Apri il menu principale
Royal Australian Air Force
Air Force Ensign of Australia.svg
Descrizione generale
Attiva31 marzo 1921 - oggi
NazioneAustralia Australia
Servizioaeronautica militare
MottoPer Ardua ad Astra
MarciaR.A.A.F. March past
Mascottecanguro
Parte di
Comandanti
Air MarshallLeo Davies[1]
Simboli
CoccardaRoundel of Australia.svg
Coccarda a bassa visibilitàRoundel of Australia - Low Visibility.svg
Voci su forze aeree presenti su Wikipedia

La Royal Australian Air Force (Forza Reale Aeronautica Australiana), spesso abbreviata in RAAF, è l'attuale aeronautica militare della Australia e parte integrante delle forze armate australiane. Nel 2006 disponeva di un organico di circa 15.430 effettivi.

Indice

StoriaModifica

Seconda guerra mondialeModifica

Durante la seconda guerra mondiale (1939-1945) la RAAF in quanto parte delle forze armate dell'Impero britannico era schierata a fianco degli alleati e ha principalmente combattuto durante la Guerra del Pacifico. I piloti seguivano un particolare addestramento, ed erano principalmente australiani ma anche di origine britannica e, in minor misura, americani. Ciò nonostante durante questa fase della guerra ebbero parecchie perdite, in quanto gli aviatori giapponesi erano particolarmente ben addestrati nonché dotati di Mitsubishi A6M Zero.

Si dice che i capi squadriglia incitassero i loro uomini a mangiare molti mirtilli - per i loro effetti positivi sulla vista) - e kiwi (per motivi imprecisati).

Mezzi in dotazioneModifica

Durante il conflitto la RAAF era equipaggiata principalmente con:

Aeromobili in usoModifica

Aeromobile Origine Tipo Versione
(denominazione locale)
In servizio
(2018)[2][3]
Note Immagine
Aerei da combattimento
McDonnell Douglas F/A-18 Hornet   Stati Uniti caccia multiruolo
conversione operativa
F/A-18A
F/A-18B
52[4][2][5]
15[2][5]
Costruiti in Australia sotto licenza della McDonnell Douglas. Gli F/A-18 sono stati più volte aggiornati a nuovi standard fin dal loro primo impiego negli anni '80. Questo ha garantito una buona longevità a questi mezzi, i quali, però, non rappresentano più una valida scelta come caccia di prima linea. Verosimilmente verranno rimpiazzati nel 2015 con 100 F-35 Lightning II. A gennaio 2019, 25 F/A-18 sono stati ceduti al Canadian Forces Air Command, 18 dei quali saranno immessi in servizio, mentre 7 saranno utilizzati come fonti di parti di ricambio.[6][7] I primi due F/A-18A sono stati consegnati all'aviazione canadese a febbraio 2019, e prima di essere immessi in servizio saranno portati ad uno standard simile a quello dei CF-188.[4]
Boeing F/A-18 Super Hornet   Stati Uniti caccia multiruolo F/A-18F 24[2][8][9] 24 F/A-18F block II ordinati nel 2007 per sostituire gli F-111.[9]

Alla fine del 2010 erano stati consegnati quindici aerei.

Boeing E/A-18G Growler   Stati Uniti aereo per guerra elettronica E/A-18G 11[2][10][11][12] 12 ordinati nel 2013.[13][8] In servizio entro il 2018.[9][2] Un esemplare è andato perso a gennaio 2018.[10]
Lockheed Martin F-35 Lightning II   Stati Uniti cacciabombardiere F-35A 10[2][14] 72 ordinati.[15][9][16]
Aerei AEW e AWACS
Boeing E-7 Wedgetail   Stati Uniti AEW E-7A 6[2][9][17] 6 consegnati.[9] Tutti e 6 gli esemplari verranno aggiornati in base al programma AIR 5077 Phase 5A che sarà suddiviso in 3 diversi pacchetti di aggiornamenti, con modifiche alla sensoristica, le comunicazioni, il sistema di datalink tattico, l'avionica ed i sistemi di calcolo.[17]
Aerei per impieghi speciali
Lockheed P-3 Orion   Stati Uniti Guerra elettronica AP-3C Update 2.5 2[2] 2 consegnati, ottenuti modificando 2 degli esemplari da pattugliamento marittimo.[18]
Gulfstream MC-55 Peregrine   Stati Uniti Guerra elettronica MC-55A 0 4 MC-55A Peregrine basati sulla cellula del Gulfstream G550 che saranno equipaggiati per la guerra elettronica.[19][20]
Aerei da pattugliamento marittimo
Lockheed P-3 Orion   Stati Uniti Aereo da pattugliamento marittimo P-3C Update 2.5 9[2][18] Verranno tutti dismessi nel 2018, rimpiazzati dai Boeing P-8 Poseidon.
Boeing P-8 Poseidon   Stati Uniti Aereo da pattugliamento marittimo P-8A 8[16]![21][2][22][23] 12 aerei ordinati, con consegne completate nel 2020.[22][16]
Gulfstream G550   Stati Uniti SIGINT G550 0 5 aerei ordinati.[2]
Aeromobili a pilotaggio remoto - UAV
Northrop Grumman MQ-4 Triton   Stati Uniti Aeromobile a pilotaggio remoto MQ-4C 0 6 MQ-4C ordinati ed in consegna a partire dal 2023.[24][9][25]
Aerei per rifornimento in volo
Airbus KC-30   Unione europea Rifornimento in volo KC-30A 6[2][9][26] 7 ordinati.[9][26][2]
Aerei da addestramento
BAe Systems Hawk   Regno Unito aereo da addestramento Hawk Mk.127 33[27][28][2] 33 esemplari in servizio al marzo 2019, che sono stati sottoposti ad upgrade tra il 2014 ed il 2019.[28]
Pilatus PC-9   Svizzera aereo da addestramento PC-9A 59[2] 67 esemplari prodotti su licenza dalla Hawker de Havilland.[29]
Pilatus PC-21   Svizzera aereo da addestramento A54 34[16][2][30][31] 49 ordinati con consegne da giugno 2017.[32][29][2][16]
PAC CT/4 Plastic Parrot   Australia aereo da addestramento basico CT/4 24 Sono di proprietà e gestiti dalla britannica BAE Systems per la formazione primaria.
Beechcraft Super King Air   Stati Uniti addestratore per la navigazione aerea B300 4[2]
Aerei da trasporto
Boeing Business Jet   Stati Uniti aereo da trasporto VIP 737-700 BBJ 2[33] In leasing a lungo periodo, in uso al primo ministro, Regina Elisabetta II e personalità estere in visita.[34]
Boeing C-17 Globemaster III   Stati Uniti aereo da trasporto strategico C-17A 8[35][2][36][9] 8 ordinati, due dei quali nel 2015.
Alenia Aermacchi C-27J Spartan   Italia aereo da trasporto tattico A34 10[37][38][2][39][16] 10 aerei ordinati ed il primo è stato consegnato il 30 giugno 2015.[39][2][16]
Bombardier Challenger   Canada aereo da trasporto VIP CL-604 3[33] 3 CL-604 in servizio all'aprile 2019 che saranno sostituiti da 3 Falcon 7X.[33]
Dassault Falcon 7X   Francia aereo da trasporto VIP Falcon 7X 1[40] 3 Falcon 7X presi in leasing ordinati ad aprile 2019, con inizio consegne nello stesso mese.[33][40]
Lockheed C-130 Hercules   Stati Uniti aereo da trasporto C-130H 8 4 C-130H sono stati ritirati nel 2006.
Lockheed Martin C-130J Super Hercules   Stati Uniti aereo da trasporto C-130J-30 12[41][2] 12 C-130J-30 consegnati e tutti in servizio all'aprile 2019.[41]
Airbus A340   Unione europea aereo da trasporto A340 1[2]
Beechcraft Super King Air   Stati Uniti aereo da trasporto B300 8[2]
Elicotteri
Airbus H135   Unione europea elicottero leggero utility H135T2+ 15[42] 15 elicotteri ordinati nel 2015 e tutti operativi al febbraio 2017.[42]
Sikorsky S-76   Stati Uniti SAR S-76 6[2]

Aeromobili ritiratiModifica

NoteModifica

  1. ^ "RAAF- OUR LEADERS", URL consultato il 21 febbraio 2017.
  2. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z (EN) World Air Force 2019 (PDF), su Flightglobal.com, p. 11. URL consultato il 9 dicembre 2018.
  3. ^ "Le forze aeree del mondo, Australia" - "Aeronautica & Difesa" N. 350 - 12/2015 pag.70.
  4. ^ a b "CANADA RECEIVES FIRST SURPLUS HORNETS FROM AUSTRALIA", su janes.com, 18 febbraio 2019, URL consultato il 18 febbraio 2019.
  5. ^ a b "Debutto australiano per l'F-35 Lightning II" - "Aeronautica & Difesa" N. 366 - 04/2017 pag. 20
  6. ^ "CANADA FINALISES $500 MILLION DEAL TO BUY OLD AUSTRALIAN FIGHTER JETS", su thepostmillennial.com, 5 gennaio 2019, URL consultato il 8 gennaio 2019.
  7. ^ "ESTADOS UNIDOS AUTORIZA LA VENTA A CANADÁ DE 25 AVIONES DE COMBATE F-18 AUSTRALIANOS", su defensa.com, 29 settembre 2018, URL consultato il 19 ottobre 2018.
  8. ^ a b "THE ROYAL AUSTRALIAN AIR FORCE SET TO TAKE DELIVERY OF NEW EA-18G GROWLER ATTACK JETS", su amp.news.com.au, 31 luglio 2015, URL consultato il 16 novembre 2016.
  9. ^ a b c d e f g h i j "Il futuro della difesa australiana" - "Aeronautica & Difesa" N. 364 - 02/2017 pp. 52-55
  10. ^ a b "AUSTRALIAN EA-18G GROWLER JET DAMAGED IN INCIDENT AT NELLIS AIR FORCE BASE", su theaviationist.com, 28 gennaio 2018, URL consultato il 9 dicembre 2018.
  11. ^ "GROWLERS ROAR INTO AVALON FOR DEBUT", su australiandefence.com.au, 28 febbraio 2017, URL consultato il 28 febbraio 2017.
  12. ^ "RAAF RECEIVES FULL COMPLEMENTS OF GROWLERS" Archiviato il 7 luglio 2017 in Internet Archive., su janes.com, 7 luglio 2017, URL consultato il 7 luglio 2017.
  13. ^ "Il primo EA-18G Growler per la RAAF" - "Aeronautica & Difesa" 09/2015 pag. 73
  14. ^ "AUSTRALIA RECEIVES FIRST FULL COMBAT F-35As", su jan es.com, 9 aprile 2018, URL consultato il 10 aprile 2018.
  15. ^ "Opportunità per l'F-35 nel Sud-est Asiatico?" - "Aeronautica & Difesa" N. 354 - 04/2016 pag. 21
  16. ^ a b c d e f g "Australia: 39 miliardi per la difesa" - "Aeronautica & Difesa" N. 391 - 05/2019 pp. 26-27
  17. ^ a b "Upgrade per i Wedgetail australiani" - "Rivista italiana difesa" N. 10 - 10/2017 pag. 18
  18. ^ a b "L'Australia vaglia il G550 per guerra elettronica" - "Aeronautica & Difesa" N. 353 - 03/2016 pag. 77
  19. ^ AUSTRALIA TO FIELD FOUR SPECIAL MISSION PEREGRINE AIRCRAFT", su janes.com, 18 marzo 2019, URL consultato il 21 marzo 2019.
  20. ^ "Alla RAAF quattro G550 per guerra elettronica" - "Aeronautica & Difesa" N. 391 - 05/2019 pp. 26-27
  21. ^ "RAAF RECEIVES EIGHTH P-8A POSEIDON AIRCRAFT", su janes.com, 9 aprile 2019, URL consultato il 9 aprile 2019.
  22. ^ a b "FIRST AUSTRALIAN P-8A ARRIVES IN-COUNTRY" Archiviato il 30 aprile 2017 in Internet Archive., su janes.com, 17 novembre 2016, URL consultato il 26 novembre 2016.
  23. ^ "BOEING: CONTRATTO DI 2.2 MILIARDI DI DOLLARI PER I P-8A POSEIDON", su aviation-report.com, 4 aprile 2017, URL consultato il 7 aprile 2017.
  24. ^ "AUSTRALIA TO BOOST MARITIME SURVEILLANCE WITH ACQUISITION OF SIX MQ-4C TRITON UASs", su janes.com, 26 giugno 2018, URL consultato il 26 giugno 2018.
  25. ^ "L'Australia sceglie l'MQ-4C Triton" - "Aeronautica & Difesa" N. 382 - 08/2018 pag. 72
  26. ^ a b "Nuove missioni per il KC-30A della RAAF" - Rivista italiana difesa" N. 5 - 05/2017 pag. 16
  27. ^ "Australia. Aggiornati tutti gli Hawk della RAAF" - "Aeronautica & Difesa" N. 391 - 05/2019 pag. 68
  28. ^ a b "AUSTRALIA GETS THE MOST ADVANCED HAWK TRAINER JET EVER", su blogbeforeflight.net, 26 marzo 2019, URL consultato il 27 marzo 2019.
  29. ^ a b "Pronto il primo Pilatus PC-21 per la RAAF" - "AEREI" N. 96 ANNO XLIII - novembre/dicembre 2016 pag. 4
  30. ^ "PILATUS PC-21 FORMALLY WELCOMED INTO RAAF SERVICE", su australianaviation.com.au, 11 agosto 2017, URL consultato il 18 agosto 2017.
  31. ^ "Consegnati alla RAAF i primi 6 PC-21" - "Aeronautica & Difesa" N. 372 - 10/2017 pag. 69
  32. ^ "Radio italiane per i PC-21 australiani" - "Aeronautica & Difesa" N. 353 - 03/2016 pag. 21
  33. ^ a b c d "RAAF TO REPLACE CHALLENGER CL-604 WITH DASSAULT FALCON 7X", su australianaviation.com.au, 9 aprile 2019, URL consultato il 10 aprile 2019.
  34. ^ RAAF Museum Archiviato il 3 luglio 2009 in Internet Archive..
  35. ^ "C-17: un'occasione perduta" - "Aeronautica & Difesa" N. 389 - 03/2019 pp. 60-63
  36. ^ "BOEING AWARED USD53 MILLION CONTRACT TO SUSTAIN RAAF's C-17A GLOBEMASTER FLEET" Archiviato il 4 agosto 2017 in Internet Archive., su janes.com, 28 giugno 2017, URL consultato il 4 agosto 2017
  37. ^ "La Royal Australian Air Force ha ricevuto l'ultimo dei C-27J Spartan ordinati" - "Aeronautica & Difesa" N. 380 - 06/2018 pag. 19
  38. ^ " RAAF RECEIVES 10TH AND FONAL C-27J SPARTAN TRANSPORT AIRCRAFT", su janes.com, 18 aprile 2018, URL consultato il 18 aprile 2018.
  39. ^ a b "I C-27J della Royal Australian Air Force sono operativi" - "Aeronautica & Difesa" N. 364 - 02/2017 pag.20
  40. ^ a b "RAAF RECEIVES FIRST OF THREE LEASED FALCON 7X AIRCRAFT", su janes.com, 16 aprile 2019, URL consultato il 16 aprile 2019.
  41. ^ a b "RAAF TO EQUIP SOME C-130Js WITH UPGRADED SATCOM SUITE", su janes.com, 28 aprile 2019, URL consultato il 29 aprile 2019.
  42. ^ a b "Australia. Ultimi sei H135" - "Aeronautica & Difesa" N. 364 - 02/2017 pag. 66
  43. ^ "AUSTRALIA RETIRES HERON 1 UAVs" Archiviato il 9 agosto 2017 in Internet Archive., su janes.com, 8 agosto 2017, URL consultato il 9 agosto 2017.
  44. ^ "SIKORSKY S-70A-9 BLACK HAWK IN AUSTRALIAN ARMY AVIATION", su helis.com, URL consultato il 3 maggio 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN159418480 · ISNI (EN0000 0004 0446 6844 · LCCN (ENn50065952 · GND (DE5115676-3