Apri il menu principale
Sylvain Barrier
Sylvain Barrier.jpg
Nazionalità Francia Francia
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera in Superbike
Esordio 2013
Miglior risultato finale 15º
Gare disputate 30
Punti ottenuti 62
 

Sylvain Barrier (Oyonnax, 20 ottobre 1988) è un pilota motociclistico francese.

Vincitore della Superstock 1000 FIM Cup nel 2012 e nel 2013.

CarrieraModifica

Esordisce nel campionato europeo Superstock 600 nel 2006, passa poi alla Superstock 1000 FIM Cup nel 2008, categoria in cui si piazza sesto nel 2010, quarto nel 2011 e infine vince il titolo nel 2012 e nel 2013.[1][2]

Dopo aver esordito nel campionato in occasione dell'ultima gara della stagione 2013,[2] nel 2014 corre nel mondiale Superbike per il team BMW Motorrad Italia. La sua stagione di gare inizia però in ritardo poiché il 18 marzo 2014, mentre era alla guida della sua BMW X3 nei pressi di Lione, si è schiantato contro un camion in sosta; ricoverato in gravi condizioni, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per ridurre le numerose fratture facciali riportate, venendo poco dopo dichiarato fuori pericolo.[3]

Prende parte alle gare disputate a Misano Adriatico e a Portimao, ma il 14 luglio 2014, mentre gareggia a Laguna Seca, è rimasto coinvolto in un incidente durante il quale è stato disarcionato dalla sua moto all'inizio di un rettilineo, per poi schiantarsi contro un muretto. Dichiarato immediatamente fuori pericolo, è stato trasportato in ospedale per accertamenti. Riesce comunque a portare a termine la stagione disputando tutti i restanti gran premi. Chiude col quindicesimo posto in classifica generale, quarto tra i piloti dotati di una motocicletta in configurazione EVO e primo tra i piloti BMW. Viene confermato per la stagione 2015 in sella ad una BMW S1000 RR del team BMW Motorrad Italia fino alla seconda tappa del mondiale (GP di Thailandia), dove viene poi sostituito da Ayrton Badovini.[4] Dopo aver lasciato la BMW ed il mondiale Superbike, torna a disputare la Superstock 1000 FIM Cup in sella alla Yamaha YZF-R1, dove termina la stagione 2015 al quindicesimo posto con 17 punti.

Nel 2016 torna nel mondiale Superbike, in sella ad una Kawasaki ZX-10R gestita dal team Pedercini, il compagno di squadra è Saeed Al Sulaiti. A causa di una caduta rimediata nel Gran Premio di Aragon è costretto a saltare i successivi gran premi. Il suo posto viene preso dal connazionale Lucas Mahias.[5] Anche Mahias subisce un infortunio nelle prove libere del Gran Premio di Imola e quindi la Kawasaki ZX-10R del team Pedercini viene affidata, dal Gran Premio di Malesia, a Anthony West.[6] Dopo l'infortunio decide di ripartire dal CEV, categoria Superbike, dove corre con una Kawasaki ZX-10R del team Vector Mootr Sport.[7] I due piazzamenti a punti ottenuti nell'evento inaugurale in Australia a Phillip Island gli consentono comunque di chiudere al trentaduesimo posto in classifica piloti.

Risultati in garaModifica

Campionato mondiale SuperbikeModifica

2013 Moto                             Punti Pos.
BMW 12 13 7 31º
2014 Moto                         Punti Pos.
BMW 15 11 10 11 12 Rit 10 11 10 Rit 14 Rit 40 15º
2015 Moto                           Punti Pos.
BMW 15 12 14 13 10 28º
2016 Moto                           Punti Pos.
Kawasaki 15 15 16 17 16 Rit Inf Inf Inf Inf Inf Inf Inf Inf Inf Inf Inf Inf 2 32º
2019 Moto                           Punti Pos.
Ducati 17 18 18 17 18 13 3
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Non disputata/Non valida Non qual./Non part. Squalificato Ritirato

NoteModifica

  1. ^ Redazione Motociclismo, Supersdtock 1000ː vince il titolo Sylvain Barrier, su motociclismo.it, Editore Edisport S.r.l., 7 ottobre 2012.
  2. ^ a b Andrea Rosotti, BMW premia Sylvain Barrier con la SBK a Jerez, su motociclismo.it, Editore Edisport S.r.l., 11 ottobre 2012.
  3. ^ Michele Perrino, Sylvain Barrierː il pilota BMW non è più in pericolo di vita, su motociclismo.it, Editore Edisport S.r.l., 19 marzo 2014.
  4. ^ Redazione Sportmediaset, Superbike: Badovini sulla Bmw ad Aragon, su sportmediaset.mediaset.it, RTI S.p.a., 7 aprile 2015.
  5. ^ Michele Alita, Superbike: Lucas Mathias sostituirà Sylvain Barrier, su motograndprix.motorionline.com, Motorionline S.r.l., 8 aprile 2016.
  6. ^ Redazione Worldsbk, West con il team Pedercini, su worldsbk.com, Dorna Sport S.L., 9 maggio 2016.
  7. ^ Alessio Piana, Sylvain Barrier riparte dal CEV Superbike, su corsedimoto.com, Editoriale l'Incontro, 9 agosto 2016.

Collegamenti esterniModifica