Apri il menu principale
Andrea Rispoli
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188[1] cm
Peso 84[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista
Squadra Lecce
Carriera
Giovanili
????-2006non conosciuta Alba Cavese
2006-2007Brescia
Squadre di club1
2007-2010Brescia53 (8)[2][3]
2010Parma0 (0)
2010-2011Lecce13 (0)
2011-2012Sampdoria30 (0)[4]
2012-2013Padova31 (1)
2013-2014Ternana34 (4)
2014-2015Parma14 (0)
2015-2019Palermo129 (12)[5]
2019-Lecce3 (0)
Nazionale
2009-2010Italia Italia U-214 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 settembre 2019

Andrea Rispoli (Cava de' Tirreni, 29 settembre 1988) è un calciatore italiano, difensore o centrocampista del Lecce.

Caratteristiche tecnicheModifica

Gioca come centrocampista o difensore esterno, sia a destra che a sinistra.[6] Dotato di grande velocità, si contraddistingue come un ottimo crossatore e propenso al gol.

CarrieraModifica

ClubModifica

BresciaModifica

Cresciuto nella scuola calcio "Alba Cavese"[senza fonte] e nelle giovanili del Brescia[senza fonte], Rispoli esordisce in Serie B con le rondinelle il 3 maggio 2008 nella trasferta vittoriosa contro il Modena,[7] riuscendosi a guadagnare un ruolo più importante nelle due stagioni successive. Segna il suo primo gol tra i professionisti il 1º giugno 2008 in Avellino-Brescia (1-1). Rimane al Brescia fino al giugno 2010, segnando altre 7 reti, di cui 3 in 3 partite consecutive nel maggio 2010 contro Ancona, Modena e Salernitana.

I vari prestitiModifica

Nel 2010 viene ceduto in prestito al Lecce, con cui disputa soltanto 13 partite di campionato ricevendo però ben 4 cartellini gialli. A fine stagione la squadra pugliese riesce a raggiungere il 17º posto, salvandosi.

L'anno successivo passa sempre in prestito alla Sampdoria, guidando la squadra al ritorno in Serie A con 30 presenze. Per la stagione 2012-2013 viene invece acquistato dal Padova rimanendo dunque sempre in Serie B. Con i biancosaudati torna al gol il 16 febbraio 2013 nella sconfitta contro la Reggina, collezionando 9 cartellini gialli in tutto il campionato.

Viene ceduto poi al Parma, che dopo una panchina all'inizio del campionato 2013-2014, lo gira in prestito alla Ternana con la quale sigla 4 gol (collezionando altri 9 cartellini gialli durante il campionato) e raggiunge la salvezza.

A fine stagione fa ritorno al Parma, disputando 14 presenze fino a febbraio 2015 e trovando anche il gol in Coppa Italia il 14 gennaio 2015 contro il Cagliari.

PalermoModifica

Il 2 febbraio 2015 è ceduto al Palermo con la formula del prestito con diritto di riscatto.[8] Il 2 luglio 2015, in seguito al fallimento societario del Parma, Rispoli si svincola e viene tesserato a titolo definitivo dal Palermo firmando un contratto quadriennale.[9] Il 28 agosto 2016 sigla il primo gol con i siciliani nella partita pareggiata per 1-1 contro l'Inter.[10] Il 23 aprile 2017 trova la sua prima doppietta in rosanero (e in Serie A) nella sconfitta contro la Lazio per 6-2. Chiuderà il campionato con il suo record personale di marcature stagionali, ben 6, rivelandosi uno dei migliori terzini del campionato nonostante la retrocessione.

Rimasto in rosanero, torna al gol il 12 novembre 2017 nella vittoriosa trasferta di Cremona (1-2). Il 27 febbraio 2018 realizza una doppietta nel 4-1 casalingo contro l'Ascoli. Il 25 marzo, nel match contro il Carpi (vinto per 4-1), ottiene la centesima presenza con la maglia rosanero.[11] Pur non riuscendo ad ottenere la promozione dopo la sconfitta in finale play-off contro il Frosinone, è confermato in rosa anche per la stagione successiva, con cui ottiene il terzo posto in Serie B. A seguito dell'esclusione del club siciliano dal successivo campionato cadetto, Rispoli si svincola.

Ritorno al LecceModifica

Nell'agosto 2019 firma per il Lecce, dove fa ritorno dopo otto anni.

NazionaleModifica

Tra il 2009 e il 2010 ha giocato 4 partite con la nazionale Under-21, con un gol all'attivo.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 18 settembre 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppa nazionale Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008   Brescia B 5 1 CI 0 0 - - - - - - 5 1
2008-2009 B 18+4[12] 2+1[12] CI 0 0 - - - - - - 22 3
2009-2010 B 30+4[12] 5 CI 2 0 - - - - - - 36 5
Totale Brescia 53+8 8+1 2 0 - - - - 63 9
2010-2011   Lecce A 13 0 CI 1 0 - - - - - - 14 0
2011-2012   Sampdoria B 30+4[12] 0 CI 0 0 - - - - - - 34 0
2012-2013   Padova B 31 1 CI 2 0 - - - - - - 33 1
2013-2014   Ternana B 34 4 CI 0 0 - - - - - - 34 4
2014-gen. 2015   Parma A 14 0 CI 2 1 - - - - - - 16 1
gen.-giu. 2015   Palermo A 15 0 CI - - - - - - - - 15 0
2015-2016 A 22 0 CI 2 0 - - - - - - 24 0
2016-2017 A 32 6 CI 1 0 - - - - - - 33 6
2017-2018 B 38+4[12] 6 CI 1 0 - - - - - - 43 6
2018-2019 B 22 0 CI 0 0 - - - - - - 22 0
Totale Palermo 129+4 12 4 0 - - - - 137 12
2019-2020   Lecce A 3 0 CI 1 0 - - - - - - 4 0
Totale Lecce 16 0 2 0 18 0
Totale carriera 296+16 26+1 11 1 - - - - 324 27

NoteModifica

  1. ^ a b http://palermocalcio.it/en/1617/team/andrea-rispoli-11907
  2. ^ 61 (9) se si comprendono le presenze nei play-off.
  3. ^ Da gennaio 2010 in prestito dal Parma.
  4. ^ 34 (0) se si comprendono le presenze nei play-off.
  5. ^ 133 (12) se si comprendono le presenze nei play-off.
  6. ^ Palermo, in difesa è rivoluzione. Rispoli e Ortiz mordono il freno sport.livesicilia.it
  7. ^ Scheda del giocatore, lega-calcio.it (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2010).
  8. ^ ACQUISTATO RISPOLI DAL PARMA CEDUTI FEDDAL E PISANO, in U.S. Citta' di Palermo. URL consultato il 12 luglio 2018.
  9. ^ ANDREA RISPOLI E' ROSANERO "VOLEVO FORTEMENTE IL PALERMO", in U.S. Citta' di Palermo. URL consultato il 12 luglio 2018.
  10. ^ Inter-Palermo 1-1: Icardi risponde a Rispoli, De Boer già a -5 dalla Juve, su gazzetta.it. URL consultato il 13 marzo 2017.
  11. ^ Mediagol, Palermo-Carpi: record per Rispoli, oggi 100 presenze in rosanero, su Mediagol, 25 marzo 2018. URL consultato il 21 dicembre 2018.
  12. ^ a b c d e Play-off.

Collegamenti esterniModifica