Diego Fusaro

filosofo italiano

Diego Fusaro (Torino, 15 giugno 1983) è un saggista e opinionista italiano.

Diego Fusaro

BiografiaModifica

Studi e insegnamentoModifica

Diplomato al liceo classico Vittorio Alfieri di Torino, Fusaro ha conseguito la laurea in filosofia della storia e successivamente la laurea magistrale con una tesi in storia della filosofia moderna su Karl Marx presso l'Università di Torino.[1][2] Dopo aver conseguito un dottorato di ricerca presso l'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano in filosofia della storia, è stato ricercatore a tempo determinato di tipo A in storia della filosofia presso la stessa università dal 2011 al 2016.[3]

Altre attivitàModifica

A 16 anni crea un sito sulla filosofia, Filosofico.net, che ancora gestisce[4], e dal 20 giugno 2015 cura un blog per Il Fatto Quotidiano.[5] Nel marzo del 2017 ha fondato l'associazione culturale e rivista L'Interesse Nazionale, insieme con Giuseppe Azzinari e con Ivan Rizzi. Per un breve periodo, poco prima della sua chiusura, ha scritto per il settimanale Tempi.[6][7] Dal gennaio 2018 è titolare della rubrica Lampi del pensiero su Affaritaliani.it e, da maggio dello stesso anno, della rubrica settimanale La ragion populista su Il Primato Nazionale, rivista ufficiale del movimento neofascista CasaPound.[8] Ha una rubrica quotidiana chiamata Lampi del pensiero quotidiano su Radio Radio.[9] Per un certo periodo ha collaborato con Radio Padania Libera.[10] Da maggio 2022 cura "Controvento" una rubrica sul sito di disinformazione ByoBlu[11].

I rapporti con la politicaModifica

Elezioni amministrative del 2019Modifica

Nel 2019 si candida sindaco alle elezioni comunali di Gioia Tauro (Calabria) con la lista Risorgimento Meridionale per l'Italia, ottenendo il 2,84% dei voti e attestandosi all'ultimo posto.[12] Nella stessa tornata elettorale era stato designato dal candidato sindaco del Movimento 5 Stelle di Foligno come assessore alla cultura in caso di sua affermazione[13]: i pentastellati ottengono l'11,59% dei voti e vengono esclusi dal ballottaggio.[14]

Vox Italia (2019-2021)Modifica

Il 14 settembre 2019 fonda, insieme a Francesco Toscano,[15] il partito di orientamento sovranista e populista Vox Italia. Il mese dopo, il senatore Carlo Martelli aderisce a Vox Italia, portando il partito ad avere il primo rappresentante in Parlamento,[16] salvo uscirne nel 2021 per iscriversi ad Italexit.[17] Il partito partecipò a varie elezioni regionali e comunali, ma non riuscì mai ad ottenere più dello 0,5% dei voti.

Ancora Italia per la Sovranità Democratica (2021-2022)Modifica

Il 28 febbraio 2021 il partito cambia denominazione in Ancora Italia per la Sovranità Democratica;[18] nella stessa occasione, però, si consuma una scissione guidata dal segretario nazionale Giuseppe Sottile e da altri membri del partito contrari alla linea decisa in assemblea, che optano quindi per proseguire l'attività con la denominazione originale all'interno di Italexit, partito guidato da Gianluigi Paragone.[19][20] Il 9 giugno 2022 aderisce ad AI la senatrice Bianca Laura Granato, esponente del gruppo CAL (Costituzione, Ambiente, Lavoro)-Alternativa-PC-IdV.[21]

Il 2022 e l'abbandono di Ancora ItaliaModifica

Il 2 agosto 2022, in dissenso con la linea del partito, Diego Fusaro annuncia l'interruzione della sua collaborazione con Ancora Italia.[22] Le ragioni addotte da Fusaro sono molteplici: tra di esse, il proprio mancato riconoscimento come ideologo di Ancora Italia (inizialmente previsto dallo statuto di partito, poi ignorato e infine rimosso nel congresso di Napoli 2022), il mancato invito al congresso di Napoli nell'estate del 2022, la linea adottata in politica estera (a detta di Fusaro "troppo atlantista" e troppo poco filo-cinese) e infine l'alleanza elettorale con altre formazioni facenti capo al Partito Comunista di Marco Rizzo e Azione Civile di Antonio Ingroia all'interno della lista "Italia sovrana e popolare" in vista delle elezioni politiche del 25 settembre 2022.[23]

PosizioniModifica

Nelle sue pubblicazioni Fusaro ha trattato del pensiero di Marx nell'ottica dell'idealismo tedesco, accostando alla critica del sistema capitalistico elementi tratti dalla tradizione comunitarista e sovranista.[24] Afferma di seguire le orme del filosofo italiano Costanzo Preve, del quale si considera allievo, pur non avendo frequentato il liceo del professore.[25][26]

Ha appoggiato l'affissione di manifesti[27] da parte di un'organizzazione antiabortista e contraria ai diritti LGBT[28] legata a Forza Nuova [29], dichiarandosi altresì contrario al disegno di legge Zan contro l'omotransfobia, l'abilismo e il sessismo, che ha definito come uno strumento per per imporre il “nuovo ordine erotico”[27].

Sostiene che il transgenderismo eretto a modello mediatico si fonda sulla deregulation sessuale, sull’abbattimento di ogni limite e di ogni sovranità legati all’ambito della natura e della biologia[30] e che la carriera alias per le persone transgender, ovvero la possibilità di usare in nome di elezione invece di quello anagrafico nelle università sarebbe un'arma per dividere e distrarre le masse [31].

ControversieModifica

Premio "Margherita Hack"Modifica

Nel maggio 2022 Fusaro annuncia di avere ricevuto il Premio Margherita Hack a Venezia presso la "Biennale d'Arte (Padiglione Spoleto)" per meriti nella ricerca filosofica e per la capacità di pensare controcorrente.[32][33] Tuttavia, diversi osservatori fanno notare come in realtà il premio sia assegnato dall'associazione "Pro biennale", che non ha alcun legame né con i luoghi né con le dinamiche della famosissima mostra. Inoltre, si fa sempre notare che nei “siti” della Biennale d’Arte di Venezia non esiste alcun padiglione Spoleto e che ad organizzare il “Premio Margherita Hack” è stata un’agenzia privata chiamata “Agenzia Promoter”, guidata e diretta da Salvo Nugnes, il quale è stato manager di celebrities come Vittorio Sgarbi, Katia Ricciarelli, Romina Power e la stessa Margherita Hack.[34][35]

Infine, l’Istituto Nazionale di Astrofisica, apparentemente indicato come uno degli enti patrocinanti in un comunicato del 2018, non è mai stato contattato o coinvolto nella manifestazione e quindi il logo dell'Istituto sarebbe stato apposto senza alcuna autorizzazione.[36][37]

EurasianismoModifica

È uno dei seguaci italiani dell'Eurasiatismo di Aleksandr Gel'evič Dugin, che ha incontrato insieme a Gianluca Savoini, politico di estrema destra indagato per corruzione internazionale dalla procura di Milano. La dottrina dell'Eurasiatismo prevede la creazione dell'Eurasia, una nazione estesa dal Portogallo alla Russia, sotto l'egemonia russa[38]. Nel manifestare il suo appoggio alla Russia, Fusaro diffuse sui suoi profili social la notizia falsa che il presidente ucraino Volodymyr Zelens'kyj farebbe uso di cocaina[39].

Posizioni sui vaccini e sulla pandemia da COVID 19Modifica

Si è dichiarato contrario al decreto-legge n. 73 del 2017 relativo agli obblighi vaccinali, poiché il numero di vaccinazioni rese obbligatorie dal d.l., a suo dire, sarebbe eccessivo e ad esclusivo ritorno economico delle multinazionali farmaceutiche,[40] benché tale affermazione sia stata smentita dai dati del Ministero della salute sulla spesa farmaceutica nazionale.[41]

Per quanto riguarda la pandemia di COVID-19, ha sostenuto posizioni secondo le quali le misure di prevenzione sanitaria adottate dal governo conterrebbero elementi di tecniche di controllo sociale.[42][43][44]

Ha partecipato a manifestazioni "no vax" organizzate dall'organizzazione neofascista Forza Nuova, insieme a personaggi come l'autoproclamato patriarca Alessandro Meluzzi, Povia, l'arcivescovo teorico del complotto Carlo Maria Viganò, Carlo Taormina; nel 2022 partecipa a un incontro in appoggio ai neofascisti condannati per aver assalito e devastato la sede nazionale della CGIL[45][46]. Nel 2021 in un tweet dimostra involontariamente l'efficacia dei vaccini contro la diffusione del COVID[47].

Sui suoi profili social, Fusaro diffuse la notizia falsa secondo la quale il Green Pass, ovvero il documento che attesta la situazione sanitaria e vaccinale rispetto al virus COVID 19 e che autorizza gli spostamenti, venga bloccato automaticamente in caso un cittadino abbia tasse o multe non pagate[48].

OpereModifica

Traduzioni, curatele e commentiModifica

Altri contributiModifica

NoteModifica

  1. ^ Diego Fusaro, su uniese.it. URL consultato il 27 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2018).
  2. ^ Diego Fusaro arriva al Teatro Giordano, in Foggia ZON, 2 dicembre 2017. URL consultato il 27 settembre 2018 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2018).
  3. ^ Curriculum, su unisr.it (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).
  4. ^ Diego Fusaro presenta Filosofico.net, su raicultura.it. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  5. ^ Diego Fusaro, Il Fatto Quotidiano, in Il Fatto Quotidiano. URL consultato il 17 febbraio 2020.
  6. ^ Diego Fusaro passa dal marxismo 2.0 alla rivista più vicina ai cattolici conservatori di CL, in Giornalettismo, 17 luglio 2017. URL consultato il 25 novembre 2017.
  7. ^ Chiude Tempi, licenziamento immediato per redazione e dipendenti, in L’Huffington Post, 24 novembre 2017. URL consultato il 25 novembre 2017.
  8. ^ Diego Fusaro, la conversione del filosofo comunista: scriverà per la rivista di estrema destra, in Libero Quotidiano, 4 maggio 2018.
  9. ^ Diego Fusaro, Author at Radio Radio, su Radio Radio. URL consultato il 14 marzo 2020.
  10. ^ Perché le turbo-stupidaggini di Fusaro non fanno ridere ma sono pericolose, su The Vision, 23 settembre 2019. URL consultato il 14 marzo 2020.
  11. ^ Controvento, su byoblu.com. URL consultato il 21 ottobre 2022.
  12. ^ Gioia Tauro risultati elezioni comunali 2019, su corriere.it. URL consultato il 28 maggio 2019.
  13. ^ Foligno, ecco l’eventuale giunta M5s: Diego Fusaro assessore in pectore alla cultura, su umbria24.it. URL consultato il 15 agosto 2020.
  14. ^ 26/05/2019 Area ITALIA Regione UMBRIA Provincia PERUGIA Comune FOLIGNO, su elezionistorico.interno.gov.it.
  15. ^ Paolo Mossetti, Perché Vox, il nuovo partito di Diego Fusaro, è una cosa seria, in Wired Italia, 19 settembre 2019. URL consultato il 16 febbraio 2021.
  16. ^ Barbara Cottavoz, Il senatore novarese Martelli stregato da Diego Fusaro: passa al partito "Vox Italia", in La Stampa, 24 ottobre 2019. URL consultato il 14 dicembre 2020 (archiviato il 14 dicembre 2020).
  17. ^ Fiducia al governo, cosa succede oggi. Draghi punta al record di consensi in Senato. Scendono i no grillini, su repubblica.it, 17 febbraio 2021. URL consultato il 4 aprile 2021.
    «Gianluigi Paragone, Michele Giarrusso e Carlo Martelli. Usciti, cacciati, espulsi dal M5S, hanno trovato riparo in ItalExit, un partito molto antieuropeista.»
  18. ^ Vox Italia diventa un partito: nasce AISD, su oltrelalinea.news, 28 febbraio 2021. URL consultato il 22 marzo 2021.
  19. ^ Comunicato dirigenti nazionali e regionali Vox Italia, su facebook.com, 28 febbraio 2021. URL consultato il 22 marzo 2021.
  20. ^ Giuseppe Sottile nel direttivo nazionale di Italexit, su tempostretto.it, 22 giugno 2021. URL consultato il 22 agosto 2022.
  21. ^ Senato: Granato aderisce a 'Ancora Italia', su iltempo.it, 9 giugno 2022. URL consultato il 10 giugno 2022.
  22. ^ Diego Fusaro, addio ad Ancora Italia: "Ecco perchè lascio". Il video, su Affaritaliani.it. URL consultato il 2 agosto 2022.
  23. ^ Diego Fusaro, addio ad Ancora Italia: "Ecco perchè lascio". Il video, su Affaritaliani.it. URL consultato il 20 agosto 2022.
  24. ^ Diego Fusaro, Il «Capitale» di Karl Marx. Un trionfo dell'idealismo tedesco, Consorzio Festivalfilosofia, 2013, ISBN 978-88-6703-025-5. URL consultato il 27 settembre 2018.
  25. ^ Carmelo Caruso, Ritratto di Diego Fusaro, il filosofo populista - Panorama, in Panorama, 23 aprile 2018. URL consultato il 27 settembre 2018.
  26. ^ In memoria di Preve. URL consultato il 22 novembre 2018.
  27. ^ a b provitaefamiglia.it, https://www.provitaefamiglia.it/blog/ddl-omofobia-fusaro-manifesti-di-pro-vita-famiglia-efficaci-perche-risvegliano-le-coscienze. URL consultato il 21 ottobre 2022.
  28. ^ La Destra porta in Parlamento i Pro-Vita: tra cimiteri dei feti e ministeri anti-gender, chi sono i nuovi Pillon, su espresso.repubblica.it. URL consultato il 21 ottobre 2022.
  29. ^ Tutti i legami tra Pro Vita e Forza Nuova, su corriere.it. URL consultato il 21 ottobre 2022.
  30. ^ Transgender, perché la nostra società li santifica, su ilfattoquotidiano.it. URL consultato il 21 ottobre 2022.
  31. ^ DIRITTI TRANSGENDER PER DISTRARRE LE MASSE - Diego Fusaro, su youtube.com. URL consultato il 21 ottobre 2022.
  32. ^ (EN) Premio Margherita Hack 2022 conferito a Diego Fusaro, su IASSP. URL consultato il 19 agosto 2022.
  33. ^ Premio Margherita Hack 2022 a Diego Fusaro, su Diego Fusaro, 16 maggio 2022. URL consultato il 19 agosto 2022.
  34. ^ Tutto quello che non torna nel "prestigiosissimo" premio Margherita Hack ricevuto da Fusaro, su nextQuotidiano, 17 maggio 2022. URL consultato il 19 agosto 2022.
  35. ^ Imprecisioni su Diego Fusaro, Biennale e consegna del 'Premio Margherita Hack', su Bufale, 17 maggio 2022. URL consultato il 19 agosto 2022.
  36. ^ Premio Margherita Hack a Diego Fusaro: le perplessità del CICAP, su CICAP. URL consultato il 19 agosto 2022.
  37. ^ Comunicazione sul premio "Margherita Hack", su inaf.it.
  38. ^ Dugin e l’Italia: da Lega e CasaPound a Fusaro e i complottisti, ecco la galassia dell'ideologo russo nel nostro Paese, su repubblica.it.
  39. ^ https://www.dossierduepuntouno.it/diego-fusaro-tra-guerra-e-bufale/, su dossierduepuntouno.it.
  40. ^ Anna Masera, Sulla protesta contro i vaccini obbligatori, in La Stampa, 11 luglio 2017.
  41. ^ Vaccini, la bufala dei costi e degli incassi di Big pharma, in La Repubblica, 24 giugno 2017.
  42. ^ Diego Fusaro, Aprite gli occhi: non siamo davanti ad un’emergenza sanitaria ma a una riorganizzazione della vita, su radioradio.it, 10 agosto 2021.
  43. ^ Covid, mascherina obbligatoria per 5 anni: l'uniforme del potere sanitario, su affaritaliani.it. URL consultato il 28 agosto 2021.
  44. ^ Nuova manifestazione contro green pass e obbligo dei vaccini ai minori, arriva Diego Fusaro, in Il Pescara. URL consultato il 28 agosto 2021.
  45. ^ Neofascisti, No Vax, complottisti e No Pass: la riunione a Roma un anno dopo l'assalto alla Cgil, su repubblica.it. URL consultato il 21 ottobre 2022.
  46. ^ Un anno fa l’assalto alla Cgil, oggi gli squadristi usciti dal carcere si riorganizzano a pochi metri, su fanpage.it. URL consultato il 21 ottobre 2022.
  47. ^ Covid, lo svarione del filosofo sovranista Diego Fusaro. Con un post mostra involontariamente l'efficacia dei vaccini, su repubblica.it. URL consultato il 21 ottobre 2022.
  48. ^ La bufala del “blocco fiscale” nel Green Pass per obbligarvi a pagare le tasse, su open.online.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN232651417 · ISNI (EN0000 0003 6762 4136 · SBN PARV361509 · LCCN (ENno2006134822 · GND (DE133821579 · BNE (ESXX5499754 (data) · BNF (FRcb155849197 (data) · J9U (ENHE987007421242405171 · NSK (HR000740137 · CONOR.SI (SL232346467 · WorldCat Identities (ENlccn-no2006134822