Apri il menu principale

Hockey Club Merano Junior

(Reindirizzamento da HC Merano)
Hockey Club Merano Junior
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Eagles
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Trasferta
Colori sociali Bianco e nero (fino al 2010
Inno Go On Ice
Willy T.
Dati societari
Città Merano
Paese Italia Italia
Federazione FISG
Campionato Serie B
Fondazione 1968
Denominazione 1968-2008 e 2013-14: Hockey Club Merano
2008-13 e 2014-: Hockey Club Merano Junior
Presidente Italia Bruno Zampedri
Allenatore Italia Massimo Ansoldi
Capitano Italia Luca Ansoldi
Impianto di gioco MeranArena
(3.000 posti)
Sito web www.hcm-junior.it/it/
Palmarès
ScudettoScudetto
Scudetti 2
Titoli nazionali 5 Serie B
Si invita a seguire lo schema del Progetto Hockey su ghiaccio

L'Hockey Club Merano Junior è una squadra di hockey su ghiaccio di Merano, fondata nel 1968.

StoriaModifica

Fondato nel 1968, partì come sezione dello Sportclub Merano. Dalla prima pista a Maia Bassa, giunse rapidamente a disputare la massima divisione sotto la presidenza di Hansjörg Brunner. Negli anni ottanta del secolo scorso ha vissuto nel palazzo del ghiaccio all'aperto di via Mainardo la propria epoca migliore. In città esplose la passione per l'hockey, nei derby contro gli storici rivali dell'Hockey Club Bolzano si registrarono anche 3000 spettatori [1]. Il culmine fu raggiunto con la vittoria del primo scudetto nella stagione 1985/86, con Brian Lefley in panchina e giocatori con un passato in NHL sul ghiaccio come Bob Manno, Frank Nigro e Mark Morrison. Giunsero a Merano in quel periodo anche molti giocatori che fecero la storia dell'hockey italiano come Gaetano Orlando e Roberto Romano. Un'epoca forse irripetibile si concluse mestamente con la clamorosa retrocessione subita al termine del campionato 1989/90.

Il successivo campionato di serie B fu vinto nel 1990/91 in finale contro lo Zoldo, ma il nuovo regolamento che imponeva la pista coperta precluse a priori il discorso promozione, costringendo la società ad una parentesi nel campionato cadetto durata sei stagioni. Il campionato 1996-1997 prevedeva la partecipazione ai playoff di serie A delle migliori quattro formazioni di serie B. Il Merano riuscì a centrare la qualificazione e si rafforzò con la stella russa Oleg Petrov (secondo molti il miglior giocatore della storia del club) ed il goalie David Delfino, giungendo fino alla semifinale persa contro il Milano 24. Le partite casalinghe furono disputate al Palaonda di Bolzano. La costruzione del nuovo impianto di gara coperto in via Palade, ultimata proprio nel 1997, diede l'impulso per un breve ma intenso ritorno ai vertici dell'hockey italiano. Nel 1997 giunsero i due russi Dmitri Gogolev e Mikhail Volkov, un anno dopo la mossa decisiva per la vittoria del secondo scudetto nella stagione 1998/98: l'innesto tra i pali dello svedese Åke Lilljebjörn, determinante nella serie di finale contro l'Hockey Club Bolzano con numerosi interventi decisivi. Gli anni successivi furono deludenti e segnarono l'inizio di un inesorabile declino. Campionati al di sotto delle attese e e scarso interesse di pubblico indussero la dirigenza ad autoretrocedersi in serie A2 nel 2004, cedendo in prestito i giocatori italiani più rappresentativi. Dopo due finali di A2 perse contro Vipiteno (2005) e Ice Hockey Aquile FVG (2006), la dirigenza annunciò l'intenzione di risalire di categoria in caso di vittoria del campionato nella stagione 2006/07 [2]. La squadra dominò la stagione e vinse, ma il presidente Hansjörg Brunner decise di rinunciare alla promozione e di lasciare l'incarico al termine del successivo campionato di A2 2007/08. I motivi della scelta furono le spese elevate che era costretto a sostenere sempre da solo ed il ridotto numero di appassionati che avevano sostenuto la squadra durante l'annata appena conclusa. [3]

La dirigenza dell'Hockey Club Merano Junior, creato nel 2002 per lo sviluppo del settore giovanile, decise di iscriversi alla Serie C Under 26 Seconda divisione nel 2008/09 per far continuare l'attività anche a livello senior. Vinto il suddetto torneo, la squadra tornò a disputare la A2 e la dirigenza presentò pubblicamente un programma a medio-lungo termine per raggiungere la serie A nel giro di cinque anni [4]. Al termine del campionato 2012-2013, la società assunse nuovamente la denominazione Hockey Club Merano.[5] Nella stagione 2013-14 giocò in INL, ma l'estate successiva rischiò di scomparire del tutto [6]. Una nuova dirigenza riuscì ad iscriversi alla serie B, rifondando la società con la vecchia denominazione HC Merano Junior ed incaricando la bandiera Massimo Ansoldi del ruolo di allenatore [7]. La squadra inizialmente composta da giocatori giovani, fu nel corso degli anni rinforzata da molti elementi di esperienza, tra cui giocatori meranesi ritornati dopo molti anni nella squadra della loro città come Ingemar Gruber e Luca Ansoldi.

Dopo una vittoria (2015/2016) e due finali consecutive di Italian Hockey League (il nuovo nome della serie B) perse (2017/18 e 2018/19), e dopo aver perso anche la finale di coppa Italia 2019, la società il 15 aprile 2019 ha pubblicato sulla propria pagina Facebook una copia della richiesta scritta di partecipazione al campionato di Alps Hockey League inoltrata alla FISG.[8] Due settimane dopo, tuttavia, il Merano non compariva nell'elenco ufficiale delle formazioni partecipanti. Non è mai stato reso ufficialmente noto se la domanda di partecipazione sia stata rifiutata dall'organizzazione del torneo o dalla Federazione italiana oppure se la società stessa abbia deciso di ritirarla in un secondo momento. [9]

PalaghiaccioModifica

La MeranArena è il complesso sportivo di Merano dove si svolgono gli incontri casalinghi del Hockey Club Merano Junior. Lo stadio del ghiaccio è in grado di contenere complessivamente 3.000 spettatori.

PalmarèsModifica

CronistoriaModifica

Cronistoria dell'HC Merano

  • 1980/81 - 5º in Serie A
  • 1981/82 - 5º in Serie A
  • 1982/83 - 5º in Serie A
  • 1983/84 - 2º in Serie A - Perde la finale scudetto con il Bolzano  
    (2° in regular season)
  • 1984/85 - 8º in Serie A
    (8° in regular season)
  • 1985/86 -   Campione d'Italia (1º titolo) - Vince la finale scudetto con l'Asiago  
    (1° in regular season)
  • 1986/87 - 4º in Serie A
    (4° in regular season)
  • 1987/88 - 2º in Serie A - Perde la finale scudetto con il Bolzano  
    (2° in regular season)
  • 1988/89 - 8º in Serie A
    (8° in regular season)
  • 1989/90 - 10º in Serie A
    (10° in regular season)

  • 1990/91 - 1º in Serie B
    (4° in regular season)
  • 1991/92 - 2° in Serie B
  • 1992/93 - 4° in Serie B1
    (5° in regular season)
  • 1993/94 - 7° in Serie B1
    (7° in regular season)
  • 1994/95 - ? in Serie B
    (?° in regular season)
 
  • 1995/96 - 2° in Serie B - Perde la finale con lo Zoldo
    (?° in regular season)
  • 1996/97 - 3º in Serie A  
    (4° in regular season)
  • 1991/98 - 4º in Serie A
    (4° in regular season)
  • 1998/99 -   Campione d'Italia (2º titolo) - Vince la finale scudetto con il Bolzano  
    (2° in regular season)
  • 1999/00 - 5º in Serie A
    (3° in regular season)

  • 2000/01 - 5º in Serie A
    (5° in regular season)
  • 2001/02 - 6º in Serie A
    (5° in regular season)
  • 2002/03 - 5º in Serie A
    (5° in regular season)
  • 2003/04 - 6º in Serie A
    (7° in regular season)
  • 2004/05 - 2° in Serie A2
    (2° in regular season)
  • 2005/06 - 2° in Serie A2
    (2° in regular season)
  • 2006/07 - 1° in Serie A2
    (1° in regular season)
  • 2007/08 - 7º in Serie A2
    (7° in regular season)
  • 2008/09 - 1° in Serie C Under 26 - Seconda divisione
    (1° in regular season)
  • 2009/10 - 3° in Serie A2
    (2° in regular season)

 
  • 2010/11 - 7° in Serie A2
    (6° in regular season)
  • 2011/12 - 6° in Serie A2
    (6° in regular season)
  • 2012/13 - 5° in Serie A2
    (2° in regular season)
  • 2013/14 - 4° in Seconda Divisione
    (4° in regular season)
    10° in INL
  • 2014/15 - 3° in Serie B
    (1° in regular season)
  • 2015/16 - 1° in Serie B
    (3° in regular season)
  • 2016/17 - 4° in Serie B
    (3° in regular season)
  • 2017/18 - 2° in Serie B
    (3° in regular season)
  • 2018/19 - 2° in Serie B
    (2° in regular season)

Roster 2014/15Modifica

# Naz. Giocatore Data di Nascita Luogo di Nascita Ruolo Peso (Kg) Altezza Presa
20   Massimo Quagliato 16/08/1992 Merano Portiere 75 179 Sinistra
83   Samuel Quaglio 29/11/1996 Merano Portiere 81 186 Sinistra
3   Matthias Albarello 17/09/1991 Bolzano Difensore 82 180 Sinistra
50   Lukas Boaretto 20/06/1995 Bolzano Difensore 80 182 Sinistra
44   Janis Jörg 18/02/1995 Merano Difensore 93 183 Destra
93   Stefan Kobler 06/09/1993 Silandro Difensore 85 184 Sinistra
4   Jan Mair 15/02/1986 Bolzano Difensore 82 180 Destra
86   Thomas Ortner 18/10/1996 Merano Difensore 79 180 Destra
17   Stefan Palla 29/09/1986 Merano Difensore 75 180 Sinistra
7   Julian Schwienbacher 30/04/1991 ? Difensore 83 177 Destra
11   Christian Tröger 07/08/1995 Merano Difensore 90 177 Sinistra
5   Francesco Turrin 13/10/1995 Merano Difensore 95 177 Sinistra
26   Patrick Cainelli 26/08/1990 Bolzano Attaccante 80 177 Sinistra
6   Benjamin Clementi 20/10/1995 Bolzano Attaccante 70 177 Sinistra
9   Federico Demetz 09/06/1992 Bressanone Attaccante 88 177 Destra
78   Michael Guarise 04/07/1992 Merano Attaccante 87 192 Sinistra
24   Daniel Huber 01/07/1996 Merano Attaccante 71 173 Sinistra
27   Christian Lombardi 07/07/1995 Merano Attaccante 83 189 Sinistra
12   Thomas Mitterer 20/05/1987 Silandro Attaccante 73 175 Sinistra
10   Daniel Oberfriniger 20/09/1995 Merano Attaccante 70 172 Destra
63   Franz Josef Plankl 12/10/1989 Bolzano Attaccante 85 188 Sinistra
19   Maximilian Rier 10/09/1996 Merano Attaccante 71 174 Destra
18   Daniel Rizzi 22/06/1992 Merano Attaccante 85 180 Destra
61   Sebastian Thaler 02/06/1995 Merano Attaccante 75 177 Sinistra
13   Davide Turrin 03/07/1993 Merano Attaccante 77 175 Sinistra

[10]

Roster delle stagioni precedentiModifica

GiocatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Hockeisti su ghiaccio dell'HC Merano

Maglie ritirateModifica

N. 24 Åke Lilljebjörn

N. 16 Massimo Ansoldi

AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'HC Merano

Stranieri dell'HC MeranoModifica

# Nazionalità Giocatori
44   Canada Paul Dionne, Dan D'Alvise, Frank Carnevale, Mark Morrison, Morris Lukowich, Rick Green, Scott MacLeod, Doug Morrison, Cory Keenan, Chris Palmer, Chris Baxter, Mike Burman, Keli Corpse, Darren Ritchie, Steve Barnes, Christian Campeau, Ryan Duthie, Jason Jennings, Richard Laplante, Jim Brown, Domenic Amodeo, Jason Lafrenière, Martin Woods, Dan Currie, Darcy Martini, Jeff Williams, Zarley Zalapski, Mike Harder, John Kachur, Joe Cardarelli, Rod Hinks, Domenic Parlatore, Harlan Pratt, Iain Fraser, Steven Kaye, Adrian Saul, Mike Knight, Chris Lyness, Nicholas Romano, Chris Allen, Tim Konsorada, Charles-Albert Corsi, Taggart Desmet, David Laliberté [11]
9   Finlandia Jari Torkki, Marko Leinonen, Juha-Matti Vanhanen, Jari Suorsa, Antti Hildén, Turo Virta, Matti Tiihonen, Tommi Leinonen, Jari Löfman,[12]
8   Rep. Ceca Ladislav Svozil, Vladimir Jerabek, Tomas Srsen, Marian Kacir, Zdenek Nedved, Filip Barus, Adam Rehak, David Turon, Karel Metelka [13]
8   Stati Uniti Robert Crawford, Greg Dornbach, Bryan Erickson, Brian McColgan, David Moore, Neil Donovan, Rob Donovan, T.J. Miller [14]
7   Svezia Åke Lilljebjörn, Jens Nordin, Robert Burakovsky, Johan Karlsson, Pontus Morén, Mikael Simons, Viktor Wallin [15]
6   Russia Oleg Petrov, Dmitri Gogolev, Mikhail Volkov, Vladimir Yeremin, Vyacheslav Uvayev, Denis Yeremin [16]
3   Slovacchia [ Miroslav Mosnar, Matus Kovac [17]
1   Lettonia Leonids Tambijevs [18]
1   Slovenia Klemen Mohoric [19]
1   Svizzera Sandro Bertaggia [20]
1   Regno Unito Scott Campbell [21]

NoteModifica

  1. ^ Hansjörg Brunner amarcord tricolore, su altoadige.it, 24 luglio 2017. URL consultato il 30 novembre 2019.
  2. ^ L'Hockey Club Merano presenta la nuova stagione, su hockeytime.net, 17 settembre 2006. URL consultato il 2 dicembre 2019.
  3. ^ Kurt Platter, Dolomiten, 25 agosto 2007.
  4. ^ Hc Merano Junior per la Serie A2, su gazzettahockey.it, 1º aprile 2009. URL consultato il 30 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2009).
  5. ^ HC Merano: nuovo logo e "vecchio" nome..., su hockeytime.net, 19 luglio 2013. URL consultato il 26 luglio 2013.
  6. ^ Giù il sipario sull’Hockey Merano, su altoadige.it, 19 giugno 2014. URL consultato il 30 novembre 2019.
  7. ^ Serie B e florido vivaio Le Aquile volano ancora, su altoadige.it, 20 novembre 2014. URL consultato il 30 novembre 2019.
  8. ^ Il Merano vuole l'Alps Hockey League, su hockeytime.net, 15 aprile 2019. URL consultato il 26 novembre 2019.
  9. ^ (DE) Doch nicht AlpsHL: Meran macht einen Rückzieher, su sportnews.bz, 30 aprile 2019. URL consultato il 26 novembre 2019.
  10. ^ Roster 2014/15, su eliteprospects.com. URL consultato il 28/01/2015.
  11. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&NationID=3&order=First.
  12. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&NationID=2&order=First.
  13. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&NationID=8&order=First.
  14. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&NationID=6&order=First.
  15. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&NationID=1&order=First.
  16. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&NationID=9&order=First.
  17. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&NationID=4&order=First.
  18. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&&NationID=11.
  19. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&&NationID=28.
  20. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&&NationID=10.
  21. ^ eliteprospects.com, http://www.eliteprospects.com/player_nationalities_in_team.php?team=226&&NationID=15.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Sito ufficiale, su hcmeran.it. URL consultato il 5 settembre 2019 (archiviato dall'url originale il 2 aprile 2015).