Apri il menu principale

Stazione di Codola

stazione ferroviaria italiana

LocalizzazioneModifica

Essa si trova alla confluenza delle linee Cancello–Benevento e Nocera Inferiore-Mercato San Severino, ed è divenuta di notevole importanza quale snodo tra il versante sarnese e quello nocerino.

È una stazione di particolare rilievo anche perché Codola è in realtà un territorio che "incrocia" ben 4 comuni: Castel San Giorgio, Nocera Inferiore, Nocera Superiore e Roccapiemonte. Lo scalo ferroviario si trova però nel territorio di Castel San Giorgio, che dispone contemporaneamente di altri due scali, quali Lanzara-Fimiani e Castel S.Giorgio-Roccapiemonte.

TrafficoModifica

Il traffico ferroviario di questa stazione conta esclusivamente treni regionali, con corse per la maggiore da Salerno e Mercato S.Severino verso Nocera Inferiore, ovvero la linea cosiddetta Circumsalernitana.

P.M. Bivio NoceraModifica

Fino agli anni ottanta è rimasta in servizio una piccola diramazione che da dietro Codola (a nord, al Bivio Nocera) e dietro Nocera Inferiore (a sud, al Bivio Grotti), consentiva un collegamento senza inversione di marcia fra Salerno e Sarno, divenuta obsoleta e smantellata dall'inaugurazione (1991) della nuova tratta veloce Salerno-Sarno sulla linea a monte del Vesuvio. Il P.M. Bivio Nocera, posto di movimento situato a meno di 500 m. dallo scalo codolese salì al rango, durante l'orario invernale del 1999 [1], di stazione, anche se non vi fu la pubblicazione sull'orario ufficiale cartaceo ma solo nella versione allegata a CD e su Internet. Costituita da un fabbricato viaggiatori di 2 piani abbandonato e parzialmente diroccato, oltre che da un marciapiedi semi-dismesso, fu servita da una sola coppia di relazione Codola-Sarno.

NoteModifica

  1. ^ Fonte: Orario ufficiale FS versione CD inverno 1999 - Consultato: ottobre 1999