Apri il menu principale
Il D-Reaper che ingloba il quartiere di Shinjuku a Tokyo

Il D-Reaper, anche conosciuto come "il vero nemico", è una forma di vita digitale che appare nella terza serie anime dedicata all'universo di Digimon, Digimon Tamers. Contrariamente alla maggior parte degli abitanti di Digiworld, in Tamers, questo non è un Digimon; mentre i Digimon discendono dal sistema di fauna virtuale creato dai "Pionieri Digitali", il D-Reaper fu presumibilmente creato alla fine degli anni settanta dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti come programma di sicurezza per il loro progetto "ECHELON". È possibile che il D-Reaper sia solo un discendente del programma originale, tuttavia, che originariamente era conosciuto come "Reaper". Il solo scopo del D-Reaper consiste nell'epurare Digiworld una volta che il numero di forme di vita all'interno di esso sorpassi un certo numero, cercando di adempiere a questo compito con un'efficienza letale. Si trova in ibernazione nelle profondità del mondo digitale all'inizio di Tamers, ma viene risvegliato ed inizia ad imperversare per il mondo digitale e per quello reale alla fine della serie. Anche se inizialmente si presenta in uno stato piuttosto primitivo, si pensa che la sua abilità di diventare abbastanza potente da controllare completamente Digiworld sia stata causata dalla sua ibernazione così in profondità all'interno del mondo digitale, tanto da connetterlo ad un'altra dimensione.[1]

Nonostante sia un personaggio immaginario, le origini e la storia del D-Reaper sono collegate ad eventi ed organizzazioni realmente esistenti, come l'attacco del virus "Creeper", uno dei primi worm per computer a diffondersi significativamente, ed ECHELON, una reale rete segreta di rilevanza mondiale che si occupa di sistemi di sorveglianza.

Il D-Reaper, campionando le conoscenze e le caratteristiche di Jeri Katou, rapita da lui proprio a questo scopo, parla con la stessa voce della ragazza. È quindi doppiato da Yoko Asada nella versione giapponese, da Bridget Hoffman in quella inglese e da Daniela Calò nel doppiaggio italiano.

Concezione e designModifica

Quando era impegnato a disegnare il D-Reaper, lo scrittore capo di Tamers Chiaki J. Konaka stava cercando un nemico per l'ultima saga della serie che non fosse "né un Digimon né un essere umano". Per poter creare questa entità, riunì insieme i tre disegnatori principali che avevano lavorato su Tamers.

«C'era il signor Kenji Watanabe, creatore del Digimon virtual pet e dei giochi. C'era il signor Katsuyoshi Nakatsuru, disegnatore dei personaggi umani. C'era il signor Shinji Aramaki, disegnatore delle scene di combattimento, ma anche di personaggi. Credevo che se questi tre avessero usato la loro immaginazione ed ideato il D-Reaper in competizione l'uno con l'altro, sarebbe nato un antagonista mai visto prima.»

Ognuna delle varie forme del D-Reaper fu creata da uno di questi artisti, ad eccezione del "Reaper", a cui lavorarono insieme sia Watanabe che Nakatsuru. Il design estetico generale del D-Reaper era quello di una "creatura digitale", esemplificata in alcuni dettagli come i contorni simili a dei puzzle degli Agenti o la costruzione di cavi telefonici/fibra ottica del Reaper e del Mother D-Reaper. Konaka sottolineò che lui rimase affascinato specialmente dai dettagli, ad esempio le ali dell'ADR-02.[2] Aramaki fu anche il responsabile del design della "Zona D-Reaper" quando questa appare sulla Terra.[3]

PersonalitàModifica

Il D-Reaper è freddo e calcolatore, senza alcuna concezione di morale o etica. A differenza di molti altri antagonisti del franchise, il D-Reaper non agisce perché mosso da desideri o ambizioni personali, ma solo in accordo a ciò che egli ritiene essere la sua programmazione. In originale, il D-Reaper si riferisce sempre a se stesso in terza persona. La maggior parte delle forme con cui si materializza non mostrano una vera e propria personalità, risultando dei semplici fantocci guidati da un'intelligenza collettiva, anche se qualcuno di loro può fungere da portavoce per il pensiero del programma. L'unica dotata di una certa individualità è l'agente ADR-01, mostrando una personalità sadica e crudele nei confronti di Takato e Jeri, deridendo le loro sofferenze e apparendo terrorizzata quando viene riassorbita dalla massa principale del campo digitale. Il D-Reaper mostra curiosità nel cercare di analizzare e comprendere le emozioni e i concetti umani; curiosità che, a detta di Shibumi, è dovuta al fatto che, come l'essere umano, prova terrore per tutto ciò che non conosce. Nel corso della sua permanenza nel mondo umano, il programma sviluppa una visione dell'umanità estremamente misantropa e pessimistica, vedendo gli esseri umani come contraddittori e deboli, capaci solo di farsi del male tra di loro per un proprio tornaconto personale; ritenendoli non diversi dagli stessi digimon che hanno creato, portati a uccidersi tra di loro solo per proseguire nella loro, limitata, evoluzione. Verso la fine, comunque, appare evidente, specialmente nell'originale giapponese, che tale visione sia progressivamente degenerata in un vero e proprio nichilismo: nel continuo tentativo di comprendere quali siano i dati inutili che è suo compito cancellare, il D-Reaper arriva a considerare tali sia il mondo digitale che quello reale, arrivando a sostenere che ne loro, ne gli esseri viventi che li popolano, sarebbero mai dovuti esistere.

StoriaModifica

Digimon TamersModifica

Il programma Reaper fu creato nei tardi anni '70, presumibilmente dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, prima dei Digimon e persino dei Digignomi, che apparvero nei tardi anni ottanta. Anche se ciò avvenne solo trent'anni prima dell'inizio della serie, in un Digiworld a crescita rapidissima ciò è paragonabile al periodo Cambriano (anni 542-488). Fu progettato affinché, qualora il numero delle forme di vita digitali sorpassasse un certo numero, le cancellasse per poi tornare ad uno stato di quiescenza, così da prevenire il sovraccarico di Digiworld. Tuttavia, quando fu scritto, il mondo digitale aveva piuttosto poco spazio RAM e, mentre la rete si espandeva esponenzialmente, il limite di avvio del D-Reaper permaneva basato sulla precedente figura molto meno popolata. Senza nulla da fare, il programma del D-Reaper divenne inattivo e rimase in profondità all'interno dei recessi della rete.[1]

Approssimativamente in quel periodo, il virus "Creeper" infettò ARPANET, la rete di proprietà del Dipartimento della Difesa. Fu cancellato dal programma "Reaper", che fu presumibilmente creato per quest'unico scopo.[4]

Nel 1980, il progetto di ricerca sulla Vita Artificiale "Tierra" diede il via alle operazioni. In ogni caso, il programma Reaper causò un genocidio di massa delle forme di vita virtuale appartenenti al progetto Tierra quando queste si moltiplicarono al di là di un certo limite di memoria. Per tutti gli anni '80, il sistema SIGINT conosciuto come "ECHELON" diede anch'esso il via alle operazioni tramite la leadership del Dipartimento della Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, che costruì basi per le comunicazioni in varie nazioni in tutto il globo. Si pensa che il programma di difesa utilizzato da ECHELON sia un predecessore del D-Reaper o il programma stesso.[4]

Negli anni 2000, la rete si era espansa esponenzialmente. Ciò creò un enorme flusso di dati all'interno di Digiworld, che i Digimon sfruttarono per digievolvere e mutare. Anche se il sistema era grande abbastanza per sopportare questo peso, il Digimon Supremo Azulongmon sentì che ciò poteva risvegliare il D-Reaper e, con l'aiuto dei Digignomi, trasformò il programma Catalizzatore nella forma di un Digimon, Calumon. Anche se ciò rallentò enormemente la crescita e la Digievoluzione dei Digimon, non era sufficiente per placare il D-Reaper, che presto si riattivò. In quel periodo, tuttavia, si trovava ancora nel suo stadio più primitivo ed i Supremi tentarono di trovare soluzioni prima che il problema divenisse troppo grosso.[1][4]

Il primo compito del Reaper fu di eliminare il worm per computer Morris. Nel 1990, il D-Reaper attaccò il Digiworld appena nato, che era stato di recente popolato dai Digimon. Il Reaper continuò a seguire il suo programma cancellando Digimon ed assorbendo i loro dati e presto andò incontro ad un'evoluzione lui stesso, digievolvendo oltre i normali Digimon e divenendo anche più potente del livello mega. Quindi, si seppellì autonomamente nelle profondità di Digiworld e passò ad uno stato quiescente, trasformandosi in un essere senziente.

Al suo risveglio, il D-Reaper rapisce Jeri per imparare qualcosa in più riguardo agli esseri umani, creando il suo primo Agente e conducendolo nel mondo reale. La parte principale del D-Reaper segue quindi i Domatori nel mondo reale tramite il sistema di Hypnos, iniziando immediatamente a diffondersi per il quartiere di Shinjuku, tenendo la Sfera Kernel in alto, in mezzo alle due torri del palazzo di Hypnos e segregando Jeri al suo interno come fonte di energia per via del suo dolore. Solo i Digimon biodigievoluti e di livello mega (come Beelzemon) sono in grado di combattere il D-Reaper, finché quest'ultimo non evolve nel Mother D-Reaper. Alla fine, il D-Reaper comincia un attacco globale alle reti di telecomunicazione della Terra e la maggior parte di Digiworld viene distrutta dall'entità digitale. Stabilisce inoltre che sia gli esseri umani che i Digimon siano ereditariamente distruttivi e quindi inadatti a vivere. Il D-Reaper richiama il Cable Reaper da Digiworld per assisterlo nella sua opera. Tuttavia, grazie agli sforzi combinati di tutti gli individui coinvolti nell'Operazione Buco Nero, il D-Reaper viene fatto regredire al suo originale stato inoffensivo, non più complesso di un normale calcolatore. MegaGargomon riesce ad invertire il flusso del varco attraverso il quale era passato il Cable Reaper quando quest'ultimo viene nuovamente trascinato a Digiworld dai Digimon Supremi, superando la velocità della luce e facendo così risucchiare dal vortice il Mother D-Reaper e tutta la massa del caos. Grazie a questo il D-Reaper retrocede (devolvere) fino a ridursi ad un semplice codice binario per poi essere eliminato senza problemi.

FormeModifica

Il D-Reaper incontrato dai Domatori è considerevolmente diverso dal semplice programma per computer da cui si originò. Nel mondo digitale il D-Reaper appare nella forma di una grande massa caotica di melma rossa. Qualsiasi tipo di dato che viene in contatto con l'entità digitale viene immediatamente assorbito e disintegrato. Nonostante questo, i Digimon sono in grado di combattere contro il D-Reaper.

Nel mondo reale il D-Reaper appare ancora come una massa rossa. Tuttavia, non può assorbire oggetti così velocemente come a Digiworld. Lavora infatti più lentamente e si adatta alle situazioni studiando il mondo reale. Inoltre, le armi convenzionali come i missili non hanno effetti rilevanti sul D-Reaper.

AgentiModifica

Per compiere i suoi obiettivi, il D-Reaper utilizza una varietà di forme conosciute come "ADR" o "Agenti del D-Reaper". Contrariamente agli esseri umani e ai Digimon, gli ADR non sono esseri individuali e agiscono conformemente alla coscienza singola del D-Reaper. Quando agiscono al di fuori della Zona D-Reaper, sono connessi ad esso tramite dei cavi rossi, simili nelle loro funzioni a dei cordoni ombelicali. Quando questi cordoni vengono tagliati, l'Agente diventa molto più debole e facile da sconfiggere; inoltre, gli Agenti più deboli si distruggono completamente. Quando il D-Reaper crea un nuovo tipo di ADR, continuerà ad usarlo finché questo non sarà più utile o efficiente. Ai vari ADR viene conferito un nome secondo l'ordine in cui sono stati creati, anche se essi posseggono nomi in codice basati sul loro aspetto e sulle loro funzioni.[2]

ADR-01: Jeri TypeModifica

D-Reaper ADR-01: Jeri Type
(デ・リーパー ADR-01: 樹莉タイプ 
D-Reaper ADR-01: Juri Type
)
Livello~Mega[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
DoppiatoreYoko Asada  
Bridget Hoffman  
Doppiatore it.Daniela Calò
Tiponessuno
GruppoDigimon spia
FamigliaZona D-Reaper

L'ADR-01: Jeri Type è un Agente Spia la cui forma è basata su Jeri Katou quando la ragazza inizia a cadere in depressione, creata per analizzare il pensiero umano. Inizialmente è identica a Jeri, ma può evolvere in diverse variazioni. È stato disegnato da Katsuyoshi Nakatsuru.[2]

Digimon TamersModifica

Questo Agente è stato creato a scopo di spionaggio, facendo finta di essere Jeri mentre la ragazza è imprigionata nella Sfera Kernel. Lo Jeri-Type è unico tra gli Agenti ed è l'unico a non avere un cordone connesso al D-Reaper. Alla fine rivela la sua vera forma a Takato dopo averlo sedotto ed aver manipolato i sentimenti del ragazzo con il suo Scanner Mentale, scavando nei ricordi chiave relativi a Jeri di Takato. Viene scacciata dall'Amore Oceanico di MarineAngemon. Inizialmente lo Jeri-Type è assolutamente identico alla vera Jeri, ma, quando si rivela, assume un aspetto più adulto, a piedi nudi, dalla pelle blu, una forma quasi demoniaca basata sull'aspetto di Jeri. Viene infine riassorbita dal D-Reaper quando questo diventa il Mother D-Reaper. È un Agente dalla forza fuori dal comune, il suo volto serve da prima difesa per il Mother D-Reaper, mentre la sua versione senza volto, più forte della precedente, costituisce l'ultima difesa. Viene infine distrutta una volta per tutte da Gallantmon Crimson Mode. I fan l'hanno soprannominata "J-Reaper".

Attacchi

ADR-02: SearcherModifica

D-Reaper ADR-02: Searcher
(デ・リーパー ADR-02: サーチャー)
Livello~Campione[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon per le raccolte
d'intelligenza
FamigliaZona D-Reaper

L'ADR-02: Searcher è un Agente per le Raccolte d'Intelligenza. È piccolo e non ha capacità offensive, ma solitamente appare in grandi sciami. È stato disegnato da Kenji Watanabe.[2]

Digimon TamersModifica

Creati per la raccolta d'informazioni, questi piccoli Agenti simili ad uccelli appaiono spesso in grande numero. Sono l'unico tipo di Agente che non è costruito per il combattimento. Inizialmente, i Domatori sono piuttosto prudenti quando hanno a che fare con essi, ma presto scoprono che sono relativamente innocui. Dopo che i Domatori riguadagnano l'abilità di biodigievolvere, Gallantmon distrugge un gran numero di questi Agenti.

Attacchi
  • Gokumon Chou no Haoto (獄門蝶の羽音 Buzz of the Prison Gate Butterfly?, Squillo del Cancello della Prigione Farfalla)
  • Jamming Hertz (Affollamento di Hertz)[7]

ADR-03: Pendulum FeetModifica

D-Reaper ADR-03: Pendulum Feet
(デ・リーパー ADR-03: ペンデュラムフィート)
Livello~Evoluto[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon per l'attacco contraereo
FamigliaZona D-Reaper

L'ADR-03: Pendulum Feet è un Agente per l'Attacco Contraereo. È il primo Agente offensivo creato dal D-Reaper ed usa le sue estensioni fluttuanti per eseguire attacchi da lontano. È stato disegnato da Kenji Watanabe.[2]

Digimon TamersModifica

Il primo Agente del D-Reaper che i Domatori affrontano assomiglia ad uno stereotipico fantasma con un corpo simile ad una veste, un volto simile a quello di una zucca e degli arti simili a dei cordoni con delle falci alle estremità. Ha l'abilità di copiare gli attacchi dei Digimon avversari. Costruito per il combattimento aereo, dispone di un attacco a pendolo a lunga distanza. Successivamente viene distrutto da Beelzemon Blast Mode. Un maggior numero di ADR-03 appare dopo che i Domatori riguadagnano l'abilità di biodigievolvere, ma gli Agenti vengono facilmente distrutti da Sakuyamon.

Attacchi

ADR-04: BubblesModifica

D-Reaper ADR-04: Bubbles
(デ・リーパー ADR-04: バブルス)
Livello~Campione[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon per
combattimenti terrestri
FamigliaZona D-Reaper

L'ADR-04: Bubbles è un Agente per Combattimenti Terrestri. Come il Searcher, è un piccolo Agente che appare in sciami, ma è in grado di usare i fucili a moto ondulatorio sulle proprie braccia per attaccare. È stato disegnato da Shinji Aramaki.[2]

Digimon TamersModifica

Sono dei piccoli Agenti simili a calamari costruiti per assalti terrestri; questi Agenti hanno dei cannoni ad impulso impiantati nelle loro braccia e si muovono in gruppo.

Attacchi
  • 35mm α Houkai Sokushahou (35mm α崩壊速射砲 35mm α Decay Rapid-fire Cannon?, Cannoni a ripetizione a decadimento α da 35mm)
  • Bomba d'Energia[9]

ADR-05: Creep HandsModifica

D-Reaper ADR-05: Creep Hands
(デ・リーパー ADR-05: クリープハンズ)
Livello~Evoluto[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon per lotta
corpo a corpo
FamigliaZona D-Reaper

L'ADR-05: Creep Hands è un Agente per Lotta Corpo a Corpo. È un'unità offensiva di media grandezza, che usa le sue braccia estensibili a forma di spirale per muoversi e per attaccare ravvicinatamente. È stato disegnato da Shinji Aramaki.[2]

Digimon TamersModifica

Questo Agente di media stazza è stato adattato al combattimento ravvicinato. Le sue braccia sono estensibili. Eliminato da Gallantmon e da MegaGargomon nel primo combattimento.

Attacchi
  • Rasen no Benwan (螺旋の鞭腕 Helix Whipping Arm?, Braccia Frustanti ad Elica)
  • Squeeze Vine (Liane Stritolanti)[10]

ADR-06: Horn StrikerModifica

D-Reaper ADR-06: Horn Striker
(デ・リーパー ADR-06: ホーンストライカー)
Livello~Mega[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon per il comando militare
FamigliaZona D-Reaper

L'ADR-06: Horn Striker è un Agente per il Comando Militare. È un'unità di combattimento di media grandezza e di incredibile potenza. È stato disegnato da Katsuyoshi Nakatsuru.[2]

Digimon TamersModifica

Questo Agente simile ad un coleottero verde è un avversario formidabile. Quando viene ferito può raggiungere proporzioni gigantesche, approssimativamente le stesse dell'enorme MegaGargomon. È molto forte e sono necessari gli sforzi combinati di Sakuyamon, MegaGargomon, Justimon e Antylamon per eliminarlo. Sono prodotti in massa per occuparsi della seconda difesa del D-Reaper, ma vengono facilmente distrutti da Gallantmon Crimson Mode.

Attacchi
  • Engetsugeri (円月蹴り Circle Moon Kick?, Calcio della Mezzaluna)[11]
  • Baldy Blow (Colpo a Mani Nude)[11]

ADR-07: Paratice HeadModifica

D-Reaper ADR-07: Paratice Head
(デ・リーパー ADR-07: パラティスヘッド)
Livello~Mega[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon per la ricognizione
in forze
FamigliaZona D-Reaper

L'ADR-07: Paratice Head (una traslitterazione errata di Palates Head) è un Agente per la Ricognizione in Forze. È di dimensioni piuttosto grandi ed è in qualche modo simile al boss di metà livello di un videogioco. Esegue attacchi sinistri ed imprevedibili. È stato disegnato da Kenji Watanabe.[2]

Digimon TamersModifica

Lo schema dei suoi attacchi è imprevedibile e la sua voce è uguale a quella di Jeri. Eliminato da Guardromon e Justimon. Un altro viene ucciso dal solo Guardromon. Uno dei suoi molti attacchi consiste nello sparare un raggio d'energia rossa presumibilmente o da una delle tante bocche disposte sul corpo dell'Agente o dai suoi tentacoli.

Attacchi
  • Kyougeki no Koudan (虚撃の口弾 Empty Attack of Mouth Shots?, Attacco a Vuoto dei Colpi di Bocca)
  • Möbius Bite (Morso di Möbius)[12]

ADR-08: OptimizerModifica

D-Reaper ADR-08: Optimizer
(デ・リーパー ADR-08: オプティナイザー)
Livello~Mega[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon nave madre
FamigliaZona D-Reaper

L'ADR-08: Optimizer è un Agente Nave Madre. È grande ed è in qualche modo simile al boss di metà livello di un videogioco. È stato disegnato da Kenji Watanabe, che ne focalizzò il design basandosi sulla sua enorme stazza.[2]

Digimon TamersModifica

Questo gigantesco Agente è una sorta di nave trasportatrice che contiene gli Agenti Bubbles all'interno del suo corpo. Può anche emettere un potente colpo d'energia blu dalla sua bocca. Si dimostra un avversario difficile da sconfiggere per Gallantmon, Sakuyamon, Justimon e Guardromon. Viene distrutto da Gallantmon quando questo ottiene Grani. Un secondo Optimizer viene distrutto nell'ultimo episodio dall'Amethyst Mandala di Sakuyamon.

Attacchi
  • 46cm α Houkai Hou (46cm α崩壊砲 46cm α Decay Cannon?, Cannone a decadimento α da 46cm)
  • Pugno di Tuono[13]

ADR-09: GatekeeperModifica

D-Reaper ADR-09: Gatekeeper
(デ・リーパー ADR-09: ゲートキーパー)
Livello~Mega[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon per la difesa
della base
FamigliaZona D-Reaper

L'ADR-09: Gatekeeper, anche conosciuto come "la Sfera del D-Reaper", è un Agente per la Difesa della Base. È formato per proteggere il nucleo del D-Reaper, la Sfera Kernel. È stato disegnato da Katsuyoshi Nakatsuru.[2]

Digimon TamersModifica

Questo Agente si forma intorno alla Sfera Kernel per proteggerla. Viene poi riassimilato all'interno del D-Reaper, formando il volto del D-Reaper nell'episodio "Verso la Battaglia Finale".

Attacchi
  • Active Wing (Volo Attivo)
  • 35mm α Houkai Sokushahou (35mm α崩壊速射砲 35mm α Decay Rapid-fire Cannon?, Cannoni a ripetizione a decadimento α da 35mm)

ReaperModifica

Reaper
(リーパー)
Livello~Mega[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon per le sintesi
delle abilità
FamigliaZona D-Reaper

Il Reaper, anche conosciuto come "Cable Reaper", è un Agente per la Sintesi delle Abilità. È la forma finale del D-Reaper, creato quando tutti i suoi Agenti rimanenti si fondono insieme per concentrare tutte le loro capacità d'attacco, superando i limiti dello stesso D-Reaper. È stato disegnato da Kenji Watanabe e Katsuyoshi Nakatsuru, che gli fornirono delle falci per simbolizzare che il Reaper rappresenta la personificazione della Morte.[2]

Digimon TamersModifica

La combinazione di tutti gli Agenti del D-Reaper a Digiworld oltrepassa i suoi stessi simili e per completare il suo piano deve infine fondersi con il Mother D-Reaper. Tuttavia, viene trascinato nuovamente a Digiworld dai Supremi, permettendo l'inizio dell'Operazione Buco Nero.

Attacchi
  • Shinigami no Kama (死神の鎌 Death God's Sickle?, Falce del Dio della Morte)
  • α Houkai Dan (α崩壊弾 α Decay Shot?, Colpo di decadimento α)

Mother D-ReaperModifica

Mother D-Reaper
(マザー デ・リーパー)
Livello~Mega[5]
Prima apparizioneDigimon Tamers
Tiponessuno
GruppoDigimon per le sintesi
delle abilità
FamigliaZona D-Reaper

Il Mother D-Reaper è un Agente per la Sintesi delle Abilità. È la forma che viene creata quando il D-Reaper si unisce all'ADR-01, all'ADR-09 e alla coscienza degli esseri umani e dei Digimon che ha inglobato. Il suo corpo è composto da un numero infinito di cordoni, fibre ottiche e cavi elettrici e telefonici, inglobando anche l'intero quartiere di Shinjuku con la sua apparizione. È stato disegnato da Kenji Watanabe.[2] La sua maschera assomiglia molto a quella di Lilith in Neon Genesis Evangelion.

Digimon TamersModifica

Usando l'energia negativa di Jeri, il D-Reaper che si trova nel mondo reale va incontro ad un'evoluzione avanzata, riassorbendo i suoi agenti e creando il Mother D-Reaper. Riesce a creare versioni più potenti dei suoi Agenti più letali ed ingloba l'intero quartiere di Shinjuku. I Domatori riescono a penetrare al suo interno (grazie alla Carta Rossa) e a salvare Jeri prima che il Mother D-Reaper cada vittima dell'Operazione Buco Nero. Viene infatti risucchiato all'interno di Shaggai e regredisce in un programma inoffensivo. Prima della sua distruzione, assomiglia ad una grossa massa rossa con una strana corona, quasi azteca o egiziana, e diversi occhi.

Attacchi
  • Shoumetsu no Hadou (錆滅の波動 Wave of Entropy?, Onda d'Entropia)
  • 175mm α Houkai Dan (175mm α崩壊弾 175mm α Decay Shot?, Colpo di decadimento α da 175mm)

Concetti similiModifica

Chiaki J. Konaka, lo scrittore capo di Digimon Tamers, è anche uno degli scrittori del Ciclo di Cthulhu ed il D-Reaper è basato principalmente sugli antichi orrori dei lavori di Howard Phillips Lovecraft, in stato di quiescenza fino al loro risveglio e alla distruzione del mondo. Ha anche qualcosa in comune con la fusione Rei/Lilith in Neon Genesis Evangelion; come la fusione Rei/Lilith, il D-Reaper prova ad estirpare le emozioni illogiche ed i sentimenti negativi dell'umanità; inoltre, la maschera del Mother D-Reaper è molto simile a quella di Lilith. Ad un certo punto il D-Reaper materializza anche una gigantesca replica della testa di Jeri per attaccare mentre la vera Jeri è ancora prigioniera al suo interno, con una dinamica molto simile alla scena in cui la maschera della fusione Rei/Lilith cade solo per rivelare il volto di Rei.

NoteModifica

  1. ^ a b c Risorse di Digimon Tamers: il Rapporto D-Reaper
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m Risorse di Digimon Tamers: Variazioni degli ADR
  3. ^ Lavori di design di Shinji Aramaki
  4. ^ a b c Risorse di Digimon Tamers: Cronache di Digiworld e delle Creature Virtuali
  5. ^ a b c d e f g h i j k Il simbolo "~" posto accanto al livello indica che l'Agente, non essendo propriamente un Digimon, ha una forza ed una potenza paragonabile a quel livello.
  6. ^ L'ADR-01 condivide questa tecnica con Starmon.
  7. ^ L'ADR-02 condivide questa tecnica con Searchmon.
  8. ^ L'ADR-03 condivide questa tecnica con Snimon.
  9. ^ L'ADR-04 condivide questa tecnica con MetalMamemon.
  10. ^ L'ADR-05 condivide questa tecnica con Weedmon.
  11. ^ a b L'ADR-06 condivide questa tecnica con WereGarurumon.
  12. ^ L'ADR-07 condivide questa tecnica con Gryphonmon.
  13. ^ L'ADR-08 condivide questa tecnica con Parrotmon e Beetlemon.
  Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga