40 anni vergine

film del 2005 diretto da Judd Apatow
40 anni vergine
40 anni vergine.png
Steve Carell in una scena del film
Titolo originaleThe 40 Year-Old Virgin
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2005
Durata116 min
Rapporto1,85:1
Generecommedia
RegiaJudd Apatow
SoggettoJudd Apatow, Steve Carell
SceneggiaturaJudd Apatow, Steve Carell
ProduttoreShauna Robertson
Casa di produzioneUniversal Pictures, Apatow Productions
Distribuzione in italianoUnited International Pictures
FotografiaJack N. Green
MontaggioBrent White
MusicheLyle Workman
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

40 anni vergine (The 40 Year-Old Virgin) è un film del 2005 diretto da Judd Apatow, interpretato e prodotto da Steve Carell.

TramaModifica

Il riservato Andy Stitzer, non più giovanissimo, ha un lavoro tranquillo di magazziniere in un negozio di elettronica, dei buoni amici, una casa confortevole, con l'hobby di dipingere soldatini, è un nerd di videogame, fiero proprietario di una consistente collezione di fumetti e di action figures di supereroi. La sua vita sociale si limita al guardare la televisione con i suoi anziani vicini di casa. Forse, l'unica anomalia è che si muove solo in bicicletta.

Nella vita di Andy sembrerebbe tutto a posto, se non fosse che è arrivato all'età di 40 anni ancora vergine.

Dopo una partita a poker, svela la sua verginità senza troppi traumi ai colleghi di lavoro: David, Cal e Jay, tre uomini confusi e incapaci di vivere una vita senza donne, nonostante le loro tormentate vicende amorose, spesso fatte di tradimenti, vita sregolata e continue scenate. Preoccupati, decidono di aiutarlo in ogni modo a compiere la sua prima esperienza sessuale: dapprima lo portano in un locale notturno alla ricerca di qualche ragazza ubriaca (ne trova una che, dopo una lunga e brusca guidata, gli vomita in faccia); poi, tutti insieme, si iscrivono ad una associazione di single che organizza incontri galanti (qui, David rivede la sua ex Amy e cerca di convincerla a tornare con lui, invano); successivamente, lo spingono a fare la corte a Beth, la commessa di una libreria; infine, tentano di organizzare un inutile appuntamento con una prostituta trans.

Nel frattempo, Andy conosce casualmente Trish, una bella quarantenne con tre figlie e un nipote, che gestisce un negozio di eBay proprio di fronte a quello dove lavora lui. I due si innamorano e decidono di intraprendere la vita di coppia, che prosegue con alti e bassi. Dopo venti sere (il tempo che si erano stabiliti prima di fare l'amore, poiché la prima volta che stava per succedere è stata un fiasco), Andy sembra sul punto di perdere la sua verginità, ma, ancora terrorizzato, blocca Trish e i due cominciano a litigare. Nonostante ciò, Andy non riesce a rivelare la sua verginità a Trish e così va via infuriato e raggiunge i tre amici a una festa organizzata da Jay per festeggiare il fatto che presto diventerà padre. Mentre Cal convince David a provarci con Bernadette, la nuova commessa assunta da Cal stesso nel negozio, in modo così da avere una nuova storia e dimenticare per sempre Amy, Andy beve qualche shot di troppo, incontra la commessa Beth e decide di andare a casa di lei. Frattanto, Trish viene convinta dalla sua figlia di mezzo, Marla (la quale sa della verginità di Andy), ad andare da lui per chiarire la situazione. Nel frattempo, sembra che Andy stia per avere un amplesso con Beth, la quale inizia a masturbarsi nella vasca da bagno per sedurlo. Smaltendo la sbornia, Andy torna in sé e decide di non andare oltre, venendo intanto raggiunto dai tre amici, preoccupati per lui e in possesso della chiave di casa di Beth (in quanto Jay, otto mesi prima ebbe un rapporto sessuale con lei), avvisandolo che la ragazza è chiaramente una persona malata; Andy conferma ciò che dicono e va via con loro, a parte Cal che rimane nell'appartamento e va nella vasca con Beth (i due si metteranno successivamente insieme). Quando Andy torna a casa, vi trova Trish ed è pronto a rivelarle il suo segreto, ma lei scappa via spaventata in quanto ha trovato dei film porno (in realtà appartenenti a David, ma che ha dato a Andy), una vagina finta e una Mentos, che lei crede un narcotico per stordire. Andy insegue Trish con la sua bici, ma finisce per ribaltarsi contro un cartellone pubblicitario di un veicolo. Trish va a soccorrerlo e lui finalmente rivela di essere vergine e che quindi non voleva andare a letto con lei per paura, per poi dichiararle il suo amore e dicendo che in realtà si è reso conto di essere arrivato a 40 anni vergine perché stava aspettando lei. La coppia, in seguito, decide di convolare a nozze: soltanto dopo la cerimonia, Andy si sente pronto al grande passo e finalmente riesce ad avere il suo primo rapporto sessuale con la neomoglie. Infine, Andy e tutti gli altri si vedono mentre festeggiano e cantano il noto medley di canzoni Aquarius/Let the Sunshine In, due inni alla gioia usati per il musical Hair.

AccoglienzaModifica

IncassiModifica

40 anni vergine è stato un successo estivo, aprendo al numero 1 al box office, incassando 21.422.815 di dollari nel suo weekend di apertura e rimanendo al numero 1 il fine settimana successivo. Il film ha incassato più di 109 milioni di dollari sul mercato interno e circa 70 milioni all'estero, per un totale di $ 177.378.645, il che lo ha reso il 25º film che ha guadagnato di più nel mondo quell'anno, il 19º negli Stati Uniti[senza fonte].

CriticaModifica

Il film ha ricevuto critiche positive e negative. Arianna Finos su xL definisce la comicità del film «frizzante e mai volgare»[1].

Emanuela Martini invece, su Film TV accusa il film di essere «episodico, scollato, montato a casaccio, volgare ma non abbastanza [...] diretto con una piattezza che certamente gli americani non si permettono più in televisione»[2].

DistribuzioneModifica

Il film è uscito nelle sale statunitensi il 19 agosto 2005, mentre in Italia per il 13 gennaio 2006.

Edizione home videoModifica

In home video il film è uscito con l'aggiunta di 17 minuti in più[senza fonte].

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Arianna Finos, 40 anni vergine, xL, Roma, gennaio 2006.
  2. ^ Emanuela Martini, 40 anni vergine, su filmtv.it, 2006. URL consultato il 24 giugno 2019.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN184556209 · LCCN (ENno2007084099
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema