Apri il menu principale

Jed Metcher

pilota motociclistico australiano
Jed Metcher
Nazionalità Australia Australia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 2008 in classe 125
Gare disputate 1
Carriera in Supersport
Esordio 2012
Miglior risultato finale 14º
Gare disputate 15
Punti ottenuti 40
Carriera in Superbike
Esordio 2015
Miglior risultato finale 33º
Gare disputate 2
Punti ottenuti 2
 

Jed Metcher (Saint Elthan, 13 aprile 1990) è un pilota motociclistico australiano, ritiratosi dall'attività agonistica.

Vincitore del campionato europeo Superstock 600 nel 2011.

CarrieraModifica

Metcher inizia la carriera da motociclista partecipando al campionato nazionale australiano, classe 125 e Supersport, dove disputa quattro stagioni complete (dal 2006 al 2010). Nel 2008 partecipa, in qualità di wild-card, al Gran Premio d'Australia del motomondiale piazzadosi ventesimo a bordo di una Honda RS 125 R. Nel 2010 si traferisce in Europa dove disputa una stagione completa nel campionato tedesco Superbike, in sella ad una Honda CBR1000RR piazzandosi diciassettesimo in classifica finale.[1] Sempre nel 2010 esordisce nel Campionato europeo Superstock 600 andando a disputare l'ultima gara stagionale, a Magny Cours. A bordo di una Yamaha YZF-R6 gestita dal team MTM Racing vince andando a far segnare anche il giro più veloce della gara. I punti così ottenuti gli consentono di chiudere al quindicesimo posto in classifica. Nel 2011 è pilota titolare nell'europeo Superstock 600.[2] Con la stessa motocicletta e lo stesso team della stagione precedente. Con un passo regolare, fatto di sette piazzamenti a podio in dieci gare, tra cui una vittoria, Metcher si laurea campione europeo di categoria con un totale di 150 punti. Nel 2012 è pilota titolare nel mondiale Supersport, il team Rivamotor Junior gli affida una Yamaha R6. Disputa una stagione regolare raccogliendo quaranta punti e chiudendo al quattordicesimo posto in classifica mondiale. Nel 2013 torna ad essere pilota titolare nel Campionato tedesco Superbike pur disputando, in qualità di wild-card, il Gran Premio di Germania nel mondiale Supersport con una Suzuki GSX-R600. Chiude la gara senza ottenere punti. Nel 2014 disputa, in qualità di pilota sostitutivo una gara nella Superstock 1000 FIM Cup a bordo di una Ducati Panigale R ottenendo il podio, in spagna a Jerez.[3] Nel 2015 fa il suo esordio nel Campionato mondiale Superbike partecipando alla gara inaugurale in australia con una Kawasaki ZX-10R. Ottiene due punti validi per la classifica mondiale. Nel 2016 disputa due gare, una in Supersport ed una nella Superstock 1000, senza ottenere piazzamenti a punti

Risultati in garaModifica

MotomondialeModifica

2008 Classe Moto                                     Punti Pos.
125 Honda 20 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl, pilotegpmoto.com.

Campionato mondiale SupersportModifica

2012 Moto                           Punti Pos.
Yamaha 11 15 Rit 11 13 7 8 Rit Rit Rit 15 14 10 40 14º
2013 Moto                           Punti Pos.
Suzuki 17 0
2016 Moto                         Punti Pos.
Honda 23 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Campionato mondiale SuperbikeModifica

2015 Moto                           Punti Pos.
Suzuki 14 Rit 2 33º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica