Apri il menu principale
il sistema WM
Il 3-4-3 moderno

Il 3-4-3 è un modulo di gioco del calcio. Consiste nello schierare 3 difensori, 4 centrocampisti e 3 attaccanti.

Il moduloModifica

L'origine dello schieramento, sebbene con modalità differenti, va ricondotta al WM.[1]

WM (sistema)Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Sistema (calcio).

Il modulo è più conosciuto come sistema, mentre il nome WM è ricavato dalla forma della disposizione che assumono in campo i giocatori.[2] Rappresentava un'evoluzione della piramide, data dal fatto che al reparto difensivo si aggiungeva un centrocampista; i due interni offensivi arretravano invece in mediana, disponendosi a rombo (3-2-2-3).[3] Nel tridente offensivo, trovavano spazio due esterni (ali) e una punta centrale (centravanti).[4]

La prima squadra a farvi ricorso, negli anni '30, fu l'inglese Arsenal.[4] In seguito, si diffuse anche in Italia dove - per la prima volta - venne utilizzato dal Genoa.[4][5]

3-4-3 modernoModifica

L'impiego del 3-4-3 nel gioco moderno è derivato dal calcio totale olandese, affermatosi a livello internazionale nel corso degli anni '70.[6] Per quanto riguarda la difesa, il centrale assume funzioni di stopper o libero: oltre a dover contrastare gli avversari, si occupa anche di far ripartire il contropiede e, talvolta, di costruire il gioco (come fosse un regista arretrato).[7] Gli altri difensori fungono da terzini, con compiti di marcatura.[7] In fase di non possesso, il reparto può contare sull'arretramento degli esterni di centrocampo, formando una difesa a 5 elementi, mentre il trio d'attacco mantiene le stesse posizioni del sistema, con le ali a supporto del centravanti; in caso di necessità, sono i laterali ad arretrare per collaborare con i centrocampisti.[6] (come in un 5-4-1): i mediani rimangono invece nella zona centrale del rettangolo, agendo da filtro.[6]

Squadre che hanno utilizzato il 3-4-3Modifica

NoteModifica

  1. ^ Riccardo Zanola e Mirko Saggiorato, Il ritorno del sistema, su rivistaundici.com, 4 aprile 2016.
  2. ^ Mattia Fontana, La storia della tattica: dalla Piramide al WM, su it.eurosport.com, 5 agosto 2014.
  3. ^ Paolo Chichierchia, Piccola storia della tattica: il Sistema "WM", l'Arsenal e il Grande Torino, su mondosportivo.it, 3 aprile 2013.
  4. ^ a b c Claudio Ferretti e Augusto Frasca, Enciclopedia dello Sport, Garzanti Libri, 2008, p. 1670, ISBN 9788811505228.
  5. ^ Fabio Barcellona, Il ritorno del WM?, su ultimouomo.com, 28 ottobre 2016.
  6. ^ a b c Mattia Fontana, Perché la difesa a tre è tornata di moda e perché potrebbe cambiare il calcio, su it.eurosport.com, 7 febbraio 2017.
  7. ^ a b Francesco Priano e Ignazio Stagno, Difesa a 3, la coperta è sempre corta?, su sportmediaset.mediaset.it, 15 luglio 2011.
  8. ^ Valentino Tola, Il futuro di Cruyff, su ultimouomo.com, 18 luglio 2016.
  9. ^ Sebastiano Vernazza, Zaccheroni, l'arte dell'esattezza, in La Gazzetta dello Sport, 2 dicembre 1997.
  10. ^ Licia Granello, Zaccheroni: "Il mio calcio per divertire gli altri", su repubblica.it, 28 agosto 1999.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàGND (DE4726384-2
  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio