Apri il menu principale

Sottotenente

grado militare utilizzato in molte forze armate

Il sottotenente è in molti paesi il primo grado degli ufficiali inferiori, superiore ai sottufficiali e inferiore al tenente; in altri paesi è, invece, un grado dei sottufficiali, il più elevato (come in Brasile) o uno dei più elevati (come in Spagna, dove è subordinato al suboficial mayor). Dove non è il sottotenente, primo grado degli ufficiali è il secondo tenente, utilizzato nei paesi di lingua inglese (second lieutenant) e altrove (ad esempio, in Brasile), o l'alfiere in certi paesi di lingua spagnola (alférez, in Spagna, Argentina, Cile, ecc.) e portoghese (alferes, in Portogallo e, nel passato, in Brasile), secondo l'antica ma ancora attuale tradizione di affidare a uno dei più giovani ufficiali il vessillo del reparto, in battaglia come in parata. Alfiere era anche il corrispondente grado nell'esercito Borbonico fino all'unità d'Italia.

Indice

ItaliaModifica

Forze armateModifica

 
Soggolo da sottotenente dell'Esercito Italiano

Il moderno distintivo di grado del sottotenente dell'Esercito Italiano è costituito, sull'uniforme ordinaria di servizio e di rappresentanza, da una stelletta dorata. Sull'uniforme da servizio e/o combattimento è invece nera opaca, cosiddetta a bassa visibilità (come nel corso dei due conflitti mondiali), dopo alcuni decenni in cui, stampata in materiale plastico giallo opaco, spiccava incongruamente su mimetiche, maglioni da marcia e giacche a vento. Il distintivo di grado di sottotenente dell'Arma dei Carabinieri è una stelletta argento (per decenni bianca opaca sull'uniforme da combattimento). La stelletta è bordata d'azzurro per distinguere gli ufficiali veterinari, di rosso per quelli medici della Sanità (benché si tratti di una consuetudine, talvolta messa in discussione o vietata dai Comandanti, a rigore il bordo rosso indicando un incarico del grado superiore riconosciuto per nomina, situazione non prevista per i sottotenenti). Per le uniformi da società e di gala estiva e invernale è ancora in uso sul paramano il galloncino singolo con "anello" (che sia ai primordi del Regio Esercito sia durante il secondo conflitto mondiale costituiva simbolo di grado anche nelle uniformi ordinarie, di servizio, ecc). L'anello è ellittico differenziandosi dall'analogo "giro di bitta singolo" nel distintivo dei pari grado della Marina (militare e mercantile), circolare.

Il distintivo di grado del sottotenente dell'Aeronautica è costituito da una losanga, moderna stilizzazione romboidale del "giro di bitta" della Marina e dell'esercito (nelle uniformi storiche e di gala).

Il grado equivalente della Marina è quello di guardiamarina, composto da un giro di bitta, in uso anche nella Marina Mercantile.

Impiego operativoModifica

Nell'Esercito solitamente un sottotenente è al comando di un plotone di fanteria o cavalleria o di una sezione di artiglieria, oppure se appena graduato dall'Accademia Militare studia alla Scuola di Applicazione.

Nell'Arma dei Carabinieri, oggi Forza Armata autonoma, il sottotenente studia alla Scuola Ufficiali Carabinieri.

Fino all'abolizione della leva obbligatoria e il subentro di Forze Armate prevalentemente di professionisti o volontari a ferma prolungata tale grado era attribuito anche ai giovani Ufficiali di complemento, diplomati e laureati che avessero superato specifica selezione psico-fisica attitudinale e un corso intensivo di alcuni mesi. Dal primo conflitto mondiale essi, soprattutto nell'esercito, costituivano la maggioranza dei Sottotenenti in servizio ai reparti, perché i loro pari grado formatisi all'Accademia di solito accedevano alla Scuola di Applicazione ove conseguivano la nomina a tenente, molto raramente interrompevano gli studi per essere assegnati direttamente al servizio attivo, secondo un iter che li definiva "a cultura incompleta" ma che riconosceva comunque la loro "anzianità di servizio" e quindi autorità superiore ai sottotenenti di complemento.

Comparazione con le qualifiche dei corpi a ordinamento militareModifica

Comparazione con le qualifiche dei corpi a ordinamento civileModifica

Nei corpi di polizia i "gradi" sono stati sostituiti dalle "qualifiche" solo in parte corrispondenti ai gradi militari vigenti nell'Esercito Italiano, nell'Arma dei Carabinieri e nella Guardia di Finanza. L'art. 632 del decreto legislativo n. 66/2010 (Codice dell'ordinamento militare), ha fissato la seguente equiparazione tra gradi e qualifiche:

FinlandiaModifica

Nella Suomen merivoimat, la marina militare della Finlandia il grado di Aliluutnantti/Underlöjtnant, secondo la dizione finlandese o (svedese è corrispondente all'Aspirante guardiamarina della Marina Militare italiana.

San MarinoModifica

Corpo della GendarmeriaModifica

Nel Gendarmeria di San Marino è previsto il grado di sottotenente, facente parte degli ufficiali subalterni.

SpagnaModifica

Nelle forze armate spagnole il grado di Subteniente non appartiene al rango degli ufficiali ma ai sottufficiali e corrisponde al grado di maresciallo capo e di primo maresciallo dell'Esercito Italiano e dell'Aeronautica Militare Italiana e al grado di Capo di prima classe e di primo maresciallo della Marina Militare Italiana.

Secondo tenenteModifica

Nella forze armate di alcuni paesi, esiste il grado di secondo tenente corrispondente al grado di sottotenente della maggior parte della forze armate mondiali e al grado di sottotenente delle forze armate italiane. In Brasile il grado di Segundo tenente è comune a tutte le forze armate brasiliane e omologo del sottotenente della maggior parte delle forze armate mondiali, mentre in Portogallo il grado di Segundo tenente esiste solamente nella Marina portoghese e corrisponde al grado di tenente delle altre forze armate portoghesi; il grado omologo del sottotenente della maggior parte delle forze armate mondiali nella marina militare portoghese è Guarda-marinha o subtenente mentre nelle altre forze armate portoghesi è Alferes.

RussiaModifica

Nelle forze armate della Federazione Russa il grado è Mládšij Lejtenant (russo: Младший лейтенант; letteralmente: Giovane tenente) che è comune a tutte le forze armate della federazione.

Nell'Esercito Imperiale il grado era denominato podporučik; tale grado era stato introdotto da Pietro il Grande nel 1703 [1]. Esso apparteneva alla classe XIII (fanteria), alla classe XII (artiglieria e genio) e alla classe X (guardie imperiali) fino al 1884, quando con le riforme militari, il grado divenne podpraporšik, equivalente a quello di mičman (Мичман) nella Marina imperiale russa e a quello di "segretario governamentale" (губернский секретар; gubernskij sekretar) nell'amministrazione civile e paragonabile al grado di secondo tenente di alcuni eserciti.

I gradi omologhi nel resto del mondoModifica

Di seguito è riportata una lista dell'equivalente del grado per le principali forze armate mondiali:

  Albania
Nëntoger
  Arabia Saudita
?
  Argentina
Subteniente
  Australia
?
  Austria
Leutnant
  Belgio
Sous-Lieutenant
Onderluitenant
  Brasile
Segundo-tenente
  Bulgaria
Mládšij lejtenant (Младший лейтенант)
  Canada
?
  Cile
?
  Cina
?
  Colombia
?
  Corea del Nord
?
  Corea del Sud
?
  Croazia
?
  Cuba
?
  Danimarca
Flyverløjtnant
  Egitto
?
  Estonia
Nooremleitnant
  Finlandia
Vänrikki
  Francia
Sous-Lieutenant  
  Germania
Leutnant  
  Giappone
Santō-Rikui、三等陸尉(Rikugun-Shōi、陸軍少尉)
  Grecia
Ανθυπολοχαγός (Anthypolochagos)
  India
?
  Iran
?
  Iraq
?
  Irlanda
?
  Israele
?
  Lettonia
Lietnants
  Lituania
Leitenantas
  Messico
?
  Norvegia
Fenrik
  Nuova Zelanda
?
  Paesi Bassi
2e Luitenant
  Pakistan
?
  Perù
?
  Polonia
Podporucznik
  Portogallo
Alferes
  Regno Unito
2nd Lieutenant
  Romania
Sublocotenent
  Russia
Mládšij lejtenant (Младший лейтенант)
  Spagna
Alférez
  Siria
?
  Slovenia
Poročnik
  Svezia
Underlöjtnant
  Stati Uniti
2nd Lieutenant  
  Sudafrica
?
  Taiwan
?
  Turchia
Asteğmen
  Uruguay
?
  Venezuela
?

NoteModifica

  1. ^ "Presentazione del grado di "podporučik" da parte di Pietro il Grande nel 1703" in Soviet enciclopedia militare, pag. 388
  Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerra