Denise Grey

attrice italiana

Denise Grey, pseudonimo di Jeanne Marie Laurentine Édouardine Verthuy (Châtillon, 17 settembre 1896Parigi, 13 gennaio 1996), è stata un'attrice italiana naturalizzata francese.

Denise Grey

BiografiaModifica

Nacque a Chameran, frazione del comune di Châtillon in Valle d'Aosta, il 17 settembre 1896, figlia di Jacques-Laurent Verthuy (il cui cognome, originario di Chambave, è ancora oggi molto diffuso nella zona) e Madeleine Gard[1]. In assenza del padre, all'estero per lavoro, la levatrice Madeleine Nourrissaz le impose allo stato civile i nomi di Maria Giovanna Lorenzina Edoardina[2]. Ebbe due sorelle: Marie Rose (1888-1979) e Marie Madeleine (1894-1894).

A Châtillon iniziò a lavorare come venditrice e modella. Fu naturalizzata come cittadina francese il 13 luglio 1922, dopo essere entrata nel mondo dell'industria cinematografica con alcuni film muti negli anni dieci (si considera sua pellicola d'esordio il lungometraggio En famille, adattamento del romanzo Senza famiglia di Hector Malot, benché preceduto da alcuni cortometraggi). Successivamente fu cantante alle Folies Bergère e al cabaret La Pie qui Chante, quindi si dedicò all'attività teatrale, per riprendere la sua prolifica carriera di attrice cinematografica negli anni trenta recitando in innumerevoli pellicole.

Dopo aver avuto una figlia, Suzanne Grey (Neuilly-sur-Seine 28 giugno 1917 - Parigi 13 dicembre 2005), che diverrà anch'essa attrice, giunse alla fama negli anni quaranta con film quali Cameriere per signora (1940) accanto a Fernandel, Boléro (1942), L'Honorable Catherine (1942), Les caves du Majestic (1945) e Il diavolo in corpo (1947). Fu anche membro della Comédie-Française tra il 1944 e il 1946 e tra il 1957 e il 1958, insieme agli attori Jean-Louis Barrault e Madeleine Renaud.

Il passare degli anni sembra aver influito ben poco sulla sua carriera artistica. Per esempio, nel 1972, recitò nella serie televisiva francese Les Rois Maudits (I re maledetti), tratta dai romanzi storici di Maurice Druon. È particolarmente ricordata anche per la sua partecipazione ai film di culto Il tempo delle mele (1980) e Il tempo delle mele 2 (1982), nei quali dava volto a Poupette Valadier, l'eccentrica bisnonna della protagonista Vic, interpretata da Sophie Marceau; in tal modo entrò a far parte dell'ambiente culturale e sociale della generazione di adolescenti degli anni ottanta.

Nel 1986 incise il singolo Devenir vieux. Il suo ultimo lavoro cinematografico risale al 1991 quando, a 95 anni, recitò nel film Cin cin di Gene Saks, accanto a Marcello Mastroianni e a Julie Andrews.

Deceduta all'inizio del 1996 all'età di 99 anni, riposa accanto al marito Henri Bara (morto nel 1919) nel cimitero di Arradon (dipartimento del Morbihan).

FilmografiaModifica

Doppiatrici italianeModifica

NoteModifica

  1. ^ geneanet.org
  2. ^ Ancestry.com. Aosta, Aosta, Italia: Documenti anagrafici, 1866-1937 [database online]. Provo, UT, USA: Ancestry.com Operations, Inc. Dati originali: Tribunale di Aosta, Registri di Stato Civile, 1866-1939. Aosta, Italia: Tribunale di Aosta.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN27065485 · ISNI (EN0000 0000 2079 5243 · Europeana agent/base/130264 · LCCN (ENn80069551 · GND (DE118965298 · BNF (FRcb11905891d (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n80069551