Campitelli

X rione di Roma
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Campitelli (disambigua).
R. X Campitelli
Stemma ufficiale
Piazza del Campidoglio Roma.jpg
Piazza del Campidoglio
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaRoma Roma
CittàRoma-Stemma.png Roma Capitale
CircoscrizioneMunicipio Roma I
Codice110
Superficie0,5990 km²
Abitanti552 ab.[1] (2016)
Densità921,54 ab./km²
Mappa dei quartieri di

Coordinate: 41°53′16.91″N 12°29′11.01″E / 41.88803°N 12.486391°E41.88803; 12.486391

Campitelli è il decimo rione di Roma, indicato con R. X.

Con appena 552 abitanti, è il rione meno popolato di Roma; del resto, da tempo l'area si caratterizza per l'importanza dei suoi siti istituzionali, archeologici e museali, con poco spazio per edifici residenziali.

Il nome che ancora in età medievale era declinato al singolare con Campitello, si ritiene comunemente derivi da "Capitolium", luogo in cui sorgeva il tempio più importante di Roma antica, quello della Triade Capitolina di Giove, Giunone e Minerva. Secondo altre opinioni, vista anche la diffusione del toponimo "Campitelli" fuori dall'Urbe, l'etimologia verrebbe da Campus Telluris, ovvero campo sterrato; con buona probabilità tuttavia l'etimologia fa riferimento al Campus minor, denominazione con cui era conosciuta l'area già nel I secolo a.C. testimoniata da Catullo (55,3)[2].

Geografia fisicaModifica

Il territorio del rione comprende i colli del Campidoglio e del Palatino.

TerritorioModifica

Il rione confina con:

 
Via di San Teodoro
  • Pigna: via e piazza San Marco
  • Trevi: piazza Madonna di Loreto
  • Monti: via dei Fori imperiali
  • Celio: via di San Gregorio
  • Ripa: via dei Cerchi, piazza Santa Anastasia, via di San Teodoro, via dei Fienili, piazza della Consolazione, vico Jugario, via di Monte Caprino
  • Sant'Angelo: via Montanara, piazza di Campitelli, via Cavalletti, via dei Delfini, piazza e vicolo Margana, via dell'Aracoeli

StoriaModifica

Nell'area del rione rientrano le principali vestigia del passato di Roma antica: dal Palatino al Campidoglio, all'area del Foro Romano compresa tra i due colli.

Nel corso del medioevo iniziò a delinearsi la nuova divisione della città in dodici rioni: a quel tempo questo era il dodicesimo rione, Campitelli in Sancti Adriani, con riferimento all'antica chiesa di Sant'Adriano al Foro Romano. A partire dalla metà del XII secolo, il Palazzo Senatorio sul Campidoglio divenne sede della massima autorità civica di Roma medievale, il Senatore di Roma. Il palazzo e la basilica di Santa Maria in Aracoeli offrono le uniche testimonianze rimanenti dell'edilizia medievale di Campitelli.

 
Stemma di Campitelli

Ulteriori modifiche urbanistiche furono apportate tra il 1536 e il 1546 da Michelangelo, cui Papa Paolo III aveva affidato la risistemazione del Campidoglio e dell'omonima piazza per accogliervi Carlo V del Sacro Romano Impero. Il progetto michelangiolesco fu ultimato solo nel XVIII secolo da Carlo Rainaldi, cui si deve la costruzione della barocca Chiesa di Santa Maria in Campitelli, che diede il nome all'omonima piazza, in precedenza piazza Capizucchi dalla nobile famiglia che vi dimorava in Palazzo Capizucchi.

La fisionomia del rione fu però radicalmente alterata soltanto tra '800 e '900 dalla costruzione del monumento a Vittorio Emanuele II e dagli sventramenti del ventennio fascista, caratterizzati dalla sistematica demolizione degli edifici di epoca medievale. Nel 1921 da Campitelli fu distaccato il territorio che andò a formare il nuovo R. XIX Celio.

StemmaModifica

Testa di drago nera in campo bianco.[3]

La scelta del simbolo deriva dalla leggenda secondo cui un drago che infestava il Foro Romano fu cacciato da papa Silvestro I.

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

Architetture civiliModifica

Progetto dell'architetto Giacomo Della Porta, sopraelevazione di Giovanni Battista Giovenale (1885-88).
Progetto dell'architetto Carlo Fontana.

Architetture religioseModifica

Sconsacrate
Scomparse

Siti archeologiciModifica

TempliModifica

BasilicheModifica

Archi e colonneModifica

AltroModifica

MuseiModifica

Geografia antropicaModifica

PiazzeModifica

StradeModifica

NoteModifica

  1. ^ Roma Capitale - Roma Statistica. Popolazione iscritta in anagrafe al 31 dicembre 2016 per suddivisione toponomastica.
  2. ^ Lawrence Richardson, A new topographical dictionary of ancient Rome, 1992, p. 67.
  3. ^ Carlo Pietrangeli, p. 190.

BibliografiaModifica

  • Alberto Manodori, RIONE X. CAMPITELLI, in I Rioni e i Quartieri di Roma, vol. 3, Roma, Newton Compton Editori, 1989.
  • Claudio Rendina e Donatella Paradisi, Le strade di Roma, vol. 1, Roma, Newton Compton Editori, 2004, ISBN 88-541-0208-3.
  • Carlo Pietrangeli, Insegne e stemmi dei rioni di Roma (PDF), in Capitolium. Rassegna di attività municipali, anno XXVIII, nº 6, Roma, Tumminelli - Istituto Romano di Arti Grafiche, 1953.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4832297-0
  Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma