Apri il menu principale
Carmela Remigio
Carmela Remigio.jpg
NazionalitàItalia Italia
GenereOpera lirica
Periodo di attività musicale1994 – in attività

Carmela Remigio (Pescara, 1973) è un soprano italiano, distintasi in particolare nel repertorio belcantistico ed insignita, nel 2016, del prestigioso "Premio Franco Abbiati della critica musicale italiana".

BiografiaModifica

Inizia a studiare violino all'età di cinque anni e dopo alcuni anni intraprende lo studio del canto presso l'Accademia Musicale Pescarese con il baritono Aldo Protti. Dopo essersi diplomata si perfeziona con Leone Magiera. Nel 1992 si aggiudica il primo premio del concorso vocale Luciano Pavarotti International Voice Competition di Filadelfia. Debutta diciannovenne al Teatro Massimo Vittorio Emanuele di Palermo in Alice di Giampaolo Testoni. Erede della migliore tradizione vocale italiana, a partire dal 1997 canta con Luciano Pavarotti in oltre settanta concerti in tutto il mondo: Royal Albert Hall di Londra, Parigi, Carnegie Hall di New York, Miami, Dublino, Beirut, Seoul, Bucarest, Hochland.

Dopo le prime scritture in ruoli del repertorio barocco - che le permette di maturare la cura per la parola – si dedica con passione alle opere di Mozart, cantandone tutti i maggiori ruoli da protagonista: Le nozze di Figaro (Contessa e Susanna), Così fan tutte (Fiordiligi), La clemenza di Tito (Vitellia), Idomeneo (Elettra e Ilia), Il flauto magico (Pamina). Ha interpretato oltre quattrocentocinquanta recite del Don Giovanni, sia nei panni di Donna Elvira sia in quelli di Donna Anna[1], parte, quest'ultima, che le ha dato l’opportunità di collaborare con Peter Brook e con Claudio Abbado, con cui ha inciso, giovanissima, una prestigiosa edizione discografica del capolavoro di Mozart per Deutsche Grammophon (1998)[2].

Ha collaborato con importanti direttori come Antonio Pappano, Lorin Maazel, Riccardo Chailly, Myung-Whun Chung, Jeffrey Tate, Daniele Gatti, Daniel Harding, Gustavo Dudamel, Gianandrea Noseda, Juraj Valčuha, John Neal Axelrod, Roberto Abbado, Michel Plasson, Eliahu Inbal, Kent Nagano, Rinaldo Alessandrini, Fabio Luisi, Michele Mariotti e lavorato con importanti firme del panorama teatrale mondiale, quali David McVicar, Graham Vick, Pier Luigi Pizzi, Federico Tiezzi, Karole Armitage, Mario Martone, Luca Ronconi, Damiano Michieletto, Robert Wilson e il già citato Peter Brook.

Il debutto in parti verdiane come Alice nel Falstaff (sotto la direzione di Claudio Abbado e Lorin Maazel al Festival di Salisburgo), Desdemona in Otello, la Messa da Requiem, Amelia in Simon Boccanegra, e Violetta ne La traviata, le spalanca nuovi orizzonti nel repertorio romantico e nuove possibilità di perfezionare la vocalità e l’interpretazione scenica.

Il suo repertorio abbraccia anche opere di Puccini come La bohème (Mimì) e Turandot (Liù), di Donizetti, di cui ha interpretato Amelia in Elisabetta al castello di Kenilworth e per intero il “Ciclo delle tre regine Tudor” (Maria Stuarda, Roberto Devereux e Anna Bolena) e di Rossini come L’inganno felice, Maometto secondo, Il viaggio a Reims, Mosè in Egitto.

Tra gli altri ruoli ha interpretato Norma al Teatro Petruzzelli di Bari, Adalgisa al fianco di Mariella Devia, Micaela (Carmen) e Cleopatra (Giulio Cesare) al Teatro Carlo Felice di Genova, Marguerite (Faust) al Teatro Verdi di Trieste, Malwina (Der Vampyr di Marschner) al Teatro Comunale di Bologna, Alceste al Teatro La Fenice di Venezia, Euridice (Orfeo ed Euridice) al Teatro San Carlo di Napoli.

Carmela Remigio ha anche esteso con curiosità il proprio repertorio, cimentandosi in ruoli come Tatiana in Evgenij Onegin di Čajkovskij – unica cantante italiana nella storia dopo Mirella Freni - al Teatro San Carlo di Napoli, Anne Trulove in The Rake’s Progress di Stravinskij al Teatro Massimo di Palermo e al Teatro La Fenice di Venezia con la regia di Damiano Michieletto, Miranda ne La donna serpente di Alfredo Casella al Teatro Regio di Torino, Suzel in L’amico Fritz di Pietro Mascagni e Nedda in Pagliacci di Ruggero Leoncavallo.

Si esibisce sia nel repertorio operistico sia in quello da camera – sacro e profano - nei principali teatri, festival musicali e sale da concerto in Italia e all’estero: il Teatro alla Scala di Milano, il Festival di Salisburgo, la Royal Opera House di Londra, il Teatro San Carlo di Napoli, lo Sferisterio Opera Festival di Macerata, il Teatro Comunale di Bologna, il Rossini Opera Festival di Pesaro, il Teatro dell'Opera di Roma, il Festival di Aix-en-Provence, il Teatro la Fenice di Venezia, il Teatro Regio di Torino, il Teatro Massimo di Palermo, il Teatro Petruzzelli di Bari, La Monnaie di Bruxelles, Festival della Valle d’Itria di Martina Franca, Walt Disney Concert Hall di Los Angeles, nonché a Losanna, Tokyo, Trieste, Lugano, Firenze, Los Angeles, Parigi.

Tra le sue incisioni discografiche sono di particolare rilievo le due edizioni di Don Giovanni (Donna Anna), una diretta da Claudio Abbado (Deutsche Grammophon) e l’altra da Daniel Harding (Virgin), lo Stabat Mater di Rossini con la direzione di Gianluigi Gelmetti (Agorà), Arie Sacre Verdiane con la direzione di Myung-Whun Chung (Deutsche Grammophon), un doppio CD dal titolo Arias (Universal-Decca) dedicato a Tosti e a Rossini.

Artista di livello internazionale, ha portato lustro alla città di Pescara e all'Abruzzo. Per questo è stata insignita del "Ciattè d'oro", la massima onorificenza della città[3], nominata “Ambasciatore d'Abruzzo nel mondo”[4] e insignita dell'"Ordine della Minerva" dall'"Università degli Studi Gabriele d'Annunzio" per unanime consenso dell’Autorità Accademica dell'Ateneo teatino con le seguenti motivazioni "per la sua straordinaria musicalità, per le sue indubbie doti attoriali, per la sua capacità di spendersi sempre con rinnovata energia nei ruoli a lei più abituali - come non ricordare le 400 repliche del capolavoro mozartiano Don Giovanni festeggiate l'estate scorsa al Festival di Salisburgo - ma anche per la sua abilità di sapersi misurare con personaggi più moderni, come quelli delle opere di Casella e Stravinski. La sua voce ampia e di fascinoso timbro scuro, capace di una fantastica tavolozza di colori, di chiaroscuri e rigore stilistico, assieme ad un’interpretazione del personaggio frutto di una raffinata e appassionata teatralità, ha testimoniato la grande tradizione belcantistica italiana ovunque nel mondo. Il soprano Carmela Remigio ha portato lustro alla sua terra di origine nei principali Teatri e nei più importanti Festival musicali dei cinque continenti". Nel 2016 è stata insignita del prestigioso "Premio Abbiati" dall’Associazione Critici Musicali italiani, per “tecnica, musicalità, convincente gioco scenico che le permettono di fornire prove di indubbio valore, sostenute dall'adeguata conoscenza dello stile di ogni partitura”[5]. Nell’agosto 2016 ha anche raggiunto il record delle 450 recite del Don Giovanni, di cui ha interpretato ancora una volta il ruolo di Donna Anna al Festival di Salisburgo.

I suoi prossimi impegni includono, tra gli altri, Don Giovanni (Elvira) al Teatro La Fenice di Venezia; il debutto nell’Ecuba di Manfroce al Festival della Valle d’Itria e nella Lucrezia Borgia al Donizetti Opera Festival di Bergamo; la cantata La riconoscenza al Rossini Opera Festival; Pagliacci al Teatro Comunale di Bologna; La clemenza di Tito al Liceu di Barcellona; Rinaldo (Armida) al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

RepertorioModifica

Repertorio operistico
Ruolo Titolo Autore
Giulietta Capuleti I Capuleti e i Montecchi Bellini
Adalgisa
Clotilde
Norma
Norma Bellini
Micaela Carmen Bizet
Tatiana Evgenij Onegin Čajkovskij
Miranda La donna serpente Casella
Amelia Il castello di Kenilworth Donizetti
Anna Bolena
Giovanna Seymour
Anna Bolena Donizetti
Elisabetta I
Maria Stuarda
Maria Stuarda Donizetti
Elisabetta I Roberto Devereux Donizetti
Euridice Orfeo ed Euridice Gluck
Alceste Alceste Gluck
Marguerite Faust Gounod
Armida Rinaldo Händel
Cleopatra Giulio Cesare in Egitto Händel
Atalanta Serse Händel
Ilia Enea in Caonia Hasse
Hanna Glawari La vedova allegra Lehár
Nedda Pagliacci Leoncavallo
Ecuba Ecuba Manfroce
Malwina Der Vampyr Marschner
Suzel L'amico Fritz Mascagni
Nina Chérubin Massenet
Ottavia
Poppea
L'incoronazione di Poppea Monteverdi
Elettra
Ilia
Idomeneo Re di Creta Mozart
Contessa d'Almaviva
Susanna
Le nozze di Figaro Mozart
Donna Anna
Donna Elvira
Don Giovanni Mozart
Fiordiligi Così fan tutte Mozart
Pamina Die Zauberflote Mozart
Vitellia La clemenza di Tito Mozart
Eugenia La molinara Paisiello
Mimì La bohème Puccini
Liù Turandot Puccini
Isabella L'inganno felice Rossini
Elcia Mosè in Egitto Rossini
Anna Erisso Maometto secondo Rossini
Madama Cortese Il viaggio a Reims Rossini
Anna Trulove The Rake's Progress Stravinskij
Alice Alice Testoni
Violetta Valery La traviata Verdi
Amelia Grimaldi Simon Boccanegra Verdi
Desdemona Otello Verdi
Mrs Alice Ford Falstaff Verdi

DiscografiaModifica

  • Don Giovanni (Donna Anna) di W. A. Mozart, diretta da Claudio Abbado, Deutsche Grammophon;
  • Don Giovanni (Donna Anna) di W. A. Mozart, diretta da Daniel Harding, Virgin;
  • Maria Stuarda (Maria Stuarda) di G. Donizetti, diretta da Fabrizio Maria Carminati, Dynamic;
  • Norma (Adalgisa) di V. Bellini, diretta da Fabrizio Maria Carminati, Bongiovanni;
  • Chérubin (Nina) di G. Massenet, diretta da Emmanuel Villaume, Dynamic;
  • L'inganno felice (Isabella) di G. Rossini, diretta da Giancarlo Andretta, Mondo Musica;
  • La molinara (Eugenia) di G. Paisiello, diretta da Ivor Bolton, BMG Ricordi;
  • Stabat Mater di G. Rossini, diretta da Gianluigi Gelmetti, Agorà;
  • Sogno, arie di F. P. Tosti, al pianoforte Leone Magiera, Decca;
  • Gioachino Rossini - Arias, arie di G. Rossini, al pianoforte Leone Magiera, Decca;
  • Arie Sacre Verdiane, arie di G. Verdi, diretta da Myung-Whun Chung, Deutsche Grammophon.

VideografiaModifica

Anno Titolo
Ruolo
Cast Direttore Etichetta
2001 Maria Stuarda
Maria Stuarda
Sonia Ganassi, Joseph Calleja, Riccardo Zanellato Fabrizio Maria Carmianti Dynamic
2006 Chérubin
Nina
Michelle Breedt, Patrizia Ciofi, Giorgio Surjan Emmanuel Villaume Dynamic
2009 Il viaggio a Reims
Madama Cortese
Nicola Ulivieri, Daniela Barcellona, Juan Francisco Gatell Ottavio Dantone Vox Imago
2009 Don Giovanni
Donna Elvira
Ildebrando D'Arcangelo, Andrea Concetti, Myrtò Papatanasiu Riccardo Frizza Unitel Classica
2014 Otello
Desdemona
Gregory Kunde, Lucio Gallo Myung-Whun Chung Unitel Classica
2019 Il castello di Kenilworth
Amelia
Jessica Pratt, Xabier Anduaga, Stefan Pop Riccardo Frizza Dynamic

NoteModifica

  1. ^ AMADEUS - 400 volte Don Giovanni: Special Guest Carmela Remigio, in Belviveremedia.com, 15 luglio 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  2. ^ MOZART Don Giovanni Abbado - Download - Deutsche Grammophon Gesellschaft, su www.deutschegrammophon.com. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  3. ^ Carmela Remigio, voce da regina, in Il Centro. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  4. ^ Go Infoteam, Ambasciatori d'Abruzzo, Pagano premia Carmela Remigio, in NOTIZIE D'ABRUZZO. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  5. ^ A Carmela Remigio il Premio Abbiati, in https://www.pressreader.com/italy/il-messaggero-abruzzo/20160518/282462823153564.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN248429387 · ISNI (EN0000 0000 5552 1381 · LCCN (ENno00053114 · BNF (FRcb14219818q (data) · WorldCat Identities (ENno00-053114