Stazione di San Zenone al Lambro

fermata ferroviaria italiana
San Zenone al Lambro
stazione ferroviaria
San Zenone Lambro ingresso stazione.JPG
L'ingresso della stazione lato est
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàSan Zenone al Lambro
Coordinate45°20′17″N 9°21′41″E / 45.338056°N 9.361389°E45.338056; 9.361389Coordinate: 45°20′17″N 9°21′41″E / 45.338056°N 9.361389°E45.338056; 9.361389
Lineeferrovia Milano-Bologna
Caratteristiche
Tipofermata in superficie, passante
Stato attualein uso
GestoreRete Ferroviaria Italiana
Attivazione1931
Binari2
InterscambiAutobus extraurbani Autoguidovie

Sito web: http://www.autoguidovie.it/

La stazione di San Zenone al Lambro è una fermata ferroviaria posta sulla linea Milano-Bologna.

È posta nel territorio comunale di San Zenone al Lambro, in località Villabissone, ed è molto vicina al centro abitato di Sordio. Il centro abitato di San Zenone dista invece 2 km.

StoriaModifica

La fermata di San Zenone al Lambro fu attivata nel 1931.[1]

Strutture ed impiantiModifica

La fermata conta due binari, uno per ogni senso di marcia, serviti da 2 banchine laterali collegate da un sottopassaggio.

MovimentoModifica

Servizio ferroviario suburbano di Milano
Linea S1
     Saronno
   Saronno Sud
   Caronno Pertusella
   Cesate
   Garbagnate Milanese
   Garbagnate Parco delle Groane
   Bollate Nord
   Bollate Centro
   Novate Milanese
   Milano Quarto Oggiaro
     Milano Nord Bovisa
   Milano Lancetti
     Milano Porta Garibaldi    
   Milano Repubblica  
   Milano Porta Venezia  
   Milano Dateo
   Milano Porta Vittoria
     Milano Rogoredo  
   San Donato Milanese
   Borgolombardo
   San Giuliano Milanese
     Melegnano
   San Zenone al Lambro
   Tavazzano
     Lodi

La fermata è servita dai treni della linea S1 (Saronno-Milano-Lodi) del servizio ferroviario suburbano di Milano, eserciti da Trenord, con frequenza semioraria dalle 6 alle 24 tutti i giorni.

ProgettiModifica

Attualmente sono in corso lavori di riqualificazione della fermata, con l'allungamento e l'innalzamento dei marciapiedi, e la costruzione di nuove pensiline, il rifacimento del sottopassaggio e l'installazione di due ascensori.[2] Ad oggi i lavori di ristrutturazione sono terminati.

NoteModifica

  1. ^ Non compare nell'orario del 1º gennaio 1931[collegamento interrotto]; compare nell'orario del 1º gennaio 1932[collegamento interrotto]
  2. ^ Rete Ferroviaria Italiana [collegamento interrotto], su gare.rfi.it.

Altri progettiModifica