Johanna Schnarf

sciatrice alpina italiana
Johanna Schnarf
Johanna Schnarf Altenmarkt-Zauchensee 2009.jpg
Johanna Schnarf ad Altenmarkt-Zauchensee nel 2009
Nazionalità sportiva Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 68 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Specialità Discesa libera, supergigante, combinata
Squadra Fiamme Gialle
Ritirata 2018
 

Johanna Schnarf detta Hanna (Bressanone, 16 settembre 1984) è un'ex sciatrice alpina italiana.

BiografiaModifica

Residente a Valdaora e tesserata per il gruppo sportivo Fiamme gialle[1], era specialista della combinata e delle prove veloci.

Stagioni 2000-2008Modifica

Ha esordito nel Circo bianco nel dicembre del 1999, quando iniziò a partecipare a gare FIS, e in Coppa Europa il 22 febbraio 2001 a Ravascletto, senza concludere uno slalom speciale. Nel 2003 e nel 2004 ha preso parte ai Mondiali juniores, senza conseguire risultati di rilievo. Ha debuttato in Coppa del Mondo il 5 dicembre 2004 nel supergigante di Lake Louise, non portando a termine la prova.

Nel 2006 in Coppa Europa ha colto il primo podio, il 12 gennaio a Sankt Moritz (2ª in discesa libera), e l'unica vittoria, il 17 gennaio a Haus (ancora in discesa libera). Pur condizionata da molti infortuni[2], la Schnarf ha dimostrato di poter essere competitiva ad alti livelli iniziando a ottenere i suoi primi piazzamenti tra le prime dieci. Ai Mondiali di Åre 2007, sua prima presenza iridata, è stata 17ª sia nel supergigante sia nella supercombinata.

Stagioni 2009-2014Modifica

Ai Mondiali di Val-d'Isère 2009 ha ottenuto il 6º posto posto nella prova di supercombinata e l'11 marzo dello stesso anno è salita per l'ultima volta sul podio in Coppa Europa, a Crans-Montana in discesa libera (2ª). Ai XXI Giochi olimpici invernali di Vancouver 2010 è stata convocata al posto dell'infortunata Nadia Fanchini[3]: in quel suo esordio olimpico ha conquistato il 22º posto nella discesa libera, l'8º nella supercombinata e il 4º, a undici centesimi dal podio[4], nel supergigante. Nella prima gara in Coppa del Mondo dopo la rassegna a cinque cerchi ha ottenuto il suo primo podio nel circuito giungendo 2ª nella discesa libera di Crans-Montana del 6 marzo, staccata di un centesimo dalla vincitrice Lindsey Vonn[5].

Nel 2011 ai Mondiali di Garmisch-Partenkirchen è stata 21ª nella discesa libera, 23ª nel supergigante e 8ª nella supercombinata. Lontana dalle gare per infortunio[6] dal settembre 2012, è rientrata in Coppa del Mondo il 6 dicembre 2013 a Lake Louise, senza tuttavia ottenere risultati di rilievo in tutta la stagione 2013-2014 (miglior piazzamento un 13º posto).

Stagioni 2015-2018Modifica

 
Johanna Schnarf in gara a Garmisch-Partenkirchen nel 2017

Ai Mondiali di Vail/Beaver Creek 2015 si è classificata 28ª nella discesa libera e non ha concluso la combinata; due anni dopo ai Mondiali di Sankt Moritz 2017 è stata 22ª nella discesa libera. Il 21 gennaio 2018 ha ottenuto il secondo e ultimo podio in Coppa del Mondo, a Cortina d'Ampezzo in supergigante (2ª), e ai successivi XXIII Giochi olimpici invernali di Pyeongchang 2018, sua ultima presenza olimpica, si è classificata 5ª nel supergigante e non ha completato la combinata.

Inattiva dal marzo di quello stesso anno a causa di numerosi infortuni, ha annunciato il ritiro il 2 aprile 2020[6]; la sua ultima gara in Coppa del Mondo è rimasta così il supergigante di Åre del 15 marzo 2018 (21ª), mentre l'ultima in carriera è stata lo slalom speciale dei Mondiali militari 2018, disputato il 29 marzo successivo a Pampeago e chiuso dalla Schnarf al 7º posto.

PalmarèsModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 20ª nel 2018
  • 2 podi (1 in discesa libera, 1 in supergigante):
    • 2 secondi posti

Coppa EuropaModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 17ª nel 2006
  • 5 podi:
    • 1 vittoria
    • 4 secondi posti

Coppa Europa - vittorieModifica

Data Località Paese Specialità
17 gennaio 2006 Haus   Austria DH

Legenda:
DH = discesa libera

South American CupModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 24ª nel 2012
  • 1 podio:
    • 1 secondo posto

Campionati italianiModifica

NoteModifica

  1. ^ Johanna Schnarf, su fisi.org, FISI.
  2. ^ Max Valle, Johanna Schnarf: "Voglio ricominciare da dove ho finito" [collegamento interrotto], in wintersport.it, 12 ottobre 2010. URL consultato l'11 giugno 2011.
  3. ^ Gianni Merlo, St. Moritz, dramma Fanchini. Razzoli, che peccato!, in La Gazzetta dello Sport, 31 gennaio 2010. URL consultato l'11 giugno 2011.
  4. ^ Referto della gara, su data.fis-ski.com. URL consultato il 6 agosto 2010.
  5. ^ Referto della gara, su data.fis-ski.com. URL consultato il 6 agosto 2010.
  6. ^ a b Matteo Pavesi, Hanna Schnarf chiude la carriera, in fantaski.it, 2 aprile 2020. URL consultato il 2 aprile 2020.
  7. ^ (EN) Profilo FIS, su data.fis-ski.com. URL consultato il 3 giugno 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica