggio 2017. URL consultato il 2 maggio 2017.
  39. ^ (EN) WestJet, WestJet to purchase Boeing 787-9 Dreamliners, su www.newswire.ca. URL consultato il 30 marzo 2020.
  40. ^ WestJet Airlines Fleet | Airfleets aviation, su www.airfleets.net. URL consultato il 28 agosto 2020.
  41. ^ (EN) Inflight entertainment, su www.westjet.com. URL consultato il 30 marzo 2020.
  42. ^ (EN) Inflight food and beverages, su www.westjet.com. URL consultato il 30 marzo 2020.
  43. ^ (EN) Economy, su www.westjet.com. URL consultato il 30 marzo 2020.
  44. ^ (EN) Premium, su www.westjet.com. URL consultato il 30 marzo 2020.
  45. ^ (EN) Business, su www.westjet.com. URL consultato il 30 marzo 2020.
  46. ^ (EN) Tiers, su www.westjet.com. URL consultato il 30 marzo 2020.
  47. ^ (EN) Airport lounges, su www.westjet.com. URL consultato il 30 marzo 2020.
  48. ^ AVIATION INVESTIGATION REPORT A15Q0075 (PDF), su bst-tsb.gc.ca.
  49. ^ (EN) WestJet passengers evacuated after plane clips jet on Pearson tarmac, su thestar.com, 5 gennaio 2018. URL consultato il 30 marzo 2020.
  50. ^ Westjet Boeing 737-800 at Halifax on Jan 5th 2020, overran runway on landing, su www.aeroinside.com. URL consultato il 27 agosto 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN146533935 · ISNI (EN0000 0004 1796 9723 · LCCN (ENnb2004311776 · GND (DE4959349-3 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2004311776