Giudici di Arborea

1leftarrow blue.svgVoce principale: Giudicato di Arborea.

I giudici di Arborea erano i sovrani locali della Sardegna centro-occidentale durante il Medioevo, presumibilmente, come negli altri tre giudicati, appartenenti inizialmente alla famiglia Lacon-Gunale.[1] Quello di Arborea fu il giudicato più duraturo: continuò ad esistere come Stato indipendente fino al XV secolo.

Giudici d'Arborea (1015 circa-1192)[2]Modifica

Casa di Lacon-Gunale - de ThoriModifica

Stemma Titolo Nome Dal Al Consorte e Note
1 Giudice Gonnario Comita I 1015 circa 1038 circa Tocode o Tocoele
2 Giudice Torchitorio Barisone de Lacon Gunale 1038 circa 1060 circa Maria de Serra o de Thori
3 Giudice Mariano I de Lacon-Thori 1060 circa 1070 circa
4 Giudice Orzocco I de Lacon-Thori 1070 circa 1100 ca. Nibatta;
nel 1070 circa trasferì la sede giudicale da Tharros ad Oristano
5 Giudice Torbeno di Arborea 1100 Anna di Lacon;
con Orzocco II
6 Giudice Orzocco II de Lacon-Thori 1100 Florenza, Maria Orvu;
con Torbeno
7 Giudice Comita II de Lacon-Thori 1116 la sua unica figlia Eleonora sposò Gonnario de Serra, di origine genovese

Casa di Lacon-SerraModifica

Titolo Nome Dal Al Consorte e Note
1 Giudice Gonnario II de Lacon-Serra 1116 1131 Eleonora de Lacon-Thori;
primo sovrano dei Lacon-Serra
2 Giudice Costantino I de Lacon 1131 1131 Anna de Thori
3 Giudice Orzocco III de Lacon-Serra coreggente
4 Giudice Costantino II de Lacon-Serra Anna de Thori;
insieme ai due precedenti
5 Giudice Comita III de Lacon-Serra 1131 1146 Elena de Orrubu
6 Giudice Barisone I de Lacon-Serra 1146 1186 Pellegrina de Lacon, Agalbursa de Cervera;
re di Sardegna (1164-65)
7 Giudice Pietro I de Lacon-Serra 1185 1195 Bina; figlio di Barisone I, in opposizione ad Ugone I
8 Giudice de facto Costantino III de Serra insieme a Pietro I

Giudici d'Arborea (1192-1420)[2]Modifica

Nome Ritratto Data di nascita Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
  De Serra Bas (1192-1195)  
 
Ugone I
1178 1192 1195 Preziosa di Cagliari
un figlio
Figlio unigenito del visconte Ugo Poncio de Cervera e di Sinispella d'Arborea;
fu anche visconte di Bas;
  Lacon-Massa (1195-1206)  
 
Guglielmo Salusio I
XII 1195 1206 (1) Adelasia Malaspina
due figlie
(2) Guisiana di Capraia
una figlia
Figlio unigenito maschio del marchese Oberto Obertenghi e di Giorgia di Cagliari;
fu anche giudice di Cagliari e marchese di Massa e Corsica;
morì nel 1214
  De Serra Bas (1206-1241)  
 
Ugone I
1178 1206 1211 Preziosa di Cagliari
un figlio
Figlio unigenito del visconte Ugo Poncio de Cervera e di Sinispella d'Arborea;
fu anche visconte di Bas;
 
Pietro II
XIII secolo 1211 1241 (1) Diana Visconti
nessun figlio
(2) Sardinia
un figlio
Figlio primogenito di Ugone I di Arborea e di Preziosa di Cagliari
Capraia (1241-1264)
Giudici de facto
 
Guglielmo I di Capraia
XIII secolo 1241 1264 N. Gualandi
due figli
Figlio di Ugo, conte di Capraia e di Giacobina, vedova di Pietro I di Arborea;
  De Serra Bas (1264-1383)  
 
Mariano II
1240 circa 1264 1297 (1) N Saraceno Caldera
tre figlie ed un figlio
(2) N della Gherardesca
nessun figlio
Figlio di Pietro II;
 
Giovanni I
XIII secolo 1297 1304 Giacomina dell Gheraresca
una figlia
Vera Cappai
(concubina)
due figli
Figlio di Mariano;
fu ucciso nel 1304
 
Andreotto
XIII secolo 1304 1309 Figlio illegittimo di Giovanni I e di Vera Cappai; fu giudice con il fratello Mariano III
 
Mariano III
XIII secolo 1304 5 aprile 1321
Costanza di Elci
nessun figlio
Padulesa de Serra
(concubina o moglie morganatica)
tre figli e tre figlie
Figlio di Giovanni e di Vera Cappai;
 
Ugone II
1300 circa 5 aprile 1321 8 aprile 1335 Benedetta
quattro figli e due figlie
N.N
(amante)
un figlio e due figlie
Figlio di Mariano III e di Padulesa de Serra;
 
Pietro III
1314 8 aprile 1335 1347 Costanza di Saluzzo
nessun figlio
Figlio di Ugone II e di Benedetta;
morì nel 1347, senza prole
 
Mariano IV
  1319 1347 maggio 1375 Timbora di Roccaberti
un figlio e tre figlie
Figlio di Ugone II e di Benedetta;
 
Ugone III
  1337 maggio 1375 3 marzo 1383 N. di Vico
una figlia
Figlio di Mariano IV e di Timbora; morì assassinato con la figlia il 3 marzo 1383
 
Eleonora
  1347 giugno 1383 1392 Brancaleone Doria
due figli
Figlia di Mariano IV e di Timbora;
reggente per i suoi due figli;
morì nel 1403
  Doria-de Serra Bas (1383-1407)  
 
Federico
1377 giugno 1383 1387 Figlio di Eleonora e Brancaleone;
 
Mariano V
1378/86 1387 4 marzo 1407 Figlio di Eleonora e Brancaleone;
  Cubello (1407-1409)  
Giudici de facto
 
Leonardo Cubello
1362 1407 1409 Quirica Deiana
due figli ed una figlia
Bisnipote di Ugone II di Arborea;
nel 1410 divenne marchese di Oristano;
morì nel 1427
  Narbona-De Serra Bas (1409-1420)  
 
Guglielmo II
  '80 del XIV secolo 1409 1420 Margherita d'Armagnac
nessun figlio
Nipote di Beatrice d'Arborea, secondogenita di Mariano IV;
anche visconte di Narbona;
nel 1420 vendette le sue prerogative al re Alfonso V d'Aragona;
morì in battaglia nel 1424;

Marchesi di Oristano (1410-1478)[3]Modifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Marchesato di Oristano.

I seguenti esponenti della casa Cubello (discendenti in linea maschile da Ugone II) furono governatori delle terre giudicali ed in seguito riconosciuti come vassalli e marchesi di Oristano dai monarchi aragonesi per 68 anni.

Titolo Nome Dal Al Consorte e Note
1 Marchese Leonardo I Cubello-de Serra Bas 1410 1427 Quirica Deyana
2 Marchese Antonio I Cubello-de Serra Bas 1427 1455 Eleonora Folch de Cardona
3 Marchese Salvatore I Cubello-de Serra Bas 1455 1470 Caterina Centelles de Oliva
4 Marchese Leonardo II Alagon Cubello-de Serra Bas 1470 1478 Maria Linan de Morillo;
nipote di Salvatore

Leonardo Alagon fu sconfitto nel 1478 nella battaglia di Macomer e il marchesato di Oristano fu definitivamente incorporato nel regno aragonese di Sardegna.

NoteModifica

  1. ^ Cuccu, p. 15
  2. ^ a b Carta Raspi, pp. 276-278
  3. ^ Carta Raspi, p. 278

BibliografiaModifica

  • AA. VV., Genealogie medioevali di Sardegna, Due D Editrice Mediterranea, Cagliari 1984.
  • Raimondo Carta Raspi, La Sardegna nell'alto Medioevo, Il Nuraghe, Cagliari 1935.
  • Franco Cuccu, La città dei Giudici, vol. I, S'Alvure, Oristano 1996.
  • Gian Giacomo Ortu, La Sardegna dei Giudici, Il Maestrale, Nuoro 2005.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica