Apri il menu principale

BiografiaModifica

Figlio di un ingegnere e di un'insegnante[1], Enrico Lo Verso sin da giovanissimo frequenta diversi corsi di teatro, fino ad approdare al Centro sperimentale di cinematografia e all'Istituto nazionale del dramma antico. Grazie a questi studi, Lo Verso inizia a recitare in diverse produzioni teatrali, finché non debutta al cinema nel 1988 con una piccola parte nel film Atto di dolore, a cui segue un ruolo maggiore l'anno seguente in Ragazzi nervosi di Anselmo Sebastiani, e altre piccole parti in film come Nulla ci può fermare e Donna d'onore.

Nel 1991 il regista statunitense Michael Lehmann lo sceglie per il film Hudson Hawk - Il mago del furto al fianco di Bruce Willis, ma la svolta che gli dona una grande popolarità nazionale avverrà soltanto nel 1992, quando viene scelto per il ruolo del carabiniere Antonio nel celebre film Il ladro di bambini, diretto da Gianni Amelio. Per il ruolo inizialmente era stato scelto Antonio Banderas, all'epoca ancora poco conosciuto, mentre Lo Verso avrebbe soltanto dovuto doppiarlo[1]. Tuttavia Amelio rimase colpito dall'attore siciliano al punto di decidere di affidargli l'intera parte, e di sceglierlo come protagonista per altri due suoi film, Lamerica (1994) e Così ridevano (1998).

Dopo Il ladro di bambini, Lo Verso reciterà ne La scorta di Ricky Tognazzi e soprattutto in Farinelli - Voce regina di Gérard Corbiau, che gli donerà una certa popolarità anche in Francia. Enrico vestì i panni del celebre brigante Carmine Crocco ne Li chiamarono... briganti! di Pasquale Squitieri, film che subì pesanti critiche e che fu ritirato subito dalle sale cinematografiche.

Dagli anni duemila Lo Verso ha diviso la propria carriera di attore fra televisione e cinema, lavorando in pellicole come Hannibal di Ridley Scott, L'educazione fisica delle fanciulle di John Irvin, Salvatore - Questa è la vita di Gian Paolo Cugno e Milano Palermo - Il ritorno di Claudio Fragasso e in fiction come Mosè, I miserabili e Mogli a pezzi. Nel 1992 ha avuto un figlio, Giacomo, dalla moglie Elena[2].

Nel 2019 partecipa come concorrente a Ballando con le stelle in coppia con Samanta Togni.

FilmografiaModifica

CinemaModifica

TelevisioneModifica

AudiolibriModifica

TeatrografiaModifica

  • Uno Nessuno Centomila, Regia di Alessandra Pizzi (2017)[3]
  • C’era una volta... la musica (2018)[4]
  • Apologia di Socrate, Regia di Alessandra Pizzi (2019)[5]
  • Metamorfosi – Altre Storie Oltre il Mito, Regia di Alessandra Pizzi (2019)[6]

NoteModifica

  1. ^ a b Biografia di Enrico lo Verso su MyMovies
  2. ^ (EN) Enrico Lo Verso, su Internet Movie Database, IMDb.com.  
  3. ^ Uno Nessuno Centomila - Enrico Lo Verso, su www.teatro.it, 7 agosto 2018. URL consultato il 4 agosto 2019.
  4. ^ C'era una volta la musica - Enrico Lo Verso, su Nuovo Teatro Abeliano. URL consultato il 4 agosto 2019.
  5. ^ Apologia di Socrate (Enrico Lo Verso), su www.teatro.it, 15 aprile 2019. URL consultato il 4 agosto 2019.
  6. ^ Enrico Lo Verso: Da "Ballando con le Stelle" alle "Metamorfosi di Ovidio" in teatro a Roma, su www.leggo.it. URL consultato il 4 agosto 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN85707166 · ISNI (EN0000 0001 1952 0768 · SBN IT\ICCU\RAVV\097395 · LCCN (ENno96043572 · GND (DE135543339 · BNF (FRcb141999639 (data) · WorldCat Identities (ENno96-043572