Apri il menu principale
Salto triplo
Phillips Idowu Berlin 2009.JPG
Phillips Idowu ai Mondiali di Berlino 2009
FederazioneIAAF
ContattoNo
GenereMaschile e femminile
Indoor/outdoorOutdoor e indoor
Campo di giocoPedana rettilinea in materiale sintetico con asse di battuta e buca con sabbia
Olimpicodal 1896 (uomini)
dal 1996 (donne)
Detentore titolo mondialeMaschile outdoor:
Stati Uniti Christian Taylor (2017)
Femminile outdoor:
Venezuela Yulimar Rojas (2017)
Maschile indoor:
Stati Uniti Will Claye (2018)
Femminile indoor:
Venezuela Yulimar Rojas (2018)
Detentore titolo olimpicoMaschile:
Stati Uniti Christian Taylor (2016)
Femminile:
Colombia Caterine Ibargüen (2016)

Il salto triplo è una specialità sia maschile che femminile dell'atletica leggera, in cui gli atleti, dopo una rincorsa, raggiungono una zona di battuta da dove effettuano tre balzi consecutivi cercando di atterrare il più lontano possibile.

Il salto triplo fa parte dei salti in estensione come il salto in lungo. Gli elementi principali sono una pedana di rincorsa, una zona di stacco e la fossa che è riempita di sabbia. L'obiettivo è lo stesso del salto in lungo, arrivare il più lontano possibile, ma c'è una grande differenza nell'esecuzione tecnica dopo lo stacco dalla zona di battuta.

Indice

La tecnicaModifica

 
Hop, step e jump
Federazione Internazionale Sport Universitari - Video del salto triplo del russo Dmitrii Sorokin (17,29 m) alle Universiadi 2015
  • Rincorsa: L'atleta cerca di raggiungere la massima velocità possibile con la quale effettua il balzo. Non si parla quindi di velocità massimale intesa come un velocista ed è inferiore rispetto alla velocità di entrata di un saltatore in lungo.
  • Hop
    • Stacco: Attraverso una forte azione dell'arto inferiore (gamba di stacco) l'atleta eleva il suo centro di gravità staccandosi da terra.
    • Volo: È la fase in cui l'atleta non ha contatto con il terreno, mantiene l'equilibrio e con una azione circolare della gamba di stacco ricade sulla stessa.
  • Step
    • Stacco: Attraverso una forte azione dell'arto inferiore (gamba di stacco) l'atleta eleva nuovamente il suo centro di gravità.
    • Volo: È la fase in cui l'atleta non ha contatto con il terreno, mantiene l'equilibrio e dopo una accentuata apertura in volo degli arti inferiori va a contatto con il suolo con la gamba opposta a quella di stacco.
  • Jump
    • Stacco: Attraverso una forte azione dell'arto inferiore opposto alla gamba di stacco l'atleta eleva per la terza volta il suo centro di gravità.
    • Atterraggio: Arrivo il più lontano possibile dalla zona di stacco.

La misurazione avviene dal segno, lasciato nella sabbia, più vicino alla zona di stacco.

RecordModifica

 
Jonathan Edwards, primatista mondiale di salto triplo outdoor
 
Inesa Kravec', detentrice del record femminile outdoor della specialità
 
Teddy Tamgho, detentore del primato mondiale indoor di salto triplo
 
Tat'jana Lebedeva, primatista mondiale indoor della specialità

OutdoorModifica

MaschiliModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Progressione del record mondiale del salto triplo maschile.

Statistiche aggiornate al 30 luglio 2019.[1]

Misura Atleta Luogo Data
  18,29 m (+1,3 m/s)   Jonathan Edwards   Göteborg 7 agosto 1995
  18,09 m (-0,4 m/s)   Kenny Harrison   Atlanta 27 luglio 1996
  17,58 m[2]   Hugues Fabrice Zango   Parigi 27 gennaio 2019
  17,59 m (0,0 m/s)   Li Yanxi   Jinan 26 ottobre 2009
  18,29 m (+1,3 m/s)   Jonathan Edwards   Göteborg 7 agosto 1995
  18,21 m (+0,2 m/s)   Christian Taylor   Pechino 27 agosto 2015
  17,46 m (+1,7 m/s)   Ken Lorraway   Londra 7 agosto 1982
  17,90 m (+0,4 m/s)   Jadel Gregório   Belém 20 maggio 2007

FemminiliModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Progressione del record mondiale del salto triplo femminile.

Statistiche aggiornate al 30 luglio 2019.[3]

Misura Atleta Luogo Data
  15,50 m (+0,9 m/s)   Inesa Kravec'   Göteborg 10 agosto 1995
  15,39 m (+0,5 m/s)   Françoise Mbango Etone   Pechino 17 agosto 2008
  15,39 m (+0,5 m/s)   Françoise Mbango Etone   Pechino 17 agosto 2008
  15,25 m (+1,7 m/s)   Ol'ga Rypakova   Spalato 4 settembre 2010
  15,50 m (+0,9 m/s)   Inesa Kravec'   Göteborg 10 agosto 1995
  15,29 m (+0,3 m/s)   Yamilé Aldama   Roma 11 luglio 2003
  14,04 m (+2,0 m/s)   Nicole Mladenis   Hobart 9 marzo 2002
  14,04 m (+1,8 m/s)   Nicole Mladenis   Perth 7 dicembre 2003
  15,31 m (0,0 m/s)   Caterine Ibargüen   Monaco 18 luglio 2014

IndoorModifica

MaschiliModifica

Statistiche aggiornate al 30 luglio 2019.[4]

Misura Atleta Luogo Data
  17,92 m   Teddy Tamgho   Parigi 6 marzo 2011
  17,58 m   Hugues Fabrice Zango   Parigi 27 gennaio 2019
  17,41 m   Dong Bin   Nanchino 29 febbraio 2016
  17,92 m   Teddy Tamgho   Parigi 6 marzo 2011
  17,83 m   Aliecer Urrutia   Sindelfingen 1º marzo 1997
  17,20 m   Andrew Murphy   Lisbona 9 marzo 2001
  17,56 m   Jadel Gregório   Mosca 12 marzo 2006

FemminiliModifica

Statistiche aggiornate al 30 luglio 2019.[5]

Misura Atleta Luogo Data
  15,36 m   Tat'jana Lebedeva   Budapest 6 marzo 2004
  14,90 m   Yamilé Aldama   Budapest 6 marzo 2004
  15,14 m   Ol'ga Rypakova   Doha 13 marzo 2010
  15,36 m   Tat'jana Lebedeva   Budapest 6 marzo 2004
  15,05 m   Yargelis Savigne   Valencia 8 marzo 2008
  13,31 m   Nicole Mladenis   Budapest 5 marzo 2004
  14,92 m   Yulimar Rojas   Madrid 8 febbraio 2019

Legenda:

 : record mondiale
 : record olimpico
 : record africano
 : record asiatico
 : record europeo
 : record nord-centroamericano e caraibico
 : record oceaniano
 : record sudamericano

Migliori atletiModifica

 
Il triplista Willie Banks ai Giochi olimpici di Seul 1988

OutdoorModifica

UominiModifica

Statistiche aggiornate al 30 luglio 2019.[6]

Misura Atleta Luogo Data
1. 18,29 m (+1,3 m/s)   Jonathan Edwards   Göteborg 7 agosto 1995
2. 18,21 m (+0,2 m/s)   Christian Taylor   Pechino 27 agosto 2015
3. 18,14 m (+0,4 m/s)   Will Claye   Long Beach 29 giugno 2019
4. 18,09 m (-0,4 m/s)   Kenny Harrison   Atlanta 27 luglio 1996
5. 18,08 m (0,0 m/s)   Pedro Pablo Pichardo   L'Avana 28 maggio 2015
6. 18,04 m (+0,3 m/s)   Teddy Tamgho   Mosca 18 agosto 2013
7. 17,97 m (+1,5 m/s)   Willie Banks   Indianapolis 16 giugno 1985
8. 17,92 m (+1,6 m/s)   Hristo Markov   Roma 31 agosto 1987
8. 17,92 m (+1,9 m/s)   James Beckford   Odessa 20 maggio 1995
10. 17,90 m (+1,0 m/s)   Vladimir Inozemtsev   Bratislava 20 giugno 1990
10. 17,90 m (+0,4 m/s)   Jadel Gregório   Belém 20 maggio 2007

DonneModifica

Statistiche aggiornate al 30 luglio 2019.[7]

Misura Atleta Luogo Data
1. 15,50 m (+0,9 m/s)   Inesa Kravec'   Göteborg 10 agosto 1995
2. 15,39 m (+0,5 m/s)   Françoise Mbango Etone   Pechino 17 agosto 2008
3. 15,34 m (-0,5 m/s)   Tat'jana Lebedeva   Candia 4 luglio 2004
4. 15,32 m (+0,9 m/s)   Chrysopīgī Devetzī   Atene 21 agosto 2004
5. 15,31 m (0,0 m/s)   Caterine Ibargüen   Monaco 18 luglio 2014
6. 15,29 m (+0,3 m/s)   Yamilé Aldama   Roma 11 luglio 2003
7. 15,28 m (+0,9 m/s)   Yargelis Savigne   Osaka 31 agosto 2007
8. 15,25 m (+1,7 m/s)   Ol'ga Rypakova   Spalato 4 settembre 2010
9. 15,20 m (0,0 m/s)   Šárka Kašpárková   Atene 4 agosto 1997
9. 15,20 m (-0,3 m/s)   Tereza Marinova   Sydney 24 settembre 2000

IndoorModifica

UominiModifica

Statistiche aggiornate al 30 luglio 2019.[8]

Misura Atleta Luogo Data
1. 17,92 m   Teddy Tamgho   Parigi 6 marzo 2011
2. 17,83 m   Aliecer Urrutia   Sindelfingen 1º marzo 1997
2. 17,83 m   Christian Olsson   Budapest 7 marzo 2004
4. 17,77 m   Leonid Vološin   Grenoble 6 febbraio 1994
5. 17,76 m   Mike Conley   New York 27 febbraio 1987
6. 17,75 m   Phillips Idowu   Valencia 9 marzo 2008
7. 17,74 m   Marian Oprea   Bucarest 18 febbraio 2006
8. 17,73 m   Walter Davis   Mosca 12 marzo 2006
8. 17,73 m   Fabrizio Donato   Parigi 6 marzo 2011
10. 17,72 m   Brian Wellman   Barcellona 12 marzo 1995

DonneModifica

Statistiche aggiornate al 30 luglio 2019.[9]

Misura Atleta Luogo Data
1. 15,36 m   Tat'jana Lebedeva   Budapest 6 marzo 2004
2. 15,16 m   Ashia Hansen   Valencia 28 febbraio 1998
3. 15,14 m   Ol'ga Rypakova   Doha 13 marzo 2010
4. 15,08 m   Marija Šestak   Atene 13 febbraio 2008
5. 15,05 m   Yargelis Savigne   Valencia 8 marzo 2008
6. 15,03 m   Iolanda Čen   Barcellona 11 marzo 1995
7. 15,01 m   Inna Lasovskaja   Parigi 8 marzo 1997
8. 14,94 m   Iva Prandževa   Maebashi 7 marzo 1999
8. 14,94 m   Cristina Nicolau   Bucarest 6 febbraio 2000
8. 14,94 m   Oksana Udmurtova   Tartu 20 febbraio 2008

NoteModifica

  1. ^ (EN) Records - Men's outdoor triple jump, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 30 luglio 2019.
  2. ^ Ottenuto durante una gara indoor.
  3. ^ (EN) Records - Women's outdoor triple jump, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 30 luglio 2019.
  4. ^ (EN) Records - Men's indoor triple jump, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 30 luglio 2019.
  5. ^ (EN) Records - Women's indoor triple jump, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 30 luglio 2019.
  6. ^ (EN) Top lists - Triple jump men outdoor, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 30 luglio 2019.
  7. ^ (EN) Top lists - Triple jump women outdoor, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 30 luglio 2019.
  8. ^ (EN) Top lists - Triple jump men indoor, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 30 luglio 2019.
  9. ^ (EN) Top lists - Triple jump women indoor, su iaaf.org, IAAF. URL consultato il 30 luglio 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4150671-6
  Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera