Apri il menu principale
Italia Gran Premio d'Italia 2012
Gara del Mondiale Superbike
Gara 4 su 14 del 2012
Monza track map.svg
Data 6 maggio 2012
Luogo Autodromo Nazionale di Monza
Percorso 5,777 km / 3,590 US mi
Clima Nuvoloso e pioggia
Risultati
Superbike gara 2
Distanza 8 giri, totale 46,216 km
Pole position Giro più veloce
Francia Sylvain Guintoli Regno Unito Tom Sykes
Ducati 1098R in 1:54.276 Kawasaki ZX-10R in 1:44.707
(nel giro 7 di 8)
Podio
1. Regno Unito Tom Sykes
Kawasaki ZX-10R
2. Regno Unito Leon Haslam
BMW S1000 RR
3. Irlanda Eugene Laverty
Aprilia RSV4 Factory
Supersport
Distanza 16 giri, totale 92,432 km
Pole position Giro più veloce
Regno Unito Sam Lowes Regno Unito Sam Lowes
Honda CBR600RR in 1:47.601 Honda CBR600RR in 2:00.653
(nel giro 16 di 16)
Podio
1. Francia Jules Cluzel
Honda CBR600RR
2. Regno Unito Sam Lowes
Honda CBR600RR
3. Turchia Kenan Sofuoğlu
Kawasaki ZX-6R
Superstock 1000
Distanza 11 giri, totale 63,547 km
Pole position Giro più veloce
Francia Sylvain Barrier Italia Fabio Massei
BMW S1000 RR in 1:46.340 Honda CBR1000RR in 1:52.272
(nel giro 10 di 11)
Podio
1. Italia Lorenzo Savadori
Ducati 1199 Panigale
2. Svezia Christoffer Bergman
Kawasaki ZX-10R
3. Italia Eddi La Marra
Ducati 1199 Panigale

Il Gran Premio di superbike d'Italia 2012 è la quarta prova del mondiale superbike 2012, disputatasi il 6 maggio presso l'Autodromo Nazionale di Monza; nello stesso fine settimana si è corso il quarto gran premio stagionale del mondiale supersport 2012 e il terzo della Superstock 1000 FIM Cup. Ha registrato nell'unica manche disputata in Superbike la vittoria di Tom Sykes, quella di Jules Cluzel in Supersport e quella di Lorenzo Savadori in Superstock.

Indice

SuperbikeModifica

Gara 1Modifica

La prima gara, partita sulla distanza di 18 giri, è stata interrotta con la bandiera rossa per l'arrivo della pioggia; in seguito era stata programmata la ripartenza sempre sulla distanza completa, in quanto la sospensione era giunta prima che fosse completato il numero minimo di 3 giri, ma per motivi di sicurezza la corsa è stata poi definitivamente cancellata.[1]

Gara 2Modifica

Gara 2 è partita sulla distanza ridotta a 16 giri, con il giro di ricognizione percorso più volte dai piloti; tuttavia dopo 8 giri la corsa è stata fermata per il ritorno della pioggia e dichiarata conclusa. Non essendo stati coperti i due terzi della distanza di gara, è stata assegnata la metà del punteggio.[2][3]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 66   Tom Sykes Kawasaki ZX-10R 8 14:08.800 2 12,5
2 91   Leon Haslam BMW S1000 RR 8 +9.709 13 10
3 58   Eugene Laverty Aprilia RSV4 Factory 8 +10.119 9 8
4 33   Marco Melandri BMW S1000 RR 8 +10.294 3 6,5
5 3   Max Biaggi Aprilia RSV4 Factory 8 +10.527 6 5,5
6 65   Jonathan Rea Honda CBR1000RR 8 +10.638 5 5
7 7   Carlos Checa Ducati 1098R 8 +10.899 4 4,5
8 34   Davide Giugliano Ducati 1098R 8 +12.195 8 4
9 96   Jakub Smrž Ducati 1098R 8 +13.199 7 3,5
10 86   Ayrton Badovini BMW S1000 RR 8 +19.372 12 3
11 4   Hiroshi Aoyama Honda CBR1000RR 8 +24.551 18 2,5
12 19   Chaz Davies Aprilia RSV4 Factory 8 +24.655 14 2
13 121   Maxime Berger Ducati 1098R 8 +24.662 17 1,5
14 87   Lorenzo Zanetti Ducati 1098R 8 +24.668 15 1
15 2   Leon Camier Suzuki GSX-R1000 8 +24.810 11 0,5
16 36   Leandro Mercado Kawasaki ZX-10R 8 +24.935 19
17 59   Niccolò Canepa Ducati 1098R 8 +25.278 16
NP 84   Michel Fabrizio BMW S1000 RR Prob. tecnico 10
NP 50   Sylvain Guintoli Ducati 1098R Prob. tecnico 1
NP 199   Sergio Gadea Kawasaki ZX-10R Non partito 21
NP 18   Mark Aitchison BMW S1000 RR Non partito 20
NP 21   John Hopkins Suzuki GSX-R1000 Infortunato
NP 44   David Salom Kawasaki ZX-10R Infortunato

SupersportModifica

Fonte[4]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 16   Jules Cluzel Honda CBR600RR 16 33:08.897 10 25
2 11   Sam Lowes Honda CBR600RR 16 +0.312 1 20
3 54   Kenan Sofuoğlu Kawasaki ZX-6R 16 +17.369 2 16
4 10   Imre Tóth Honda CBR600RR 16 +21.528 11 13
5 12   Stefano Cruciani Kawasaki ZX-6R 16 +29.469 5 11
6 25   Alex Baldolini Triumph Daytona 675 16 +32.214 19 10
7 55   Massimo Roccoli Yamaha YZF R6 16 +43.577 9 9
8 8   Andrea Antonelli Honda CBR600RR 16 +43.949 16 8
9 31   Vittorio Iannuzzo Triumph Daytona 675 16 +47.455 21 7
10 35   Raffaele De Rosa Honda CBR600RR 16 +47.826 22 6
11 3   Jed Metcher Yamaha YZF R6 16 +50.880 27 5
12 99   Fabien Foret Kawasaki ZX-6R 16 +1:00.681 4 4
13 87   Luca Marconi Yamaha YZF R6 16 +1:01.139 13 3
14 74   Kieran Clarke Honda CBR600RR 16 +1:05.160 32 2
15 40   Martin Jessopp Honda CBR600RR 16 +1:05.208 25 1
16 22   Roberto Tamburini Honda CBR600RR 16 +1:10.453 6
17 6   Mirko Giansanti Kawasaki ZX-6R 16 +1:16.756 18
18 64   Joshua Day Kawasaki ZX-6R 16 +1:21.270 26
19 88   Giovanni Altomonte Honda CBR600RR 16 +1:28.024 33
20 17   Roberto Anastasia Honda CBR600RR 16 +1:28.403 30
21 61   Fabio Menghi Yamaha YZF R6 16 +1:48.237 14
22 13   Dino Lombardi Yamaha YZF R6 16 +1:59.036 24
23 53   Valentin Debise Honda CBR600RR 16 +2:00.983 29
24 27   Thomas Caiani Honda CBR600RR 15 +1 giro 35
25 33   Yves Polzer Yamaha YZF R6 15 +1 giro 31
26 24   Eduard Blokhin Yamaha YZF R6 15 +1 giro 34
Rit 98   Romain Lanusse Kawasaki ZX-6R 15 Ritiro 17
Rit 23   Broc Parkes Honda CBR600RR 13 Ritiro 7
Rit 81   Cristiano Erbacci Yamaha YZF R6 8 Incidente 23
Rit 157   Ilario Dionisi Honda CBR600RR 6 Ritiro 20
Rit 65   Vladimir Leonov Yamaha YZF R6 5 Incidente 15
Rit 20   Mathew Scholtz Honda CBR600RR 5 Incidente 8
Rit 38   Balázs Németh Honda CBR600RR 5 Incidente 28
Rit 32   Sheridan Morais Kawasaki ZX-6R 3 Incidente 3
Rit 34   Ronan Quarmby Honda CBR600RR 1 Incidente 12
NQ 73   Oleg Pozdneev Yamaha YZF R6 Non qualificato

SuperstockModifica

Fonte[5]

Pos # Pilota Moto Giri Tempo Griglia Punti
1 32   Lorenzo Savadori Ducati 1199 Panigale 11 21:21.255 4[6] 25
2 71   Christoffer Bergman Kawasaki ZX-10R 11 +1.651 5 20
3 47   Eddi La Marra Ducati 1199 Panigale 11 +1.884 3 16
4 15   Fabio Massei Honda CBR1000RR 11 +3.071 10 13
5 5   Marco Bussolotti Ducati 1098R 11 +11.194 8 11
6 40   Alen Győrfi Honda CBR1000RR 11 +21.378 14 10
7 21   Markus Reiterberger BMW S1000 RR 11 +26.047 6 9
8 14   Lorenzo Baroni BMW S1000 RR 11 +30.259 2 8
9 11   Jérémy Guarnoni Kawasaki ZX-10R 11 +31.224 9 7
10 44   Federico Dittadi Aprilia RSV4 APRC 11 +51.230 12 6
11 22   Matteo Gabrielli Aprilia RSV4 APRC 11 +57.305 13 5
12 55   Tomáš Svitok Ducati 1098R 11 +1:01.806 16 4
13 93   Matthieu Lussiana Kawasaki ZX-10R 11 +1:01.972 7 3
14 39   Randy Pagaud Kawasaki ZX-10R 11 +1:14.045 19 2
15 30   Bogdan Vrajitoru Kawasaki ZX-10R 11 +1:22.095 25 1
16 36   Philippe Thiriet Kawasaki ZX-10R 11 +2:01.823 20
17 88   Massimo Parziani Aprilia RSV4 APRC 10 +1 giro 18
18 61   Alexey Ivanov Ducati 1199 Panigale 10 +1 giro 24
19 155   Tiago Dias Kawasaki ZX-10R 10 +1 giro 22
20 17   Danilo Lewis da Silva Kawasaki ZX-10R 10 +1 giro 23
Rit 41   Tommaso Gabrielli Aprilia RSV4 APRC 10 Incidente 21
Rit 20   Sylvain Barrier BMW S1000 RR 8 Incidente 1
Rit 37   Andrzej Chmielewski Ducati 1098R 7 Incidente 17
Rit 65   Loris Baz Kawasaki ZX-10R 4 Incidente 11
Rit 69   Ondřej Ježek Ducati 1098R 1 Ritiro 15
NP 67   Bryan Staring Kawasaki ZX-10R Non partito

NoteModifica

  1. ^ Superbike: cancellata Gara 1 a Monza per ragioni di sicurezza (BikeRacing.it), 6 maggio 2012 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2012).
  2. ^ Monza, Superbike - Results Race 2 - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 4 marzo 2014 in Internet Archive.
  3. ^ Superbike Monza Gara 2: corsa conclusa dopo 8 giri, 1º Sykes (BikeRacing.it), 6 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 10 luglio 2012).
  4. ^ Monza, Supersport - Results Race - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 4 marzo 2014 in Internet Archive.
  5. ^ Monza, Superstock 1000 - Results Race - dal sito ufficiale superbike Archiviato il 4 marzo 2014 in Internet Archive.
  6. ^ Lorenzo Savadori ha ricevuto una penalità di 2 posizioni sulla griglia di partenza per irregolarità tecniche. Superstock 1000 Monza Gara: Savadori trionfa con la 1199 (BikeRacing.it)[collegamento interrotto], 6 maggio 2012.

Collegamenti esterniModifica

Campionato mondiale Superbike - Stagione 2012
                           
   

Edizione precedente:
2011
Gran Premio di superbike di Monza
Altre edizioni
Edizione successiva:
2013
  Portale Moto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moto