Apri il menu principale

Leonardo Rossi (calciatore)

allenatore di calcio e calciatore italiano
(Reindirizzamento da Leonardo Rossi (allenatore))
Leonardo Rossi
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1997 - giocatore
Carriera
Giovanili
1977-1978Bologna
Squadre di club1
1975-1977 Cassino 4+ (0+)
1978-1979 Bologna 1 (0)
1979-1980 SPAL 5 (0)
1980-1981 Piacenza 29 (2)
1981-1983 Livorno 66 (5)
1983-1985 Jesi 62 (4)
1985-1986 Messina 31 (0)
1986-1987 Fano 32 (1)
1987-1988 Lanerossi Vicenza 32 (3)
1988-1989 Trento 31 (2)
1989-1990 Catania 30 (3)
1990-1991 Fano 34 (6)
1991-1993 Ravenna 68 (10)
1993-1994 Empoli 24 (2)
1994-1995 Imola 34 (6)
1995-1996 Russi 29 (0)
1996-1997 Imola 31 (1)
Carriera da allenatore
1999-2000 Argentana
2000-2002 Nero e Bianco (Strisce).svg Massalombarda
2002-2004 Mirandolese
2005 600px vertical HEX-ADF0FF HEX-00294F.svg Reno Centese
2005 Genoa Vice
2005-2006 Fano
2006-2007 SPAL
2007-2008 Teramo
2008-2009 Giacomense
2009-2010 Viareggio
2010 Alessandria
2010-2011 Ravenna
2012-2013 Giacomense
2013 SPAL
2014 Legnago
2015- 600px Blu e Bianco2.svg S. Carlo
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 12 novembre 2015

Leonardo Rossi (Atina, 25 settembre 1960) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

BiografiaModifica

Terminata la carriera calcistica, si stabilisce definitivamente con la famiglia a Ferrara[1].

Nell'estate 2011 viene coinvolto nello scandalo calcioscommesse[2], in relazione alla partita Alessandria-Ravenna[3], e viene condannato a un anno di squalifica[4] per omessa denuncia[5].

Caratteristiche tecnicheModifica

GiocatoreModifica

Giocava come centrocampista, nel ruolo di mezzala[6] o regista[7]. In gioventù ha giocato anche come mediano davanti alla difesa[8].

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Esordisce sedicenne nel Cassino, con cui disputa 4 partite nel campionato di Serie D 1976-1977[8]. Passa poi alle giovanili del Bologna, con cui esordisce in Serie A il 7 gennaio 1979, nella sconfitta per 3-1 sul campo del Torino. Nella stagione successiva passa in prestito a novembre alla SPAL, in Serie B[8], con cui disputa 5 partite nel campionato concluso dagli estensi all'ottavo posto.

Nel 1980 scende in Serie C1, al Piacenza, dove viene impiegato come titolare fisso sia in campionato (29 presenze e 2 reti) che in Coppa Italia (10 presenze)[6]. Tornato al Bologna[9], passa al Livorno, sempre in terza serie, rimanendovi per un biennio[10]. Gioca poi nello Jesi, con cui ottiene la promozione in Serie C1 nel 1984.

Dopo la retrocessione del 1985 lascia i marchigiani, e nelle stagioni successive rimane sempre in Serie C1, cambiando squadra ogni stagione. Milita nel Messina (promosso in Serie B[1]), nel Fano, nel Lanerossi Vicenza, nel Trento, nel Catania e di nuovo nel Fano, dove è allenato da Francesco Guidolin. Nel 1991 segue il tecnico veneto al Ravenna, in Serie C2: con i romagnoli ottiene una doppia promozione, approdando in Serie B al termine del campionato 1992-1993[1]. Inizialmente riconfermato tra i cadetti, disputa 7 partite di campionato prima di essere ceduto all'Empoli, in Serie C1; chiude la carriera nell'Imola, con cui ottiene la sua quinta promozione in carriera, dal Campionato Nazionale Dilettanti alla Serie C2[1], nel Russi e di nuovo nell'Imola, tutte nella massima serie dilettantistica.

Ha totalizzato una presenza in Serie A e 12 presenze in Serie B.

AllenatoreModifica

Inizia ad allenare nelle categorie dilettantistiche in provincia di Ferrara, con Argentana, Massalombarda, Mirandolese[11] e Reno Centese, in Serie D[12], con cui ottiene la salvezza nonostante una difficile situazione di classifica[1].

Nell'estate 2005 si affianca a Guidolin come allenatore in seconda al Genoa[13], e insieme a lui lascia i rossoblu in seguito alla sentenza della CAF che retrocede la squadra in Serie C1. Sfumata la possibilità di seguire Guidolin al Monaco[14], nel dicembre dello stesso anno passa al Fano, in Serie D[13], chiudendo il campionato al secondo posto. Nel 2006 viene ingaggiato dalla SPAL, in Serie C2[1], con cui raggiunge i play-off nel campionato di Serie C2 2006-2007 venendo battuto in semifinale dalla Paganese[15].

Allena poi Teramo, in Serie C2[16] (con cui ottiene una salvezza vanificata dal fallimento della società) e Giacomense[17], in Lega Pro Seconda Divisione. Ingaggiato dal Viareggio[18], porta la squadra alla salvezza nel campionato di Lega Pro Prima Divisione 2009-2010 dopo i play-out, ma a fine stagione non viene riconfermato[19].

Nell'estate 2010 viene assunto dall'Alessandria: l'esperienza con i grigi dura solamente tre giorni[3] e si trasferisce in seguito al Ravenna, dove sostituisce Vincenzo Esposito[11]. Conduce il club ad una tranquilla salvezza, tuttavia a causa di una penalizzazione di 7 punti per lo scandalo del calcioscommesse[20] la squadra è costretta a giocarsi i play-out per restare in Prima Divisione. Nonostante la vittoria contro il Südtirol-Alto Adige, nell'estate 2011 il club romagnolo viene escluso dai campionati professionistici[21].

Scontata la squalifica per le vicende giudiziarie, nel dicembre 2012 torna alla Giacomense sostituendo l'esonerato Fabio Gallo[22]. Dopo il cambio di denominazione della squadra, da Giacomense a SPAL 2013, viene confermato sulla panchina estense, venendo esonerato nell'ottobre successivo[23]. Nel giugno 2014 passa al Legnago, formazione veronese di Serie D[24], da cui viene esonerato nel dicembre successivo[25]. Nel 2015 viene ingaggiato dal San Carlo, squadra di Sant'Agostino partecipante al campionato di Promozione Emilia-Romagna 2015-2016[26].

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f Leo Rossi vuole una Spal di uomini veri, La Nuova Ferrara, 27 maggio 2006, pag.37
  2. ^ Calcioscommesse, denunciato Leo Rossi Estense.com
  3. ^ a b Grigi vincenti, 50 mila euro Era la puntata del presidente, La Repubblica, 2 giugno 2011, pag.7 - sez. Torino
  4. ^ Comunicato ufficiale N.13/CDN (2011/2012) (PDF), in Figc.it. URL consultato il 2 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  5. ^ Tolto un reato, ma resta la pena. A Conte è andata anche bene, La Repubblica, 23 agosto 2012, pag.50
  6. ^ a b Rosa 1980-1981 Storiapiacenza1919.it
  7. ^ Profilo su Museovicenzacalcio1902.net, su museovicenzacalcio1902.net. URL consultato il 20 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2015).
  8. ^ a b c Leonardo Rossi, Piacenza sports & motori, n.94, dicembre 1980, p.16
  9. ^ Acquisti e cessioni 1981-1982 Storiapiacenza1919.it
  10. ^ Statistiche su Uslivorno.it
  11. ^ a b Prima Divisione, il Ravenna dà il ben servito a Esposito. Leonardo Rossi il successore Romagnaoggi.it
  12. ^ Il Reno affida la panchina a Leo Rossi L’allenatore lascia il Massalombarda, La Nuova Ferrara, 13 gennaio 2005, pag.33
  13. ^ a b Per la panchina il favorito è sempre Leonardo Rossi, La Nuova Ferrara, 13 maggio 2006, pag.33
  14. ^ Rossi non andrà al Monaco «Ora aspetto una chiamata qui», La Nuova Ferrara, 4 ottobre 2005, pag.33
  15. ^ Leo Rossi ritrova la “sua” Spal | estense.com Ferrara, su www.estense.com. URL consultato il 19 novembre 2015.
  16. ^ Rossi nuovo allenatore del Teramo - Altri Sport - Teramo, Teramo, su www.emmelle.it. URL consultato il 19 novembre 2015.
  17. ^ La Giacomense ha puntato su Leonardo Rossi, La Nuova Ferrara, 16 dicembre 2008, pag.40
  18. ^ Viareggio, inizia l'era Leonardo Rossi - TuttoMercatoWeb.com, su www.tuttomercatoweb.com. URL consultato il 19 novembre 2015.
  19. ^ Via Leonardo Rossi «Per i giovani serve un altro tecnico», Il Tirreno, 10 giugno 2010, pag.12
  20. ^ Il Resto Del Carlino - Ravenna - Ravenna, ecco il conto: 7 punti di penalizzazione Buffone inibito per 3 anni, su www.ilrestodelcarlino.it. URL consultato il 19 novembre 2015.
  21. ^ Ravenna Calcio. Si riparte dalla 'D'. Per i giovani, invece, trattative con la Triestina., su romagnagazzette.com. URL consultato il 19 novembre 2015.
  22. ^ MISTER LEONARDO ROSSI ALLA GIACOMENSE, su www.lega-pro.com. URL consultato il 19 novembre 2015.
  23. ^ Spal, esonerato Rossi Gadda è il nuovo allenatore - il Resto del Carlino - Ferrara, su www.ilrestodelcarlino.it. URL consultato il 19 novembre 2015.
  24. ^ Il Legnago ha presentato il nuovo mister Leonardo Rossi, su Legnago24. URL consultato il 19 novembre 2015.
  25. ^ Legnago, esonerato mister Rossi, su Professione Calcio. URL consultato il 19 novembre 2015.
  26. ^ Leo Rossi va al San Carlo, La Nuova Ferrara, 9 luglio 2015

Collegamenti esterniModifica