Apri il menu principale

Geremia il profeta

film per la televisione del 1998 diretto da Harry Winer
Geremia il profeta
Titolo originaleJeremiah
PaeseItalia, Germania, Repubblica Ceca, Francia, Stati Uniti d'America
Anno1998
Formatofilm TV
Generedrammatico, storico, religioso, biografico
Durata90 min
Lingua originaleinglese
Rapporto4:3
Crediti
RegiaHarry Winer
SceneggiaturaHarry Winer, Gianmario Pagano
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaRaffaele Mertes
MontaggioDavid A. Simmons
MusicheBruce Broughton
Casa di produzioneLux Vide
Prima visione
Data14 dicembre 1998
Rete televisivaRai Uno
Opere audiovisive correlate
AltreCiclo Le storie della Bibbia

Geremia il profeta (Jeremiah) è un film per la televisione del 1998 diretto da Harry Winer e interpretato da Patrick Dempsey.

TramaModifica

Intorno al 600 a. C., Geremia è chiamato da Dio a una missione difficile e drammatica. Deve predicare al suo popolo e al suo re, Ioiakim - che hanno perso la strada dell'Alleanza con Dio e si sono adagiati nella ricchezza, nella lussuria, avvicinando falsi idoli - il ritorno alla giustizia e alla fede. Nel corso del suo primo sacrificio rituale le sue parole di rimprovero cadono nel vuoto, anzi diventano la causa della sua persecuzione. Invano Geremia tenta allora di sfuggire alla sua missione abbandonando la sua vita, la casa e la sua città. Ma in una visione riceve l'ordine di tornare a Gerusalemme per convertirne gli abitanti. Se non vi sarà conversione, tutti i bambini e le madri che li hanno partoriti moriranno. Geremia torna ma viene condannato a morte insieme a Baruc. I Babilonesi, guidati dal re Nabucodonosor, assediano Gerusalemme. Invano. Geremia continua a predicare il ritorno a Dio: solo quella è la via per la libertà. Nel corso di un lungo assedio, più di una volta invita il re a consegnarsi ai Babilonesi. Ma non viene ascoltato. E così l'esercito di Babilonia irrompe mettendo la città a ferro e fuoco, mentre re Sedecia è accecato e fatto schiavo. La città viene distrutta e la Palestina diventa di dominazione babilonese. Nabucodonosor ordina di liberare gli schiavi, tra cui il profeta Daniele, di dare la terra ai più poveri. Davanti al Tempio in rovina, Geremia profetizza il nuovo. "Il tempio sarà ricostruito, ma la prossima volta sarà ricostruito anche nel cuore dell'uomo", questa è la profezia della venuta di un futuro Messia, che provoca una spaccatura nella religione ebraica: quelli che credono alla profezia sono farisei, quelli più conservatori sono sadducei.

AscoltiModifica

Prima TV Italia Telespettatori Share
1 14 dicembre 1998 7.925.000 27,61%

Collegamenti esterniModifica