Apri il menu principale

Dario Aita (Palermo, 25 gennaio 1987) è un attore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nasce a Palermo nel 1987. Dopo la maturità classica si diploma nel 2011 alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova .[1]

Nel 2009, mentre frequenta il secondo anno dell'accademia, viene scritturato per il ruolo da coprotagonista per il film La prima linea di Renato De Maria[2]. Nel 2010, nuovamente diretto da Renato De Maria, debutta sul piccolo schermo nella fiction di Rai 1 Il segreto dell'acqua[3].

Nel 2012 interpreta il ruolo di Bernardo Strano nella fiction Questo nostro amore per la regia di Luca Ribuoli.

Sempre nel 2012 gira per il web Kubrick – Una storia porno[4], una webserie ideata e diretta da Ludovico Bessegato.

Tra il 2015 e il 2016 torna a collaborare con il regista Luca Ribuoli in tre nuovi progetti targati Rai 1. La serie in costume Grand Hotel dove interpreta Jacopo Alibrandi; la serie L'allieva tratta dai fortunati romanzi di Alessia Gazzola, e La mafia uccide solo d'estate serie tratta dal film di Pif.

Nel 2016 è co-protagonista nel film Caffè di Cristiano Bortone accanto a Miriam Dalmazio[5] e in La cena di Natale di Marco Ponti[6].

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

CortometraggiModifica

  • Non c'è tempo, regia di Aldo Guastini (2009)
  • A Wonderful Life, regia di Immanuel Casto (2012)
  • PGR, regia di Dario Aita e Pierpaolo Spollon (2015)
  • Finché c'è vita c'è speranza, regia di Valerio Attanasio (2015)

WebserieModifica

TeatrografiaModifica

  • Fortuna e sfortuna del nome di Pedro Calderón de La Barca, regia di Anna Laura Messeri (2009)
  • Le tre sorelle di Anton Checov, regia di Massimo Mesciulam (2010)
  • Cellule, regia di Dario Aita e Barbara Alesse (2011)
  • Non vedo l'ora!, regia di Claudia Monti (2011)
  • Trenofermo a Katzelmacher, regia di Dario Aita e Elena Gigliotti (2013)
  • LapènLapèn, regia di Elena Gigliotti (2014)
  • Il mercante di Venezia di William Shakespeare, regia di Valerio Binasco (2014)

Premi e riconoscimentiModifica

  • 2014 - Cortinametraggio 2014 - Miglior attore maschile (ex aequo a Flavio Furno) per la serie Le cose brutte[7]
  • 2015 - 48 Hour Film Project - Premio Speciale RUFA per il miglior talento (ex aequo a Pierpaolo Spollon) per la regia di PGR[8]
  • 2016 - Roma Creative Contest - Short Film Festival 2016 - Miglior attore per Finché c'è vita c'è speranza[9]

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica