Apri il menu principale

Atletica leggera ai Giochi della X Olimpiade - Salto in alto maschile

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Salto in alto maschile
Los Angeles 1932
Informazioni generali
Luogo «Memorial Coliseum» di Los Angeles
Periodo 31 luglio 1932
Partecipanti 14 da 10 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Duncan McNaughton Canada Canada
Medaglia d'argento Robert Van Osdel Stati Uniti Stati Uniti
Medaglia di bronzo Simeon Toribio Filippine Filippine
Edizione precedente e successiva
Amsterdam 1928 Berlino 1936
Atletica leggera ai
Giochi di Los Angeles 1932
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini
400 metri uomini
800 metri uomini
1500 metri uomini
5000 metri uomini
10000 metri uomini
3460 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/80 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini
Prove su strada
Maratona uomini
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini
Salto triplo uomini
Getto del peso uomini
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Lancio del giavellotto uomini donne
Prova multipla
Decathlon uomini

La competizione del salto in alto maschile di atletica leggera ai Giochi della X Olimpiade si tenne il 31 luglio 1932 al Memorial Coliseum di Los Angeles.

Indice

L'eccellenza mondialeModifica

Primatista mondiale 2,03 1924   Harold Osborn Rit. 1929
Record olimpico 1,98 1924   Harold Osborn Rit. 1929
Primatista europeo 1,96 1932[t 1]   Jerzy Plawczyk Presente
Vincitori selezioni USA 1,997[t 2]   Cornelius Johnson
George Spitz
Robert Van Osdel
Presente
Presente
Presente
  1. ^ Il 26 giugno.
  2. ^ Conversione metrica della misura inglese di 6 piedi e 6 pollici e mezzo.

RisultatiModifica

Turno eliminatorioModifica

I 14 atleti iscritti sono ammessi direttamente alla finale.

FinaleModifica

Quattro atleti valicano 1,97: l'americano van Osdel (al primo tentativo), il connazionale Johnson (al secondo), il canadese McNaughton ed il filippino Toribio (al terzo).
Ma quando l'asticella è posta a 6 piedi e 7 pollici (2,007 metri) tutti sbagliano. Si deve ricorrere ai salti di spareggio.

Spareggio per l'oro

La prima misura è la stessa: 2,007 metri. Ma tutti sbagliano nuovamente.
Si abbassa dunque l'asticella a 1,99: niente da fare.
L'asticella viene abbassata a 1,97. Finalmente un atleta valica la misura al primo tentativo: Duncan McNaughton. Il canadese vince l'oro.

Spareggio per l'argento

Si continua a 1,97. Robert van Osdel è l'unico che ce la fa al secondo tentativo: il secondo posto sul podio è suo.

Spareggio per il bronzo

Rimangono Toribio e Johnson. Il filippino valica l'asticella al terzo tentativo, mentre il giovane americano (ha 18 anni) fallisce.

Pos. Atleta Età Nazione Misura
  Duncan McNaughton 21   Canada 1,97
  Bob Van Osdel 22   Stati Uniti d'America 1,97
  Simeon Toribio 26   Filippine 1,97
4 Cornelius Johnson 18   Stati Uniti d'America 1,97
5 Ilmari Reinikka 25   Finlandia 1,94
6 Kazuo Kimura 23   Giappone 1,94
7 Misao Ono 24   Giappone 1,90
Jerzy Pławczyk 21   Polonia 1,90
9 Jack Portland 20   Canada 1,85
Claude Ménard 25   Francia 1,85
George Spitz 20   Stati Uniti d'America 1,85
Birger Haug 23   Norvegia 1,85
Angelo Tommasi 20   Italia 1,85
14 Paul Riesen 25   Svizzera 1,80

McNaughton è il primo atleta non statunitense a vincere l'oro nel salto in alto alle Olimpiadi. Va detto comunque che vive negli USA, dove studia all'Università della California del Sud. È compagno di allenamento di Robert van Osdel.
Cornelius Johnson ci riproverà a Berlino nel 1936 ed avrà miglior fortuna.

BibliografiaModifica

  • (EN) X Olympiade Committe, Track and Field Athletics — Men (PDF), in Official Report of the Olympic Games, Los Angeles, 1933, pp. 377-460. URL consultato il 26 febbraio 2014.

Collegamenti esterniModifica