Atletica leggera ai Giochi della X Olimpiade - Salto triplo

Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Salto triplo
Los Angeles 1932
Informazioni generali
Luogo «Memorial Coliseum» di Los Angeles
Periodo 4 agosto 1932
Partecipanti 16 da 12 nazioni
Podio
Medaglia d'oro Chuhei Nanbu Giappone Giappone
Medaglia d'argento Eric Svensson Svezia Svezia
Medaglia di bronzo Kenkichi Oshima Giappone Giappone
Edizione precedente e successiva
Amsterdam 1928 Berlino 1936
Atletica leggera ai
Giochi olimpici di
Los Angeles 1932
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 m piani   uomini   donne
200 m piani uomini
400 m piani uomini
800 m piani uomini
1500 m piani uomini
5000 m piani uomini
10000 m piani uomini
Corse ad ostacoli
110 / 80 m hs uomini donne
400 m hs uomini
3460 m siepi uomini
Prove su strada
Maratona uomini
Marcia 50 km uomini
Salti
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini
Salto in lungo uomini
Salto triplo uomini
Lanci
Getto del peso uomini
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini

La competizione del salto triplo di atletica leggera ai Giochi della X Olimpiade si tenne il 4 agosto 1932 al Memorial Coliseum di Los Angeles.

L'eccellenza mondialeModifica

Primatista europeo 15,48 1923   Vilho Tuolos Ritirato
Campione olimpico 15,21 1928   Mikio Oda Presente
Primatista stagionale 15,55 5 marzo   Mikio Oda Presente

Turno eliminatorioModifica

I sedici atleti iscritti sono ammessi direttamente alla finale.

FinaleModifica

Dopo il primo turno l'unico sopra i 15 metri è il giapponese Chuhei Nambu (15,07). Al secondo salto viene superato da Erik Svensson (15,32).
Nambu replica subito al terzo turno (15,22), il connazionale Oshima sale al terzo posto con 15,05.
Dopo un quarto turno interlocutorio, Nambu piazza un super-salto a 15,72, con il quale stabilisce il nuovo record del mondo. Svensson cerca il tutto per tutto all'ultimo salto, ma fa un nullo.
Il campione uscente Mikio Oda, infortunato, gareggia per onore di firma. Si ferma al 12º posto.

Pos. Atleta Età Nazione Misura Salti
  Chuhei Nanbu 28   Giappone 15,72   15,07 14,67 15,22 14,89 15,72 14,85
  Eric Svensson 28   Svezia 15,32 14,21 15,32 N 14,70 14,77 N
  Kenkichi Oshima 23   Giappone 15,12 N N 15,05 N 14,85 15,12
4 Eamonn Fitzgerald   Irlanda 15,01
5 Willem Peters 29   Paesi Bassi 14,93
6 Sol Furth 25   Stati Uniti 14,88
7 Sid Bowman 25   Stati Uniti 14,87
8 Rolland Romero 17   Stati Uniti 14,85
9 Péter Bácsalmási 23   Ungheria 14,33
10 Francesco Tabai 24   Italia 14,29
11 Onni Rajasaari 22   Finlandia 14,20
12 Mikio Oda 27   Giappone 13,97
13 Nikolaos Papanikolaou 21   Grecia 13,92
14 Mehar Chand Dhawan   India Britannica 13,66
15 Salvador Alanís 19   Messico 13,28
- Jack Portland 20   Canada NM

Nambu dal 1931 era primatista mondiale di salto in lungo. Con il record di Los Angeles diventa primatista anche del salto triplo. Conserverà i due record fino al 1935. Chuhei Nambu è stato l'ultimo atleta che abbia detenuto congiuntamente i record mondiali dei due salti orizzontali.

BibliografiaModifica

  • (EN) X Olympiade Committe, Track and Field Athletics — Men (PDF), in Official Report of the Olympic Games, Los Angeles, 1933, pp. 377-460. URL consultato il 26 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 2 marzo 2014).

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Scheda su Sports Reference, su sports-reference.com. URL consultato il 2 marzo 2014 (archiviato dall'url originale l'8 luglio 2009).