Apri il menu principale
Claudio Cominardi
Claudio Cominardi 2016.jpg

Sottosegretario di Stato al Ministero del lavoro e delle politiche sociali
In carica
Inizio mandato 13 giugno 2018
Cotitolare Claudio Durigon
Presidente Giuseppe Conte
Predecessore Franca Biondelli
Luigi Bobba
Massimo Cassano

Deputato della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 15 marzo 2013
Legislature XVII, XVIII
Gruppo
parlamentare
Movimento 5 Stelle
Circoscrizione XVII:
Lombardia 2
XVIII:
Lombardia 3
Incarichi parlamentari
  • Componente della XI Commissione (Lavoro Pubblico e Privato) dal 7 maggio 2013
  • Componente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro dal 1º ottobre 2014)
  • Componente dell'Intergruppo parlamentare per l'innovazione tecnologica
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Movimento 5 Stelle
Titolo di studio Diploma di istituto professionale per il commercio
Professione Disegnatore e programmatore meccanico

Claudio Cominardi (Calcinate, 9 dicembre 1981) è un politico italiano, dal 13 giugno 2018 sottosegretario di Stato al Ministero del lavoro e delle politiche sociali del Governo Conte.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Calcinate (Bergamo), risiede da sempre a Palazzolo sull'Oglio (Brescia).

Tecnico della gestione aziendale a indirizzo informatico, ha lavorato per oltre quindici anni come attrezzista, disegnatore e programmatore nel settore metalmeccanico e chimico-plastico[1].

Attività politicaModifica

Nel 2007 si iscrive al Meetup Amici di Beppe Grillo di Brescia.

Alle elezioni amministrative del 2009 si candida sindaco di Palazzolo sull'Oglio nella prima lista del Movimento 5 Stelle della provincia di Brescia (Palazzolo a 5 Stelle).

Alle elezioni politiche del 2013 viene eletto alla Camera dei deputati nella circoscrizione VI Lombardia 2 per il Movimento 5 Stelle[2].

È membro della XI Commissione Lavoro Pubblico e Privato, componente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro e fa parte dell'Intergruppo parlamentare per l’innovazione tecnologica[3].

Alle elezioni politiche italiane del 2018 è rieletto nel plurinominale in Lombardia e il 12 giugno diventa sottosegretario al Lavoro sotto Luigi Di Maio nel Governo Conte di 5 Stelle e Lega.[4]

Attività parlamentareModifica

È stato primo firmatario delle proposte di legge per la riduzione dei compensi erogati agli amministratori delle società pubbliche partecipate e ai manager delle società quotate in Borsa (luglio 2014)[5], contro la delocalizzazione dei servizi di call center e a tutela dei lavoratori del settore (gennaio 2015)[6], per la riforma degli enti bilaterali paritetici (agosto 2016)[7].

È stato anche il primo firmatario della proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare di inchiesta sulle agevolazioni statali ottenute dalla Fiat dal Dopoguerra fino ai giorni nostri[8].

Nel corso dell'attività parlamentare ha osteggiato duramente la Riforma delle pensioni Fornero emanata dal Governo Monti ed è stato relatore di minoranza contro il Jobs Act promulgato dal Governo Renzi[9].

Lavoro e nuove tecnologieModifica

Nell'agosto del 2014 ha presentato la prima risoluzione sul tema della disoccupazione tecnologica[10]. La discussione della risoluzione ha visto susseguirsi in audizione esperti e rappresentanti delle maggiori realtà industriali e lavorative: Google Italia, Roland Berger, Rete Imprese Italia, Istituto Italiano di Tecnologia, Agenda Digitale, Alessandro Ovi, Maurizio Pallante, Domenico De Masi, Adapt, Isfol, Confindustria, Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Cobas[11].

Insieme alla collega Tiziana Ciprini è stato ideatore e promotore di Lavoro 2025, la prima ricerca predittiva interdisciplinare sull’evoluzione del lavoro nel prossimo decennio (Marsilio Editori)[12]. Coordinata dal sociologo Domenico De Masi, Lavoro 2025 è il frutto del contributo offerto da undici celebri esperti: Leonardo Becchetti, Federico Butera, Nicola Cacace, Luca De Biase, Donata Francescato, Diego Fusaro, Fabiano Longoni, Walter Passerini, Umberto Romagnoli, Riccardo Staglianò, Michele Tiraboschi[13].

Attraverso il format Lavoro 2025 Tour[13] svolge in tutta Italia attività di divulgazione sui temi della ricerca.

Nel marzo 2017 ha presentato alla Camera una mozione sulla robotica e l'intelligenza artificiale[14][15].

Sul tema della disoccupazione tecnologica e del reddito di cittadinanza, ha scritto l'introduzione al libro “La società degli automi” dell’autore Riccardo Campa (D Editore)[16].

Dall'estate del 2017 è blogger de Il Fatto Quotidiano sui temi del lavoro e dell'innovazione tecnologica[17].

Altre iniziativeModifica

Tra le varie iniziative parlamentari, ha intrapreso e sostenuto battaglie a favore dell'acqua pubblica[18], a tutela delle vittime di reati violenti intenzionali[19], contro le grandi opere come il Tav e Brebemi, contro l'utilizzo di pesticidi nocivi come il glifosate e, più in generale, sulle tematiche ambientali.

Per sensibilizzare i cittadini sul tema del consumo di suolo, con il collega Ferdinando Alberti ha promosso la produzione del docu-video musicale Trenta piò[20], realizzato dal rapper bresciano Dellino Farmer e dal cantautore Piergiorgio Cinelli.

NoteModifica

  1. ^ Blog di Claudio Cominardi - Sezione Chi sono, su claudiocominardi.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  2. ^ Camera dei Deputati - Scheda biografica di Claudio Cominardi, su camera.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  3. ^ Intergruppo Innovazione - Componenti, su parlamentari.org. URL consultato il 16 settembre 2017.
  4. ^ Governo, nominati 45 tra viceministri e sottosegretari
  5. ^ Proposta di legge 2493 del 26 giugno 2014, su camera.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  6. ^ Proposta di legge 2832 del 20 gennaio 2015, su camera.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  7. ^ Proposta di legge 4018 del 3 agosto 2016, su camera.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  8. ^ Proposta di legge 1409 del 21 luglio 2013, su camera.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  9. ^ Jobs Act - Interventi di Claudio Cominardi in Aula, su youtube.com. URL consultato il 16 settembre 2017.
  10. ^ Risoluzione in Commissione 7/00449 del 6 agosto 2014, su aic.camera.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  11. ^ Video delle audizioni svolte in Commissione Lavoro durante la discussione della risoluzione Cominardi sulla disoccupazione tecnologica, su youtube.com. URL consultato il 16 settembre 2017.
  12. ^ Lavoro 2025, il futuro dell'occupazione (e della disoccupazione) - Marsilio Editori, su marsilioeditori.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  13. ^ a b Blog di Claudio Cominardi - Sezione Lavoro 2025, su claudiocominardi.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  14. ^ Mozione 1/01559 del 27 marzo 2017, su aic.camera.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  15. ^ Video dell'intervento di presentazione della mozione in Aula, su youtube.com. URL consultato il 16 settembre 2017.
  16. ^ La società degli automi - D Editore, su deditore.com. URL consultato il 16 settembre 2017.
  17. ^ Blog di Claudio Cominardi su Ilfattoquotidiano.it, su ilfattoquotidiano.it. URL consultato il 16 settembre 2017.
  18. ^ Acqua pubblica - Interventi di Claudio Cominardi in Aula, su youtube.com. URL consultato il 16 settembre 2017.
  19. ^ Vittime di reati violenti intenzionali - Interventi di Claudio Cominardi in Aula e interviste, su youtube.com. URL consultato il 16 settembre 2017.
  20. ^ Dellino Farmer, Trenta piò: video ufficiale, su youtube.com. URL consultato il 16 settembre 2017.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica