Apri il menu principale

Pistoia Basket 2000

squadra di pallacanestro di Pistoia

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Olimpia Basket Pistoia.

Al termine della stagione 1998-99 l'Olimpia Basket Pistoia cedette il proprio titolo sportivo a Fabriano e scomparve. La società Samarkanda Pistoia Basket, con sede al Circolo Arci Belvedere, operante soprattutto a livello giovanile già dal 1984 (ma dotata dai primi anni '90 anche di una formazione senior), divenne il punto di riferimento della pallacanestro pistoiese e sulle sue basi nacque un progetto per riportare il grande basket a Pistoia. La squadra, nella stagione 1999-00, la prima dopo la scomparsa dell'Olimpia, disputò il campionato di C2, ottenendo a fine stagione la promozione in C1.

Il campionato di serie C1 non fu mai disputato perché la società acquistò il titolo sportivo di Castenaso, militante in serie Serie B2, cedendo simultaneamente il proprio alla Pallacanestro Agliana. In seguito a questo atto nacque una nuova società, il Pistoia Basket 2000, considerata la naturale succeditrice della defunta Olimpia, che già nella sua seconda stagione di vita (2001-02) raggiunse la promozione in B1. Dopo cinque anni di B1 il Pistoia Basket2000, nella stagione 2006-07, ha conquistato la promozione in Legadue ed ha vinto il titolo italiano dilettanti contro Veroli Basket anch'essa promossa quest'anno in Legadue.

Campionato 2006-07Modifica

In questa stagione il Pistoia Basket 2000 (sponsorizzato PowerDry), ha terminato la stagione regolare al 2º posto nel girone B del campionato di B1, nonostante diversi problemi iniziali, che hanno portato anche all'avvicendamento in panchina fra coach Friso e Maurizio Lasi. Nei playoff ha superato al primo turno la squadra di Cento (2-1 la serie, con la squadra impegnata in casa sempre vincente nelle tre partite). In semifinale l'avversario è stata l'Assigeco Casalpusterlengo, del rivale storico Mario Boni (ex-Montecatini); dopo una serie di 5 incontri, Pistoia l'ha spuntata per 3-2 ottenendo così il pass per la finale promozione in Legadue. La finale si è conclusa sul 3-0. Pistoia torna così in Legadue dopo 8 anni. Con la successiva vittoria nel doppio confronto con l'altra squadra promossa in Legadue (Veroli) la PowerDry si è anche aggiudicata il titolo di Campione d'Italia Dilettanti 2006-07.

Campionato 2007-08Modifica

Costruita sulla stessa ossatura del roster precedente (in biancorosso rimangono Bertolazzi, Zaccariello, Toppo, Chiaramello, Modica e Baroncelli), la squadra sponsorizzata Carmatic ha un avvio stentato. Ma dopo quattro sconfitte consecutive, il gruppo di coach Maurizio Lasi inizia a ingranare, grazie anche alle ottime prestazioni della coppia di statunitensi formata da Boo Davis ed Elton Tyler. Grazie a un girone di ritorno di alto livello, soprattutto in casa, Pistoia riesce a chiudere il campionato al settimo posto, centrando l'accesso ai play-off con due giornate di anticipo rispetto al termine della regular season. Agli spareggi promozione, i biancorossi vengono eliminati dalla Pallacanestro Reggiana al primo turno con il punteggio di 3-1.

Campionato 2008-09Modifica

 
Paolo Moretti è stato allenatore dal 2009 al 2015.

Dopo un'estate di grandi cambiamenti (uniche conferme quelle di Toppo, Rosselli, Tyler e Baroncelli), la squadra, affidata nuovamente a Maurizio Lasi ha un discreto avvio e pare in grado di confermare quanto di buono fatto al primo anno di Legadue. I problemi, personali prima e fisici poi, del play titolare Brent Lamar Darby, però, finiscono presto col condizionare il rendimento della squadra che, complici anche alcune scelte di mercato non propriamente azzeccate, scivola sempre più in basso in classifica, piombando addirittura in piena zona retrocessione. L'esonero a gennaio di Lasi, sostituito da Paolo Moretti e l'ingaggio di tre giocatori esperti come Jerry McCullough, Juan Marcos Casini e Sylvere Bryan permettono alla formazione biancorossa di risalire rapidamente la china e chiudere la stagione al 13º posto, con un rassicurante margine di 6 punti sulla zona retrocessione.

Campionato 2009-10Modifica

Confermato Paolo Moretti alla guida tecnica della squadra, la società pare intenzionata a consolidare la propria posizione nel campionato di Legadue. Ai confermati Toppo, Casini e Infanti, vengono affiancati giocatori di grosso calibro, come Tamar Slay, già protagonista in NBA con i New Jersey Nets, Martin Ringström e Matteo Canavesi, oltre a un giocatore emergente come Tony Skinn, proveniente dalla serie A francese. Il colpo a effetto però arriva a novembre, quando, a sorpresa, viene ingaggiato Gregor Fučka, giocatore simbolo nella storia del basket italiano. Dopo un girone di andata esaltante, che porta i biancorossi a sfiorare l'ingresso nelle final four di Coppa Italia, i risultati subiscono un'improvvisa flessione nella seconda parte di stagione, cosicché, al termine della regular season, la squadra si classifica appena all'8º posto, ultimo utile per disputare i play-off promozione. L'avventura agli spareggi per il salto nel massimo campionato dura lo spazio di quattro partite: i biancorossi vengono infatti estromessi dalla Dinamo Sassari, che verrà poi promossa in serie A, con il punteggio di 3-1.

Campionato 2010-11Modifica

Dopo un campionato economicamente assai dispendioso, ripagato da risultati non certo esaltanti, la società riparte con un profilo decisamente più modesto. Paolo Moretti è confermato alla guida della squadra, ma perde quasi tutti i pezzi pregiati del proprio roster, ad eccezione del capitano Fiorello Toppo e di Gregor Fučka. La coppia di americani è formata dal talentuoso ma bizzoso Joseph Forte, protagonista da diversi anni in Italia ed ex-giocatore di Boston Celtics e Seattle SuperSonics e dal giovanissimo Jarvis Varnado, giocatore di enorme solidità, appena uscito dal College con il record di miglior stoppatore di tutti i tempi. Sono loro le stelle indiscusse di una squadra giovane e numericamente ridotta, che, partita con un budget risicato e con l'obiettivo della salvezza, finisce per disputare un campionato eccellente, qualificandosi per la terza volta in quattro anni ai play-off promozione. I biancorossi finiscono eliminati al primo turno dalla corazzata Fastweb Casale Monferrato, poi promossa nel massimo campionato, ma vedono Jarvis Varnado premiato come miglior stoppatore nella storia del campionato di Legadue.

Campionato 2011-12Modifica

La squadra disputa un campionato stupendo, grazie soprattutto alle prestazioni fornite dai due americani Dwight Hardy e Bobby Jones e al grande cuore dei giocatori italiani. La squadra, sponsorizzata Giorgio Tesi Group, arriva fino alla finale play-off perdendo però 3-1 contro la corazzata del Basket Brindisi dopo una fenomenale cavalcata dove aveva battuto il Basket Veroli 3-1 e lo Scafati Basket per 3-2. Dwight Hardy verrà nominato MVP del campionato.

Campionato 2012-13: promozione in Serie AModifica

La squadra viene rimodellata completamente con tutti i giocatori della passata stagione che hanno cambiato squadra tranne Lorenzo Saccaggi, Giacomo Galanda e Fiorello Toppo; la squadra acquisisce giocatori di esperienza e un americano (Antonio Graves) proveniente da varie esperienze in Europa, anche disputando l'Eurocup con il Galatasaray. La stagione inizia con un po' di dubbi da parte dei tifosi pistoiesi, smentiti prontamente dalle prestazioni della squadra: finale di Final Four persa contro Aquila Basket Trento e secondo posto in regular season, dopo averla dominata dall'inizio. Durante la stagione c'è l'aggiunta al roster di Roberto Rullo e due partite prima dei play-off di Diego Fajardo. La squadra batte lo Scafati Basket in quattro gare, successivamente batte la Junior Libertas Pallacanestro sempre in quattro gare. La finale vede Pistoia trionfare in 5 gare contro il Basket Brescia: vincendo le prime due in casa per 65-60 e 58-56, e perdendo le successive due gare a Brescia 70-55 e 73-62; il sogno viene realizzato il 22 giugno 2013 con la vittoria in gara5 al PalaCarrara 60-47 grazie ad una super difesa nel primo e nel quarto periodo.

Campionato 2013-14Modifica

Il Pistoia Basket torna in serie A 14 anni dopo la sua ultima apparizione. In rosa figurano tra gli altri: Wanamaker, JJ Johnson, Ed Daniel, Deron Washington, Gibson, Galanda. Cinque vittorie consecutive nel finale di campionato consentono al Pistoia Basket di accedere ai playoff scudetto. La squadra verrà eliminata al primo turno in gara-5 dall'EmporioArmani Milano; a fine partita Galanda annuncia il ritiro dal basket giocato.

Campionato 2014-15Modifica

Il secondo anno di serie A è contraddistinto da una radicale trasformazione della squadra. Della precedente squadra infatti non rimane nessuno e l'unico giocatore a conoscere l'ambiente è Ariel Filloy che ritorna a Pistoia dopo la positiva annata in LegaDue. Gli elementi più importanti sono Linton Johnson, grazie al suo passato in NBA, e Daniele Cinciarini che arriva a Pistoia dopo l'annata sfortunata a Montegranaro. Gli altri giocatori del roster sono Ariel Filloy, Daniele Magro, C. J. Williams, Landon Milbourne, Gilbert Brown, Langston Hall, ed i giovani Luca Severini, Tommaso Bianchi, Martino Mastellari. Successivamente al taglio del presuntuoso e poco redditizio Johnson Pistoia inserisce al roster Valerio Amoroso e Tony Easley. La stagione, seppur ampiamente positiva, non sarà all'altezza della precedente(soprattutto saranno parecchie le sconfitte casalinghe) e si concluderà con un nono posto, a ridosso della zona Play-off.

Campionato 2015-16Modifica

Il 13 giugno 2015, in una conferenza stampa congiunta, la società biancorossa ha comunicato il divorzio con l'allenatore Paolo Moretti[1] dopo sei stagioni e mezzo. Al suo posto è stato ingaggiato Vincenzo Esposito[2]. La stagione si riapre con la conferma del capitano Ariel Filloy, l'inserimento di Michele Antonutti, del promettente Eric Lombardi e del giovane di belle speranze Severini. Il primo americano ad essere firmato è l'ala grande rookie Marcus Thornton uscente dall'università della Georgia. In seguito vengono ingaggiati la guardia Preston Knowles e il playmaker ex Caserta Ronald Moore. Gli ultimi due colpi di mercato vengono assestati ad agosto, con l'ingaggio del centro proveniente dall'Università del New Mexico Alex Kirk e dell'ala piccola proveniente da Louisville (con cui ha vinto il titolo NCAA nel 2013) Wayne Blackshear. A seguito dell'infortunio di Thornton viene preso inizialmente a gettone il polacco Olek Czyz, a cui verrà proposto con successo un rinnovo fino a giugno a causa di un ulteriore infortunio di Marcus. La stagione parte brillantemente, con un parziale iniziale di vittorie di 4-0 ottenute rispettivamente con le ostiche Brindisi, Pesaro, Trento e Avellino, che proietta la società toscana per la prima volta nella sua storia al vertice solitario della classifica del massimo campionato italiano. La prima sconfitta arriva alla quinta giornata, contro Milano al forum d'Assago, ma il cammino pistoiese riprende subito con la vittoria interna contro Cantù.

Classificatasi al sesto posto nella regular season, viene eliminata nei quarti di finale dei play off da Avellino per 3 a 0.

Campionato 2016-17Modifica

Con l'inizio della stagione 2016-17, la società Toscana vede tra le sue file la riconferma di Moore, Antonutti, Lombardi ed il ritorno di Daniele Magro dopo l'anno passato nel capoluogo lombardo. Arrivano inoltre i rookies Nathan Boothe, Terran Petteway e Corey Hawkins e da Brindisi la guardia italiana David Cournooh. Durante l’annata ci sono diversi cambi di giocatori: a Pistoia arriva il centro azzurro Andrea Crosariol che disputa probabilmente il suo miglior campionato in Serie A. Annata molto positiva per la The Flexx Pistoia che conclude la regular season con un brillante settimo posto, con la qualificazione ai play off dove viene eliminata nei quarti di finale dalla Reyer Venezia che poi sarà la vincitrice dello scudetto Il 20 novembre 2016 Terran Petteway, con i suoi 43 punti contro Trento, stabilisce il nuovo record societario di punti fatti da un singolo giocatore in una partita, record precedentemente detenuto da JaJuan Johnson.

Campionato 2017-2018Modifica

La stagione 2017/2018 è la terza con Vincenzo Esposito sulla panchina della The Flexx Pistoia. Con lui rimangono in città Ronald Moore, alla terza stagione a Pistoia e nuovo capitano della squadra, e Daniele Magro. Squadra formata da giovani italiani promettenti come Fabio Mian, Raphael Gaspardo, Tommaso Laquintana, i rookies Jaylen Bond e Markus Kennedy e dal fresco vincitore dello scudetto in maglia Reyer Venezia Tyrus Mcgee. Un’annata piena di problemi sia fisici che di rendimento che vede la The Flexx Pistoia salvarsi e finire il campionato in 13ª posizione grazie anche all’arrivo in stagione in corso di Dejan Ivanov e del pistoiese doc Gianluca Della Rosa.

Campionato 2018-2019Modifica

La stagione vede il cambio di main sponsor che passa da The Flexx a OriOra. In panchina dopo tre stagioni non siede più Vincenzo Esposito ed arriva il livornese Alessandro Ramagli. Il roster è totalmente rinnovato, nel quale Pistoia punta sui giovani italiani in rampa di lancio come Riccardo Bolpin, Luca Severini, Matteo Martini e Gianluca Della Rosa. Arriva da Venezia Dominique Johnson, il play Kerron Johnson, Patrik Auda, Ousman Krubally e il rookie L.J. Peak. Un’annata di grande sofferenza per Pistoia, tanti cambi nel roster, cambio in panchina nel finale di stagione con il ritorno di Paolo Moretti, ma la OriOra rimane sempre nelle ultime posizioni insieme a Torino, Reggio Emilia e Pesaro. La classifica alla fine dice 16esimo posto e retrocessione in Serie A2 ma i problemi societari che colpiscono l’Auxilium Torino comportano 8 punti di penalizzazione per i piemontesi e ciò e fa si che Pistoia rimanga nel campionato di Serie A.

Campionato 2018-2019Modifica

La stagione 2019/2020 è una stagione di cambiamenti in casa Pistoia Basket 2000 sia a livello societario che a livello tecnico. Per il secondo anno il main sponsor è OriOra mentre sulla panchina arriva da Biella il giovane Michele Carrea. Della stagione precedente rimane il solo Gianluca Della Rosa, che ha terminato il campionato precedente da capitano della squadra; arriva un altro pistoiese Lorenzo D’Ercole, e gli altri italiani Aristide Landi, Andrea Quarisa e Carl Wheatle. Da Cagliari ecco Justin Johnson, arriva il veterano Zabian Dowdell in cabina di regia, la guardia Jean Salumu il centro australiano Angus Brandt e dopo 2 stagioni torna in biancorosso Terran Petteway.

CronistoriaModifica

Cronistoria del Pistoia Basket 2000
  • 2000 · Fondazione dell'A.S. Pistoia Basket 2000 con sede a Pistoia,   ammessa in Serie B2.

  • 2000-2001 · in Serie B2, quarti di finale dei play-off promozione.
Challange round di Coppa Italia LNP.
  • 2001-2002 · 3ª in Serie B2, vince i play-off promozione,   promossa in Serie B d'Eccellenza.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia LNP.

Qualifying round di Coppa Italia di Legadue.
Ottavi di finale di Coppa Italia di Legadue.
Finale di Coppa Italia di Legadue.
Quarti di finale di Coppa Italia.

Allenatori e presidentiModifica

Allenatori del Pistoia Basket 2000
Presidenti del Pistoia Basket 2000
  • 2000-2005: Giampiero Giusti
  • 2005-2018: Roberto Maltinti
  • 2018-: Massimo Capecchi

Roster 2019-2020Modifica

Aggiornato al 17 agosto 2019.

Pistoia Basket 2000 2018-2019
Giocatori Staff tecnico
N. Naz. Ruolo Nome Anno Alt. Peso
2   P Della Rosa, Gianluca Gianluca Della Rosa (C) 1996 180 cm 73 kg
5   AP Petteway, Terran Terran Petteway 1992 198 cm 95 kg
10   PG D'Ercole, Lorenzo Lorenzo D'Ercole 1988 193 cm 88 kg
11   C Quarisa, Andrea Andrea Quarisa 1992 204 cm 109 kg
12   C Brandt, Angus Angus Brandt 1989 208 cm 110 kg
13   G Salumu, Jean Jean Salumu 1990 193 cm 87 kg
15   AC Landi, Aristide Aristide Landi 1994 203 cm 107 kg
22   P Dowdell, Zabian Zabian Dowdell 1984 192 cm 90 kg
23   AG Johnson, Justin Justin Johnson 1996 201 cm 111 kg
24     AP Wheatle, Carl Carl Wheatle 1998 200 cm 88 kg
Allenatore
Assistente/i
  •   Marcello Billeri
  •   Fabio Bongi
  •   Luca Civinini

Legenda
  •   Infortunato

Roster

Staff tecnicoModifica

  • Capo allenatore: Michele Carrea
  • Vice allenatore: Fabio Bongi
  • Assistenti allenatore: Luca Angella, Marcello Billeri
  • Preparatore atletico: Francesco Bruni
  • Medico sociale: Michele Galli
  • Fisioterapista: Vinicio Vignali

DirigenzaModifica

  • Presidente: Massimo Capecchi
  • Vice presidente: Ivo Lucchesi
  • Vice presidente: Alberto Peluffo
  • Responsabile area tecnica: Giulio Iozzelli
  • Direttore sportivo: Marco Sambugaro
  • Team manager: Andrea Tronconi
  • Dirigente responsabile: Massimo Bulgarelli
  • Responsabile settore giovanile: Piernicola Salerni
  • Coordinatore settore giovanile: Stefano Della Rosa
  • Responsabile marketing e comunicazione: Andrea Cabella
  • Addetto stampa: Alessandro Benigni
  • Responsabile segreteria sportiva: Cesare Evotti
  • Responsabile segreteria amministrativa: Serena Biondi
  • Responsabile materiali: Renzo Cecchi
  • Responsabile marketing: Maurizio Laudicino
  • Ufficio marketing: STUDIO 09
  • Consulente legale: Luca Magni
  • Fotografa ufficiale: Sara Bonelli
  • Responsabile sito internet: Alessio Fedi
  • Responsabile statistiche: Carlo Braccesi
  • Addetto statistiche: Marco Bessi
  • Addetto statistiche: Manuele Luconi
  • Addetto statistiche: Francesco Cerri
  • Speaker: Mirko Frati

StatisticheModifica

Presenze in campionato con il Pistoia Basket 2000 (aggiornato al 20/10/2014)Modifica

Giocatore Presenze Stagioni
Fiorello Toppo 301 9 (2002-2003, 2005-2006, 2006-2007, 2007-2008, 2008-2009, 2009-2010, 2010-2011, 2011-2012, 2012-2013)
Matteo Bertolazzi 146 3 (2004-2005, 2005-2006, 2006-2007)
Leonardo Zaccariello 165 3 (2002-2003, 2005-2006, 2006-2007)

Marcatori in campionato con il Pistoia Basket 2000 (aggiornato al 20/10/2014)Modifica

Giocatore Punti
Fiorello Toppo 2762
Leonardo Zaccariello 1768
Matteo Bertolazzi 1416

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Elisa Pacini - Paolo Moretti - Pistoia Basket, è addio Pistoiasport.com, 13-06-2015.
  2. ^ Alessandro Benigni - Pistoia Basket, finalmente è fatta con Esposito Pistoiasport.com, 22-06-2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica