Madeleine Egle

slittinista austriaca
Madeleine Egle
2018-11-22 Madeleine Egle by Sandro Halank.jpg
La Egle a Innsbruck nel 2018
Nazionalità Austria Austria
Slittino Luge pictogram.svg
Specialità Singolo
Squadra SV Rinn in Tirol
Palmarès
Olimpiadi 0 0 1
Mondiali juniores 0 0 2
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 28 febbraio 2019

Madeleine Egle (Hall in Tirol, 21 agosto 1998) è una slittinista austriaca.

È pronipote di Angelika Schafferer, a sua volta slittinista di alto livello[1].

BiografiaModifica

Ha iniziato a gareggiare per la nazionale austriaca nelle varie categorie giovanili, prendendo parte alla seconda edizione dei Giochi olimpici giovanili invernali a Lillehammer 2016 dove ha conquistato la medaglia di bronzo nel singolo ed è giunta nona nella gara a squadre. Sempre a livello giovanile ha ottenuto due terzi posti nella staffetta ai mondiali juniores di Lillehammer 2015 e di Sigulda 2017.

A livello assoluto ha esordito in Coppa del Mondo nella stagione 2016/17, gareggiando a Winterberg nel singolo e concludendo la prova in ventiduesima posizione. In classifica generale, come miglior risultato, si è piazzata al tredicesimo posto nella specialità del singolo nel 2018/19.

Ha preso parte a una edizione dei Giochi olimpici invernali, a Pyeongchang 2018, occasione in cui è terminata nona nel singolo e ha conquistato la medaglia di bronzo nella prova a squadre.

Ha preso parte altresì a due edizioni dei campionati mondiali; il suo miglior piazzamento è il diciottesimo posto nella specialità individuale a Schönau am Königssee 2016.

PalmarèsModifica

OlimpiadiModifica

Mondiali junioresModifica

Europei junioresModifica

Olimpiadi giovaniliModifica

Coppa del MondoModifica

  • Miglior piazzamento in classifica generale nel singolo: 13ª nel 2018/19.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Athlete Profile - Madeleine Egle, su www.pyeongchang2018.com, Pyeongchang 2018 Olympic Organizing Committee for the 2018 Winter Olympics, 15 febbraio 2018. URL consultato il 15 febbraio 2018 (archiviato il 15 febbraio 2018).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica