Stazione di Codola

stazione ferroviaria italiana
Codola
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàCastel San Giorgio, località Codola
Coordinate40°46′03.36″N 14°39′56.52″E / 40.7676°N 14.6657°E40.7676; 14.6657Coordinate: 40°46′03.36″N 14°39′56.52″E / 40.7676°N 14.6657°E40.7676; 14.6657
LineeCancello-Avellino
Codola-Nocera Inferiore
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, passante, di diramazione
Stato attualeIn servizio
GestoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1882
Circumsalernitana
Logo treno metropolitano Trenitalia.svg White dot.svg  Salerno
White dot.svg  Salerno Irno
White dot.svg  Fratte Villa Comunale
White dot.svg  Fratte
White dot.svg  Pellezzano
White dot.svg  Acquamela
White dot.svg  Baronissi
White dot.svg  Fisciano
White dot.svg  Mercato San Severino
White dot.svg  Valle di Mercato San Severino
White dot.svg  Castel S. Giorgio-Roccapiemonte
White dot.svg  Lanzara-Fimiani
White dot.svg  Codola
White dot.svg  Nocera Inferiore Mercato
White dot.svg  Nocera Inferiore

La stazione di Codola è una stazione ferroviaria che si trova a Castel San Giorgio in provincia di Salerno, nella frazione di Trivio Codola. Assieme con Lanzara-Fimiani e Castel S.Giorgio-Roccapiemonte è una delle tre stazioni comunali sangiorgesi.

LocalizzazioneModifica

Essa si trova alla confluenza delle linee Cancello–Benevento e Nocera Inferiore-Mercato San Severino, ed è divenuta di notevole importanza quale snodo tra il versante sarnese e quello nocerino.

È una stazione di particolare rilievo anche perché Codola è in realtà un territorio che "incrocia" ben 4 comuni: Castel San Giorgio, Nocera Inferiore, Nocera Superiore e Roccapiemonte. Lo scalo ferroviario si trova però nel territorio di Castel San Giorgio, che dispone contemporaneamente di altri due scali, quali Lanzara-Fimiani e Castel S.Giorgio-Roccapiemonte.

TrafficoModifica

Il traffico ferroviario di questa stazione conta esclusivamente treni regionali, con corse per la maggiore da Salerno e Mercato S.Severino verso Nocera Inferiore, ovvero la linea cosiddetta Circumsalernitana.

P.M. Bivio NoceraModifica

Fino agli anni novanta è rimasta in servizio una piccola diramazione che da dietro Codola (a nord, al Bivio Nocera) e dietro Nocera Inferiore (a sud, al Bivio Grotti), consentiva un collegamento senza inversione di marcia fra Salerno e Sarno, divenuta obsoleta e smantellata dall'inaugurazione (1992) della nuova tratta veloce Salerno-Sarno sulla linea a monte del Vesuvio. Il P.M. Bivio Nocera, posto di movimento situato a meno di 500 m. dallo scalo codolese salì al rango, durante l'orario invernale del 1999[1], di stazione, anche se non vi fu la pubblicazione sull'orario ufficiale cartaceo ma solo nella versione allegata a CD e su Internet. Costituita da un fabbricato viaggiatori di 2 piani abbandonato e parzialmente diroccato, oltre che da un marciapiedi semi-dismesso, fu servita da una sola coppia di relazione Codola-Sarno. Il posto di movimento, sorgeva di fianco alla prima stazione di Codola del 1861[2].

NoteModifica

  1. ^ Fonte: Orario ufficiale FS versione CD inverno 1999 - Consultato: ottobre 1999
  2. ^ http://www.lestradeferrate.it/mono16/16bvnocera.htm