Stellaris (videogioco 2016)

videogioco del 2016
Stellaris
videogioco
Stellaris logo.png
Logo del gioco
PiattaformaMicrosoft Windows, macOS, Linux
Data di pubblicazioneMondo/non specificato 9 maggio 2016
GenereStrategia in tempo reale
TemaFantascienza
OrigineSvezia
SviluppoParadox Development Studio
PubblicazioneParadox Interactive
DirezioneMartin Anward, Rikard Åslund
ProduzioneAnna Norrevik
DesignHenrik Fåhraeus, Joakim Andreasson, Daniel Moregård, Johan Andersson
Direzione artisticaFredrik Toll
MusicheAndreas Waldetoft
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputGamepad, mouse
SupportoDownload
Distribuzione digitaleSteam
Fascia di etàOFLC (AU): PG · PEGI: 7 · USK: 6

Stellaris è un videogioco strategico in tempo reale, a grande scala e 4X. È stato pubblicato il 9 maggio 2016 tramite la piattaforma Steam di Valve ed è disponibile per Microsoft Windows, OS X e Linux. Il gioco consiste nel gestire una civiltà (umana o aliena) a partire dall'anno 2200, esplorando e colonizzando lo spazio.

Ha ricevuto un'accoglienza molto positiva, anche in Italia: Multiplayer.it gli ha assegnato un voto di 9.2 su 10 mentre IGN Italia è arrivata a 9.3.[1][2]

Modalità di giocoModifica

Il gioco inizia nell'anno 2200. Il giocatore assume il controllo di una civilità agli albori dell'esplorazione spaziale, poco dopo la scoperta della tecnologia necessaria per i viaggi interstellari (FTL). In base ad alcuni fattori, come l'etica e le caratteristiche della propria specie, l'obiettivo finale può variare dalla conquista galattica, la colonizzazione capillare attraverso l'accaparramento delle risorse e la supremazia tecnologica sino alla coesistenza pacifica o alla distruzione assoluta di tutta la vita senziente. Il giocatore controlla una propria flotta, costituita da navi scientifiche, edili e militari. Il combattimento include sia gli scontri spaziali che terrestri ed è più concentrato verso la preparazione strategica più che il combattimento vero e proprio. Ci sono anche opzioni diplomatiche come alleanze e accordi commerciali con altre razze.

Durante le prime spedizioni esplorative, il giocatore troverà via via indizi sempre più forti della presenza di altre forme di vita aliena nella galassia. Dapprima gli equipaggi troveranno fauna e flora aliena su pianeti abitabili, poi si scoprirà che civiltà intelligenti ed avanzate sono, almeno in un lontano passato, esistite, ed infine si troveranno altre civiltà aliene contemporanee al giocatore. Tali civiltà possono essere come la nostra, superiori o non aver ancora scoperto il volo interstellare.

Il giocatore può iniziare una partita scegliendo un impero precostituito, oppure creandone manualmente uno. Durante la creazione manuale è possibile decidere i tratti caratteristici della specie del giocatore. Questi tratti includono ad esempio, iniziare la partita su un mondo devastato dalla guerra nucleare, o partire con la tecnologia per costruire robot già acquisita. Facoltativamente, se il giocatore sceglie di iniziare la partita con due specie, di cui una più forte, ma meno intelligente e subordinata alla prima, potrà creare anche la specie servile in un processo simile a quello precedentemente menzionato.

Successivamente, il giocatore personalizza l'impero della propria specie. In questa fase il giocatore sceglie l'Etica e la Civic dell'impero (con punti Etica e Civic, rispettivamente), che possono dare vari bonus, limitare alcune caratteristiche (la popolazione di un impero spiritualista non sarà molto felice se il proprio governo rimpiazzerà la popolazione biologica con robot in alcuni settori) o il tipo di governo (un impero autoritario non può essere una democrazia), e cambiare il modo in cui le informazioni sono presentate al giocatore. Tutte le Etiche, a parte la Coscienza Gestalt, hanno una versione normale e fanatica di esse, che rappresentano l'allineamento dell'impero. Le versioni fanatici dell'etica danno bonus maggiori rispetto alle loro varianti normali, ma di solito hanno restrizioni ancora maggiori e costano di più. Una speciale etica precedentemente citata, la Coscienza Gestalt, rende l'impero una mente alveare o impero robotico, sbloccando Civic disponibili solo per queste due categorie di imperi. Sia l'Etica che le Civic possono essere cambiate durante il gioco.

Il giocatore inizia su un singolo pianeta, la propria casa, alcune stazioni minerarie e/o scientifiche, una nave edile, una scientifica, tre corvette e una base stellare, che può fungere sia da cantiere navale che da fortezza difensiva, o avere altri ruoli in base ai moduli che ospiterà. Nei primi turni di gioco il giocatore può focalizzarsi nell'espansione del proprio impero e nell'esplorazione della galassia. Il mid-game sarà focalizzato sulla diplomazia e sul potenziamento delle proprie infrastrutture. Nel late-game possono avvenire delle Crisi che avranno ripercussioni su tutta la galassia. Ad esempio un'IA dormiente potrebbe risvegliarsi e iniziare un protocollo di "sterilizzazione" della galassia dalla vita biologica, oppure l'universo può essere invaso da esseri extra-dimensionali il cui unico scopo è divorare la vita che incontrano. Gli sviluppatori hanno volutamente inserito questa caratteristica per ovviare a un problema comune in molti giochi 4X; nel momento in cui una fazione diventa troppo forte e la vittoria appare inevitabile, il giocatore diviene frustrato. Con le Crisi, gli sviluppatori hanno voluto aggiungere una sfida in più.[3]

Sviluppo e rilascioModifica

Stellaris è stato prodotto dalla Paradox Development Studios e pubblicato dalla compagnia gemella Paradox Interactive. Il gioco utilizza lo stesso motore "Clausewitz Engine", usato sin dal titolo Europa Universalis III nel 2007, anche se modificato in alcune parti. Fu annunciato ufficialmente al Gamescom del 2015, e fu rilasciato al pubblico il 9 maggio 2016.

Dopo il lancio, gli sviluppatori confermarono che sarebbero state creare espansioni per il gioco base, e sarebbero stati rilasciati aggiornamenti periodici gratuiti per risolvere alcuni bug e fornire nuove caratteristiche di gameplay. Gli upgrade vengono tutti chiamati in onore di famosi scrittori di fantascienza, come Arthur C. Clarke, Isaac Asimov, Robert A. Heinlein, Iain Banks, Douglas Adams, Karel Čapek, Pierre Boulle, C. J. Cherryh, Larry Niven e Ursula Le Guin. La prima patch maggiore fu rilasciata il 24 maggio, comprendendo numerosi miglioramenti all'intelligenza artificiale di gioco, così come una nuova razza preimpostata. Il primo DLC sostanziale fu "Utopia", che incluse la caratteristica delle megastrutture stellari. Il secondo DLC, "Synthetic Dawn" permette ai giocatori di utilizzare imperi robotici. Il terzo DLC, "Apocalypse", si concentra sulle meccaniche della guerra, aggiungendo tremende armi chiamate "Colossi", che possono variare da un raggio distruggi-pianeta a un "Pacificatore globale" che controlla le menti delle popolazioni nemiche per convertirle alla propria Etica.

NoteModifica

  1. ^ Vita intergalattica, su multiplayer.it. URL consultato il 3 agosto 2016.
  2. ^ Stellaris - Recensione - GRANDE COME LA GALASSIA, su IGN Italia, 9 maggio 2016. URL consultato il 3 agosto 2016.
  3. ^ (EN) The 4Xplorer, The End Game and its Follies, su eXplorminate, 15 gennaio 2015. URL consultato il 15 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 10 marzo 2018).

Collegamenti esterniModifica