Apri il menu principale

Jeonbuk Hyundai Motors Football Club

Jeonbuk Hyundai Motors Football Club
Calcio Football pictogram.svg
Greens, General Motors
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali
Simboli Corvo a tre zampe
Dati societari
Città Jeonju
Nazione Corea del Sud Corea del Sud
Confederazione AFC
Federazione Flag of South Korea.svg KFA
Campionato Korea League
Fondazione 1994
Presidente Corea del Sud Chung Eui-Sun
Allenatore Portogallo José Morais
Stadio Jeonju World Cup Stadium
(43.348 posti)
Palmarès
Titoli nazionali 6 K-League
Trofei nazionali 3 Coppe della Corea del Sud
1 Supercoppa della Corea del Sud
Trofei internazionali 2 Champions League asiatica
Si invita a seguire il modello di voce

Lo Jeonbuk Hyundai Motors Football Club, meglio noto come Jeonbuk Motors, è una società calcistica di Jeonju (provincia di Jeonbuk), nella Corea del Sud. Disputa le partite interne al Jeonju World Cup Stadium di Jeonju in tenuta verde e milita nella K-League, la massima divisione calcistica della Corea del Sud.

A livello nazionale ha vinto 6 campionati, 3 Coppe della Corea del Sud e una Supercoppa della Corea del Sud. A livello internazionale vanta la conquista di 2 AFC Champions League, trofeo vinto nel 2006 e nel 2016.

Denominazione[1]Modifica

  • Dal 1994 al 1997: Jeonbuk Dinos Football Club
  • Dal 1997 al 2000: Jeonbuk Hyundai Dinos Football Club
  • Dal 2000: Jeonbuk Hyundai Motors Football Club

StoriaModifica

Il club, fondato nel 1994, non va confuso con la precedente società Jeonbuk Buffalo, che era stato costituita nel 1993 con il nome di Wansan Puma Football Club, ed aveva assunto il nome di Jeonbuk Buffalo Football Club l'anno seguente. A causa di debiti, lo Jeonbuk Buffalo fallì al termine della stagione 1994.

Il 12 dicembre 1994 la Hyundai Motors ingaggiò i giocatori del defunto Jeonbuk Buffalo, fondando la nuova società Jeonbuk Dinos Football Club. La stessa federazione calcistica sudcoreana dichiarò ufficialmente che lo Jeonbuk Buffalo e lo Jeonbuk Dinos erano società differenti e pertanto la storia dello Jeonbuk Hyundai Motors iniziava il 12 dicembre 1994.

Il 31 maggio 2000 la società assunse la denominazione di Jeonbuk Hyundai Motors Football Club.

Vinse la AFC Champions League 2006, prima a riuscire nell'impresa tra le squadre dell'Estremo Oriente dall'inaugurazione della nuova formula del torneo (2003), battendo per 3-2 tra andata e ritorno i siriani dell'Al Karama. Nel dicembre 2006 partecipò al campionato mondiale per club svoltosi in Giappone, classificandosi al 5º e penultimo posto.

Grazie all'arrivo di Choi Kang-Hee, la squadra riuscì a migliorare il proprio rendimento nella K-League finché, il 6 dicembre 2009, non arrivò il tanto agognato primo titolo nazionale, sempre sotto la gestione di Kang-Hee. Il titolo fu vinto grazie al successo nella doppia finale contro il Seongnam Ilhwa.

Nel 2011 il presidente decise di cambiare allenatore, sostituendo il beniamino dei tifosi Kang-Hee con Lee Heung-Sil. Grazie alla sua gestione la squadra campione del 2009, reduce di un terzo posto nella stagione 2010, il 4 dicembre 2011 riuscì a ottenere il secondo alloro nazionale contro l'Ulsan Hyundai, sconfitto nella doppia finale. Il club raggiunse anche la finale della AFC Champions League 2011, dove fu sconfitto dall'Al-Sadd ai tiri di rigore.

Il 30 settembre 2016 la squadra fu penalizzata di nove punti in campionato e multata di 100 milioni di won a seguito del coinvolgimento in uno scandalo di corruzione di alcuni arbitri risalente a tre anni prima[2].

Il 26 novembre 2016 lo Jeonbuk si laureò campione d'Asia per la seconda volta nella sua storia dopo aver battuto gli emiratini dell'Al Ain per 3-2 tra andata e ritorno nella doppia finale della AFC Champions League 2016.

A causa dello scandalo di corruzione arbitrale in cui fu coinvolto, il 18 gennaio 2017 lo Jeonbuk fu escluso dalla AFC Champions League 2017 con un provvedimento della Asian Football Confederation confermato dal Tribunale Arbitrale dello Sport, che il 3 febbraio respinse il ricorso presentato dal club sudcoreano[3].

CronistoriaModifica

Stagione Divisione Posizione Coppa della CdS AFC Champions League
1995 K-League 7 - -
1996 K-League 5 Quarti di finale -
1997 K-League 6 Ottavi di finale -
1998 K-League 6 Ottavi di finale -
1999 K-League 7 Finale -
2000 K-League 4 Vincitore -
2001 K-League 9 Semifinale -
2002 K-League 7 Quarti di finale -
2003 K-League 5 Vincitore -
2004 K-League 6 Quarti di finale Semifinale
2005 K-League 12 Vincitore -
2006 K-League 11 Ottavi di finale Vincitore
2007 K-League 8 Ottavi di finale -
2008 K-League 4 Quarti di finale -
2009 K-League 1 Semifinale -
2010 K-League 3 Quarti di finale Quarti di finale
2011 K-League 1 Ottavi di finale Finale
2012 K-League 2 - Fase a gironi
2013 K-League 3 Finale Ottavi di finale
2014 K-League 1 - Ottavi di finale
2015 K-League 1 - Quarti di finale
2016 K-League 2 - 1
2017 1 1 Quarto turno esclusa
2018 1 1 Ottavi di finale Quarti di finale

OrganicoModifica

PalmarèsModifica

Competizioni nazionaliModifica

2009, 2011, 2014, 2015, 2017, 2018
2000, 2003, 2005
2004

Competizioni internazionaliModifica

2006, 2016

Altri piazzamentiModifica

Secondo posto: 2012, 2016
Terzo posto: 2013
Finalista: 1999, 2013
Finalista: 2010
Semifinalista: 2004
Finalista: 2001-2002

NoteModifica

  1. ^ Come da direttive della federazione calcistica sudcoreana non viene considerata la storia della precedentemente fallita società Wansan Puma/Jeonbuk Buffalo
  2. ^ (EN) Joo Kyung-don, Jeonbuk's strong season dented by punishment over bribery scandal, english.yonhapnews.co.kr, 30 settembre 2016.
  3. ^ (EN) Jeonbuk Motors loses attempt to overturn Asian Champions League ban for bribery scandal, abc.net.au, 4 febbraio 2017.
  4. ^ (KO) Players, Jeonbuk Hyundai Motors FC official website. URL consultato il 18 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 3 ottobre 2016).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio