Apri il menu principale
Pilatus PC-12
US Immigration and Customs Enforcement aircraft.jpg
Descrizione
Tipoaereo executive
Equipaggio2
CostruttoreSvizzera Pilatus Aircraft
Data primo volo31 maggio 1991
Data entrata in servizio1994
Utilizzatore principaleStati Uniti USAF
Esemplari1500 (in produzione)[1]
Dimensioni e pesi
Lunghezza14,40 m
Apertura alare16,28 m
Altezza4,26 m
Superficie alare25,81
Peso a vuoto3 076 kg
Peso carico4 500 kg
Peso max al decollo4 740 kg
Passeggeri9 (standard)
Capacità458 kg
Capacità combustibile1 226 kg
Propulsione
Motore1 turboelica Pratt & Whitney Canada PT6A-67B
Potenza1 200 shp (895 kW)
Prestazioni
Velocità di stallo124 km/h (67 kt) IAS
Velocità di crociera519 km/h (280 kt)
Velocità di salita585 m/min (MTOW)
Corsa di decollo808 m
Atterraggio558 m
Autonomia2 889 km (1 560 nm)
Tangenza9 144 m (30 000 ft)
Notedati riferiti alla versione PC-12 NG

i dati sono estratti da Pilatus Aircraft Ltd.[2]

voci di aerei civili presenti su Wikipedia

Il PC-12 è un aereo executive, monomotore, monoplano ad ala bassa, progettato e prodotto dall'azienda aeronautica svizzera Pilatus Aircraft.

Storia del progettoModifica

Il programma PC-12 fu lanciato alla fine degli anni ottanta dalla Pilatus Aircraft per un progetto di un nuovo aereo da trasporto leggero e d'affari pressurizzato, monoturbina ad ala bassa in grado di trasportare comodamente 9 persone oltre ai due membri dell'equipaggio.

I progettisti dell'azienda svilupparono un aeroplano dalla fusoliera a sezione rettangolare, ottenendo così una cabina capace di ospitare nel massimo comfort 6 passeggeri nella configurazione VIP e fino a un massimo di 10 persone secondo l'allestimento normale.

L'azienda svizzera decise di adottare la formula monomotore in maniera tale da permettere agli operatori dell'aereo dei costi di acquisto e utilizzo abbastanza contenuti rispetto a quelli di velivoli della stessa categoria con 2 motori.

Il prototipo volò per la prima volta il 31 maggio 1991.

La Pilatus sviluppò, oltre alla versione civile per trasporto di persone e merci, anche una variante per compiti di pattugliamento e sorveglianza da proporre sul mercato militare e paramilitare, denominata originariamente Eagle.

Infatti, grazie alla sua filosofia progettuale aperta, il velivolo si presta ad una grande varietà di compiti, dal pattugliamento marittimo, ricognitore e piattaforma di comando e controllo nelle missioni di Guerra elettronica, mediante l'installazione di radar, apparati elettronici e sistemi all'infrarosso.[3]

Il 7 agosto 2013 il 1 200esimo Pilatus PC-12 è stato consegnato dalla Pilatus Aircraft alla statunitense PlaneSense.[4]

VersioniModifica

  • PC-12: È la prima versione del PC-12 prodotta in serie, era propulso con un motore a turboelica Pratt & Whitney Canada PT6A-67B.
  • PC-12/45: Seconda variante prodotta in serie, fu certificata nel 1996 e caratterizzata da un peso massimo al decollo aumentato; è propulso con lo stesso motore della versione precedente.
  • PC-12/47: Versione certificata nel 2005 ulteriormente migliorata, anch'essa si caratterizza per il peso massimo al decollo aumentato; la motorizzazione è la stessa delle due varianti precedenti.
  • PC-12/47E: Variante certificata nel 2008 e propulsa con un turboelica Pratt & Whitney Canada PT6A-67P.
  • PC-12M Spectre: Versione chiamata originariamente Eagle, viene impiegata principalmente per compiti speciali da parte di organi militari e paramilitari.
  • PC-12NG: Variante aggiornata conosciuta come NextGeneration.
  • U-28A: versione militare da collegamento e trasporto leggero adottata in 28 esemplari dall'USAF e dall'United States Special Operations Command.[5] Tale versione è dotata di sistemi di comunicazione militare comprendenti data link, video e data voice, mentre alcuni aerei hanno ricevuto sensori elettro ottici per svolgere missioni ISR (Intelligence Surveillance e Reconaissance).[5]

UtilizzatoriModifica

GovernativiModifica

  Argentina
ha in organico un solo esemplare di PC-12 impiegato per il trasporto VIP;
  Australia
31 PC-12 in servizio all'agosto 2019.[6]

MilitariModifica

  Afghanistan
18 PC-12NG ordinati nel 2012 e tutti consegnati al dicembre 2018, più 5 PC-12NG per missioni SIGINT ordinati nel 2015, 4 dei quali consegnati al dicembre 2018.[7]
  Bulgaria
ha in organico un solo esemplare di PC-12 impiegato per il trasporto VIP;
  Ciad
2 PC-12 consegnati e tutti in servizio al maggio 2018.[8][9]
  Finlandia
ha ordinato 6 esemplari di PC-12NG da impiegare per compiti di collegamento e trasporto leggero (consegne previste a partire dal 2010);
  Irlanda
3 PC-12NG ordinati a dicembre 2017, saranno consegnati tra il 2019 ed il 2020.[10][11]
  Stati Uniti
28 PC-12M (ridenominati U-28A Draco) acquistati a partire dal 2006 e tutti in servizio al settembre 2019.[12]
  Sudafrica
impiega un solo esemplare di PC-12 per compiti di collegamento e trasporto leggero;
  Svizzera
impiega un solo esemplare di PC-12 per compiti di collegamento e trasporto leggero;

NoteModifica

  1. ^ Pilatus livre le 1’500ème PC-12 !
  2. ^ (EN) PC-12 NG: Performance & Specs, su Pilatus Aircraft Ltd., http://www.pilatus-aircraft.com/. URL consultato il 12 agosto 2013.
  3. ^ R. Niccoli - Aerei - De Agostini, Novara 2000.
  4. ^ (RU) PILATUS ПОСТАВИЛ 1200-Й САМОЛЕТ РС-12, su АвиаПорт, http://www.aviaport.ru, 12 agosto 2013. URL consultato il 12 agosto 2013.
  5. ^ a b c Niccoli 2016, p. 32.
  6. ^ "ABOUT THE RFDS - OUR FLEET", su flyingdoctor.org.au, URL consultato il 31 agosto 2019.
  7. ^ "AFGHANISTAN FIELDING SPECIAL MISSION PC-12'S, MOD CONFIRMS", su janes.com, 7 dicembre 2018, URL consultato il 10 dicembre 2018.
  8. ^ "LES AÉRONEFS DES FORCES AÉRIENNES DES NATIONS DU G5 SAHEL EN 2018 ET EN IMAGES", su avionslegendaires.net, 10 maggio 2018, URL consultato il 9 marzo 2019.
  9. ^ "Le forze aeree del mondo. Ciad" - "Aeronautica & Difesa" N. 377 - 03/2018 pag. 70
  10. ^ "IRISH Irish AIR CORPS SIGNS FOR THREE PC-12s" Archiviato il 22 dicembre 2017 in Internet Archive., su janes.com, 19 dicembre 2017, URL consultato il 20 dicembre 2017.
  11. ^ "Irlanda. Tre nuovi Pilatus PC-12NG" - "Aeronautica & Difesa" N. 377 - 03/2018 pag. 75
  12. ^ "Dopo 13 anni l'USAF ufficializza l'U-28A" - "Aeronautica & Difesa" N. 395 - 09/2019 pag. 70

BibliografiaModifica

PubblicazioniModifica

  • Riccardo Niccoli, 1st Special Operations Wing. Nel cuore delle Special Forces dell'USAF, in Rivista Aeronautica (Roma, Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare), nº 5, 2016, p. 24-32.

Velivoli comparabiliModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Galleria d'immaginiModifica