Apri il menu principale

Re di Sardegna

lista di un progetto Wikimedia

1leftarrow blue.svgVoce principale: Regno di Sardegna.

«Est ius sardorum pariter regnum populorum»

(Dino Punchu, I libri iurium della Republica di Genova, Roma, Ministero per i Beni Culturali, n°382 pag. 317)

Sono denominati re di Sardegna (latino: rex Sardiniae) i sovrani che si susseguirono al trono del Regno di Sardegna (Regnum Sardiniae et Corsicae fino al 1460), regno creato dal papa Bonifacio VIII il 4 aprile 1297 in attuazione del Trattato di Anagni del 24 giugno 1295. Con l'incoronazione a re di Sardegna di Giacomo II il Giusto, il pontefice intendeva porre fine al conflitto nato tra Angioini e Aragonesi per il controllo del Regno di Sicilia e conosciuto come guerra del Vespro.

Prima di allora possono essere considerati veri re di Sardegna[1] gli Arconti (ἄρχοντες) o Giudici (Iudices)[2][3] dal IX o X secolo fino agli inizi del XI, vassalli nominali degli imperatori bizantini ma sovrani di fatto dell'isola. Di questo sovrani ci sono pervenuti solo due nominativi: Torcotorio e Salusio, regnanti probabilmente nel X secolo. Il titolo di re di Sardegna venne poi concesso dall'imperatore del Sacro Romano Impero, a Barisone I di Arborea[4] e ad Enzo di Sardegna. Il primo non riuscì nell'intento di unificare l'isola sotto il suo dominio, nonostante anni di guerre contro gli altri Giudici sardi, e infine vi rinunciò in un trattato di pace con gli stessi nel 1172;[5] il secondo non ne ebbe l'opportunità. Investito del titolo dal padre, l'imperatore Federico II, nel 1239, fu presto richiamato dal genitore e nominato vicario imperiale per l'Italia. Finì i suoi giorni, senza eredi diretti riconosciuti, dopo una detenzione di 23 anni in una prigione bolognese, nel 1272.

Indice

Prima della fondazione del RegnoModifica

Autoproclamatosi re di SardegnaModifica

Casata sconosciutaModifica

Ritratto Nome Regno Note
Inizio Fine
  Goda 533 533 Governatore vandalo di origine gotica della Sardegna, si autoproclamò re di Sardegna

Arconti di Sardegna (Άρχοντες της Σαρδηνίας)Modifica

Casata sconosciutaModifica

Ritratto Nome Regno
Inizio Fine
  Torcotorio imperiale Protospatario e Salusio nobilissimi Arconti

Tουρκοτουριου βασιλικου προτοσπαθαριου και Σαλουσιου των ευγενεστατων άρχωντων

X secolo XI secolo

Re nominali di concessione imperialeModifica

Lacon SerraModifica

Ritratto Nome Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
 
Barisone I
(...-1186)
1164 1172 (1) Pellegrina de Lacon
due figli e due figlie
(2) Agalbursa de Cervera
una figlia
Fu Giudice di Arborea

HohenstaufenModifica

Ritratto Nome Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
   
Enzo
(1220-14 marzo 1272)
1238 14 marzo 1272 Adelasia di Torres
nessun figlio (annullato)
Figlio di Federico II;
fu Re di Torres e di Gallura

Lista dei re del Regno di Sardegna e CorsicaModifica

Nell'arco della sua esistenza (dal 1297 al 1861) sul trono del regno si susseguirono 24 sovrani di sette differenti Dinastie[6].

BarcellonaModifica

Ritratto Nome Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
   
Giacomo I
il Giusto
(10 agosto 1267-2 novembre 1327)
4 aprile 1297 2 novembre 1327 (1) Isabella di Castiglia
nessun figlio
(2) Bianca di Napoli
cinque figli e cinque figlie
(3) Maria di Cipro
nessun figlio
(4) Elisenda di Montcada
nessun figlio
Figlio di Pietro e Costanza;
Giacomo II come Re di Aragona
1
   
Alfonso I
il Benigno
(gennaio 1299-27 gennaio 1336)
2 novembre 1327 27 gennaio 1336 (1) Teresa di Entenza
cinque figli e due figlie
(2) Eleonora di Castiglia
due figli
Figlio di Giacomo e Bianca;
Alfonso IV come Re di Aragona
2
   
Pietro I
il Cerimonioso
(5 settembre 1319-5 gennaio 1387)
27 gennaio 1336 5 gennaio 1387 (1) Maria di Navarra
un figlio e tre figlie
(2) Eleonora del Portogallo
nessun figlio
(3) Eleonora di Sicilia
tre figli e una figlia
(4) Sibilla di Fortià
due figli e una figlia
Figlio di Alfonso e Teresa;
Pietro IV come Re di Aragona
3
   
Giovanni I
il Cacciatore
(27 dicembre 1350-19 maggio 1396)
5 gennaio 1387 19 maggio 1396 (1) Marta di Armagnac
tre figli e due figlie
(2) Iolanda di Bar
tre figli e tre o quattro figlie
Figlio di Pietro ed Eleonora;
Re di Aragona
4
   
Martino I
l'Umano
(29 luglio 1356-31 maggio 1410)
19 maggio 1396 31 maggio 1410 (1) Maria de Luna
tre figli e una figlia
(2) Margherita di Prades
nessun figlio
Figlio di Pietro ed Eleonora;
Re di Aragona
5

TrastámaraModifica

Ritratto Nome Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
   
Ferdinando I
il Giusto
(2 novembre 1380-2 aprile 1416)
28 giugno 1412 2 aprile 1416 Eleonora d'Alburquerque
cinque figli e due figlie
Nipote di Martino;
Re di Aragona
6
   
Alfonso II
il Magnanimo
(1394-27 giugno 1458)
2 aprile 1416 27 giugno 1458 Maria di Trastámara
nessun figlio
Figlio di Ferdinando;
Alfonso V come Re di Aragona
7
   
Giovanni II
(29 giugno 1397/98-19/20 gennaio 1479)
27 giugno 1458 19/20 gennaio 1479 (1) Bianca di Navarra
due figli e due figlie
(2) Giovanna Enríquez
un figlio e tre figlie
Figlio di Ferdinando;
Re di Aragona
8
   
Ferdinando II
il Cattolico
(10 marzo 1452-25 gennaio 1516)
19/20 gennaio 1479 25 gennaio 1516 (1) Isabella di Castiglia
un figlio e quattro figlie
(2) Germana de Foix
un figlio
Figlio di Giovanni e Giovanna;
Re di Aragona;
Ferdinando V come Re consorte di Castiglia
9
   
Giovanna I
la Pazza
(6 novembre 1479-12 aprile 1555)
25 gennaio 1516 12 aprile 1555 Filippo I di Castiglia
due figli e quattro figlie
Figlia di Ferdinando;
Regina di Castiglia e Aragona;
regnò solo nominalmente, senza mai detenere un effettivo potere
-

Asburgo di SpagnaModifica

Ritratto Nome Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
   
Carlo I
(24 febbraio 1500-21 settembre 1558)
25 gennaio 1516 16 gennaio 1556
(abdicazione)
Isabella del Portogallo
tre figli e due figlie
Figlio di Giovanna;
Carlo V come Imperatore;
Re di Spagna
10
   
Filippo I
(21 maggio 1527-13 settembre 1598)
16 gennaio 1556 13 settembre 1598 (1) Maria Emanuela del Portogallo
un figlio
(2) Maria I d'Inghilterra
due figli
(3) Elisabetta di Valois
cinque figlie
(4) Anna d'Austria
quattro figli e una figlia
primogenito di Carlo V;
Filippo II come Re di Spagna
11
   
Filippo II
(14 aprile 1578-31 marzo 1621)
13 settembre 1598 31 marzo 1621 Margherita d'Austria-Stiria
quattro figli e quattro figlie
quartogenito di Filippo II e Anna;
Filippo III come Re di Spagna
12
   
Filippo III
(8 aprile 1605-17 settembre 1665)
31 marzo 1621 17 settembre 1665 (1) Elisabetta di Francia
un figlio e sei figlie
(2) Maria Anna d'Austria
tre figli e due figlie
primogenito maschio di Filippo III;
Filippo IV come Re di Spagna
13
   
Carlo II
(6 novembre 1661-1º novembre 1700)
17 settembre 1665 1º novembre 1700 (1) Maria Luisa d'Orléans
nessun figlio
(2) Maria Anna del Palatinato-Neuburg
nessun figlio
terzo figlio maschio di Filippo IV e Maria Anna;
Re di Spagna
14

Borbone di SpagnaModifica

Ritratto Nome Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
   
Filippo IV
(19 dicembre 1683-9 luglio 1746)
16 novembre 1700 11 aprile 1713 (1) Maria Luisa di Savoia
quattro figli
(2) Elisabetta Farnese
quattro figli e tre figlie
Nipote di Luigi XIV e di sua moglie Maria Teresa, sorella di Carlo;
Filippo V come Re di Spagna
15

Asburgo d'AustriaModifica

Ritratto Nome Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
   
Carlo III
(1º ottobre 1685-20 ottobre 1740)
11 aprile 1713 20 febbraio 1720 Elisabetta Cristina di Brunswick-Wolfenbüttel
un figlio e tre figlie
Carlo VI come Imperatore 16

SavoiaModifica

Ritratto Nome Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
   
Vittorio Amedeo II
(14 maggio 1666-31 ottobre 1732)
20 febbraio 1720 3 settembre 1730 Anna Maria d'Orléans
tre figli e tre figlie
Duca di Savoia;
Vittorio Amedeo I come
Re di Sardegna
(anche se continuò
ad usare la numerazione
come duca di Savoia);
decise di abdicare
17
   
Carlo Emanuele III
(27 aprile 1701-20 febbraio 1773)
3 settembre 1730 20 febbraio 1773 (1) Anna Cristina del Palatinato-Sulzbach
un figlio
(2) Polissena d'Assia-Rheinfels-Rotenburg
tre figli e tre figlie
(3) Elisabetta Teresa di Lorena
due figli e una figlia
Figlio di Vittorio Amedeo;
Duca di Savoia;
Carlo Emanuele I come Re di Sardegna
18
   
Vittorio Amedeo III
(26 giugno 1726-16 ottobre 1796)
20 febbraio 1773 16 ottobre 1796 Maria Antonietta di Spagna
sei figli e sei figlie
Figlio di Carlo Emanuele e Polissena;
Duca di Savoia;
Vittorio Amedeo II come Re di Sardegna
19
   
Carlo Emanuele IV
(24 maggio 1751-6 ottobre 1819)
16 ottobre 1796 4 giugno 1802 Maria Clotilde di Francia
nessun figlio
Figlio di Vittorio Amedeo III;
Duca di Savoia;
Carlo Emanuele II come Re di Sardegna;
decise di abdicare
20
   
Vittorio Emanuele I
(24 luglio 1759-10 gennaio 1824)
4 giugno 1802 13 marzo 1821 Maria Teresa d'Austria-Este
un figlio e quattro figlie
Figlio di Vittorio Amedeo III;
Duca di Savoia;
decise di abdicare
21
   
Carlo Felice
(6 aprile 1765-27 aprile 1831)
13 marzo 1821 27 aprile 1831 Maria Cristina di Napoli
nessun figlio
Figlio di Vittorio Amedeo III;
Duca di Savoia
22

Savoia-CarignanoModifica

Ritratto Nome Regno Matrimoni Note
Inizio Fine
   
Carlo Alberto
(2 ottobre 1798-28 luglio 1849)
27 aprile 1831 24 marzo 1849 Maria Teresa di Toscana
due figli e una figlia
Discendente di un ramo cadetto dei Savoia;
Duca di Savoia;
decise di abdicare
23
   
Vittorio Emanuele II
(14 marzo 1820-9 gennaio 1878)
24 marzo 1849 17 marzo 1861 Maria Adelaide d'Austria
sei figli e due figlie
Primogenito di Carlo Alberto;
Duca di Savoia;
divenne Re d'Italia nel 1861, mantenendo comunque gli altri titoli
24

NoteModifica

  1. ^ "Antiquitas nostra primum Calarense iudicatum, quod tunc erat caput tocius Sardinie, armis subiugavit, et regem Sardinie Musaitum nomine civitati Ianue captum adduxerunt, quem per episcopum qui tunc Ianue erat, aule sacri palatii in Alamanniam mandaverunt, intimantes regnum illius nuper esse additum ditioni Romani imperii." - Oberti Cancellarii, Annales p 71, Georg Heinrich (a cura di) MGH, Scriptores, Hannoverae, 1863, XVIII, pp. 56-96
  2. ^ C. Zedda-R. Pinna, La nascita dei giudicati: proposta per lo scioglimento di un enigma storiografico, in 2Archivio Storico Giuridico Sardo di Sassari", vol. n°12, 2007, Dipartimento di Scienze Giuridiche dell'Università di Sassari
  3. ^ F. Pinna, Le testimonianze archeologiche relative ai rapporti tra gli arabi e la Sardegna nel medioevo, in Rivista dell'Istituto di storia dell'Europa mediterranea, Consiglio Nazionale delle Ricerche, n°4, 2010
  4. ^ G. Seche, L'incoronazione di Barisone "re di Sardegna" in due fonti contemporanee: gli Annales genovesi e gli Annales pisani, in Rivista dell'Istituto di storia dell'Europa mediterranea, Consiglio Nazionale delle Ricerche, n° 4, 2010
  5. ^ Dino Punchu (a cura di), I Libri Iurium della Repubblica de Genova, Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, Roma, 1996, n°390, pag.334
  6. ^ Francesco Cesare Casula, Breve storia di Sardegna, pag.189

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Manno, Storia di Sardegna. Volume II, Nuoro, Ilisso Edizioni, 1999, ISBN 88-85098-47-9.
  • Francesco Cesare Casula, La storia di Sardegna: L'evo moderno e contemporaneo. Volume 3 di La Storia di Sardegna, Sassari, Carlo Delfino, 1994, ISBN 88-7138-063-0.
  • Renato Pintus, Sovrani, viceré di Sardegna e governatori di Sassari, Sassari, Webber, 2005.
  • Manlio Brigaglia, Storia della Sardegna: dalle origini al Settecento, a cura di Manlio Brigaglia, Attilio Mastino, Gian Giacomo Ortu, Sassari, Laterza, 2006, ISBN 88-420-7839-5.
  • Francesco Cesare Casula, Breve storia di Sardegna, Sassari, Carlo Delfino, 1994, ISBN 88-7138-065-7.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica