Apri il menu principale

Mattia Gavazzi

ciclista su strada italiano
Mattia Gavazzi
Mattia Gavazzi.jpg
Mattia Gavazzi alla Milano-Sanremo 2010
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Squadre di club
2004 Garda Calze-R. Ragnoli
2005 Amore & Vita
2006 Team LPR
2007 Kio Ene-Tonazzo
2008 Preti Mangimi
2009 Serr. Diquigiovanni
2010 Colnago
2013 Androni
2014 Christina Watches
2014-2016 Amore & Vita
Statistiche aggiornate al febbraio 2018

Mattia Gavazzi (Iseo, 14 giugno 1983) è un ciclista su strada italiano, professionista dal 2006 al 2014, squalificato per doping fino al 9 luglio 2019.[1]

CarrieraModifica

Figlio di Pierino Gavazzi, grande ciclista degli anni settanta e ottanta, e fratello minore di Nicola Gavazzi, professionista dal 2001 al 2004, Mattia passa professionista nel 2006 dopo essersi messo in luce al Girobio 2004, durante il quale ha ottenuto anche una vittoria di tappa.

Solo nel 2007, con la Kio Ene, arrivano i primi successi, ben sette, in alcune corse a tappe di secondo piano. Nel 2008, passato alla Preti Mangimi, comincia la stagione con la prestigiosa affermazione al Giro di Toscana e prosegue con una vittoria di tappa al Brixia Tour. Nel 2009 con la Serramenti PVC Diquigiovanni-Androni Giocattoli ottiene ben undici vittorie; a inizio stagione si impone nella tappa inaugurale del Tour de San Luis in Argentina e in ben quattro tappe del Tour de Langkawi in Malaysia, mentre a luglio vince altre due tappe al Brixia Tour. Nel 2010, dopo numerosi piazzamenti, torna al successo con la nuova squadra Colnago-CSF Inox nella Settimana Ciclistica Lombarda.

Rientrato alle corse nel 2013 con l'Androni Giocattoli-Venezuela, ottiene quattro vittorie, tra cui il secondo Giro di Toscana. Nel 2014, dopo l'anonima esperienza alla Christina Watches-Kuma, si trasferisce all'Amore & Vita-Selle SMP. Con il team ucraino ottiene cinque successi di tappa tra Tour of Qinghai Lake, Tour of China I e II e Tour of Fuzhou, competizioni dell'UCI Asia Tour.

Nel 2015, sempre tra le file del team ucraino, ottiene ben dodici vittorie, record personale. Dopo una tappa alla Vuelta Mexico e una al Tour of Estonia, ottiene i restanti successi in Cina: quattro tappe al Tour of Qinghai Lake, tre al Tour of China II, con l'affermazione anche nella classifica finale, e due al Tour of Fuzhou. Nell'aprile 2016 l'UCI comunica che è risultato positivo alla cocaina (per la quarta volta in carriera, contando anche la categoria Juniores) durante il Tour of Qinghai Lake dell'anno precedente.[1]

PalmarèsModifica

  • 2002 (G.S. Garda Calze Resine Ragnoli, Dilettanti Elite/Under-23)
Coppa Mobilio Ponsacco
  • 2003 (G.S. Garda Calze Resine Ragnoli, Dilettanti Elite/Under-23)
Trofeo Antonietto Rancito
Coppa San Biagio
Coppa Mobilio Ponsacco
  • 2004 (G.S. Garda Calze Resine Ragnoli, Dilettanti Elite/Under-23)
100 km di Nuvolato
Trofeo Lampre
Gran Premio Agostano
Coppa San Biagio
Alta Padovana Tour
Trofeo Papà Cervi
Trofeo Gino Visentini
Circuito del Porto-Trofeo Internazionale Arvedi
10ª tappa Girobio (Rieti > Rieti)
  • 2007 (Kio Ene-Tonazzo-DMT, sei vittorie)
2ª tappa Istrian Spring Trophy (Parenzo > Zelena Laguna)
3ª tappa Istrian Spring Trophy (Parenzo > Zelena Laguna)
1ª tappa Tour de Normandie (Mondeville > Forges-les-Eaux)
2ª tappa, 1ª semitappa Tour de Normandie (Forges-les-Eaux > Aubevoye)
2ª tappa, 2ª semitappa Tour de Normandie (Gaillon > Elbeuf)
2ª tappa Vuelta a Navarra (Tudela > San Adrián)
  • 2008 (Preti Mangimi-Prisma Stufe, quattro vittorie)
2ª tappa Settimana Ciclistica Lombarda (Brignano Gera d'Adda > Costa Volpino)
Giro di Toscana
5ª tappa Circuit de Lorraine (Rombas > Hayange)
5ª tappa Brixia Tour (Pisogne > Darfo Boario Terme)
  • 2009 (Serramenti PVC Diquigiovanni-Androni Giocattoli, undici vittorie)
1ª tappa Tour de San Luis (San Luis > Villa Mercedes)
1ª tappa Tour de Langkawi (Putrajaya > Senawang)
2ª tappa Tour de Langkawi (Senawang > Malacca)
3ª tappa Tour de Langkawi (Malacca > Malacca)
6ª tappa Tour de Langkawi (Batang Kali > Shah Alam)
3ª tappa Settimana Ciclistica Lombarda (Boltiere > Zingonia)
3ª tappa, 1ª semitappa Vuelta a Venezuela (Anaco > Anaco)
3ª tappa, 2ª semitappa Vuelta a Venezuela (Aragua de Barcelona > Valle de la Pascua)
4ª tappa Vuelta a Venezuela (Valle de la Pascua > Valle de la Pascua)
1ª tappa, 1ª semitappa Brixia Tour (Orzinuovi > Orzinuovi)
5ª tappa Brixia Tour (Pisogne > Darfo Boario Terme)
  • 2010 (Colnago-CSF Inox, una vittoria)
2ª tappa Settimana Ciclistica Lombarda (Dalmine > Dalmine)
  • 2013 (Androni Giocattoli-Venezuela, quattro vittorie)
7ª tappa Tour de San Luis (San Luis > Juana Koslay)
Giro di Toscana
3ª tappa, 2ª semitappa Sibiu Cycling Tour (Sibiu > Sibiu)
3ª tappa Vuelta a Venezuela (Caripe > Puerto La Cruz)
  • 2014 (Amore & Vita-Selle SMP, cinque vittorie)
11ª tappa Tour of Qinghai Lake (Yinchuan > Yinchuan)
13ª tappa Tour of Qinghai Lake (Lanzhou > Lanzhou)
2ª tappa Tour of China I (Chenggu > Hanzhong)
1ª tappa Tour of China II (Xining Langshan > Xining Langshan)
3ª tappa Tour of Fuzhou (Yongtai > Yongtai)
  • 2015 (Amore & Vita-Selle SMP, dodici vittorie)
6ª tappa Vuelta Mexico (Toluca > Toluca)
2ª tappa Tour of Estonia (Tartu > Tartu)
8ª tappa Tour of Qinghai Lake (Xunhua > Linxia)
10ª tappa Tour of Qinghai Lake (Tianshui > Tianshui)
11ª tappa Tour of Qinghai Lake (Tianshui > Pingliang)
13ª tappa Tour of Qinghai Lake (Shuidonggou > Yinchuan)
1ª tappa Tour of China II (Chongqing Banan > Chongqing Banan)
4ª tappa Tour of China II (Chenzhou > Zixing)
5ª tappa Tour of China II (Qingyuan > Qingyuan)
Classifica generale Tour of China II
1ª tappa Tour of Fuzhou (Fuzhou > Fuzhou)
3ª tappa Tour of Fuzhou (Yongtai > Yongtai)

Altri successiModifica

  • 2007 (Kio Ene-Tonazzo-DMT)
Univest Grand Prix
  • 2009 (Serramenti PVC Diquigiovanni-Androni Giocattoli)
Classifica a punti Tour de Langkawi
  • 2014 (Amore & Vita-Selle SMP)
Classifica a punti Tour of Fuzhou
  • 2015 (Amore & Vita-Selle SMP)
Classifica a punti Tour of China II
Classifica a punti Tour of Fuzhou

PiazzamentiModifica

Grandi GiriModifica

2013: ritirato (17ª tappa)

Classiche monumentoModifica

2010: ritirato

NoteModifica

  1. ^ a b Cocaina, Mattia Gavazzi squalificato per quattro anni, su gazzetta.it, 10 giugno 2016. URL consultato l'11 giugno 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica